Montevideo si sviluppa lungo le coste del Río de la Plata, il Fiume d’Argento: gran parte delle sue coste sono caratterizzate da spiagge lunghe e magnifiche, dove si potrebbe passeggiare all’infinito. Visto da qui il Río de la Plata sembra, a tutti gli effetti, il mare. Il suo confine è invisibile: l'estuario è così grande da poter essere confuso, legittimamente, con l'Atlantico.

Il profilo della costa è scandito dalla Rambla di Montevideo, un immenso viale fiancheggiato da lunghe spiagge sabbiose come Pocitos, Malvín e  Playa Ramírez per citare le più famose. Lungo la costa di Punta del Este, lo sguardo incontra effettivamente l’Oceano: lì dove il mare è più mosso – e le condizioni di vento ideali – i surfisti cavalcano le onde. Le spiagge di Montevideo sono pubbliche, liberamente accessibili – senza rinunciare alle zone attrezzate – e fiancheggiate dalla Rambla, dove passeggiare, pedalare o pattinare per chilometri e chilometri.

Le più popolari sono spaziose, sicure e ben curate: il set perfetto anche per godersi una corsa sulla sabbia all’ora del tramonto. O un piacevole aperitivo, magari nei classici ritrovi della movida, come i locali di Punta del Este spesso frequentati anche dai vip. Il momento migliore per partire? È l’estate, ovvero i mesi di gennaio, febbraio e marzo, quando le temperature salgono, pur restando miti per la gran parte dell'anno. Ebbene sì, qui le stagioni sono invertite: se durante i mesi freddi ti viene voglia di scappare al mare, l’Uruguay – un tempo chiamata la Svizzera del Sud America – è la destinazione giusta. Vuoi raddoppiare l'estate e scoprire i lidi più fascinosi dell'Uruguay? Basta infilare il costume in valigia e prenotare una crociera Costa, alla scoperta delle 7 spiagge più belle di Montevideo:

Spiaggia Mansa

Ricoperta di sabbia dorata, Playa Mansa si circonda di quartieri esclusivi e lussuose dimore estive: ci troviamo in una delle zone turistiche più pregiate di tutto l’Uruguay, a Punta del Este. Il famoso centro balneare sorge su una penisola bagnata, da una parte, dall'estuario del Río de la Plata, e dall'Oceano Atlantico sull'altro lato. Ci si arriva facilmente da Montevideo, ben collegata a questa località esclusiva e molto amata dal jet set. Punta del Este, affacciata sulla baia di Maldonado, è infatti nota per essere una destinazione chic: si potrebbero citare i nomi di tanti vip che hanno scelto la “Saint Tropez americana” per il buen retiro e per acquistare una sontuosa villa.

È merito dei suoi locali alla moda, ma anche delle sue spiagge meravigliose, fra le più belle dell'Uruguay, costeggiate di palme e animate da una pulsante vita notturna.  Il cuore dello “struscio” è Avenida Gorlero, la via principale di Punta del Este, molto frequentata sia di giorno che di notte. Per chi vuole fare un po' di shopping, invece, il punto di riferimento è piazza Artigas dove spaziare tra numerose proposte di artigianato locale e non solo. 

Playa Mansa beneficia di una posizione strategica: risulta, infatti, ben protetta dalle onde dell’Oceano e il mare è generalmente placido e poco soggetto alle correnti atlantiche. Questa caratteristica differenzia la cosiddetta costa Mansa dalla costa Brava, dove il mare è più mosso e dove è possibile avvistare onde piuttosto alte. La prima opzione risulta, ovviamente, più indicata per le famiglie con bimbi piccoli, e più in generale per chi preferisce nuotare nel mare calmo. Anche l’atmosfera della spiaggia è assai rilassata. Il nome, del resto, dice tutto perché Playa Mansa significa per l'appunto “spiaggia tranquilla”: senza rinunciare al divertimento, e a tanti bar e ristoranti dove levarsi ogni sfizio.

