Ti immagini sdraiato all’ombra di una palma, intento a sorseggiare un coco frío e far scivolare fra le dita la sabbia bianca, fine come borotalco? Playa del Carmen è il posto giusto per ambientare questo sogno: tra le città più animate della Riviera Maya, la località balneare si trova nello stato di Quintana Roo ed è tra le capitali messicane della movida. Playa del Carmen sfoggia un’invidiabile collezione di spiagge, dove godersi il relax caraibico e nuotare in un mare incontaminato, magari a tu per tu con le tartarughe.

Le immersioni sono quasi d’obbligo: questa parte dello Yukatan, infatti, si caratterizza per scenari marini meravigliosi e ospita una delle più grandi barriere coralline al mondo, un autentico miraggio per gli amanti del diving. Tra le migliori cose da vedere a Playa del Carmen ci sono anche i cenote, le caratteristiche grotte formate dal collasso del calcare: un fenomeno che porta alla formazione di piscine naturali dai colori fantastici, con gallerie sotterranee che in alcuni casi si sviluppano che chilometri. In altri, il cenote si trova direttamente in spiaggia, ma la scelta è sconfinata perché la regione ne ospita qualche migliaio: se non te la senti di esplorarli con l’attrezzatura da scuba diving, puoi semplicemente galleggiare a stella o fare un po’ di snorkeling.

Nei dintorni di Playa del Carmen ti aspettano anche le antiche rovine Maya, dove immergersi nel fascino di una cultura misteriosa, fra templi e complessi cerimoniali nascosti nella giungla o affacciati sul mare: un tempo per avvistare il nemico, oggi a incorniciare alcune delle baie più spettacolari del Messico, come quella di Tulum. Di fronte a Playa del Carmen c’è l’isola di Cozumel, famosa per la sua fauna endemica e per le sue spiagge straordinarie. Se ami gli sport acquatici, lo sfondo è servito per praticare la tua attività preferita: immersioni ma anche kajak, windsurf, kitesurf e surf da onda.

Non meno allettante è la gastronomia della Riviera Maya, fra prelibatezze di pesce, tacos e papadulzes: da assaporare nei ristoranti sulla  spiaggia e nei palapas, le caratteristiche dimore col tetto in foglie di palma essiccate. La notte è sempre giovane: a te la scelta se intrattenerti con la tipica musica messicana o scatenarti a bordo piscina nei beach club più cool. 

Ecco le 10 spiagge più belle a Playa del Carmen per vivere una fantastica vacanza sulla Riviera Maya.

Spiaggia di Playa del Carmen

Facilmente raggiungibile a piedi dal centro, la spiaggia di Playa del Carmen è il compromesso perfetto fra divertimento e cornice mozzafiato. Appena arrivati si nota subito il candore della sabbia, a contrasto con le splendide sfumature di azzurro. Viene immediatamente la tentazione di lanciare tutto e correre a in acqua: il fondale, qui, è basso e digrada lentamente, quindi puoi planare tranquillo. La spiaggia di Playa del Carmen è, data la sua posizione, un ritrovo molto gettonato e vivace: se ami fare festa in riva al mare, questo è sicuramente tra i posti più indicati della Riviera Maya. Lungo la spiaggia ci sono tanti bar animati da musica fino a tarda ora, dove chiacchierare e sperimentare i più famosi drink messicani. La movida raggiunge la massima intensità nei locali della Calle 12, dove trascorrere una serata “giusta” tra degustazioni di tequila e mezcal. Non mancano le occasioni per fare shopping: la Quinta Avenida offre tentazioni di ogni tipo, dai costumi di tendenza ai manufatti tipici. 

Spiaggia Punta Esmeralda

A un passo dal cuore della movida, la spiaggia di Punta Esmeralda è un piccolo scrigno azzurro circondato da una fitta cornice verde. Non è solo la vegetazione lussureggiante a prestarle il nome, ma anche un altro “dettaglio”: le acque dolci del cenote che affiora sulla spiaggia, riversandosi direttamente in mare. Questa particolarità rende la baia, piccola ma incantevole, un posto fantastico per rinfrescarsi nell’acqua bassa e tiepida, all’ombra delle palme.

Le sue sfumature sono ipnotizzanti e rendono la caletta, ben riparata dal caos, un vero gioiello. Anche detta semplicemente “La Esmerlada”, la spiaggia è libera e può essere vissuta in tutta libertà: nuotando, lanciando il frisbee o godendosi un pic nic vista mare. La spiaggia di Punta Esmeralda è meravigliosa anche per una passeggiata e per ammirare il tramonto con la tua dolce metà.

