Konnichi wa! Benvenuto nel favoleggiato Giappone, terra del Sol Levante e di spiagge semplicemente portentose. Quest’isola lunga e sottile sorge tra l’Oceano Pacifico e il Mare Cinese Orientale. Pur essendo meta di viaggi gastronomici e culturali, il Giappone è anche una fantastica destinazione riservata a tutti coloro che hanno voglia di godersi una vacanza balneare di tutto rispetto. La differenza di temperature tra sud e nord, inoltre, permette ai visitatori di fare il bagno in qualsiasi momento dell’anno sulle spiagge delle isole del Giappone.

Nonostante il Giappone non sia ancora una delle location più gettonate per la presenza di spiagge da sogno, verrai piacevolmente sorpreso dalla bellezza delle coste che troverai qui. La nazione presenta infatti moltissime spiagge, ognuna delle quali risulta essere facilmente accessibile da una delle grandi città. Dalle splendide e selvagge bellezze delle spiagge di Okinawa, fino ai divertimenti e ai lussi di Kanagawa, sei arrivato in un posto magico.

Quando visiti i luoghi più belli del Giappone, rispetta le regole non scritte del posto. Per esempio, è severamente vietato abbandonare i rifiuti sulla sabbia o in aree non autorizzate. Un altro buon consiglio è quello di evitare di dare le mance, pratica che in questo luogo è considerata maleducazione. Mentre esplori il Giappone, assicurati di fare tappa nei ristoranti locali per gustare le meraviglie di una tradizione gastronomica che affonda le sue radici nell’antichità: basterà fare un po’ di ricerca per gustare il vero sapore della cucina nipponica a pochi metri dall’Oceano Pacifico. Un lusso da non perdere!

Vieni per il cibo e le tradizioni, rimani per le spiagge fantastiche. Abbiamo fatto un elenco delle 15 destinazioni balneari più belle del Giappone per aiutarti a scegliere un itinerario davvero unico attraverso questo meraviglioso Paese. Metti in valigia il costume da bagno e la salvietta: al resto pensiamo noi.

Spiaggia di Yonaha-Maehama

Benvenuto sull’isola di Miyako, un incantevole paradiso a poco meno di 300 chilometri da Okinawa. Sei arrivato in una delle location più suggestive di tutto il Giappone costiero: è qui che devi venire se cerchi un paradiso tropicale dalle sabbie bianche e l’acqua trasparente. Yonaha-Maehama è una delle spiagge più belle dell’isola: un posto fantastico non solo per rilassarsi sulla sabbia bianca e soffice, ma anche per godere delle meraviglie dei fondali calmi, protetti da una straordinaria barriera corallina – tutta da esplorare.

Miyako è la quarta isola più grande della prefettura di Okinawa. Si tratta di un’isola pianeggiate su cui sorgono perlopiù campi di canna da zucchero e pochi villaggi, di cui Hirara è il più grande e dispone di una serie di ottimi bar e ristoranti dove assaporare la cucina del posto. Da provare sicuramente i noodles di soba e il goya chanpuru. Le spiagge sono l’attrazione più importante dell’isola, e ogni anno portano sulle coste una moltitudine di turisti, curiosi di assaporare la vita da spiaggia nipponica.

Sabbie pittoresche, ideali per immergersi in acqua e farsi una nuotata, ti accolgono in qualsiasi momento dell’anno. Attenzione alla popolazione di meduse in acqua. Nonostante la presenza della barriera corallina, si consiglia di fare attenzione alle correnti, le quali potrebbero rendere poco adatta la balneazione ai più piccoli.

Yonaha-Maehama è una spiaggia di sabbia bianchissima collocata nella parte sud-ovest di Miyako, la quale si estende per oltre 7 chilometri e offre strutture organizzate per il noleggio di ombrelloni, docce, bagni pubblici e servizi di noleggio attrezzatura per cimentarsi in vari sport acquatici. Se ti trovi a Miyako, fai un salto anche alle spiagge di Yoshino e Sunayama.

