Vuoi andare in Asia, scoprire la cultura di questo posto meraviglioso e allo stesso tempo passare dei giorni meravigliosi al mare, tra sabbie bianche, acque turchesi, palme e paesaggi mozzafiato? Le Filippine sono la meta migliore. Maestose scogliere calcaree lambiscono minuscoli villaggi dove puoi entrare in contatto con la gente del luogo e capire di più della splendida cultura che attraversa questo paese. Senza contare che le Filippine sono veramente una delle ultime gemme incontaminate del mondo.

Le Filippine si trovano nella cintura di fuoco del Pacifico e sono famose per il clima tropicale. Sono uno dei luoghi più ricchi di risolse naturali e una delle zone con più biodiversità al mondo. L’arcipelago comprende 7.641 isole distribuite in tre regioni principali: Luzon a nord, Visayas al centro e Mindanao al sud. È un’area in continua crescita, soprattutto per il turismo che negli ultimi anni si è sviluppato nella zona, portando milioni di persone a visitare le Filippine da ogni parte del mondo. Ovviamente si tratta di un paese che, a livello di infrastrutture, è ancora un po’ indietro: ma questo, lungi dall’essere un difetto, è invece un suo punto di forza. Perché ne fa una delle aree più incontaminate dell’Asia, ancora lontane dagli effetti dell’industrializzazione e del turismo di massa che hanno colpito molte parti del mondo.

Il clima delle Filippine è caldo e umido. La stagione fredda corrisponde alla nostra, e va da dicembre a febbraio. L’estate va da marzo a maggio mentre da giugno a novembre è la stagione delle piogge. In ogni caso le temperature risultano miti per gran parte dell’anno, e sono molti i viaggiatori che vanno nelle Filippine anche in periodi diversi dall’estate.

Uno dei punti forti delle Filippine, oltre alla storia e alla cultura, sono le spiagge. La totalità delle baie più famose è composta di magnifiche sabbie bianche, morbide al tatto e perfette per stendersi a prendere il sole. Il mare turchese delle isole più belle delle Filippine è un vero e proprio invito a fare il bagno, mentre la barriera corallina soddisferà l’amante di snorkeling più esigente. Il mare delle Filippine è ricco di animali marini e in certi posti – come Tubbataha Reef e Malapascua, è possibile avvistare gli squali e le mante. Come detto, infatti, le Filippine sono uno dei luoghi più incontaminati al mondo, e che ancora oggi ospitano una biodiversità che pochi posti sulla terra possono vantare.

Le Filippine sono uno dei luoghi preferiti anche dagli amanti degli sport acquatici come il surf e il kite. Come Siargao, la capitale del surf delle Filippine, che due volte l’anno ospita i campionati di surf e attira migliaia di turisti che vogliono vedere le grandi onde che s’infrangono sulla baia e vengono cavalcate dai professionisti del settore. Ma sono anche un luogo per rilassarsi o fare festa, e godere delle bellezze della natura. Insomma, le Filippine sono un angolo di paradiso che non puoi non vedere almeno una volta nella vita. Non ci credi? Ecco le spiagge più belle di questa parte di Asia: ti verrà immediatamente voglia di fare un biglietto e partire per vedere con i tuoi occhi e toccare con mano la bellezza di questa terra.

Spiaggia di Puka, Boracay

Puka Beach è una spiaggia di sabbia bianca lunga 800 metri accanto alla famosa White Beach. Le acque cristalline e le onde la rendono il luogo perfetto per gli amanti del surf che vogliono divertirsi a cavalcare le onde che si formano nel mare. Puka Beach è un luogo molto tranquillo: a differenza della White Beach, infatti, non ha molti bar e stabilimenti presenti sulla baia, ma ce ne sono solo due alle sue estremità. La spiaggia di Puka Beach prende il nome dalle numerose conchiglie presenti nella zona dato che, prima della sua sabbia bianca, era conosciuta per le meravigliose conchiglie che si trovavano bella baia. Queste venivano infilate in gioielli e oggetti decorativi e arrivavano nei paesi occidentali, suscitando curiosità nelle persone che volevano andare a vedere con i loro occhi questa distesa di sabbia nelle Filippine.

Collane e bracciali fatti di conchiglie sono oggi venduti all’ingresso della spiaggia. Oltre a fare il bagno e prendere il sole, i viaggiatori amavano vedere il tramonto sul mare da Puka Beach. A quest’ora, infatti, è possibile avvistare i pipistrelli della frutta e anche la volpe volante gigante: è una specie di pipistrello delle Filippine, oggi in via d’estinzione.