Spiaggia Mamitas

Tra i posti più rinomati di Playa del Carmen c’è la spiaggia Mamitas, affollata di beach club dove tirare tardi. La spiaggia attira una clientela internazionale e piuttosto esclusiva ed è il posto perfetto per scatenarsi e fare nuove conoscenze. Il divertimento non finisce mai: in tutte le stagioni, puoi ballare in spiaggia e scatenarti nei club al ritmo di elettronica. Le serate sono animate da noti dj e artisti di grande richiamo: in occasione degli eventi più attesi, la notte si fa molto calda e l’energia è contagiosa. Non serve essere un animale notturno per respirare questa energia: basta semplicemente conquistare un lettino e crogiolarsi sotto il sole, immersi nelle atmosfere eleganti della spiaggia Mamitas.

Se vuoi sentirti il re della spiaggia puoi optare per l’area lounge, molto chic con la sua collezione di baldacchini vista mare e la piscina orlata di palme: per concedersi un’esperienza vip, questa è la cornice ideale. Volendo, puoi fare un giro in moto d’acqua per aggiungere un pizzico di adrenalina, prima di accomodarti nuovamente in postazione. Se ami sentire il vento tra i capelli puoi saltare su una barca a vela per cimentarti al timone, o semplicemente per goderti il panorama, adocchiando la vicina isola di Cozumel. Dopo aver sperimentato tutte le attrattive di Playa del Carmen puoi decidere di esplorare l’isola, saltando su un motoscafo o approfittando di comodi collegamenti giornalieri: ti aspetta un’avventura fantastica. 

Spiaggia di Puerto Morelos

Rispetto ad altre mete molto turistiche, la spiaggia di Puerto Morelos si caratterizza per un’atmosfera più autentica, dato che a frequentarla sono soprattutto le famiglie messicane. Una cornice di tranquillità che non disdegna lo svago: la spiaggia è punteggiata di bar dove intrattenersi con un cocktail colorato, magari tenendo d’occhio i bimbi che giocano sulla sabbia.

La spiaggia di Puerto Morelos è un posto perfetto anche per un pranzo a base di pesce: il piccolo porto è animato dalle barche dei pescatori che portano a riva le fresche delizie del mare. Il loro andirivieni è uno spettacolo piacevole da ammirare, pregustando una bella scorpacciata nei ristoranti dei dintorni. Per smaltire puoi fare una passeggiata fino al Faro inclinado, famoso per aver resistito a due uragani, come si può intuire dalla sua particolare “postura”.

Al mercato de Artesanias portai osservare le creazioni tipiche e, magari, acquistare uno dei tanti souvenir che porterai con te dal Messico. L’attrattiva più stupefacente di Puerto Morelos, tuttavia, è la barriera corallina che si posiziona a breve distanza dalla spiaggia, ambitissima dagli appassionati di immersioni e di snorkeling per le sue meraviglie sommerse. Decisamente spettacolare il cenote chiamato La Cueva del Tapir, situato nelle vicinanze di Puerto Morelos: anch’esso un sito perfetto per un’immersione o una fresca nuotata. Volendo puoi aggrapparti alla zip line e attraversarlo dall’alto, con un bel salto finale. 

Spiaggia di Akumal

La Playa de Akumal è tra le cornici più apprezzate per rilassarli sulla Riviera Maya, come testimonia l’alta concentrazione di resort presenti. Posizionata a circa mezz’ora di guida da Playa del Carmen, la spiaggia è strategica per gli sport all’aria aperta e per le tante attività che puoi praticare nei dintorni. La fortuna turistica della località si deve originariamente a Pablo Bush Romero, affarista appassionato di immersioni che trasformò la zona – in precedenza occupata da una grande piantagione di cocco e raggiungibile solo via mare – in una destinazione molto rinomata.

Ricoperte di polvere bianca e bagnate da acque cristalline, le spiagge di Akumal spiccano per la qualità dei servizi: un paradiso tropicale dove concedersi ogni sorta di sfizio. E dove fare incontri straordinari: la baia di Akumal, infatti, è  famosa per accogliere la schiusa delle uova di tartaruga marina. Indossando l’attrezzatura da snorkeling potrai avvicinarti a queste meravigliose creature, nuotando nel tratto di mare dedicato.

Oltre a bearti nelle acque cristalline, puoi dedicarti a tante attività dinamiche, appoggiandoti ai diving center della zona. Le alternative alle immersioni sono tante: ad esempio, puoi cimentarti col windsurf, o noleggiare un kayak e fare una bella pagaiata. Volendo puoi concederti anche un massaggio rilassante o  un altro trattamenti benessere nelle strutture della zona.