Spiaggia di Yurigahama

Se non hai mai sentito parlare di Yurigahama, stai per aggiungere al tuo itinerario una tappa fondamentale del tuo viaggio in Giappone. L’oasi fantasma di Yurigahama è una delle location più affascinanti e misteriose del Sol Levante: la sua particolarità? A volte c’è, a volte no. Conosciuto anche come l’ultimo banco di sabbia tropicale al mondo, Yurigahama si trova a largo della costa dell’isola di Yoron, nella prefettura di Kagoshima. Tra i locali, è famosa come la “spiaggia fantasma”, e appare all’occasione in varie forme e posizioni geografiche non troppo distanti tra loro. Quando la marea si abbassa, tra primavera ed estate, questo spettacolare banco di sabbia dalla conformazione sempre diversa emerge dalle acque e offre uno spettacolare terrazzo affacciato in tutte le direzioni sul mare turchese.

Yurigahama è accessibile solo in alcuni momenti specifici dell’anno, marea permettendo, con traghetto. Situata a circa un chilometro dalla spiaggia di Okaneku, l’area offre un punto d’appoggio perfetto dove lasciare la salvietta e immergersi in acqua per una nuotata o una sessione di snorkeling.

Chi arriva a Yurigahama sarà vincolato dagli orari dei traghetti, ma potrà gustare una location unica nel suo genere. Ricordati di portare la macchina fotografica: un’occasione come quella di vedere l’oasi fantasma potrebbe non ricapitare più! Il sito ufficiale di Yurigahama, con le date e gli orari di emersione del banco, è rigorosamente in giapponese. Trattandosi di una location un po’ seclusa, è importante organizzarsi con un po’ di anticipo per raggiungerla nel momento propizio.

Spiaggia di Tomori

Amami Oshima è l’isola più grande dell’arcipelago di Satsunan, situato tra Kyushu e Okinawa nella prefettura di Kagoshima. Questa spettacolare area del Giappone offre paesaggi incantevoli fatti di sabbia bianca e soffice che si getta a capofitto in un mare azzurro e trasparente. Amami Oshima è particolarmente famosa per le spiagge poco frequentate che hanno un sapore tipicamente caraibico, dove nuotare e fare snorkeling è un autentico piacere irrinunciabile. Attenzione alla presenza di meduse.

La spiaggia più famosa di Amami è certamente quella di Tomori, a dieci minuti dall’aeroporto. La spiaggia è bianca e calma, e le acque trasparenti ti danno il benvenuto in un angolo di paradiso. La presenza di coralli e una vibrante vita oceanica rende il posto ancora più suggestivo. Vieni qui per assaporare un angolo di paradiso lontano dalle strutture balneari organizzate, e non dimenticare la macchina fotografica. L’area è dotata di bagni.

Se ti trovi ad Amami Oshima, fai una capatina anche alle spiagge di Ohama, Yadoribama, Sakibaru e Kurasaki.

Spiaggia di Yoron

L’isola di Yoron offre scenari simil-tropicali suggestivi e bellissime spiagge che vi faranno pensare di essere entrati in una cartolina. Camminando nell’acqua trasparente avrai l’occasione di scorgere i pesci pagliaccio che si rincorrono tra i coralli, mentre ad accogliervi a riva c’è una soffice sabbia bianca pronta per il tuo asciugamano. L’isola di Yoron fa parte della prefettura di Kagoshima, nota per la sua vita tradizionale molto affascinante. Circondata dalla barriera corallina, quest’area offre una serie di spiagge incredibili. Una l’abbiamo già menzionata, parlando del banco di sabbia fantasma di Yurigahama. Rimanendo sulla costa, però, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Se vi avanza un po’ di tempo tra un tuffo e l’altro, potresti essere abbastanza fortunato da imbatterti in uno dei molti festival del raccolto locali, oppure negli occasionali incontri tra lottatori di sumo. L’isola vanta inoltre circa 30 ristoranti di cucina locale e internazionale, così da soddisfare il palato di tutti. Le spiagge sono oltre 60, qui in giro, e ognuna di esse è perfetta per concedersi una nuotata in un contesto più o meno affollato. Yoron vale ogni minuto della tua permanenza in Giappone!

