Basta allontanarsi di qualche chilometro da Roma per scoprire spiagge fantastiche e, per certi aspetti, inaspettate. Il litorale laziale vanta tratti spettacolari e aree di grande pregio naturalistico comprese in parchi protetti, oltre a spiagge molto animate, come il lido di Latina e la spiaggia di Terracina, dove gli stabilimenti balneari hanno il sopravvento. Poco più a sud di quest'ultima si incontra l'antico borgo di Sperlonga, incorniciato da meravigliose spiagge di sabbia fine.

Da ammirare anche a bordo del kajak: la bellezza di questo tratto di costa è molto intensa e invita a concedersi un'escursione in canoa per contemplare il promontorio di Capovento e le magiche grotte presenti nei dintorni. Una volta avvistata la spiaggia dei propri sogni, si più lasciare la canoa sulla sabbia e godersi la tintarella: o, magari, infilarsi in un antro marino per scrutare i paesaggi di roccia e i giochi di luce. Grande fascino sfoggiano le vicine spiagge di Gaeta, per non parlare dell'isola di Ventotene, e delle baie comprese nel parco nazionale del Circeo, incorniciate da morbide dune e da una vegetazione rigogliosa: ci si tuffa senza indugio in acque trasparenti, rapiti dal panorama selvaggio.

Chi non si accontenta può concedersi una lezione di surf, approfittando di spot molto ricercati dai cercatori di onde. Anche il palato esige qualche soddisfazione: nei dintorni di Roma, del resto, è quasi inevitabile indulgere in una scorpacciata, anche senza aver prima bruciato migliaia di calorie con la tavola. Le spiagge di Roma mettono di buonumore ed è un fatto: il buon cibo contribuisce in maniera determinante a questo stato d'animo. Hai già cominciato a fare le valigie? Per goderti al massimo il relax, salpa con Costa: nel frattempo puoi iniziare a sognare le 15 spiagge più belle di Roma:

Spiaggia di Santa Marinella

Santa Marinella è famosa per diversi motivi, incluso il fatto di ospitare alcuni dei migliori spot in Italia per il surf da onda. Anche senza essere appassionati di questo sport così selettivo, si resta affascinati dalla bellezza del mare e del paesaggio: fatto di insenature rocciose e spiagge di sabbia che si susseguono l'una all'altra. Basta solo scegliere: tra le opzioni più gettonate c'è la grande spiaggia principale, un'accogliente distesa di sabbia con aree ben attrezzate che si prolunga in direzione di Capolinaro.

Leggendaria la fama di Banzai Beach, storico ritrovo dei surfisti fin dagli anni Ottanta: basti dire che qui si svolgono le gare del campionato italiano. Uno spettacolo tutto da ammirare, o cui prendere parte in prima persona: per chi ha dimestichezza con la tavola, la tentazione di cavalcare le onde è irrefrenabile. Il nome della spiaggia riecheggia la celebre spiaggia hawaiana dove si trova l'omonimo spot – Banzai Pipeline  – dal fascino estremo. Oltre ad attrarre i surfisti romani, questo piccolo lido richiama anche i buongustai: anche se il mare è liscio come l'olio, presso lo stabilimento balneare si possono degustare golosi piatti di pesce, come i rinomati spaghetti alle telline. L'alternativa, per chi trascorre l'estate a Santa Marinella, sono le immersioni: i fondali, pieni di vita, sono ricchi di sorprese per chi ama curiosare sotto la superficie del mare.

Spiaggia di Capocotta

La spiaggia di Capocotta è compresa nella Riserva naturale Litorale Romano, un'area di grande importanza dal punto di vista ambientale, grazie al suo sistema di dune ancora ben conservato: un paesaggio prezioso, purtroppo minacciato dall'antropizzazione e dalle mareggiate. Situata tra il lido di Ostia e Torvajanica, la spiaggia è da sempre meta dei naturisti, attratti dall'atmosfera incontaminata. Il litorale si estende per una manciata di chilometri, rivestiti di sabbia morbida: si può passeggiare sul lungomare o prendere il sole fra dune e macchie di arbusti mediterranei.