Da non perdere un’escursione alla riserva di Yal-Ku, con la sua meravigliosa laguna costiera dove si fondono acqua dolce e acqua salata. Per gli amanti del diving, il Cenote Dos Ojos è una sorta di leggenda: in immersione si possono percorrere diversi chilometri, tra stalattiti e bagliori irreali. Non è un caso che sia stato immortalato da vari film e documentari che l’anno reso uno dei cenote più famosi del Messico. A poca distanza si trova anche il parco di Xel-Ha: una popolare attrazione acquatica che sposa il divertimento con la conservazione dell’ambiente naturale. Il suo habitat, formato dall’incontro delle acque dolci e dell’acqua salata, è unico: nel grande acquario naturale nuotano pesci tropicali e tartarughe e non manca la possibilità di fare snorkeling coi delfini.   

Spiaggia di Tulum

Impeccabile fascino caraibico e tesori archeologici a un passo dal mare: la spiaggia di Tulum è un desiderio che si avvera per chi condivide l’amore per i paesaggi incontaminati e i misteri della cultura Maya. Affondati nella spiaggia candida, non si finirebbe mai di guardare il panorama, con la sua scenografia di palme e di rocce e la tavolozza del mare dai colori intensi. La vegetazione lussureggiante incornicia il sito archeologico di Tulum, ovvero la “muraglia” in lingua azteca. Le sue mura proteggevano la città dalle minacce sospinte dal mare: tra queste, ci  furono i conquistatori spagnoli che per primo avvistarono il promontorio dominato dal Castillo.

Le rovine di Tulum sono tra le più visitate dell’intero Messico e comprendono diversi siti. Interessante il Tempio del Dio Discendente, dove appare una singolare divinità, raffigurata a testa in giù in un rilievo presente nel fregio superiore: un unicum nell’arte Maya. La spiaggia di Tulum resterà tra i ricordi più preziosi della tua vacanza in Messico. La sorprese continuano con il Cenote Naval: una grande piscina nella giungla dove rilassarsi tra iguane e pesciolini che fanno il peeling. Se ti viene voglia di un po’ di shopping, puoi tuffarti nella selva di negozi della via centrale di Tulum: la tentazione è quella di comprare tutto, ma conviene selezionare per non riempire anzitempo la valigia.

Spiaggia Ruinas

Percorrendo la scala in legno che conduce al Castillo, la vista si apre su un’autentica meraviglia: Playa Ruinas. La baia è un gioiello sfolgorante nell’azzurro, su cui troneggiano le rovine Maya. Per accedere alla spiaggia è necessario acquistare l’ingresso per il sito di Tulum, ma ne vale la pena: oltre a visitare uno dei complessi archeologici più belli del Messico, la ricompensa è doppia, grazie alla possibilità di ammirare una delle spiagge più spettacolari al mondo. La piccola baia è un’autentica visione, dove la spiaggia bianca si fonde alla vegetazione, aggrappata a rocce maestose protese verso il mare. Chi ha la fortuna di fare il bagno a Playa Ruinas può nuotare in acque trasparenti, facendosi incantare dalla vista del Castillo che conferisce un che di misterioso all’insieme.

Da qui si avvistavano le navi nemiche, ma l’edificio era anche sfondo di pratiche più misteriose, come i sacrifici umani propiziatori. Il colpo d’occhio è sensazionale. La maggior parte dei visitatori affolla il sito archeologico: anche se la baia non è grandissima, hai buone chance di ritagliarti uno spazio di relax in spiaggia. Da non perdere la laguna Kaan Luum, a una decina di chilometri da Tulum: una gigantesca piscina naturale incorniciata dalla giungla, dalle mangrovie e da farfalle colorate. Il suolo è argilloso, perfetto per una rilassante sessione di esfoliazione cutanea.

Puoi nuotare nelle sue acque placide, oppure osservarle dall’alto percorrendo la passerella sospesa sulla laguna: al suo interno si trova anche un cenote, ben delimitato per consentire a tutti di fare il bagno in sicurezza. Volendo puoi anche affittare il kayak per esplorare la riserva a pelo d’acqua. 

Paradise Beach

Non si tratta di una cornice come un’altra per ravvivare la tintarella: Paradise Beach, o Playa del Paraiso, è considerata fra le più suggestive dello Yucatan e i colori dell’acqua sono incredibili. Tra le spiagge più famose di Tulum, è anche tra le più fotografate con la sua lingua di sabbia cinta di palme accarezzate dal vento. Non distante dalle rovine Maya, è apprezzata anche dagli amanti dello yoga che possono esercitarsi in una cornice mozzafiato, condividendo lo spazio con gli iguana. Se ti prende la voglia di snorkeling, puoi approfittare delle escursioni organizzate in barca. Paradise Beach è attrezzata con una varietà di bar e ristoranti, dove deliziarsi con drink tropicali e succulenti frutti di mare. Paradise Beach è anche il nome di una vicina spiaggia situata sull’isola di Cozumel: una destinazione molto gettonata e family friendly, grazie anche alla piscina riscaldata più grande dell’isola. 

