Fra le isole del Dodecaneso, Kos è indubbiamente fra le più desiderate: questo gigante turistico è capace di attrarre folle di turisti, grazie alle sue mille attrattive, in primis le spiagge meravigliose. Candide o dorate che siano, fanno sognare con distese di sabbia fine, acque trasparenti screziate di smeraldo, costiere rocciose e isolotti all’orizzonte. Kos è, fra le altre cose, una meta surfistica molto apprezzata: negli spot più ventosi si arricciano le onde, per la gioia di kiters e amanti del windsurf. Chi non vuole familiarizzare con il Meltemi può optare per baie più riparate, dove il mare è calmo e gli ombrelloni di paglia sono il rifugio perfetto. Dolce far niente o adrenalina: scegliere è troppo difficile? Chi parte con una crociera Costa è fuori da ogni imbarazzo: la vista è sempre magnifica, grazie a un hotel galleggiante affacciato sul blu, con infinite possibilità per ambientare la tintarella e il divertimento in Grecia. Ecco le 15 spiagge più belle di Kos dove godersi il relax:

Spiaggia di Lambi

Sull'isola di Kos c'è un ritrovo immancabile per chi, anche in costume, ama circondarsi di comfort: è la spiaggia di Lambi, tra le più famose dell'isola. Il contesto è urbano e la posizione centrale: lunga circa un chilometro, Lambi Beach sorge a breve distanza da Kos città ed è molto facile da raggiungere. Lungo la spiaggia, ricoperta di sabbia frammista a ciottoli, si sviluppa la pista ciclabile, animata dal via vai di biciclette e dai tanti locali che sorgono sul lungomare. L'offerta di ristorazione è ampia e lo stesso dicasi per le possibilità di svago: oltre a nuotare in acque basse e trasparenti, si può noleggiare il kayak, cimentarsi con gli altri sport acquatici o concedersi una tranquilla lezione di yoga all'aperto. Dopo aver fatto il pieno di sole, la serata continua nei beach club di Lambi Beach, coi migliori dj in consolle e una festa dietro l'altra.

Spiaggia di Psalidi

Ancor più vicina a Kos town è la spiaggia di Psalidi, posizionata a circa 3 chilometri di distanza. Anche in questo caso si tratta di una spiaggia molto popolare e ben servita, con una prerogativa assicurata: il vento. Psalidi Beach, infatti, è considerata uno dei migliori spot per praticare il windsurf e il kite. Qui si possono noleggiare attrezzature di ultima generazione e, volendo, un istruttore per affinare la propria tecnica: o anche, perché no, per avvicinarsi a queste discipline in una cornice ricca di fascino. Ne vale la pena perché il panorama è super: la spiaggia, circondata da una cornice verdeggiante, offre una meravigliosa vista sull'Egeo. In alternativa si può sperimentare un'altra emozione estrema, il water flyboard, o rivolgersi al centro diving per organizzare un’immersione nelle limpide acque circostanti. Psalidi Beach non è appannaggio esclusivo di sub e surfisti, tutt’altro: il suo litorale, perlopiù ghiaioso, è apprezzato anche dai più pigri, specialmente la zona degli ombrelloni dove è possibile accarezzare la sabbia.

Spiaggia di Agios Fokas

Chi preferisce le spiagge più tranquille può scegliere Agios Fokas per stendere l'asciugamano. A differenza dei lidi più affollati, qui l'atmosfera è pacifica e la spiaggia tendenzialmente ciottolosa. Due le cose in comune con Psalidi: il panorama meraviglioso e le onde. Anche qui, infatti, ci si può divertire con la tavola, o più semplicemente ammirare le acrobazie altrui. Per emozionarsi, del resto, basta immergersi in acqua e contemplare la trasparenza e le sfumature del mare. Oltre a sfrecciare sull'acqua, i più dinamici possono godersi lo snorkeling, fare una lezione di immersione o cimentarsi con il pilates. La spiaggia di Agios Fokas, come dicevamo, non è caotica, ma ciò non significa rinunciare ai servizi: a partire dal noleggio dei lettini, fino ai campi da tennis e pallavolo offerti dal beach club. Che dire: non manca nulla per godersi una giornata di perfetto relax.