Spiaggia bianca, Boracay

La White Beach di Boracay è la spiaggia più frequentata delle Filippine. E non a caso: perché questa baia è una delle meraviglie tropicali dell’Asia, con la sabbia fina come il talco che si estende per quattro chilometri e le acque azzurre in cui ci si può specchiare dentro e vedere la vivace vita marina che si snoda sotto il mare. White Beach attrae ogni anno migliaia di turisti, ed è per questo che è molto attrezzata per offrire divertimenti, cibi, souvenir e attrazioni di ogni tipo.

La White Beach è divisa in tre stazioni: la prima è la parte più alta e meno affollata della spiaggia, la seconda è la più frequentata, dove si trova il centro commerciale dell’isola di Boracay. Mentre la terza è una soluzione a metà tra le due. In ogni caso, la White Beach è una delle più popolari delle Filippine, ed è sempre piena di viaggiatori e turisti, che possono usufruire di bar, stabilimenti e negozi. Questa spiaggia è anche la porta di accesso per le numerose attività acquatiche di Boracay, e gli eventi principali dell’isola sono ospitati proprio qui.

Isola di Pamalican, Palawan

Pamalican Island è una piccola isola che fa parte dell'arcipelago di Cuyo (composto da quaranta isolotti) nel mare di Sulu. Si trova tra Panay e Palawan. Pamalican è un’isola molto piccola, è grande circa 90 ettari e ha cinque chilometri e mezzo di spiaggia di sabbia bianca amatissima dai viaggiatori. Per camminare intorno all'isola ci vogliono circa 90 minuti, ed è quindi perfetta se – oltre a fare il bagno e prendere il sole – vuoi fare una passeggiata e godere della sua meravigliosa natura lussureggiante. Senza contare che, per gli amanti dello snorkeling, Pamalican è circondata da una meravigliosa barriera corallina.

Spiaggia di Tubbataha Reef, Palawan

Tubbataha Reef è una delle barriere coralline più belle che ci siano nel nostro pianeta. Scoperta dai subacquei negli anni ’70, è stata inserita dalla CNN nella classifica dei primi otto siti al mondo dove fare immersioni. A causa della sua posizione isolata, Tubbataha può essere visitata solo su una barca da diporto. Questo piccolo isolotto è visitato dagli amanti delle immersioni: oltre alla barriera corallina, infatti, Tubbataha offre una biodiversità maestosa, ed è possibile incontrare i grandi re del mare come gli squali, le tartarughe e le mante.

L'atollo nord e l'atollo sud compongono Tubbataha insieme alla Jessie Beazley Reef, una piccola struttura corallina a circa venti chilometri a nord degli atolli. Le barriere coralline di Tubbataha e Jessie Beazley sono considerate parte di Cagayancillo, una remota isola che si trova a circa 130 chilometri di distanza, abitata principalmente da pescatori. 

Spiaggia di Nacpan, Palawan

Nacpan Beach è una delle spiagge più belle della città El Nido. La sabbia dorata, l’acqua azzurra e le palme che la circondano la rendono un posto amatissimo non solo dai viaggiatori, ma anche dai fotografi sia amatori sia professionisti. Se sei alla ricerca di una delle spiagge più belle delle Filippine, dove poter respirare la cultura e la storia di questo paese straordinario, sei nella baia giusta. Nacpan ti lascerà senza fiato con i suoi colori spettacolari e la sua fauna straordinaria.

La spiaggia di Nacpan spesso è poco affollata e, grazie alle sue palme, offre molti luoghi ombrosi dove ripararsi. Prendi il sole quanto vuoi e lascia che la brezza marina ti solletichi la pelle. La spiaggia si allunga per 4 chilometri dentro al mare, quindi non devi aver paura di calpestare ricci di mare e rocce appuntite quando entri in acqua. Mettiti il costume e lascia che l’acqua cristallina ti lambisca i piedi nudi e goditi questo bagno meraviglioso in una delle spiagge più paradisiache delle Filippine.

La spiaggia di Nacpan è perfetta anche per chi ama lo sport: dal paddle al kayak, sono molte le attività che uno sportivo come te può fare per divertirsi, da solo o con gli amici. 