Kabira Bay, isola Ishigaki

Di tutte le isole in prossimità di Okinawa, Ishigaki è probabilmente una delle più suggestive. Se ti trovi da queste parti per una visita veloce, fai un salto alla baia di Kabira, nella parte nord ovest della costa isolana. Considerata uno dei 100 paesaggi più belli del Giappone, Kabira Bay è spesso menzionata tra le spiagge più belle di Okinawa e compare di continuo nelle guide turistiche, divenendo dunque una meta molto frequentata dai turisti. L’acqua è cristallina, e ti innamorerai della vista delle navi che veleggiano pigre al sole. Lascia il tuo asciugamano sulla sabbia dorata e goditi il panorama sulle isole limitrofe. La guida Michelin ha insignito questo posto di tre stelle verdi per l’atmosfera mozzafiato.

Attenzione: a causa delle forti correnti di profondità, non è possibile nuotare a Kabira Bay. Raggiungi la location per imbarcarti in uno dei molti tour a bordo delle navi con fondo trasparente per ammirare una vivace fauna sottomarina di pesci e coralli e goderti lo spettacolo di questo luogo un po’ magico.

Curiosità: Kabira Bay è uno dei pochi luoghi al mondo dove vengono coltivate le perle nere.

Spiaggia di Odaiba

Conosciuto anche come l’isola dell’intrattenimento, il polder di Odaiba è un centro turistico di grandi attrazioni commerciali che non ha molto da invidiare a zone del mondo più famose, come per esempio Dubai. Situato nell’area di Tokyo, Odaiba fa parte del “kaihin kôhen”, ovvero il parco costiero della zona, ed è caratterizzato da moli e baie dove appoggiare il proprio asciugamano. Pur non essendo una vera e propria area di balneazione tropicale come molte delle isole menzionate qui sopra, Odaiba è a un tiro di schioppo da alcuni importanti centri commerciali ed è circondata da aree pedonali e giardini. Ben attrezzata per accogliere i bambini, con tanto di campi da calcio e noleggio frisbee, l’area offre anche bagni e docce pubbliche per rendere più confortevole il soggiorno dei turisti.

La spiaggia di Odaiba è lunga circa 800 metri, artificiale e collocata in un contesto cittadino molto evidente. Qui fare il bagno è vietato: secondo il Ministero giapponese, la qualità dell’acqua non raggiunge gli standard richiesti. Eppure Odaiba è molto amata dai locali per l’atmosfera rilassata che si respira. Il comune organizza inoltre moltissimi eventi, sportivi e culturali. Uno su tutti è il classico matsuri, dove una serie di lanterne vengono accese lungo la costa per creare un’atmosfera suggestiva e romantica.

Goditi la bellezza urbana di Odaiba, dove passeggiare è un autentico piacere. Se puoi, goditi il tramonto sui moli e ammira le luci della città di Tokyo che si accendono per rischiarare la notte.

Spiaggia di Shirahama

Benvenuto alle spiagge di Shirahama, 800 spettacolari metri di costa appena fuori da Shimoda, nella penisola di Izu. Famosa soprattutto per le sue attrazioni e il divertimento offerto dalle strutture balneari, viene presa d’assalto anche dagli amanti del surf per via delle ottime condizioni che si presentano nelle sue acque. A impreziosire lo scenario, l’iconica presenza di un tempio shinto sulla costa.

Lungo tutta la costa sono presenti negozi e bar dov’è possibile rifornirsi di cibo e piccoli souvenir da portare a casa. Per meglio godersi l’atmosfera sulla sabbia bianca sono inoltre disponibili docce a pagamento per rinfrescarsi.

