I tram in stile vintage – detti Cable Car –, l'isola di Alcatraz e il mitico Golden Gate Bridge: sono tra le immagini simbolo di San Francisco. Non scordiamoci, però, che questa città cosmopolita sorge sulla rive dell'Oceano, nella leggendaria West Coast: la cosiddetta “City by the Bay” si trova infatti sulla punta della penisola di San Francisco, appunto, che separa la baia dal Pacifico. Le sue spiagge hanno un fascino iconico, anche se molto diverso rispetto a quello della Southern California – la SoCal – dove si sta perennemente in bikini. Cosa vedere a San Francisco per cogliere questa identità così particolare? Ad esempio, la famosa Baker Beach, punto di osservazione privilegiato per ammirare il celebre ponte rosso, oppure Ocean Beach, dove sperimentare il magico rito del falò sulla spiaggia. Rispetto alle altre località balneari californiane, San Francisco ha una particolarità: la nebbiolina fa spesso capolino nel cuore dell'estate, ma da settembre in poi – e all'inizio della primavera – tende a diradarsi, lasciando spazio a temperature piacevoli che proseguono fino all'autunno. San Francisco, del resto, si trova nella cosiddetta NorCal – la  California del Nord – dove l'acqua del mare tende a risultare piuttosto fredda. San Francisco non sarà la città più soleggiata della California, ma le sue spiagge sono tra le migliori per godersi una passeggiata e un panorama mozzafiato. Provare per credere: ecco le 11 spiagge più belle di San Francisco, tra i must per chi viaggia negli USA con una crociera Costa:

Baker Beach

Apriamo con la spiaggia più nota di San Francisco: Baker Beach. Questa lunga distesa di sabbia si sviluppa per circa un miglio, in una cornice inimitabile, con la silhouette del Golden Gate Bridge all'orizzonte. Nelle giornate di sole, la spiaggia è letteralmente presa d'assalto ed è quasi impossibile trovare parcheggio. Baker Beach è sfondo di piacevoli pic nic, grazie all'apposita area attrezzata con barbecue dove godersi una grigliata in compagnia. Per chi ama passeggiare col proprio amico a quattro zampe, non mancano le zone dog-friendly: incluse quelle dove i cani possono correre liberamente senza il guinzaglio. D'altra parte, i tuffi sono decisamente sconsigliati per via delle forti correnti: ci si rinuncia volentieri perché lo scenario compensa degnamente. Se scatta la voglia di un drink, nelle vicinanze ci sono diversi locali dove sorseggiare un buon margarita. Pur non essendo ideale per il nuoto, Baker Beach resta il riferimento numero uno per il relax outdoor a San Francisco e fra i migliori spot inclusi nella Golden Gate National Recreation Area. Quest'ultima comprende 26 spiagge situate nei dintorni della città, dove dedicarsi a svariate attività: passeggiate a piedi e in bicicletta, fotografia e visita alle numerose strutture militari di interesse storico. Fra le attrazioni più popolari nei dintorni di Baker Beach c'è Battery Chamberlain, dove osservare i ranger alle prese con le cosiddette disappearing guns, cannoni mobili capaci di rendersi invisibili al nemico: chi percorre il sentiero California Coastal Trail può assistere anche a questa curiosa dimostrazione. Baker Beach ospita anche una zona riservata al nudismo, largamente praticato a San Francisco. Più in particolare si tratta di North Baker Beach, area “clothing optional”. Chi cerca il massimo della privacy può rifugiarsi in una zona praticamente invisibile, situata in cima alle rocce, con la dovuta attenzione: per facilitare la salita, ci sono delle corde fissate alla scogliera. Una volta giunti in cima, si può prendere il sole – integrale – al riparo dagli sguardi indiscreti.

