La Primavera qui alle Isole Baleari sembra non finire mai così come la bellezza delle spiagge, che si estendono per chilometri di costa tra sabbia finissima e panorami meravigliosi. Vi aspetta una vacanza all’insegna della natura e del relax. Dove abbronzarvi, ma anche dedicarvi alla movida, andando alla scoperta dei locali. Al di là del turismo di massa riuscirete a godervi degli angoli di pace incontaminati, tra sentieri, uliveti e villaggi di pescatori dove il tempo sembra essersi fermato e i gesti appaiono molto più lenti.

Il mare, le baie, le calette, gli arenili saranno però gli elementi che vi accompagneranno in questo viaggio alla ricerca dello spiazzo da cartolina dell’anno, da immortalare o da portare con voi.

Quali sono le spiagge più belle delle Baleari? Cala Saona, Cala Bianca e altre. Scopri le migliori spiagge delle Isole Baleari con una crociera Costa.

  • Cala Saona (Formentera)
  • Spiaggia di Cala Bassa (Ibiza)
  • Spiaggia Cala Blanca (Minorca)
  • Spiagga Es Pujols (Formentera)
  • Cala Blanca (Palma)
  • Spiaggia d'en Bossa (Ibiza)
  • Spiaggia di Pregonda (Minorca)
  • Cala Tortuga (Minorca)
  • Cala s'Almunia (Palma)
  • Cala Pilar (Minorca)

Cala Saona (Formentera)

Una piccola gemma che si trova nella parte occidentale di Formentera ed è tra quelle più frequentate dell’isola. Il perché si capisce quando ci si arriva: avrete l’impressione di essere all’interno di un gioiello di sabbia finissima e bianca, illuminato dal sole e da un mare azzurrissimo. L’arenile si estende per non più di 200 metri. L’elenco dei colori non finisce qui, visto che alle sue spalle sorge un bosco dove è possibile passeggiare e trovare un po’ d’ombra. Il motivo per cui è considerata tra le più belle spiagge di Formentera è anche legato al colpo d’occhio che regala grazie alle due gruppi di maestose scogliere rosse che si aprono sulla baia.

Cala Saona non è troppo affollata ed è raggiungibile anche con i mezzi pubblici. Dispone di tutti i servizi necessari, lettini, sdraio e ombrelloni, oltre alle attrezzature per praticare gli sport acquatici. L’acqua calma è ideale per nuotare e anche per fare immersioni. Nelle vicinanze c’è anche un hotel, oltre chioschi o ristorantini dove potersi gustare una pausa. Trovatevi un posto speciale da cui godervi un panorama indimenticabile.

Spiaggia di Cala Bassa (Ibiza)

Da una cala all’altra nel segno della bellezza, del clima perfetto e della natura. Siamo a Cala Bassa, considerata una tra le spiagge di Ibiza imperdibili. Vi troverete a godere di una sorta di piscina naturale nella parte ovest dell’isola. La sottile sabbia e le acque turchesi vi regaleranno uno scenario unico, ideale per fare snorkeling, ma anche per fare giocare i bambini in tutta tranquillità. Per questo motivo questa spiaggia è una delle preferite delle famiglie. La spiaggia non è particolarmente estesa.

Anche in questo luogo i colori della natura si moltiplicano e stupiscono. Cala Bassa è circondata da un’estesa pineta, perfetta per trovare un po’ di ristoro e ombra, ma anche per chi vuole fare due passi in mezzo alla natura. E a Ibiza ci sono motivi per muoversi, primo quello di trovare il ristorante giusto per una pausa gustosa. Nelle vicinanze ne troverete, insieme ad hotel, chioschi e negozietti dove comprare dei souvenir.

Spiaggia Cala Blanca (Minorca)

Le spiagge di Minorca sanno sorprendere e regalare spettacoli da cartolina. È il caso della bellissima di Cala Blanca, che si trova a pochi chilometri dalla capitale Ciutadella. Bianco, come dice il nome, è il colore della sabbia finissima. Il mare limpido è incastonato in alcune pareti rocciose e regala un fondale che digrada dolcemente, perfetto per chi è appassionato di snorkeling. La spiaggia ha una particolare forma di “U” ed è il luogo giusto anche per sgranchirsi le gambe. Dietro la spiaggia c’è anche un piccolo boschetto che vi permetterà di rifiatare. Nella parte più interna potrete apprezzare anche le tipiche case bianche di Minorca, oltre ad alcune piccole dune.