Playa Mansa è una spiaggia accogliente e spaziosa che offre diverse alternative alla tintarella. Chi vuole divertisti con gli sport acquatici, ad esempio, può approfittare di un centro dedicato: se ti senti in vena di osare, fra le altre cose, puoi cimentarti col jetski. Volendo, inoltre, si può noleggiare una barca e andare in esplorazione nei dintorni. La meta preferenziale è l'isola Gorriti: per ammirarla, a ogni modo, basta posizionarsi sul lettino e scrutare l'orizzonte. In alternativa si può camminare sul bagnasciuga: la passeggiata, qui, può continuare per chilometri perché la spiaggia sembra non finire mai.

La cosa migliore è attardarsi in spiaggia per non lasciarsi sfuggire i tramonti di Playa Mansa, molto rinomati. Per contemplare il panorama, davvero spettacolare, si può scegliere fra numerosi tanti caffè e ristori posizionati sul lungomare. Sorseggiare un drink qui, mentre il cielo prende fuoco in un’esplosione di colori, è un’esperienza  memorabile. Riassumendo: Playa Mansa è una spiaggia che accontenta tutti, a cominciare dalle famiglie con bimbi che possono divertirsi fra onde gentili. Passando per gli sportivi, i giovani che vogliono fare festa e i pet lovers che possono fare attività all'aria aperta col proprio amico a quattro zampe. A breve distanza sorge Piriapolis, altra località balneare molto gettonata: è una sorta di grande resort con bellissime spiagge, fra cui spiccano Playa Grande, Playa Verde, Punta Colorada e Playa San Francisco.

Spiaggia Brava

Come certamente avrai intuito, Playa Brava vanta una personalità diversa e più scatenata: letteralmente, infatti,  il nome significa la “spiaggia selvaggia”. Come abbiamo visto, la costa Brava si caratterizza per un mare più agitato rispetto alle acque placide che bagnano la costa Mansa: spesso, qui, le onde si sollevano e invitano a concedersi un bagno-lampo. A meno, ovviamente, che non si disponga di una tavola – e delle energie necessarie – per surfare sulle onde: in questo caso, se il mare fa le bizze è divertimento assicurato per i patiti del windsurf

A rendere la spiaggia Brava – affacciata sulla Isla de Lobos – una delle più iconiche di Punta del Este, è anche un altro fattore: la famosa scultura chiamata La mano o Los dedos. Realizzata da un artista cileno, è  l'elemento di maggiore riconoscibilità e la prima cosa che cattura l’attenzione. L'opera raffigura cinque gigantesche dita –  plasmate nel cemento – che spuntano dalla sabbia, ergendosi contro il blu del cielo e del mare. La scultura si posiziona nella parte centrale della spiaggia, la più affollata: un selfie, qui, non può mancare.

Una volta superata la scultura, Playa Brava prosegue per chilometri fra alti palazzi. Nella zona limitrofa al centro città, le onde si infrangono contro la roccia: è proprio qui che gli amanti degli sport acquatici si esibiscono in evoluzioni scenografiche. Chi ama l'adrenalina può noleggiare il kite: in alternativa, per sfruttare il vento basta un aquilone giocattolo. Nelle giornate ventose, il rincorrersi delle vele e degli aquiloni contribuisce a rendere più spettacolare la tintarella e le camminate sul bagnasciuga.

Le giornate a Punta del Este si arricchiscono di numerose altre attrazioni. Tanto per cominciare, ci si può concedere una visita al porto e sperimentare l'offerta gastronomica e la frizzante vita notturna della città: tra ristoranti panoramici e discoteche, il rischio di fare le ore piccole è molto concreto. Da qui partono anche i tour guidati alla scoperta delle isole circostanti: la Isla de Lobos e la Isla Gorriti che fanno capolino all'orizzonte. Oltre ad ammirare uno dei fari più alti al mondo, il tour a Punta del Este regala anche un'emozione molto particolare: quella di trovarsi a tu per tu coi leoni marini.