Shirahama offre acque cristalline dove fare il bagno è un piacere da maggio a settembre. L’area è formata da tre spiagge principali: Shirahama Chuo, Shirahama Ohama e Sotoura. Pur essendo formata da soli 800 metri di costa, l’area è spesso affollata di turisti desiderosi di accaparrarsi un piccolo pezzo di paradiso. Quando arriverai qui, ti sentirai lontano mille miglia dal Giappone, con musica reggae nelle orecchie e un’atmosfera caraibica quasi irresistibile. Vieni qui per rilassarti sotto l’ombrellone, nuotare, fare snorkeling o divertirti e prendere il sole. Se puoi, rimani fino al tramonto.

Shirahama è anche una delle spiagge più trendy e meno conservatrici del Giappone: se pianifichi la giornata qui, puoi tranquillamente indossare il tuo bikini. La presenza di negozietti e ristoranti fa di Shirahama un luogo perfetto per tutta la famiglia.

Spiagge di Kamakura

Kamakura è una città costiera della prefettura di Kanagawa, a meno di un’ora dal centro di Tokyo. Patria di spiagge bellissime, è diventata nel corso degli anni un luogo d’aggregazione molto popolare per tutti coloro che vogliono sfuggire per qualche ora al tran tran della vita cittadina della capitale o di Yokohama. Vieni qui se vuoi goderti una giornata a base di nuoto, divertimento, relax e surf.

Le spiagge più famose di Kamakura sono certamente Yuigahama e Zaimokuza. Offrendo strutture balneari per il noleggio di ombrelloni e sedie a sdraio, oltre che una vasta selezione di ristoranti, queste spiagge tendono a diventare molto affollate nei periodi di alta stagione. Capanne, negozietti per il noleggio di attrezzatura da sport acquatici e spogliatoi sono disponibili lungo tutta l’area per offrire il massimo confort a tutta la famiglia. Ideale anche per i bambini.

Fai un salto a Inamuragasaki Park per ammirare le bellezze naturali del posto. Qui troverai una bellissima roccia piatta che si affaccia direttamente sull’oceano da cui puoi scattare foto incredibili. Se la giornata è abbastanza buona e il cielo terso, potresti riuscire a scorgere la spettacolare silhouette del celebre Monte Fuji.

Spiaggia di Shikinejima

Benvenuto all’isola di Shikinejima, una delle più piccole dell’arcipelago di Izu. Qui troverai spiagge incredibili e un’atmosfera marittima tutta da gustare che sembra trovarsi anni luce da Tokyo. Se sei un appassionato di pesca subacquea, è qui che devi fare un salto durante la tua permanenza in Giappone. Quest’isoletta minuscola è costellata da cave rocciose, spiagge di sabbia chiara e strade sterrate che collegano un’attrazione balneare all’altra. Visitabile in bicicletta, è la location perfetta per chi ama combinare il divertimento alla natura incontaminata. Vieni qui se cerchi un posto lontano dall’assembramento turistico e vuoi goderti immersioni, snorkeling o pesca.

Goditi la cultura del luogo, gli onsen locali e una giornata immerso nella bellezza di un luogo tutto da fotografare. Shikinejima si trova a tre ore di traghetto da Tokyo.

Spiaggia di Smeraldo

 

Ti trovi a Okinawa, sulla spiaggia di smeraldo, all’interno dell’Ocean Expo Park. Questa incredibile costa a forma di Y offre sabbia corallina bianchissima e sbuca da una fitta vegetazione lussureggiante. L’acqua blu dell’oceano emette un riflesso magico tutto da fotografare. La qualità dell’acqua è altissima, e fare il bagno qui è un autentico piacere. L’area è suddivisa in 3 differenti sezioni: la spiaggia del gioco, ricca di attrazioni, la spiaggia del riposo, dove prendere il sole e godersi il silenzio e la spiaggia della vista – da cui è possibile scattare fotografie indimenticabili.

