Formentera è unica: la più piccola delle Baleari è, indubbiamente, fra le isole più belle della Spagna e spicca per la sua identità selvaggia. Rispetto alla sorella maggiore Ibiza, si caratterizza per le atmosfere rilassanti, con spiagge ancora vergini dove stendere l’asciugamano sulla sabbia candida: annoverate fra le più spettacolari spiagge spagnole, sono bagnate da un mare trasparente – pluripremiato con la bandiera blu – e circondate da piste ciclabili.

Questa meta esclusiva è, non a caso, l’ideale per trascorrere una vacanza a contatto con la natura, lontano dal caos e dalle fonti di inquinamento. Il paesaggio è formato da verdi pinete, saline – tra i  luoghi più belli di Formentera –, campi solcati da muretti in pietra e dune selvagge che si estendono fra la macchia. Distese di ulivi, fari maestosi e mulini completano questo affresco mediterraneo. Il turismo sostenibile è il marchio di fabbrica dell’isola: buona parte della costa, infatti, non è stata urbanizzata per non intaccare la bellezza del panorama.

Ciò non significa rinunciare ai servizi: tantomeno ai chiringuito in riva al mare o a fare un po’ di shopping nei negozi di artigianato locale. Formentera non disdegna il divertimento notturno: i locali di tendenza si concentrano nel centro di Es Pujols, ma se proprio vuoi sperimentare la “noche loca” di Ibiza puoi raggiungerla facilmente in traghetto. Quanto ai posti migliori per abbronzarsi, ti suggeriamo le 14 spiagge più belle di Formentera: gioielli da scoprire, magari, con una crociera Costa:

Spiaggia di Es Pujols

Cerchi un solarium panoramico affacciato su un mare mozzafiato? La spiaggia di Es Pujols è un sogno che si avvera. Formata da due semicerchi di sabbia fine e chiara, separati da una sottile fila di scogli, colpisce per l’intensità dei colori: la sabbia candida a contrasto col mare, screziato da mille sfumature, è una piccola opera d’arte. La spiaggia si circonda di numerose strutture e servizi senza perdere il suo fascino. Oltre a un’ampia varietà di locali, Es Pujols offre bei negozi e un popolare mercatino, in programma fino a mezzanotte in primavera e in estate: una cornice vivace per una passeggiata serale e per fare un po’ di shopping. Qui non si rinuncia a nulla: il mare è strabiliante e basta fare pochi passi per esaudire tutti i propri desideri, dal semplice bocadillo ai piatti di pesce più sofisticati.

A proposito di sfizi: oltre alla spiaggia principale, Es Pujols offre altri lidi incantevoli, più nello specifico le spiagge di Ses Canyes e Sa Roqueta. Le distanze fra una spiaggia e l’altra sono ridotte e sono sufficienti pochi minuti per spostarsi dall’una all’altra: magari in bici, il mezzo di trasporto perfetto – oltre allo scooter – per esplorare Formentera. Se sei un nottambulo, sappi che Es Pujols ospita il cosiddetto quadrilatero della movida. In fondo, non serve andare a Ibiza per scatenarsi in discoteca fino all’alba: basta passeggiare in centro per essere sommersi di inviti e individuare la serata più cool di Formentera.

Ses Illetes

La punta settentrionale di Formentera è una meraviglia tutelata per la sua bellezza selvaggia: l’accesso al Parco Naturale di Ses Salines è consentito alle auto a fonte di un pedaggio, mentre le alternative più ecologiche sono gratuite: un motivo in più per scoprire l’isola a cavallo della bici. Tra i gioielli di questa parte dell’isola c’è Platja de ses Illetes, ovvero, delle “isolette”: di fronte alla spiaggia si posiziona una manciata di isolotti che sono parte integrante della scenografia mozzafiato. Volendo, per chi può sfoggiare un’ottima forma fisica, le isolette sono raggiungibili anche a nuoto.

 Platja de ses Illetes rappresenta, insieme alla vicina Platja de Llevant, un angolo di paradiso dal fascino unico. Il placido mare turchese è solcato da una lunga striscia di sabbia candida che si assottiglia verso l’isola di S’Espalmador: percorrere questa passerella naturale, ammirando i colori dell’acqua, è un’esperienza memorabile. Chi, invece, preferisce dedicarsi alla tintarella può noleggiare il lettino e l’ombrellone e godersi il dolce far nulla fino all’ora dell’aperitivo. Nei dintorni c’è una ricca offerta di chioschi dove ambientare i drink con gli amici e di locali che deliziano il palato. In particolare c’è uno dei ristoranti più famosi di tutta Formentera, Es Molí de Sal: un locale iconico – abitualmente frequentato dai vip – ricavato all’interno di un vecchio mulino in pietra. Dalla sua terrazza si ammira una vista spettacolare sul Parco Naturale di Ses Salines, in attesa di assaggiare lo stufato di aragosta. Chi arriva in barca può parcheggiare di fronte al ristorante e farsi scortare fino al tavolo.