Spiaggia Pocitos

Situata nell’omonimo quartiere, la spiaggia Pocitos sorge in una zona interessata, negli ultimi anni, da un intenso sviluppo urbanistico. Nel tempo, le case costiere sono state sostituite da una selva di edifici moderni: dimore di pregio e palazzi che plasmano lo skyline con le loro sagome svettanti. Intorno alla Rambla si trova ogni genere di servizio, dal cinema ai pub, con un'ampia scelta a livello gastronomico: si va dai barbecue ai ristoranti più raffinati, con tante idee per trascorrere la serata. Per raggiungere Playa Pocidos bastano pochi minuti dal centro città: questa spiaggia urbana è, non a caso, fra i principali punti di riferimento per i giovani, le famiglie e i vacanzieri in visita a Montevideo.

Non solo per l’abbronzatura, ma anche per la nightlife: durante l’estate, in particolare, ospita numerosi eventi – anche a sfondo sportivo – che la rendono un luogo di aggregazione molto animato. Il suo potere di attrazione non si sprigiona solo in estate, ma anche in “inverno” perché la Rambla è sempre molto gettonata per una passeggiata pomeridiana o serale: a piedi oppure in bici, approfittando delle comode piste ciclabili e dell’ampio spazio da percorrere con i pattini.

Il quartiere di Pocitos è noto per essere uno dei più sicuri dove trascorrere la serata: l’area residenziale è tra le zone più privilegiate della città. Storicamente, Playa Pocidos è stata fra i primi centri balneari realizzati nei dintorni di Montevideo, meta di svago fin dal XIX secolo. Uno dei momenti migliori per godersi Pocitos Beach è il mattino presto, quando la spiaggia è immersa nella tranquillità e offre lo sfondo ideale per una corsetta sul lungomare. Col passare delle ore, la spiaggia diventa più affollata, attraendo i bagnanti che possono nuotare, in tutta sicurezza, fra piccole onde morbide. Vietato rinunciare a una passeggiata sulla sabbia all'ora del tramonto – anche qui spettacolare – e dopo cena.

A breve distanza sorge uno dei posti più ambiti di Montevideo per fare una camminata all'aria aperta e per svagarsi, il Parque Rodó: dalla spiaggia ci si arriva con una camminata di mezz'ora circa. Vicinissimo anche il Club de Golf del Uruguay: un'ottima notizia per chi non sa rinunciare al green. Punto di riferimento per lo svago serale è Avenida 18 de Julio, poco distante dalla spiaggia, dove nel tempo si sono moltiplicati i ristoranti e fast food, con intrattenimenti di ogni tipo fra cui numerose sale da gioco.

Nelle vicinanze si trova il Museo del Gaucho, fra le attrazioni culturali più importanti di Montevideo: ha sede a Palacio Heber e racconta, attraverso una ricca collezione di oggetti e manufatti, la cultura dei gauchos, figure leggendarie e simbolo dell'Uruguay. Sorta di corrispettivo del cowboy nordamericano, il gaucho rappresenta la quintessenza del coraggio e dello spirito selvaggio: nell'accezione più stretta, infatti, il termine si riferisce ai celebri nomadi a cavallo, noti anche per la destrezza nel maneggiare le bolas per catturare le prede. All'interno del museo è possibile ammirare gli oggetti di utilizzo quotidiano dei  gauchos, come le cosiddette bombillas impiegate per bere il mate.

Spiaggia Malvin

Playa Malvin si trova nell’omonimo quartiere residenziale di Montevideo. L'arenile si sviluppa tra i quartieri di Buceo e Carrasco e, più precisamente, fra la Rambla Republica de Chile e la Rambla O’Higgins. È fra le spiagge più ampie della zona, caratteristica che la rende anche una delle più amate: contribuisce la fama di essere uno dei lidi più ordinati di Montevideo.