Questa location ospita fino a tremila turisti e offre strutture balneari ben organizzate dove è possibile noleggiare ombrelloni e sdraio per il massimo del comfort. La spiaggia è aperta dall’1° aprile fino al 31 di ottobre ed è equipaggiata con reti per giocare a pallavolo, docce, bagni, spogliatoi, negozi e ristoranti. Ecco perché è un’ottima destinazione anche per le famiglie con bambini! Le acque sono calme e protette dalle correnti, per cui nuotare è un autentico piacere.

Spiagge di Naha

Se ti trovi a Okinawa, nella prefettura di Naha, potresti avere voglia di farti un bagno. E noi sappiamo dove mandarti! Pur essendo un’area costellata di spettacolari spiagge dalle acque invitanti, c’è solo un’area dove è possibile immergersi in acqua: stiamo parlando della spiaggia di Naminoue. La sua particolarità non è usuale: un’autostrada la attraversa nell’esatto centro. Pur sembrando una particolarità ben poco attraente, Naminoue è e rimane una delle attrazioni di Okinawa per eccellenza. Questa è l’unica spiaggia di Naha dove è effettivamente possibile farsi il bagno, e nonostante la vicinanza con la strada l’acqua rimane molto pulita. Le acque sono basse, trasparenti e calme, adatte dunque ai nuotatori meno esperti e ai bambini. Alcune persone decidono di portare anche l’attrezzatura da snorkeling.

Naminoue è ben attrezzata e offre bagni, spogliatoi, docce a pagamento e una serie di bar dove rifocillarsi tra un tuffo e un bagno di sole. L’accesso alla spiaggia è gratuito, ed è possibile noleggiare in loco ombrelloni e lettini – oltre che utilizzare l’attrezzatura per il barbecue disponibile sul posto. Al centro della spiaggia sorge una roccia su cui è stato costruito uno splendido tempio shinto, con i suoi tetti a pagoda e l’inconfondibile colore rosso.

Spiaggia Sunayama

Tra le bellissime isole dell’arcipelago di Okinawa sorge un luogo magico. Stiamo parlando di Miyako, 100 chilometri a nord delle isole Yaeyama. Si tratta di una delle isolette più belle per lo snorkeling e le immersioni in prossimità della barriera corallina. Il clima subtropicale consente la balneazione per quasi tutto l’anno, trasformando Miyako in una delle destinazioni balneari più amate del Giappone. Tra le spiagge più belle ricordiamo Sunayama, un paradiso di sabbia bianca e vegetazione lussureggiante che cresce su formazioni di roccia. La sabbia è soffice e dorata, una vera e propria carezza sotto ai piedi! Se arrivi prima di mezzogiorno, la luce sarà perfetta per scattare fotografie indimenticabili.

L’area è facilmente raggiungibile a piedi, camminando lungo un percorso sulle dune. Pur essendo un luogo relativamente sconosciuto, Sunayama è ben attrezzata con bagni pubblici e docce per garantire il massimo comfort dei turisti. L’acqua è cristallina e ideale per un tuffo. Mentre ti trovi in zona, fai un salto anche alle spiagge di Yoshino e Maehama.

Gli appassionati di cultura giapponese consigliano inoltre di passare a Miyako per gustare i prodotti tipici della cucina locale, particolarmente apprezzati anche dal resto del Giappone.

Spiaggia di Ama, isola Zamami

L’isola di Zamami è la seconda più grande dell’arcipelago di Kerama. Qui sorgono alcune delle spiagge più ambite e belle di tutto il Giappone, dotate di spiagge coralline immacolate e acque trasparenti attraverso le quali si può ammirare, nitido, il fondale. Vieni per la fama del posto, noleggia ombrellone e sdraio in una delle apposite strutture e lasciati sedurre da una giornata di tuffi, nuotate, snorkeling e immersioni a contatto con la fauna vibrante del luogo. Le spiagge famose si trovano a poche centinaia di metri dal centro del villaggio principale, il quale è circondato da bellissima vegetazione. Ti consigliamo di prenotare uno dei tour a bordo delle barche con fondo di vetro per gustare a pieno la bellezza sottomarina del posto.