I fondali sabbiosi sono perfetti per una tranquilla nuotata: volendo fare un'immersione, a poca distanza sorge l'area marina protetta Secche di Tor Paterno. La spiaggia di Capocotta offre anche aree attrezzate per il noleggio di ombrelloni e lettini, e vari chioschi dove concedersi rilassanti degustazioni a base di pesce. Selezionando un po', la privacy non manca: ben delimitata e visibile l'oasi naturista, un autentico microcosmo all'interno della spiaggia. Con il costume o senza, Capocotta è senza dubbio tra le spiagge più popolari e più caratteristiche nei dintorni di Roma.

Spiaggia Bufalara, Sabaudia

La spiaggia della Bufalara è un'ottima opzione per chi cerca uno sfondo piacevole e tranquillo per godersi il mare. Ci troviamo sul lungomare di Sabaudia, nel Circeo, all'interno di un parco protetto: qui, dove un tempo sorgeva la palude pontina, si ammirano oggi dune costiere e distese verdeggianti. Il nome deriva dalla presenza delle bufale che, per l'appunto, pascolano indisturbate nei paraggi: mentre si fa il bagno è possibile adocchiare, in lontananza, i pacifici animali che vivono allo stato brado. Per raggiungere la spiaggia si percorre un sistema di passerelle in legno, inoltrandosi fra le dune e i ciuffi di macchia mediterranea.

Come dicevamo, la Bufalara è il posto giusto per prendere il sole in tranquillità: è, solitamente, garanzia di privacy grazie all'assenza di servizi e punti di ristoro. Si rimedia facilmente con il pranzo al sacco, conquistando in cambio la quiete.

Spiaggia di Torre Paola, Sabaudia

Limitrofa alla spiaggia della Bufalara, Torre Paola è, semplicemente, un incanto: oltre a essere sconfinata, è movimentata da piccole dune di sabbia che luccicano sotto il sole come polvere d'oro. Le dune sfumano nella vegetazione mediterranea e nel vicino Lago di Paola – anche noto come Lago di Sabaudia – che segue il profilo della costa. Una volta steso l'asciugamano – nelle aree libere o in quelle attrezzate – non serve altro per godersi la giornata: se però scatta il languorino c'è un famoso ristorante dove concedersi sfizi a volontà.

Guardandosi intorno, si ammira un paesaggio selvaggio e la sagoma inconfondibile della torre costiera. Il mare limpido è doppiamente seducente per chi insegue le onde: il soffio dei venti, infatti, può creare le condizioni ideali per divertirsi con il surf e il kite. Non serve necessariamente essere esperti: le onde, qui, sono gentili anche con i principianti. Insomma, chiunque può cogliere l'occasione per prenotare una bella lezione di surf: bambini inclusi.

Le Batterie, Circeo

La prima tentazione, per chi raggiunge Le Batterie, è quella di scaldare i muscoli, fare un bel salto e infilarsi a capofitto nell'acqua turchese. Questa fantastica spiaggia è, infatti, un set molto gettonato per i tuffi: elemento che contribuisce alla spettacolarità dell'insieme. Per emozionarsi, del resto, basta constatare la particolarità del paesaggio: un autentico quadro, con pennellate decise che tratteggiano piccole calette naturali incastonate tra falesie e rocce aguzze.

Chi ama le spiagge selvagge, qui si sente perfettamente a proprio agio, anche se non mancano spazi più confortevoli ricoperti di ciottoli. Chi vuole esibirsi in un gesto atletico può sfidare gli amici in una gara di tuffi, approfittando anche delle spianate in cemento. Le Batterie incanta per le sfumature smeraldine del suo mare: un motivo più che valido per visitare questa spiaggia, povera di servizi ma con fascino da vendere.