Spiaggia di Therma

Come suggerisce il nome stesso, la spiaggia di Therma vanta una caratteristica peculiare: la presenza di sorgenti di acqua calda che, percorrendo un canale sotterraneo, raggiungono il mare. È la principale attrattiva di questa spiaggetta di ciottoli e sabbia scura, posizionata a breve distanza da Agios Fokas. Qui, il centro benessere si trova direttamente in mare: di fronte alla spiaggia, infatti, sorge una piscina naturale delimitata da grossi blocchi rocciosi. Ci si può semplicemente rilassare nel tiepido abbraccio delle acque termali, o cercare sollievo per i fastidi della pelle o i disturbi reumatici: in ogni caso si tratta di una spa molto, molto particolare. Anche senza confidare nelle proprietà curative delle sorgenti, la sensazione è da provare: a Therma Beach, infatti, ci si può crogiolare con un bagno avvolgente a temperature comprese fra i 40° e i 50° C. Temperature che consentono, fra l'altro, di immergersi anche a stagione inoltrata: chi vuole concedersi un piacevole bagno autunnale, sa dove andare.

Spiaggia di Tigaki

La spiaggia di Tigaki – anche chiamata Tingaki o Tigkaki – è fra i gioielli della costa settentrionale di Kos. Appena vi si mette piede, salta subito agli occhi una caratteristica molto evidente: le ampie dimensioni, associate alla bellezza dello scenario. Tigaki si estende per una decina di chilometri, interamente rivestiti di sabbia morbida e bianchissima. Immersi nelle sue acque limpide e poco profonde, si ammirano la penisola turca di Bodrum e i profili delle isole circostanti. Queste qualità ne fanno un paradiso per le famiglie e un punto di riferimento tanto per i turisti quanto per i residenti. Con comodità di ogni tipo: chi cerca una taverna di pesce dove deliziarsi col cibo tipico, qui ha semplicemente l'imbarazzo della scelta. Ma non sono solo le famiglie ad apprezzare l'amenità e la versatilità di Tigaki: questa lunga spiaggia, infatti, conquista anche gli sportivi. Tra sci d'acqua e windsurf, l'adrenalina non manca: e nemmeno lo spettacolo, per chi preferisce godersi la scena dal lettino.

Spiaggia di Marmari

Marmari Beach condivide con Tigaki il panorama e la pulizia delle acque, premiate con la bandiera blu. Le due spiagge sono separate dalla palude di Alyki, lago salato che ospita un'importante biodiversità, dichiarato parco naturale protetto. È uno sfondo preferenziale per le passeggiate in zona, grazie alla sua atmosfera rilassante e ai suoi paesaggi incantevoli. Meta in primavera degli uccelli migratori, la palude è popolata di fenicotteri e circondata da un sistema di dune sabbiose. Anche la spiaggia di Marmari è uno sfondo incantevole per le passeggiate e per le partite di beach volley con la duna sullo sfondo. Gli appassionati di kite sono accontentati anche qui: lo spot offre una scuola di surf con moderne attrezzature per gli amanti della vela e del windsurf. Chi preferisce godersi la tintarella in pace può approfittare di aree riparate: Marmari Beach non è unicamente una spiaggia per surfisti, ma anche un’oasi piacevole per i cultori del relax. Una bella alternativa agli sport acquatici sono le escursioni a cavallo sul bagnasciuga: la scelta non manca per godersi il tepore del sole e i colori del tramonto sull’isola di Kos.