Spiagge di Kalanggaman, Leyte

Kalanggaman è un’isola delle Filippine che si trova tra Cebu e Leyte nella regione di Visaya. Hai presente il classico isolotto dove i naufraghi approdavano con le loro navi alla deriva? Ecco, Kalanggaman è questo: un paradiso terrestre costellato di palme, acqua turchese incontaminata e sabbia bianca e fina. Nonostante da questa descrizione possa sembrare che l’isola sia sperduta in mezzo al nulla, in realtà è una destinazione molto popolare sia per la gente del posto sia per i turisti provenienti da tutto il mondo.

Il famoso banco di sabbia bianca che si estende dall'estremità orientale dell'isola è l'attrazione principale dell’isolotto di Kalanggaman. Molte persone si mettono addirittura in fila per scattare le foto in questo ambiente idilliaco e aspettano pazientemente il proprio turno. Tanto che, una curiosità che forse ti piacerà sapere, è che uno dei soprannomi di Kalanggaman è “Instagram Island”! Ovviamente è perfetto anche per fare snorkeling e l’immersione in mare è un’esperienza da fare se si visita questo luogo, circondato – come tanti altri dalle Filippine – dalla barriera corallina.

Spiagge di Malapascua, Cebu

Malapascua è una piccola isola a 6,8 km dalla punta settentrionale di Cebu e una delle località turistiche più famose delle Filippine. Malapascua è popolare soprattutto per gli squali trebbiatrice dato che è l’unico posto al mondo dove queste magnifiche creature possono essere viste ogni giorno. Come se ciò non bastasse, Malapascua offre anche un gran numero di siti di immersione vari e una vita rilassata sull'isola senza troppo caos, in modo da dare al viaggiatore un’ampia varietà di scelte in base a ciò che preferisce fare.

Nelle acque intorno ai suoi 3 chilometri quadrati di terra, Malapascua sfoggia oltre venti diversi siti di immersione che attirano i subacquei da ogni parte del mondo. Il punto più famoso e conosciuto dai sub è Monad Shoal, un isolotto sommerso arroccato sul bordo di una ripida discesa che scende negli abissi per duecento metri. A questa profondità i sub possono vedere squali trebbiatrice, mante e talvolta altri squali se riesci ad andare la mattina presto. Shark Point e Shark Wall sono i principali punti di immersione dove vedere questi animali del mare, ma richiedono un livello molto avanzato di sub.

Spiaggia di Paliton, Siquijor

La spiaggia di Paliton è una delle più belle baie di Siquijor: con le sue palme, la sabbia bianca e le acque turchesi, la rendono il posto perfetto per farne il proprio angolo di paradiso. Ci sono pochi posti al mondo che possono vantare una simile varietà di colori e una vita marina così vivace. Tanto che Paliton è il posto perfetto sia per fare snorkeling, sia per rilassarsi in tranquillità e godere della brezza marina che spira dal mare. Che aspetti a lasciarti travolgere da questo paesaggio incantevole? Poche volte nella vita capita di mettere piede in oasi come queste delle Filippine: e speriamo che i tuoi occhi siano pronti ad accogliere così tanto splendore come quello che aleggia intorno a Paliton.

La spiaggia di Paliton si affaccia ad ovest, ed è quindi il luogo perfetto per guardare il tramonto sull’isola di Siquijor in coppia, con gli amici o abbracciati alla propria famiglia. Sull’oceano ci sono alcuni caffè e bar sulla spiaggia che servono bevande fresche e pasti deliziosi: la maggior parte di questi fa l’happy hour tra le 16 e le 18, e non vuoi perderti un aperitivo sull’oceano in questo luogo incantevole.

Una delle cose più particolari della spiaggia di Paliton sono le altalene sulle palme, costruite appositamente per dondolarsi sul bordo dell’acqua. Oppure ci si può stendere in una delle amache montate sulla spiaggia e leggere un libro aspettando che cali il sole per godersi il tramonto.

Spiaggia di Alona, Bohol

Sull'isola di Panglao si trova un piccolo ma sereno tratto di paradiso tropicale: si chiama spiaggia di Alona, ed è uno di quei posti che ti fanno passare tutti i pensieri negativi. Qui non esistono giornate storte, non esistono malumori: c’è solo la pace che un luogo come questo può trasmettere. Questa famosa attrazione turistica è rapidamente diventata una delle mete preferite dai viaggiatori locali e stranieri in cerca di una fuga rilassante dalla città. Le sue meravigliose spiagge di sabbia bianca, le meravigliose scogliere e le acque cristalline ti lasceranno sicuramente affascinato.