Quest’ultima, del resto, è una caratteristica comune alle altre destinazioni balneari dei dintorni: tutte le sere, infatti, viene eseguita la pulizia delle spiagge per consentire a residenti e turisti di rilassarsi in un contesto piacevole e curato. La spiaggia Malvin è rivestita di sabbia chiara e sottile, bagnata da acque tendenzialmente calme. Anche se non può vantare onde particolarmente alte, è comunque nota per essere una delle migliori spiagge dove fare surf a Montevideo.  A Playa Malvin, tutto è a portata di mano, dai club sportivi ai negozi, per non parlare dell'aeroporto internazionale situato a pochi chilometri di distanza. Allo stesso tempo, la spiaggia offre la possibilità di trovare riparo dal frastuono e dal caos, approfittando di zone tranquille dove prendere il sole. Dopo una rilassante giornata trascorsa in spiaggia, si può continuare la serata a Malvin, quartiere ricco di locali e ristoranti specializzati in piatti tipici.

Spiaggia Ramirez

Playa Ramirez è fra le più comode da raggiungere dal centro di Montevideo: poco stupisce che sia fra le più popolari della città. Il picco delle presenze si tocca il 2 febbraio quando va in scena la festa della Yemanjà, la dea del mare. Playa Ramirez è il set giusto per assistere a questa manifestazione molto particolare.

Nell'occasione, la spiaggia si riempie di curiosi e di devoti che danzano a ritmi frenetici, in preda a una sorta di trance. Il culmine si raggiunge al momento del tramonto, quando le barche con le offerte vengono spinte fra le onde. Mentre si assiste al rito, ci si può deliziare con del buon fish and chips da asporto. La festa della Yemanjà – parte del culto Umbanda – è uno spettacolo molto coinvolgente: va detto però, a scanso di equivoci, che il giorno successivo non è il più indicato per recarsi in spiaggia, data la quantità di rifiuti accumulati.

In tutti gli altri momenti, Playa Ramirez è lo sfondo perfetto per godersi l'abbronzatura, un pic nic sulla sabbia o una corsa rilassata. L’acqua è poco profonda, elemento che ne fa una scelta preferenziale per le famiglie. Proseguendo oltre si incontra Playa Pocitos, generalmente più affollata. A richiamare i residenti e i turisti in zona è anche la ricca offerta di bar e steakhouse: godendosi la vista del Río de la Plata, la serata scorre piacevole tra un assaggio e l'altro. Per svagarsi è a disposizione anche il Parque Rodò, famoso ritrovo di Montevideo che prende nome dal quartiere omonimo, sviluppato fra Pocitos e Punta Carretas.

È una meta classica per le famiglie che offre attrazioni per tutti: accoglie infatti un parco divertimenti, uno stadio, il Teatro de Verano e un lago artificiale. Situato a un'estremità del parco, il laghetto offre uno sfondo incantevole per una passeggiata e per fare un po' di shopping in occasione del mercatino artigianale.

Spiaggia La Mulata

Il nome deriva da una leggenda che narra di un perduto amore e di misteriose monete d'oro disperse in mare da un antico galeone. Di certo, la Mulata è fra le spiagge più tranquille dove ambientare una giornata di relax a Montevideo. Piccola e accogliente, si distingue dalle spiagge più spaziose: si sviluppa infatti per poche decine di metri su una propaggine rocciosa. A dispetto delle dimensioni ridotte, offre una cornice accogliente per un bagno di sole o per una passeggiata rigenerante.