Spiaggia di Mastichari

La sabbia è bianca, il litorale ampio e contornato di palme, alberi frondosi e arbusti verdeggianti che spuntano qua e là fra i cumuli di sabbia: per chi ama gli scenari selvaggi, la spiaggia di Mastichari – o Mastihari – è uno sfondo d’elezione. Ci si arriva percorrendo una passerella in legno che si fa strada tra la pineta: all’arrivo, si viene avvolti da una visione ariosa e da file di ombrelloni ben distanziati. Oltre a godersi lo spazio a disposizione, è possibile scegliere tra svariati locali e ristorantini che offrono snack e bevande a chi sceglie di trascorrere qui la giornata. Fra questi ci sono, immancabili, i surfisti, che nel pomeriggio possono approfittare di condizioni di vento propizie. Quando il mare non è troppo mosso, si nuota in uno scenario caraibico, dato dalla sabbia chiara e fine: sublime il contrasto col colore dell’acqua. Quando la spiaggia è più ventilata, basta infilare una maglietta e consolarsi con una passeggiata. Oppure, accomodarsi nei locali vista mare e, tra un drink e l’altro, aspettare il tramonto in questo set esotico, contornato di tamerici. Volendo si può raggiungere il porticciolo di Mastichari e partire per una gita in barca verso le isole di Kalimnos e Pserimos.

Spiaggia di Kardamena

I colori lasciano senza fiato: la spiaggia di Kardamena è bagnata da acque pure e smeraldine che accarezzano la sabbia candida. Il suo aspetto immacolato ne fa una delle spiagge più fascinose di Kos: l’ideale è contemplarla all’alba o al tramonto, ma ogni momento è buono per concedersi una parentesi di libertà in questa location da favola. Corredata, magari, da un’uscita con la maschera, alla scoperta dei fondali che digradano velocemente fra magiche trasparenze e guizzi di pesci variopinti. La spiaggia di Kardamena consente di scegliere fra tratti liberi e tratti attrezzati, e fra varie taverne e beach bar. La spiaggia non è l’unico vanto di Kardamena, un tempo borgo di pescatori e località ricca di testimonianze archeologiche. Proprio qui, infatti, sono stati rinvenute le rovine dell’antica Alasarna. Il sito abbraccia i resti di un tempio dedicato ad Apollo e una serie di basiliche paleocristiane. Da non perdere una gita in traghetto all’isola di Nisyros, piccola e spettacolare con i suoi paesaggi vulcanici immersi nella tranquillità: il luogo perfetto per passeggiare e per degustare ottime specialità autoctone, fra cui miele e formaggi.

Paradise Beach

Il nome dice tutto: se è soprannominata Paradise Beach, un motivo ci sarà. A detta di molti, è uno dei posti più incantevoli per godersi il mare a Kos. I motivi per pensarla così sono diversi. Primo fra tutti, la splendida posizione, lungo la costa sud dell’isola nella baia di Kefalos, stesa ai piedi del promontorio. Per continuare col candore della sua sabbia fine e dorata, e con la trasparenza dell’acqua che regala nuotate spettacolari. Anche ai più piccoli: i fondali sono poco profondi e c’è una divertente piattaforma da cui tuffarsi. Tra i fan della spiaggia ci sono, oltre alle famiglie, gli amanti dei giochi acquatici per i quali c’è uno spot dedicato. Chi è a caccia di divertimento, ad esempio, può noleggiare una moto d’acqua e concedersi qualche piccola spavalderia. Tra acquascooter, gommoni e pedalò l’atmosfera è sempre molto animata: i giovani hanno di che festeggiare. La scelta include parapendio, banana boat e windsurf, accontentando non solo i veri sportivi, ma anche chi cerca una semplice occasione di svago. Un altro punto a favore è il ristorante affacciato sulla spiaggia, con una comoda terrazza da cui godersi dall’alto il panorama. La veranda offre riparo nelle ore più calde, sfamando l’appetito con pita di pollo e altri assaggi appetitosi. Chi vuole cambiare scenario può spaziare facilmente tra le spiagge di Kefalos, collegate a Paradise Beach.