La spiaggia di Ama è forse la più tranquilla dell’isola Zamami, e si trova nell’area sud ovest dell’isola, fronteggiata dalle due isole disabitate di Gahi e Agenashiku. Immergiti qui e, se sei abbastanza fortunato, potresti riuscire ad ammirare le tartarughe marine. Le acque sono relativamente basse e permettono lo snorkeling in prossimità della barriera corallina, dove si possono ammirare splendidi pesci. Il periodo ideale per tuffarsi è tra gennaio e marzo.

L’area è ben organizzata e munita di bagni, docce a pagamento e qualche piccolo ristorante dal menù un po’ limitato. Se vuoi essere sicuro, quando passi ad Ama porta con te un pranzo al sacco. Già che ti trovi a Zamami, passa anche alla spiaggia di Furuzamami.

Qualora dovessi stancarti della vita da spiaggia, puoi sempre approfittare di una delle escursioni offerte dall’isola.

Spiaggia di Aharen, isola Tokashiki

L’isola di Tokashiki è la più grande dell’arcipelago di Kerama. Pur essendo leggermente meno famosa di Zamami, questa splendida location offre una serie di spiagge bellissime e tutte da esplorare, una dopo l’altra. Il suo interno collinoso è impreziosito da una fitta vegetazione. Vieni a nuotare a Tokashiki tra maggio e ottobre, ma se sei abbastanza fortunato potresti godere di ottime temperature anche fuori stagione. Le due spiagge più famose sono collocate sull’area ovest della costa e offrono strutture balneari ben organizzate, bagni, docce pubbliche, servizi di noleggio attrezzatura per gli sport acquatici e negozi di souvenir.

La spiaggia più bella è certamente quella di Aharen, a circa 5 chilometri dal porto di Tokashiki. Sabbia immacolata, acque cristalline e un sole che attrae i turisti desiderosi di relax e comodità. Le acque sono così suddivise: da una parte l’accesso è consentito solo ai nuotatori, dall’altra invece solo a chi pratica snorkeling. In prossimità della spiaggia sorge anche l’osservatorio di Kubandaki.

Se ti trovi a Tokashiki, devi fare un salto anche a Tokashiku, la spiaggia più piccola e caratteristica dell’isola.

Spiaggia di Enoshima

Isoletta turistica collegata da un ponte a Kamakura. Benvenuto a Enoshima, un piccolo paradiso del villeggiante dove ci si può godere il meglio dell’ospitalità giapponese in termini di vacanze marittime. L’isola offre un tempio, parchi, centri di osservazione, caverne, spiagge e una vista privilegiata sul Monte Fuji quando la giornata è particolarmente buona.

Enoshima si divide in un porto per yacht, accessibile dalla collina sovrastante. Da qui si può raggiungere anche uno splendido complesso di templi e santuari dedicati a Benten, la dea della fortuna, del benessere, della musica e della conoscenza. Si dice che sia stata proprio lei a creare Enoshima prima di sacrificarsi al drago a cinque teste che terrorizzava la zona. L’area dispone inoltre di un bellissimo acquario. Molte spiagge di Enoshima offrono strutture balneari ben organizzate dove è possibile noleggiare ombrelloni e sedie a sdraio per godersi il mare e la musica diffusa dagli altoparlanti. Se passi da un ristorante, assicurati di assaggiare il piatto tipico locale: gli shirasudon, pietanza a base di pesciolini bianchi appena nati.

Nella parte sud dell’isola le spiagge si fanno rocciose e ruvide: qui la gente viene per pescare e prendere il sole, oltre che ammirare le splendide caverne del posto.

Parti per il Giappone con Costa Crociere

Parti per il Giappone insieme a Costa Crociere. La terra del Sol Levante è dimora di splendide spiagge che non hanno nulla da invidiare alle isole tropicali e caraibiche, come l’incantevole spiaggia di Yonaha-Maehama. Che aspetti? Imbarcati in una crociera Costa e vieni a esplorare il Giappone come non avresti mai immaginato di poterlo ammirare.

Cerca la tua prossima crociera