China Beach

Senza staccare lo sguardo dal Golden Gate Bridge, ci spostiamo a China Beach: la perfetta alternativa a Baker Beach nei giorni più affollati. Piccola e riparata, China Beach sorge a brevissima distanza: quando c'è bassa marea, può capitare di spostarsi a piedi dall'una all'altra. Per chi ama la quiete, China Beach è l'ideale: una sorta di piccola racchiusa fra le rocce che sorgono su entrambi i lati. L'atmosfera è più tranquilla rispetto a Baker Beach e il panorama non ha nulla da invidiare a quest'ultima: lo sguardo accarezza anche le Marin Headlands in lontananza. Anche qui, oltretutto, è presente un'area pic nic per le grigliate. L'unica rinuncia? Gli amici pelosi devono restare a casa perché non sono presenti zone dog friendly. Quando alle tentazioni golose, la scelta non manca: nei dintorni, ad esempio, ci si può ristorare con del pollo fritto e dei waffles. Oppure, optare per il cibo etnico in modalità take away, da gustare comodamente in spiaggia.

Marshall's Beach

Tra il Golden Gate Bridge e North Baker Beach si trova Marhall's Beach, una spiaggia lunga e sottile delimitata da ripide rocce. La sua particolare conformazione la rende intima e riparata, ragion per cui è molto popolare anche fra i nudisti: i vestiti, qui, sono un optional, come in molte altre spiagge di San Francisco. È generalmente poco affollata, per ragioni che non hanno nulla a che fare col suo indubbio fascino. Il primo motivo è l'esiguità dello spazio a disposizione che, con l'alta marea, tende a ridursi vistosamente. Inoltre, si tratta di una spiaggia poco segnalata e piuttosto difficile da raggiungere: per conquistarla bisogna attraversare la scogliera, seguendo un itinerario un po' avventuroso. Non è una valida ragione per rinunciare a Marhall's Beach, unica per il suo aspetto selvaggio: tenendo presente, in ogni caso, l'eventualità di dover sfidare le maree che, a volte, tendono a far letteralmente scomparire la spiaggia. Vale la pena, come minimo, di ammirarla dall'alto: approfittando dei migliori punti panoramici o facendosi strada per qualche metro sulla scogliera. Marhall's Beach è un punto di riferimento per la comunità gay, ma attira simpatie trasversali: trattandosi di una spiaggia piuttosto isolata, la soluzione migliore è attrezzarsi col pranzo al sacco.

Ocean Beach

Rispetto alle altre spiagge della città, Ocean Beach si caratterizza per essere molto ampia: si allunga infatti per oltre tre miglia, offrendo spazio a volontà per sistemarsi al riparo dalla folla. Oltre a essere la più grande di San Francisco, è molto popolare fra gli amanti del surf e del kite, grazie alle sue onde portentose. Non è uno spot per principianti: meglio evitare di lanciarsi in acqua con la tavola, a meno che non si sappia esattamente cosa si sta facendo. La spiaggia è compresa tra Cliff House e Sloat Boulevard e si sviluppa lungo il Sunset District di San Francisco. La parte più selvaggia si trova a nord, dove il Golden Gate Park si affaccia sull'oceano. Ocean Beach ospita anche una famosa tradizione californiana: il falò sulla spiaggia. Proprio qui, del resto, ha avuto origine il celebre Burning Man Festival. Questo rito è vietato nella maggior parte delle spiagge, ma non a Ocean Beach: esistono infatti apposite buche – sono 16 per l'esattezza –  dove, da marzo a ottobre, è possibile accendere un fuoco. L'importante è portare con sé la legna e arrivare prima che tutte le postazioni siano tutto esaurite: eventualità probabile nel fine settimana, quando le buche vanno letteralmente a ruba. In questo caso, non ci si potrà riscaldare col tepore del fuoco, ma lo spettacolo resta molto emozionante. Nei momenti di bassa marea ci si può spingere fino a Ortega Street per cercare di avvistare il relitto della “King Philip” il cui scafo, in rare occasioni, spunta dalla sabbia: è solo una delle 20 navi naufragate nei dintorni tra il 1850 e il 1929.