Spiaggia di Xcacel

Quando si tratta di abbronzatura, la tua priorità è lo scenario incontaminato, mentre i servizi vengono al secondo posto? In questo caso non possiamo che consigliarti Playa de Xcacel: un sconfinata distesa sabbiosa dove la tranquillità è assicurata rispetto alle spiagge più affollate. La spiaggia è compresa in un’area protetta con precise regole da rispettare, per garantire la salvaguardia dell’ecosistema. Qui si entra in punta di piedi: oltre ai turisti, la spiaggia accoglie le tartarughe marine che vengono a deporre le uova. Nel Santuario delle tartarughe è possibile godere di un privilegio unico: ammirare la schiusa delle tartarughine, facendo attenzione a non avvicinarsi troppo per non disturbare gli animali.

Con la maschera da snorkeling, inoltre, si può nuotare in compagnia di questi fantastici animali, anche senza ricorrere a un’escursione organizzata. La spiaggia di Xcacel è riservata agli amanti della natura. Per godere di questa bellezza è necessario adattarsi un po’ e rinunciare a qualche servizio: ad esempio, al classico chiosco dove rinfrescarsi con una bibita o trovare riparo all’ombra. Passeggiare in questo ambiente selvaggio, però, è un’emozione unica e si rinuncia volentieri ai bar chiassosi che turberebbero l’atmosfera. La spiaggia di Xcacel vanta anche un piccolo cenote detto Xcacelito, facilmente raggiungibile tramite un sentiero che s’inoltra nella giungla: deliziose le sue acque color smeraldo in cui si tuffano le mangrovie.

Un’avvertenza: c’è chi sceglie di rinunciare alla spiaggia di Xcacel per non turbare il suo fragile equilibrio. Se sei tra questi, puoi consolarti con le mille attrazioni presenti nei dintorni. Il parco Xcaret è fra le mete top della Riviera Maya: non un semplice parco acquatico, ma una collezione di tesori naturali che si estende per decine di ettari. Qui potrai trovare fiumi sotterranei da percorrere su ciambelle giganti, una spiaggia tropicale e attrazioni di ogni genere: dall’acquario interattivo al Farfallario, senza tralasciare gli spettacoli che portano in scena la cultura e il folklore locale. 

Isla de la Pasion

Come abbiamo visto, anche l’isola di Cozumel vanta la sua Paradise Beach. Circondata di barriere coralline, l’isola sposa l’anima caraibica a un patrimonio naturalistico unico. Tra gli animali che la popolano ci sono colibrì, procioni, coati e altre specie rare e minacciate. L’isola è disseminata di lagune, cenotes e rovine Maya sparse tra la foresta, come il sito di El Caracol, situato a breve distanza dalla spiaggia Encantada. Difficile scegliere la spiaggia più bella di Cozumel, ma in lizza c’è sicuramente Isla de la Pasion, a nord di San Miguel: il prototipo del paradiso tropicale, dove avvistare tartarughe e numerose specie di uccelli selvatici. Le spiagge dell’isola offrono una miriade di spot ideali per lo snorkeling e le immersioni: la meravigliosa barriera corallina è tra le più grandi al mondo.

A Cozumel puoi vivere fantastiche avventure alla scoperta del reef, da esplorare con l’aiuto di una guida per ammirare in sicurezza i loro tesori subacquee. Oltre alle spiagge più famose, Cozumel vanta anche insenature più tranquille, dall’atmosfera placida e romantica: liberamente accessibili, si distinguono dalle lussuose spiagge all inclusive che risultano spesso molto affollate. Sull’isola puoi praticare numerosi sport acquatici: dai più rilassanti ai più movimentati, inclusi windsurf e surf da onda: i cultori di questo sport – o chi vuole sperimentare l’ebbrezza – può trovare diversi spot dove lanciarsi con la tavola, approfittando di onde perfette.

Parti per Playa del Carmen con Costa Crociere

Non sai resistere al richiamo di una spiaggia caraibica ricoperta di sabbia bianca? Sogni di rilassarti in una cabana, o su un amaca sospesa tra le palme? Playa del Carmen è la destinazione ideale con le sue meravigliose spiagge circondate di antiche rovine, lagune e reef incantati. La zona abbonda di riserve naturali popolate di animali rari ed è un paradiso per gli amanti della natura.

A poca distanza dalle spiagge più famose, poi, ti aspettano lussureggianti parchi acquatici dove vivere avventure di ogni tipo. Il cibo e la movida non deludono, in una delle località più festaiole dello Yucatan: una parentesi nella Riviera Maya, come avrai capito, non prevede rinunce. Fatti rapire da Playa del Carmen: con Costa Crociere potrai vivere la più rilassante delle vacanze, facendo tue le spiagge più desiderate e le atmosfere colorate e vivaci del Messico. 

Parti con Costa Crociere