Cala Saona

Situata all’estremità occidentale dell’isola, Cala Saona si allunga per qualche centinaio di metri: tanto basta per rapire il cuore. Pur non essendo particolarmente spaziosa, la spiaggia è una tappa quasi obbligata, data la particolarità dello scenario. Le scogliere sfoggiano una singolare tonalità rossa e sono incorniciate da una fitta zona verdeggiante. Il mare, come di consueto a Formentera, è di un azzurro intenso: come facilmente intuibile, il gioco dei colori è mozzafiato. Di fronte alla spiaggia, non a caso, staziona una miriade di barche rapite dalla bellezza del panorama.

Il successo di Cala Saona è dovuto anche a ragioni meramente geografiche: su questo versante dell’isola, infatti, le spiagge scarseggiano e, rispetto ad altre zone di Formentera, non vi è un’ampia scelta di lidi situati a breve distanza fra loro: è il caso della costa nord, dove le spiagge sfumano l’una nell’altra senza soluzione di continuità. Questo fattore si somma all’innegabile fascino dell’insenatura, deliziosa con le sue rocce variopinte e la pineta sullo sfondo. Alle spalle di quest’ultima si estende un vasto complesso di hotel e strutture turistiche. Il luogo è ideale non solo per ammirare il tramonto, ma anche per concedersi rilassanti passeggiate, percorrendo i sentieri che si snodano tra la macchia mediterranea. A piedi, ad esempio, è possibile raggiungere le maestose scogliere di Punta Rasa, con le magnifiche grotte da esplorare a bordo del kayak.

Cala Savina

Fra il porto di La Savina e la spiaggia Es Cavall d’en Borràs sorge Cala Savina, bella spiaggia che alterna spiaggia dorata a tratti completamente rocciosi. Alle sue spalle si estende un sistema di dune miste a vegetazione che incornicia lo stagno S’Estany Pudent: un luogo non privo di interesse paesaggistico dove ambientare rilassanti passeggiate. Nonostante la zona circostante sia ben servita, Cala Savina si caratterizza per l’atmosfera tranquilla ed è, prevedibilmente, un punto di riferimento per i naturisti. Posizionata a un paio di chilometri di distanza, Es Cavall d’en Borras è un’incantevole spiaggia sabbiosa protetta da una fitta pineta che dà riparo agli amanti dei pic nic in riva al mare. L’aspetto selvaggio convive con l’anima modaiola: il lido, infatti, è conosciuto per i suoi chiringuito, fra i più noti di Formentera. In alternativa puoi goderti il tramonto sorseggiando un cocktail nei locali più rinomati del porto.

Platja de Migjorn

Situata al centro dell’isola, la spiaggia di Migjorn è fra le mete più gettonate della costa meridionale di Formentera, compresa fra Cap de Barbaria e la Mola e ricca di zone incontaminate. Anche detta, per via della sua posizione, la “spiaggia del mezzogiorno”, Platja de Migjorn colpisce subito per le sue dimensioni: si estende infatti per circa sei chilometri ed è, in assoluto, la più grande di Formentera. A renderla particolarmente godibile è, oltre all’abbondanza di spazio, l’aspetto variegato del litorale, con tratti sabbiosi che si alternano a zone rocciose. Come molte altre spiagge di Formentera, Platja de Migjorn è molto apprezzata dai nudisti, ma accontenta un po’ tutti, incluse le famiglie che possono far giocare i bambini in tranquillità. È, inoltre, una destinazione classica all’ora dell’aperitivo, con una ricca offerta di bar e ristoranti. 

Calò des Morts

Incastonata in un tratto di costa frastagliato, Calò des Morts è una piccola lingua di terra sabbiosa all’estremità orientale di Platja de Migjorn. Solo i più fortunati hanno la possibilità di stendere qui l’asciugamano, ma lo spazio intorno non manca. Accomodarsi sugli scogli, infatti, è un’ottima alternativa per godersi il mare dall’alto, senza perdersi una singola sfumatura. Lo scenario sembra dipinto e vale la pena di soffermarsi sui dettagli: il disegno delle rocce, i chiaroscuri dei fondali e i riflessi ondeggianti, dove l’acqua è bassa e trasparente, sono un incanto.