Fort Funston

Ford Funston non è una semplice spiaggia, ma un luogo da esplorare. Questa zona ventosa, sede di un'installazione militare dismessa, è oggi un piccolo paradiso per l'attività all'aria aperta, compreso nei siti storici della Golden Gate National Recreation Area. Per raggiungere Ford Funston si segue un percorso piuttosto ripido, molto apprezzato anche dai cagnolini che qui possono correre senza freni. Fort Funston è, indubbiamente, fra i luoghi preferiti dagli amici a quattro zampe, ma sa attrarre un pubblico molto più ampio. Offre, infatti, uno scenario molto piacevole per andare a passeggio, gironzolando fra le dune con la brezza che ti spettina i capelli. Sono molti gli sportivi che approfittano del vento, in particolare per concedersi divertenti avventure in deltaplano o con il parasail. Fort Funston Beach è una spiaggia poco nota e proprio per questo tanto più affascinante. A mantenerla tranquilla è, oltre alla posizione periferica, proprio il vento: se non è eccessivamente forte, la spiaggia è lo sfondo perfetto anche per romantiche passeggiate a cavallo o in bicicletta. Per sicurezza, a ogni modo, è consigliabile dare un'occhiata alle previsioni meteo ed eventualmente – quando gli elementi si scatenano – optare per una spiaggia meno esposta. Quanto alla posizione, ci troviamo nella parte più meridionale della Pacific Coast di San Francisco. Per godersi la vista della spiaggia si può usufruire anche di una piattaforma panoramica in legno situata nei pressi del parcheggio. Sono presenti due sentieri per raggiungere Fort Funston Beach: il più diretto è quello che conduce anche a Phillip Burton Beach e verso la piattaforma di lancio per i deltaplani. Camminando verso la spiaggia si incontra anche un'installazione militare con due tunnel percorribili a piedi.

Chrissy Field

Chrissy Field è una spiaggia molto particolare: al giorno d'oggi, si tratta a tutti gli effetti di una delle spiagge più godibili di San Francisco, ma a ben vedere non è sempre stato così. Un tempo, infatti, si trattava di una vera e propria “wasteland”, un'area ricca di rifiuti e materiali contaminati ad uso dell'esercito. Da allora sono trascorsi vari anni e un poderoso intervento di bonifica, curato dal National Park Service, l'ha resa una zona sicura e piacevole dal punto di vista paesaggistico. Movimentata dalle dune, Chrissy Field ospita anche una zona lagunare dove, volendo, ci si può dedicare al birdwatching. Gli sportivi, da parte loro, possono esercitarsi con il windurf e il kite, godendosi il magnifico panorama. Tutto intorno, si ammirano il Golden Gate Bridge, Alcatraz ed Angel Island. Dello scenario beneficiano anche i pic nic e le passeggiate, da condividere con il proprio amico a quattro zampe. Anche qui è possibile sciogliere il guinzaglio, assecondando l'istinto dei cagnolini di correre fra le onde. Se questi ultimi sono incuranti delle basse temperature, non lo stesso si può dire delle persone: l'acqua è tendenzialmente gelida, ma c'è chi non rinuncia a testarla. A sostituire i tuffi ci pensa la rilassante zona barbecue, dove darsi il turno con gli amici intorno alla griglia. Chi preferisce il cibo già pronto può rifornirsi di ottimi sandwiches nei dintorni: bastano pochi minuti per organizzare un pic nic gourmet coi fiocchi.