Spiaggia di San Felice, Circeo

Tra le migliori spiagge del Circeo spicca San Felice, allungata ai piedi del promontorio. Il paesaggio è vario: si va dal litorale sabbioso alle zone rocciose dove stendere l'asciugamano fra il verde della macchia. È una meta molto amata dalle famiglie che possono usufruire di numerosi servizi: ma anche dalle comitive di amici che, da parte loro, preferiscono sistemarsi nei tratti di spiaggia libera.

San Felice risulta molto attrattiva anche per gli sportivi: quando si leva il vento, infatti, i più giovani accorrono numerosi, impazienti di lanciarsi in acqua con il windsurf e il kite. Per non annoiarsi, basta contemplare le loro gesta e, magari, sognare di emularli. Il diving è un'ottima alternativa, grazie al richiamo esercitato da un sito di immersione molto noto: la statua sommersa del Cristo del Circeo.

A breve distanza di trova anche la fascinosa Grotta delle Capre, circondata da un'aura mitica. Il nome deriva dall'antica usanza di ricoverare qui le greggi, sfruttando l'ampiezza dell'antro, collegato da un un sentiero affacciato sul mare. Lo splendore del mare incanta gli appassionati di snorkeling: per non parlare della vista che si contempla dall'alto del sentiero.

Spiaggia di Bazzano, Sperlonga

Sviluppata fra la grotta di Tiberio e il promontorio di Capovento, la spiaggia di Bazzano sorge nei dintorni della Villa Romana: le rovine archeologiche sono un'attrattiva da non perdere, degna di una visita anche solo per gustarsi il panorama. Meta prediletta dei locali – oltre che dei turisti – la spiaggia si caratterizza per lo scenario arioso e per la sabbia chiara e impalpabile che la ricopre.

La fama di Bazzano Beach si deve anche alle sue feste e ai suoi dj set: nei mesi estivi il suono della consolle coinvolge folle di giovani in scatenati beach party. Oltre a ballare in costume, si può noleggiare una canoa per esplorare la costa e le fascinose grotte che si aprono ai piedi del promontorio. 

Spiaggia delle Bambole, Sperlonga

Il mare è caraibico e la cornice è quella del Parco Naturale Riviera di Ulisse: questo luogo meraviglioso si chiama spiaggia delle Bambole, piccolo lido dal fascino intrigante. Ricoperta da un misto di sassolini e sabbia sottile, l'insenatura si sviluppa tra il promontorio e Punta Cetarola. Ci si può arrivare anche in barca o in canoa, godendosi i paesaggi del tratto costiero che la collega a Bazzano.

Il nome della spiaggia deriva dalla grotta delle Bambole: più precisamente dalle stalagmiti e dalle stalattiti che si trovano al suo interno, la cui forma rievoca appunto quella di una serie di statuine scolpite nella roccia. La grotta si trova subito dopo la baia, verso la spiaggia di Itri, ed è raggiungibile esclusivamente via mare. La sovrasta una ripida falesia, irresistibile per gli amanti del climbing che, quando le temperature sono più miti, si cimentano qui nell'arrampicata. Quando il sole indora la pelle, la spiaggia – attrezzata con un stabilimento privato – diventa una  splendida oasi al riparo dai luoghi più affollati e caotici. 

Spiaggia di Canzatora, Sperlonga

Canzatora è parte della spiaggia di ponente di Sperlonga, nota per i suoi tramonti suggestivi. Piccola e curata, accoglie un pubblico vario che spazia dalle famiglie ai giovani, richiamati dalla sua sabbia chiara, dai riflessi dorati e dalla consistenza sottile. Posizionata in direzione di Terracina, è tra i lidi di riferimento per chi visita Sperlonga. Dopo essersi rilassati in spiaggia, si può optare per una passeggiata nel borgo, arroccato su uno sperone di roccia: è, con la sua forte identità mediterranea, tra i centri storici più pittoreschi del litorale laziale e annoverato, non a caso, fra i borghi più belli d'Italia. Tra gli scorci più iconici c'è la Torre Truglia, situata sulla punta del promontorio.