Se ami il sole e la vita selvaggia da spiaggia, Alona Beach è una tappa obbligatoria del tuo itinerario. Questa spiaggia è famosa per il suo tratto di sabbia bianca lungo un chilometro e mezzo e che ha due pareti rocciose che confinano con entrambe le sue estremità. In soli dieci minuti puoi percorrere l'intero tratto di bellissima sabbia bianca: passeggiando lasciati accarezzare dalla brezza marina e goditi la vista del mare turchese, uno dei più belli di tutte le Filippine.

Vuoi sapere una curiosità sul nome della spiaggia? Alona non ha un significato particolare, ma deve il suo nome ad Alona Alegre, un’attrice che la gente del posto amava moltissimo per il suo fascino e la sua gentilezza. Durante gli anni ’70, Alona Alegre girò un film in questa spiaggia di Bohol: all’epoca non aveva un nome, non c’erano bar e ristoranti. Era sconosciuta ai turisti e frequentata solo dalla gente che abitava nei dintorni. A differenza dei suoi colleghi attori, ad Alona piaceva chiacchierare con la gente del posto, e per questo era molto amata e stimata da loro. Anche dopo la fine delle riprese del film, i residenti parlavano ancora di lei. E quel posto un tempo sconosciuto alla fine è rimasto noto come la spiaggia di Alona.

La bellezza della sua sabbia bianca, le acque cristalline e le numerose attività turistiche rendono Alona una delle spiagge più popolari delle Filippine. le acque cristalline e le numerose attività turistiche rendono Alona una delle spiagge più popolari delle Filippine. 

Siargao, Surigao del Norte

Senza mezzi termini: Siargao è la capitale del surf nelle Filippine e se ami questo sport, l’isola è una tappa obbligata del tuo itinerario. È qui che, due volte l’anno, si svolgono le competizioni: un ponte di osservazione di tre livelli offre agli appassionati un eccellente punto di osservazione per ammirare da vicino i surfisti all’azione. Anche gli amanti del kite e del windsurf qui troveranno pane per i loro denti: Siargao è famosa per le sue attività in spiaggia e per accontentare gli amanti di questi sport, sempre pronti all’azione e all’avventura. Ma, come tante altre località presenti nelle Filippine, dà la possibilità di rilassarsi e fare il bagno anche se non si vuole destreggiarsi con il surf.

L’isola di Siargao, infatti, ha spiagge meravigliose e isolate. Tutte le Filippine sono famose per le baie, ma qui ce ne sono tantissime che vale la pena visitare e passarci almeno una giornata. La vegetazione lussureggiante e l’acqua turchese le rendono bellissime alla vista e ti faranno passare la voglia di tornare a casa e al trambusto della città. Siargao, infatti, è sì una meta turistica, ma non è ancora presa d’assalto dalle masse: ed è quindi una vera e propria chicca per chi si vuole godere le Filippine senza troppa confusione.

Spiaggia di Matinloc, El Nido

La spiaggia di Matinloc è una delle meraviglie delle Filippine. Perché non solo, come tutte le altre spiagge, ha sabbia bianca e acque cristalline. Ma offre delle cose da vedere che non si trovano in tutto il mondo. C’è una piccola baia nascosta a Matinloc con delle formazioni di rocce molto particolari che sembrano circondare il viaggiatore. Questa spiaggia segreta è piena di coralli ed è perfetta quindi per chi ama fare snorkeling e vuole vedere da vicino la meravigliosa vita marina del mare delle Filippine. Non solo: la sabbia è così fina e piacevole al tatto che stendersi per tutta la giornata è un piacere per il corpo.

Vicino Matinloc c’è anche un tempio abbandonato, conosciuto anche come Santuario di Matinloc. Nascosto ai piedi delle imponenti scogliere carsiche sulla costa occidentale dell'isola di Matinloc, è più ufficialmente noto come Santuario di Nostra Signora di Matinloc, ed è stato costruito nel 1982. Il luogo è stato completamente trascurato (con l'edificio principale quasi vuoto), ma i turisti lo possono ancora visitare.

Spiaggia di Laiya, Batangas

Con la sua lunga distesa di sabbia bianca, Laiya è una delle spiagge più famose e turistiche delle Filippine. È perfetta per le famiglie e per far giocare i bambini, ma anche per i viaggiatori solitari o i gruppi di amici che amano il mare turchese e i paesaggi da sogno ma non vogliono rinunciare al divertimento. La spiaggia di Laiya si trova a Laiya-Aplaya, San Juan, Batangas: data la sua vicinanza alla capitale del paese, Manila, è diventata una delle spiagge più famose e visitate del paese.