Magic Beach

Anche Magic Beach vanta un nome molto eloquente e – diciamolo – per nulla esagerato. Rispetto ad altre spiagge che abbiamo descritto, non offre aree gioco per i bimbi e attrezzature per gli sport acquatici, elemento che contribuisce alla sua atmosfera rilassata. È, non a caso, una meta molto amata dalle coppie e dalle famiglie: insomma, un posto dove ascoltare la musica del mare senza farsi distrarre da suoni troppo invadenti. E dove concedersi, magari, un buon libro senza dover interrompere di continuo la lettura e la concentrazione. Se questo è quello che cerchi, Magic Beach – o Polémi Beach, il suo vero nome – è pronta a rapirti con il suo sortilegio. È infatti tra le spiagge più selvagge di Kos. Offre una lunga distesa di sabbia e una taverna dove rifornirsi di cibo e bevande. In sintesi: una volta arrivati qui, la tentazione è quella di non muoversi più.

Spiaggia di Agios Stefanos

La spiaggia di Agios Stefanos è tra le più stupefacenti della baia di Kefalos, spettacolare insenatura orlata da una serie di spiagge in successione. Lo scenario è caratterizzato dalla presenza dell’isolotto di Kastri, una visione suggestiva cui contribuisce una piccola chiesa bianca e blu. Sulla spiaggia appaiono, invece, le rovine della basilica che battezza la spiaggia: quella di Agios Stefanos, appunto. Il sito storico si posiziona direttamente sul mare, in un singolare intreccio di cultura e relax balneare. Come facilmente intuibile, il paesaggio è molto particolare e – per chi ama documentare i momenti clou della vacanza – molto fotogenico. A rubare la scena è anche il colore dell’acqua e la purezza dei fondali: non si sa più cosa guardare. Per rompere gli indugi, meglio tuffarsi nel mare limpido e magari, tra una bracciata e l’altra, raggiungere l’isolotto. Quando la marea è bassa, lo si può tranquillamente avvicinare a piedi, come alternativa al sempre gettonato pedalò: barche permettendo. Una curiosità: si dice che il suono delle campane della chiesetta porti fortuna. I più arditi possono tentare questa impresa, rendendo così onore alla tradizione locale.

Spiaggia di Kamari

Kamari Beach è anche detta la “spiaggia di Kefalos”: sorge, infatti, ai piedi del villaggio che troneggia in cima alla collina. Ai suoi piedi si estende la grande baia, rinomata per le sue spiagge leggendarie. Chi vuole ammirarla in tutto il suo splendore, può concedersi una gita in barca, o un’escursione a bordo di un peschereccio per procurarsi del buon pesce fresco. Tra le caratteristiche di Kamari Beach c’è la temperatura dell’acqua, nota per non essere – volendo usare un eufemismo –fra le più calde. Ciò non le impedisce, comunque, di essere tra le più frequentate di Kos. Kamari Beach, del resto, ha tutte le carte in regola per far innamorare i turisti, a partire dal suo mare: magari non sarà tiepido, ma sicuramente è cristallino e super spettacolare. Chi ama gli sport acquatici può approfittarne per godersi lo scenario in movimento: chi preferisce riposarsi, può contare su chilometri e chilometri di sabbia mista a ciottoli per allungarsi sotto il sole. La cornice è sensazionale: l’arenile è delimitato da un’insenatura rocciosa dall’aspetto selvaggio. Anche senza catturarle di persona, le delizie del mare sono pronte per l’assaggio: basta accomodarsi in una delle taverne fronte mare.

Spiaggia di Agios Theologos

Anche la spiaggia di Agios Theologos, come quella di Agios Stefanos, prende nome dalla chiesa omonima. Le sue dimensioni sono ridotte, ma il fascino del paesaggio è molto intenso, fattore che compensa la posizione non proprio centrale. Tutto intorno si ergono alte falesie e contrafforti rocciosi, impreziosendo il panorama: un set molto ricercato anche dai patiti del windsurf. Chi preferisce stendersi al sole senza muovere un dito può spaziare tra varie calette rocciose. Un valido incentivo per interrompere la tintarella? Le delizie di pesce servite dalle taverne circostanti. Quando il sole tramonta, è il caso di temporeggiare qui per godersi lo spettacolo.