Spiaggia di Fontana, Sperlonga

Restiamo sul lido di ponente con la spiaggia di Fontana: è una delle più frequentate della zona, grazie alla sua vicinanza col centro. Per raggiungerla, basta infatti una passeggiata di pochi minuti partendo dall'omonima piazza Fontana, un classico ritrovo sul lungomare per sorseggiare l'aperitivo e per una chiacchierata al tramonto.

Caratteristica comune alle altre spiagge di Sperlonga, la sabbia che la ricopre è fine, dalla tonalità chiara e dalle sfumature calde. Può diventare decisamente affollata in alta stagione, data la sua posizione strategica. Niente di cui stupirsi: la vista è impreziosita dal borgo di Sperlonga che sorge sullo sfondo. Passeggiando fra i suoi vicoli candidi, lo sguardo corre inevitabilmente al mare e alla meravigliosa collezione di spiagge sottostanti.

Spiaggia di Sant'Agostino, Gaeta

L'acqua è cristallina, la sabbia fine e dorata e lo scenario spettacolare: ci troviamo sulla spiaggia di Sant'Agostino a Gaeta, dominata dal Monte Moneta che crea una quinta molto scenografica. La più lunga di Gaeta, è uno sfondo molto ambito per il relax: non solo in alta stagione, ma anche nei mesi più tranquilli, quando le folle di vacanzieri lasciano spazio ad atmosfere idilliache. I presupposti per farne una delle più belle spiagge laziali ci sono tutti: pregio paesaggistico, lido spazioso e – per accontentare i golosi – ristoranti con menu sfiziosi.

Notevole la trasparenza dell'acqua che può fare invidia ad altre località decisamente più note. La spiaggia è ben nota anche ai climbers che amano sfidare le pareti del Monte Moneta. Quest'ultimo si erge sulla Piana di Sant'Agostino, offrendo una varietà di settori con vie in placca e a strapiombo: off limits nel periodo di nidificazione del falco pellegrino.

Spiaggia dell'Arenauta (Trecento Gradini), Gaeta

Riparata da un'alta scogliera, la spiaggia dell'Arenauta è nota come una delle prime spiagge del Lazio ad essere state colonizzate dai naturisti. Negli anni Settanta, si trattava a tutti gli effetti di un'oasi segreta, raggiungibile solo via mare o facendosi strada su percorsi poco agevoli. Negli anni, anche qui hanno cominciato a comparire i primi stabilimenti balneari e le nuove vie di collegamento hanno ridotto la sua leggendaria inaccessibilità.

Situata lungo la strada Litoranea, la spiaggia dell'Arenauta ha comunque saputo conservare il suo aspetto autentico e ancora oggi spicca fra le più selvagge del golfo di Gaeta: piuttosto affollata nei periodi più turistici, schiude tutta la sua magia nei momenti più tranquilli dell'anno. L'arenile si sviluppa in una serie di spiagge ricoperte di sabbia chiara, delimitate dalle imponenti scogliere sullo sfondo. Verso la spiaggia Le Scissure si trova la zona riservata ai naturisti, ma in alternativa ci sono varie aree attrezzate e villaggi balneari. Vi si arriva percorrendo i famosi 300 gradini – da cui il nome alternativo di spiaggia Trecento Gradini, appunto –: una lunga rampa che scoraggia qualcuno, ma non certo gli amanti degli scorci incontaminati.

Lido di Latina

Abitualmente chiamata Lido di Latina –  o Latina Lido – , la spiaggia di Marina di Latina abbonda di turisti e di strutture ricettive che accolgono i suoi tanti estimatori. L'arenile è suddiviso in due spiagge principali, quella di Foce Verde e la spiaggia di Capo Portiere. La prima si trova presso la frazione di Borgo Sabotino ed è meta prediletta delle famiglie, grazie ai suoi fondali bassi e sicuri. Si può scegliere tra aree libere ed aree attrezzate e, volendo, noleggiare il necessario per gli sport acquatici.