Poco più in là dell’imboccatura della spiaggia c’è un pittoresco isolotto dove la vista sarà magnifica. Cala Blanca, un po’ per tutti gli elementi naturali, un po’ per i servizi che offre, e in parte anche la piacevole brezza che regala, rappresenta uno dei luoghi preferiti dai residenti e dai turisti. Ma non è finito, non troppo distante dalla spiaggia ci sono delle splendide grotte ricche di stalattiti, all’interno delle quali si è creato un lago. Si tratta di una zona molto interessante anche per la presenza dei resti di una casa risalente al 2000 a.C. (periodo Talaiotico minorchino).

Spiagga Es Pujols (Formentera)

Torniamo a Formentera e ci localizziamo nella parte nord dell’isola, nella località di Es Pujols, ridente villaggio attrezzato e ricco di servizi per il turismo. La spiaggia è formata da due semicerchi divisi da una serie di scogli. La sabbia bianchissima si perde nel mare turchese: sono moltissimi i turisti che decidono di farci una capatina nel periodo estivo. L’area è in grado di offrire chiringuitos, chioschi e ristoranti dove provare dei menù a base di pesce. Lungo la spiaggia, che è molto estesa, ci sono numerose bancarelle per dedicarsi agli acquisti.

Questa spiaggia rappresenta un po’ il cuore della movida della zona, vista la numerosa presenza di locali in cui potersi bere un cocktail o divertirsi magari con la musica dal vivo. Es Pujols è anche raggiungibile in autobus, e accanto a una vocazione che negli anni è diventata sempre più turistica, potrete riscoprirne l’aspetto più genuino, magari partendo dalle tradizionali abitazioni o dalle piccole imbarcazioni locali.

Cala Blanca (Palma)

Per un attimo cambiamo destinazione e ci tuffiamo a Palma. Non ci sono solo le spiagge di Palma di Maiorca da scoprire. Le occasioni di mare e di relax riguardano un po’ tutta l’isola. A pochi chilometri da Calvià, c’è Cala Blanca, una pittoresca spiaggia da non perdere. L’arenile è formato da ciottoli e ghiaia, mentre le acque sono calme, limpide e invitanti. I fondali sono particolarmente rocciosi e quindi bisogna fare un po’ di attenzione quando si entra in acqua.  Sono diversi i punti di ristoro, bisogna abituarsi al fatto che sia una delle spiagge più frequentate dell’isola.

Snorkeling, nuoto e sport acquatici sono assolutamente un must, anche se la zona è particolarmente apprezzata per il paesaggio che regala. Lettini e ombrelloni sono disponibili solo presso alcune strutture alberghiere, nei pressi della spiaggia. Su Cala Blanca, oltre a numerosi hotel, si affacciano anche diverse ville residenziali. È facilmente raggiungibile in auto e dispone anche di un parcheggio.

Spiaggia d'en Bossa (Ibiza)

È un po’ eccessiva in tutto, questa spiaggia di Ibiza che si estende per quasi 3 chilometri, regalando sabbia bianca e un mare di sfumature di azzurro. Spiaggia d’en Bossa è particolarmente famosa anche per la sua vita sociale. I giorni e le notti si alternano in una festa continua anche grazie alla presenza di un Club particolarmente attivo e rinomato. Un luogo molto esteso in cui potrete conoscere gente, sentire della musica e già pianificare gli eventi della serata.  Qui vengono ad animare le serate alcuni tra i dj più famosi a livello internazionale.

È sicuramente “la patria dei giovani”, ma in altre parti della spiaggia potrete trovare anche angoli più isolati e a misure di famiglia. Per chi ama il mare sarà l’occasione perfetta per dedicarsi a una nuotata rinvigorente o un po’ di snorkeling per scoprire le bellezze dei fondali. Anche solo passeggiare o oziare in attesa della tintarella, di fronte a un mare del genere, regaleranno attimi di grande soddisfazione.

Spiaggia di Pregonda (Minorca)

Se siete alla ricerca di un po’ di colore, ecco il luogo giusto. La spiaggia di Pregonda, nella parte nord dell’isola di Minorca, è anche conosciuta come la “la cala rossa”, per via della sua sabbia argillosa. Preparatevi a vivere uno spettacolo unico, unito anche a un mare calmo e cristallino, e a un bosco caratterizzato da una vegetazione rigogliosa. Ci sono poi degli isolotti che affiorano in mezzo al mare e che fanno da protezione naturale nei confronti delle correnti forte.