La passeggiata verso la spiaggia è un primo assaggio di questa meraviglia e consente di ammirare la caletta dall’alto, apprezzando la colorazione rossastra delle rocce e l’azzurro del mare. Il paesaggio è caratterizzato dalla presenza degli escars, i tradizionali ricoveri usati dai pescatori per il deposito delle attrezzature e delle barche. Come dicevamo, l’insenatura non è molto ampia, anche per effetto delle maree, ma arrivando il mattino presto si hanno più chance di trovare un angolino. Mal che vada c’è sempre la spiaggia di Migjorn, dove lo spazio è molto generoso. Se scatta il languorino, a breve distanza da Calò des Morts c’è un bel chiringuito a forma di palafitta dove degustare un pranzo veloce con una vista fantastica.

Spiagge della zona di Mitjorn

Oltre a Calò des Morts, la zona di Migjorn ha altre frecce nel suo arco. La spiaggia Ca Marì, in particolare, affascina per l’aspetto autentico e per la cornice verdeggiante, con pini marittimi e piante autoctone dall’aspetto lussureggiante. Nel paesaggio, ancora integro, si inseriscono armoniosamente i ristoranti vista mare o circondati da giardini dal fascino tropicale. Più a est si trova Es Copinar, l’ultima spiaggia della zona di Migjorn situata appena prima di La Mola. Il litorale battezza anche il ristorante dove assaporare i cavalli di battaglia della tradizione spagnola.

Es Arenals

Fra le spiagge della zona merita una menzione speciale Es Arenals, fra le spiagge più frequentate di tutta Formentera. Facilmente raggiungibile, offre un lido dotato di lettini e ombrelloni e uno spazioso litorale di sabbia fine, attrezzato con tutti i comfort. Nelle vicinanze sorgono grandi complessi alberghieri e sconfinate distese di bungalow che accolgono le folle dei vacanzieri in visita a Formentera. La spiaggia ospita l’omonimo ristorante vista mare: ancor prima di aprire il menu, resterai ammaliato dal panorama. Non meno invidiabile è la location del vicino chiringuito, dotato di una comoda terrazza panoramica. A poca distanza, il faro de Mola si erge sulla scogliera. Situato nel punto più alto dell’isola, è uno dei punti panoramici più belli di Formentera: aguzzando la vista, potrebbe capitarti di scorgere all’orizzonte un delfino o una balena. Se sei molto mattiniero – o molto nottambulo, a seconda dei casi –, questo è il posto perfetto per ammirare l’alba.

Platja de Llevant

La spiaggia di Levante è, insieme a quella di Illetas, tra le più belle della punta settentrionale di Formentera. Come la sua gemella, è bagnata da acque caraibiche e fa parte dell’area naturale Les Salines. La sabbia candida e soffice è uno spettacolo tutto da ammirare e nel mare nuota una miriade di pesciolini, da inseguire a pelo d’acqua con la maschera da snorkeling. Platja de Llevant sorge sul lato orientale della penisola Trucador e, rispetto a ses Illetas, ha un mare generalmente più increspato: in zona si trova un spot con condizioni di vento ideali per praticare il windsurf.

A differenziarla è anche il fatto di essere, normalmente, meno affollata della sorella e caratterizzata da un’atmosfera più tranquilla. Platja de Llevant è, in assoluto, fra le spiagge più amate dai naturisti, potendo vantare tratti completamente incontaminati. Lo spazio a disposizione, a ogni modo, è generoso e puoi scegliere liberamente la zona che più ti piace: optando per le aree attrezzate con ombrelloni e lettini o, in alternativa, per le aree libere, in posizione più riparata. Qua e là sorgono animati beach bar: una cornice top per l’aperitivo a Formentera. Fra i locali più rinomati c’è un noto ristorante di pesce dove assaggiare, fra le altre cose, i deliziosi gambas a la plancha, i tipici gamberoni alla griglia.

El Tiburon

La “puesta del sol” – ovvero, il tramonto con aperitivo – è un rito magico a Formentera. Rispetto a Ibiza, l’isola vanta una movida meno frenetica, ma non per questo meno accattivante. I locali di tendenza privilegiano le atmosfere esclusive, alternative o hippie chic: indipendentemente dalle preferenze, la scelta non manca per assaporare un mojito al tramontar del sole. Uno dei luoghi migliori per godersi questo momento della giornata è El Tiburon, situato fra ses Illetes e La Savina.

In un contorno di sabbia bianca e acque turchesi, questo popolare beach bar è fra i chiringuitos più in vista di Formentera ed è frequentato anche dal “bel mondo”. È il luogo giusto, insomma, per sentirsi un po’ vip all’ora dell’aperitivo. Se l’appetito si fa sentire, puoi approfittare del servizio di ristorazione e assaggiare i piatti tipici del locale: la prenotazione è quasi obbligata, data l’alta affluenza del locale. Fra i ritrovi più amati della zona spicca anche Beso Beach, lungo la spiaggia di Es Cavall d’en Borras: oltre agli ottimi drink, puoi provare le deliziose tapas e i menu a base di pesce. La musica è selezionata e anche la clientela, trattandosi di un chiringuito piuttosto “in”.