A frequentarla sono, essenzialmente, i residenti e i turisti che cercano una via di fuga dalle spiagge affollate e rumorose e vogliono sperimentare la quiete. La Mulata sorge lungo la Rambla Republica de México, in una zona residenziale di Carrasco. Questa spiaggia speciale ha saputo conservare nel tempo i suoi tratti originari: inclusa la tradizione della pesca, da sempre praticata dalle famiglie del posto. La Playa La Mulata è ai margini della movida e, di conseguenza, non attrae un pubblico giovane e festaiolo.

Ad apprezzarla sono, piuttosto, le famiglie che vengono a qui a giocare e a prendere il sole coi figli piccoli. Fra le sue attrattive ci sono anche i ristoranti situati nei dintorni, dove assaggiare dell’ottimo pesce fresco: si può scegliere tra varie locande, caratterizzate dalla gestione storica delle famiglie di pescatori che trascorrono qui tutto l'anno. Accessibili dalla spiaggia o dalla Rambla, servono le delizie di mare in tutte le stagioni, non solo nei periodi più turistici. Sono, non a caso, ricercate da una clientela selezionata di “intenditori” e amanti dei sapori genuini.

La Playa La Mulata è anche nota come la spiaggia di Gardel: la sua storia, infatti, si intreccia a quella del celebre cantante e interprete del tango. Carlos Gardel cominciò a frequentare la zona all'inizio degli anni Trenta, quando l'arenile era ancora incorniciato da zone alberate. Le fotografie del periodo e le testimonianze degli amici raccontano la grande passione di Gardel per questo tratto di costa, dove il cantante trascorse una delle sue ultime estati: tanto da avviare la costruzione di una casa vacanze nei dintorni. Nel 1981 fu realizzato un monumento a lui dedicato, per mano dell'artista uruguaiano Guillermo Vitale.

Oggi, di questa opera restano solo poche tracce – un grande cuore e il basamento –, ma la memoria del grande artista resta ancora viva. Merita una visita anche il quartiere Carrasco, caratterizzato da belle dimore e ville immerse nel verde. È una sorta di città giardino, ricca di parchi e oasi ben curate che, verso il mare, lasciano spazio alle strutture turistiche in stile moderno.

Spiaggia del Buceo

Playa del Buceo si sviluppa lungo la Avenida Chile, a distanza di sicurezza dal caos della città. È il posto giusto per godersi il sole senza troppo chiasso in sottofondo: tendenzialmente, la spiaggia non è affollata e sa offrire privacy e tranquillità. Difficile scegliere uno sfondo migliore per immergersi nella lettura, o anche per godersi una degustazione di mate contemplando l'orizzonte.

Il porticciolo del Buceo è dedicato alla pratica degli sport nautici e ospita anche la sede dello Yacht Club Uruguay. Da qui, volendo, si può partire per una gita rilassante o per un’escursione di pesca. In zona c’è anche lo Skate Park di Montevideo: ci si può allenare con caschetto e protezioni, oppure ammirare i giovani della zona che si esibiscono sullo sfondo dei graffiti. A breve distanza non mancano i locali dove ordinare un drink o deliziarsi con le bontà locali: per gustare le migliori specialità a base di pesce fresco è possibile spaziare fra vari ristoranti in stile tradizionale.

Parti per Montevideo con Costa Crociere

Sulle spiagge di Montevideo il tempo scorre libero, come per magia: l’orizzonte è sconfinato e le lunghe distese di sabbia sottile invitano a dimenticare tutto ciò che sta intorno. I mesi di gennaio e febbraio sono i migliori per godersi il sole, ma quando le temperature lo consentono, i bagni si moltiplicano e la stagione si prolunga, indugiando dolcemente nel relax.

Lo si può ambientare lungo il Río de la Plata, o dove il Fiume d’Argento si unisce all’oceano: in ogni caso, il divertimento è assicurato. Chi vuole sfidare le onde, può concedersi una fantastica lezione di surf, tra le mille cose da fare in Uruguay. Se sei impaziente di partire, c'è una crociera Costa che ti aspetta!

Parti con Costa Crociere