La qualità delle acque è eccellente: si può dire lo stesso per la spiaggia di Capo Portiere, anch'essa a misura di bambino. Qui lo scenario si fa più selvaggio, con scenografiche dune sabbiose. Chi non si accontenta di guardare il mare dal lettino, o di sguazzare nei pressi del bagnasciuga, può concedersi esperienze più movimentate, come una gita in barca o un'uscita col kite.

Spiaggia di Terracina

Il lungomare di Terracina sorge tra San Felice Circeo e Sperlonga e offre un'alternanza di tratti liberi e aree attrezzate: la maggior parte dello spazio utile, tuttavia, è occupato dagli stabilimenti balneari. Lungo la spiaggia si sviluppano la passeggiata pedonale e la pista ciclabile, mentre sullo sfondo si staglia la sagoma del promontorio del Circeo. La posizione strategica ne fa una delle spiagge più frequentate della zona, grazie anche all'ampia disponibilità di spazio e di servizi fra cui scegliere.

La litoranea si sviluppa per diversi chilometri ed è sfondo di rilassanti pedalate e passeggiate all'ora del tramonto: tra le zone più ambite, in questo senso, c'è il cosiddetto lungomare Circe. A piedi o in bici si può raggiungere anche il molo, dove osservare i pescatori e il Monte Sant'Angelo. Chi ama le vacanze energetiche può mettersi in mostra con il windsurf o il kite. Le soddisfazioni non mancano, poi, per i golosi: l'offerta di ristorazione è molto ampia, in particolare per gli amanti del pesce.

Spiaggia di Cala Nave, Ventotene

Impossibile tralasciare le spiagge delle isole Pontine: questo arcipelago da sogno, posto al largo del golfo di Gaeta, ne accoglie di meravigliose. Dovendone scegliere una potremmo citare Cala Nave, la più grande di Ventotene, situata lungo la costa nord-orientale dell'isola. Quest'ultima è facilmente raggiungibile da Anzio, Formia e Napoli, oltre che dall'isola di Ponza, la maggiore dell'arcipelago. I colori del mare, qui, lasciano senza parole, così come la sua trasparenza.

La spiaggia è rivestita di sabbia morbida, dalla caratteristica tonalità scura e dai riflessi di bronzo: è un segno eloquente dell'origine vulcanica di Ventotene. Non può lasciare indifferenti la purezza dei fondali, così come il panorama: in lontananza si ammira la sagoma di Santo Stefano, isola compresa nell'area marina protetta di Ventotene. La spiaggia prende nome dai grossi scogli che la circondano ed è ben servita con un'ampia scelta di ristoranti e locali.

Per godersi questo gioiello, basta una piccola passeggiata dal paese: fatto non scontato a Ventotene, dove esistono poche spiagge sabbiose raggiungibili via terra. Oltre a Cala Nave, per godere di questo privilegio si può puntare su Cala Rossano, affacciata sul porto ma molto spettacolare dal punto di vista paesaggistico. 

Parti per Roma con Costa Crociere

Stupito dalle mille attrattive delle spiagge di Roma? Questa parte d'Italia, come abbiamo visto, può fregiarsi di lidi incantevoli, ciascuno con una personalità distintiva: questa varietà è in grado di accontentare ogni tipo di preferenza. Cerchi un'oasi tranquilla dove rilassarti senza dover sgomitare per stendere l'asciugamano, e dove abbronzarti tra scorci selvaggi?

Preferisci un lido attrezzato con ogni comodità e bagnato da acque terse, dove concederti placide nuotate e golose esperienze gastronomiche? Non riesci a stare fermo e hai energie in esubero da dedicare a surf, immersioni e gite in canoa? Le spiagge di Roma aspettano solo di accoglierti, per farti scoprire il volto più bello dell'estate: qualunque esso sia. Con una crociera Costa, le mete più belle sono vicine ai tuoi sogni: inclusi i lidi più desiderati del litorale laziale.

Parti con Costa Crociere