Playa Tanga

Nelle vicinanze di Platja de Llevant, Playa Tanga è una spiaggia sabbiosa affacciata su acque poco profonde e contornata da dune morbide e chiare. L’aspetto è selvaggio, ma non manca la possibilità di affittare un lettino per prendere il sole in completo relax. Seminascosto fra le dune c’è l’omonimo ristorante, apprezzato per la cucina di pesce e la sontuosa paella. Se cerchi un posto in riva al mare dove assaggiare la tipica cucina spagnola – ad esempio, un assaggio di jamón ibérico – il posto è da provare: la posizione è invidiabile, il menu vario e i prezzi non troppi esosi, tenuto conto della zona. Interessanti anche la scelta di vini – champagne incluso – e di chupitos, per chiudere in bellezza. Si mangia coi piedi nella sabbia a un passo dal mare, dai colori caraibici.

Playa Tramuntana

Una piscina naturale immersa in una cornice fascinosa, fatta di rocce e minuscole insenature di sabbia: questa è Playa Tramuntana, oasi di pace lontana dai ritrovi più affollati. Pur non essendo servita e con spazi ridotti, la spiaggia merita di essere annoverata fra le più seducenti di Formentera. Per guadagnare un posto al sole basta fare qualche passo sugli scogli e, con un po’ di pazienza, individuare una spiaggetta libera: un fazzoletto di terra tutto per sé, incorniciato da rocce frastagliate e dotato di accesso privato sul mare. Con un po’ di fortuna potrai apprezzare questo privilegio e sentirti parte di un piccolo paradiso terrestre. Lontano da tutto, ma non troppo distante dai chioschetti dove bere l’aperitivo.

Ses Platgetes

La spiaggia di Ses Platgetes è – insieme a Es Caló de Sant Agustí – fra i gioielli della costa orientale. Il lido sorge in una zona scavata da piccole insenature e, con la sua distesa sabbiosa, offre un’incantevole spazio di tranquillità. Se cerchi un posto non troppo affollato dove abbronzarti in santa pace, Ses Plagetes è il posto giusto: la sua aria rilassata ti conquisterà, così come la bellezza del mare. La spiaggia fa parte di Es Caló, in origine borgo di pescatori: la cornice perfetta per apprezzare la cucina di mare di Formentera in un’atmosfera accogliente. Non c’è dubbio: il paesino e le sue intime spiagge sono l’ideale per una fuga romantica. L’itinerario non può tralasciare una visita al faro, tra gli scorci più suggestivi dell’isola. 

Platja de S’Alga

L’isolotto di Espalmador, sulla punta settentrionale di Formentera, offre scorci idilliaci e spiagge spettacolari. Prolungamento naturale della penisola Trucador, è parte integrante del Parco Naturale di Ses Salines, di grande pregio naturalistico. Ricoperta di sabbia bianca e impalpabile, Platja de S’Alga è circondata da acque trasparenti ed è tra i posti migliori per praticare lo snorkeling. Ci si arriva comodamente in barca, anche se potrebbe sorgere la tentazione di raggiungerla a nuoto.

Le condizioni del mare, tuttavia, non sempre lo consentono e c’è un preciso divieto a riguardo per via delle correnti. Anche se il mezzo di trasporto scelto è il traghetto o il catamarano, l’approdo a S’Espalmador resta molto emozionante: l’impressione è quella di conquistare un’isola selvaggia. La sua bellezza è inviolata, senza ombra di hotel e altre costruzioni, fatta eccezione per il faro e per l’abitazione del proprietario: S’Espalmador, infatti, è fra le poche isole private della Spagna. Nei dintorni sorge una laguna nota per i suoi fanghi argillosi, attualmente tutelata per proteggere la fauna locale e gli uccelli che nidificano in zona.

Parti per Formentera con Costa Crociere

Formentera è un vero paradiso naturale, dalle atmosfere rilassanti ed esclusive: le sue spiagge paradisiache e gli scenari selvaggi ne fanno una meta molto desiderata. Prima che fosse scoperta dal turismo di massa, è stata uno dei ritrovi preferiti degli hippie e ancora oggi vi si respira una pace particolare.

Il suo mix unico di mare, natura e nightlife la rende una destinazione top, non solo per gli amanti del turismo sostenibile, ma anche per chi ama un pizzico di glamour. Dì la verità, ti è già venuta voglia di partire: lo sapevi che una crociera Costa è tra le soluzioni migliori per vivere il fascino di Formentera? 

Parti con Costa Crociere