Laiya ha spiagge di sabbia bianca e acque limpide, ricche di conchiglie e coralli frantumati dalle intemperie. Questa spiaggia è diventata famosa soprattutto negli ultimi tempi, e sono molti i turisti che decidono di visitarla e passarci la giornata. I residenti si guadagnano da vivere soprattutto con la pesca, e sono avvistabili in acqua durante tutto l’anno. Uno scenario molto caratteristico che dice molto sulla vita di questo paese e che permette di immergersi anche nella cultura locale del posto, un aspetto che renderà il tuo viaggio ancora più speciale e indimenticabile.

Spiaggia di Subic Laki, Sorsogon

Ci sono pochi posti dove l’acqua è turchese come quella di Subic Laki. È conosciuta anche con il nome di spiaggia rosa per il particolare colore che i coralli rossi hanno dato alla sabbia bianca dopo essere stati polverizzati nel tempo. La spiaggia di Subic si trova nell’isola di Calintaan: è molto amata dai turisti che prediligono le vacanze più selvagge dato che ci si può persino accampare in spiaggia. Le onde sono abbastanza alte e il mare è spesso mosso: non sempre si può fare il bagno – almeno non in tutti i periodi dell’anno – ma vale comunque la pena farci un salto. Non solo per il colore spettacolare della sabbia, ma perché la Subic Laki è un paradiso appartato e incontaminato che pochi esploratori hanno visto finora.

Spiaggia di Nagsasa, Zambales

La spiaggia di Nagsasa a Zambales è stata benedetta dalla natura con una bellezza impareggiabile. È stata toccata dalla civiltà – soprattutto negli ultimi anni – ma ha mantenuto la gloria e la purezza che aveva un tempo. Famosa per la spiaggia sabbiosa e il mare blu intenso ricco di barriere coralline, è un angolo di paradiso che sembra uscito da un libro. La spiaggia di Nagsasa a Zambales è perfetta per i visitatori che vogliono scoprire le Filippine autentiche e vere senza però allontanarsi troppo dalla capitale Manila.

La spiaggia di Nagsasa è circondata da verdi colline che offrono un contrasto impareggiabile tra il turchese del mare, il bianco della sabbia e il paesaggio selvaggio che le si stende dietro. Le foreste dietro Nagsasa, inoltre, rendono bene l’idea di come questo posto sia ancora ben lontano dal civilizzarsi completamente. Per questo, se ami i viaggi in cui capire di più della cultura del paese che ti ospita e toccare con mano la vera essenza delle Filippine Nagsasa – e con essa tutta Zampales – deve per forza essere una tappa del tuo viaggio.

Spiagge di Samal, Mindanao

Il nome ufficiale di questo posto paradisiaco è Garden Island City of Samal. Fa parte dell'area metropolitana di Davao e si trova a due chilometri da Davao City, la città più grande e il principale centro economico di Mindanao. Samal ha spiagge meravigliose al suo interno e ospita numerosi stabilimenti balneari. Ha numerose barriere coralline e acque tranquille che amerai e in cui potrai goderti dei bagni lunghi e stupendi, baciato dal sole e rinfrescato dalla brezza.

Samal, con le sue spiagge bianche e le acque turchesi è una delle mete turistiche preferite delle Filippine, nonché uno dei centri in più rapida crescita del paese. Se ami gli animali, inoltre, potrai visitare il Monfort Bat Sanctuary, ossia la colonia di pipistrelli più grande del mondo, che si trova proprio sull’isola. Non dobbiamo aggiungere altro per farti capire a cosa vai incontro se deciderai di lasciarti avvolgere dallo spirito incredibile di quest’isola, dalla sua vita e dalla sua cultura eccezionale.

Parti per le Filippine con Costa Crociere

Parti oggi stesso per le Filippine con Costa Crociere. Natura, vita marina, paesaggi rurali e angoli di paradiso che non credevi potessero esistere: tutto questo sono le Filippine, uno dei posti più belli e ricchi di storia da visitare al mondo. Che cosa aspetti? Sali a bordo di una delle nostre navi e imbarcati nel viaggio più bello della tua vita.

Cerca la tua prossima crociera