Vi sembrerà di essere in una cartolina che di solito immaginavate ai Caraibi. La spiaggia si divide in due parti. Si tratta di un luogo abbastanza tranquillo, in cui non ci sono bar o servizio e quindi conviene portarsi l’occorrente da casa. Una semplicità che ricorda il villaggio di pescatori (Fornells), che si trova nelle vicinanze. Un tipico villaggio di pescatori in cui potrete assaggiare alcune ricette tipiche minorchine.

Cala Tortuga (Minorca)

Rimaniamo sempre a Minorca, ma ci dirigiamo nel nord dell’Isola. Di certo qui non troverete gente e nemmeno rumore, la caratteristica di Cala Tortuga è di essere un posto particolarmente isolato e selvaggio Si tratta di una striscia di sabbia che si estende per circa 200 metri. Un luogo particolarmente adatto per fare snorkeling o surf, tenendo presente che nella zona non ci sono bar, ristoranti o servizi. Il mare è cristallino e particolarmente calmo- Da lontano potrete ammirare anche l’inconfondibile Faro di Favaritx.

Il posto giusto per trovare il vostro angolo di relax o il vostro scorcio da immortalare in una foto. Nelle vicinanze c’è anche un’altra cala particolare che merita una visita: si chiama cala Calafil, che a differenza delle spiagge di questa zona, caratterizzate da una sabbia rossa, regala un arenile bianco. Entrambe le spiagge sono raggiungibili in auto e poi bisognerà percorrere a piedi un sentiero che vi porterà a un bivio: lì potrete scegliere verso quale spiaggia dirigervi, sapendo che entrambe sono particolarmente selvagge e ricche di bellezza.

Cala s'Almunia (Palma)

Un piccolo villaggio di pescatori colorato, nella punta meridionale di Maiorca, ospita una spiaggia (chiamata anche Es Maquer) piena di sorprese. Già la posizione è particolare, visto che è incastonata in una baia rocciosa circondata da un’estesa pineta. La spiaggia è davvero piccolissima e alterna un po’ di sabbia a ghiaia. Il mare è limpido e poco profondo, per questo ideale per i giochi dei bambini e per fare snorkeling. Nella zona non ci sono servizi o ristoranti, si tratta di una cala perfetta per isolarsi e per godere della bellezza della baia.

Per arrivarci si può lasciare la macchina in un parcheggio e poi scendere una ripida e lunga scalinata che porta alla spiaggia. Il sentiero, che costeggia la spiaggia, prosegue fino alla punta più meridionale di Maiorca, ovvero Cap de Ses Salines (dove svetta il faro). Si tratta di una camminata davvero affascinante, che però dura circa 3 ore, su terreni e percorsi piuttosto ripidi.

Cala Pilar (Minorca)

Un’altra delle spiagge che scoprirete per avere un vero contatto con la natura. Cala Pilar, infatti, è una di quelle meno accessibili della parte nord di Minorca. Si tratta del luogo ideale per chi vuole pace e tranquillità. Per arrivarci, dopo aver compiuto un tratto in auto, bisognerà percorrere un sentiero attraverso la natura per circa una trentina di minuti. Vi troverete di fronte uno spettacolo magico, con la sabbia rossa, con sfumature dorate e un mare limpido e placido, un vero richiamo per chi ama nuotare o è appassionato di snorkeling.

La spiaggia, che ha una forma a mezzaluna, fa parte di un’area estesa di dune e boschi, non troppo distante dalla capitale di Minorca Ciutadella. Inutile ricordare che in una zona così solitaria e impervia non esiste nessun tipo di servizio o punto di ristoro e quindi è necessario portare già tutto l’occorrente per la vostra giornata di relax. Nelle vicinanze c’è anche un’altra spiazza formata da un curioso tappeto di ciottoli.

Parti per le Isole Baleari con Costa Crociere

Minorca, Ibiza, Formentera, Palma: avete pregustato il fascino delle spiagge, di un clima sempre mite e di una natura che sa dare spettacolo. Che voi abbiate bisogno solo di riposare o che vogliate tenervi in forma facendo trekking o sport acquatici, le Isole Baleari sapranno accontentarvi. A questo aggiungete tanto divertimento e una cucina sfiziosa che saprà conquistarvi. Il menù è completo, non resta che programmare la prossima partenza insieme a noi e alle meraviglie del Mediterraneo.

Parti con Costa Crociere