Spiaggia di Cavo Paradiso

La spiaggia di Cavo Paradiso – Capo Paradiso – si trova sulla punta meridionale di Kos, dove si apre una delle insenature più ammalianti dell’isola. Raggiungerla non è agevole, date le caratteristiche della strada che la collega: in ogni caso, vale la pena di organizzarsi per trascorrere una giornata in questo luogo da favola. Non sono in molti a farlo: questa magnifica spiaggia, di conseguenza, non è sovraffollata e offre sensazioni autentiche. Senza rinunciare a qualche comfort, come il lettino e l’ombrellone e un bar dove rinfrescarsi e mettere qualcosa sotto i denti. Il paesaggio ripaga dalla fatica del viaggio, piuttosto rocambolesco a meno che non si opti per il quad o per il fuoristrada, ideali per affrontare lo sterrato. La spiaggia di Cavo Paradiso è un autentico miraggio: un’ampia distesa di sabbia fine, circondata da alte rocce che scendono a strapiombo. Con buona probabilità, si può godere di questo scenario fantastico in forma quasi esclusiva: nella maggior parte dei casi, infatti, la spiaggia è tranquilla, praticamente deserta nella parte libera. Anche in questo caso, il consiglio è di temporeggiare: assistere al tramonto da qui è un’esperienza memorabile.

Spiaggia di Limnionas

A qualche chilometro da Kefalos, la spiaggia di Limnionas rapisce per la bellezza del suo panorama. È una piccola insenatura semicircolare, con acque dai colori mozzafiato e sfumature che sembrano uscite da un programma di fotoritocco. Il litorale, ricoperto di sabbia, è incorniciato dalle rocce e dalla vegetazione mediterranea e sorge in posizione ben riparata. In altre parole, il mare è sempre liscio: elemento non sempre scontato per le spiagge di Kos, altrove sferzate dai venti e – di conseguenza – privilegiate dai surfisti. Trattandosi di una delle spiagge più tranquille di Kos, generalmente non c’è la ressa per accaparrarsi lettini e ombrelloni, seppur presenti in numero limitato: se non dovessero essere disponibili, c’è sempre un tratto di spiaggia libera. Tra una spalmata di crema e l’altra si può indossare la maschera e fare un po’ di snorkeling – esperienza molto soddisfacente –, oppure optare per una quieta passeggiata. In alternativa, si più raggiungere il porticciolo e concedersi un’escursione su una barca di pescatori. Per i buongustai c’è il ristorante posizionato in cima alla baia: perfetto per deliziare gli occhi e il palato.

Parti per Kos con Costa Crociere

Kos merita assolutamente una visita: se non altro, per constatare di persona i motivi che rendono le sue spiagge fra le più desiderate di tutta la Grecia. Sarà il mare turchese, lo spettacolo della sabbia fine che si allunga per chilometri, concentrandosi talora in piccole calette; sarà il fascino di scogliere imponenti, dolci colline verdeggianti o morbide dune plasmate dal vento: i paesaggi variano, ma il pregio naturalistico è indiscutibile. Chi è alla ricerca del surfspot perfetto, può puntare dritto su Psalidi o Marmari Beach; chi le onde preferisce vederle da lontano – o galleggiare sul mare placido – ha ampie possibilità di scelta. Dalle spiagge super attrezzate alle baie più isolate e semideserte, Kos accontenta tutti, anche i più avventurosi che vogliono andare alla scoperta degli isolotti circostanti. Con una crociera Costa, ogni vacanza è possibile e ogni desiderio si avvera.

Parti con Costa Crociere