Mile Rock Beach

Piccola e rocciosa, Mile Rock Beach è un'oasi semi nascosta che offre vedute indimenticabili: il Golden Gate Bridge è poco distante, ma l'atmosfera è decisamente più tranquilla rispetto alle spiagge più mainstream. È il posto ideale per godersi il suono delle onde e lo spettacolo del tramonto: la spiaggia di solito non è troppo affollata, non essendo tra le più facili da raggiungere. Per scendere fino al mare si percorre un sentiero piuttosto ripido: basta un paio di scarpe comode per superare questo piccolo ostacolo e affrontare agevolmente i gradini di legno che portano in spiaggia. Lo scenario è maestoso, specie con la bassa marea che lascia affiorare le grandi rocce posizionate ai piedi della spiaggia. La sabbia è ricoperta di ciottoli, usati dai visitatori per creare suggestive sculture naif. Tutto intorno, la scogliera ricoperta di vegetazione fa sfoggio di mille sfumature che unite ai riflessi del mare e alle forme degli scogli creano un quadro pittoresco. Come facilmente intuibile, questo piccolo paradiso non offre bar o altri servizi: meglio quindi attrezzarsi con una bottiglietta d'acqua o, per chi vuole prendersela comoda, con tutto il necessario per allestire un pic nic in riva al mare. La spiaggia non è eccessivamente ampia, anzi, ma nella maggior parte dei casi si trova uno spazio libero per godersi lo spettacolo. Sopra la spiaggia si trova il cosiddetto Lands End Labyrinth, piccolo ma suggestivo labirinto di roccia. Nei dintorni, inoltre, si celano vari relitti di imbarcazioni e strutture militari spesso non segnalate dalle mappe.

Fitzgerald Marine Reserve Beach

La Fitzgerald Marine Reserve si trova a poche decine di chilometri da San Francisco, presso Moss Beach, nella contea di San Mateo. Quest'ultima copre la maggior parte della penisola di San Francisco, alternando aree densamente popolate a zone costiere con spiagge deliziose. Fra le aree più fascinose c'è, per l'appunto, la Fitzgerald Marine Reserve, visitabile in autonomia o con le escursioni organizzate. Con la bassa marea, ad attirare l'attenzione sono curiosi microcosmi ricchi di vita: intorno agli scogli si formano pozze dove si aggirano granchi e pesciolini e luccicano anemoni, stelle marine e altre piccole creature. La preziosa riserva marina accoglie anche una colonia di foche: spesso si ha l'occasione di ammirarle mentre si riposano sulla sabbia. È superfluo sottolineare che – anche nel caso di visitatori meno frequenti, come i leoni marini – si tratta di specie protette e, dunque, c'è l'obbligo di tenersi a debita distanza per non disturbarle. Anche senza imbattersi nei grandi mammiferi marini, le sorprese non mancano perché la Fitzgerald Marine Reserve è annoverata fra le aree più ricche di biodiversità della Pacific Coast: un posto speciale dove ambientare una passeggiata e godersi qualche ora di sole in spiaggia.

New Brighton Beach

Situata all'estremità settentrionale della baia di Monterey, New Brighton Beach è un'ampia spiaggia compresa nell'omonimo parco nazionale, nella contea di Santa Cruz. La parte più a nord è caratterizzata da ripide scogliere e da un litorale molto sottile, mentre più a sud c'è spazio a volontà per le passeggiate. Grazie alla sua posizione riparata e alla presenza di bagnini, la spiaggia è adatta anche ai più piccoli e per una nuotata tranquilla nei mesi più caldi. Il parco è  solcato da numerosi sentieri, percorribili anche in compagnia degli amici pelosi purché tenuti al guinzaglio. Oltre al nuoto e al trekking si possono praticare tante altre attività, tenendo presenti i limiti previsti all'interno del parco. Chi desidera pescare, in particolare, deve verificare eventuali restrizioni: vietato a propri, invece, arrampicarsi sulle rocce. Volendosi concedere un drink, lo si può fare, ma esclusivamente all'interno delle aree campeggio autorizzate. Infine, è possibile attrezzarsi per accendere un falò presso le aree predisposte e sorvegliate. In fondo, si tratta di poche e semplici regole da rispettare: in cambio, si può godere di una spiaggia magnifica, immersa in uno scenario  incontaminato. Non a caso, il parco organizza anche programmi dedicati alla fauna locale rivolti ai piccoli visitatori: la scogliera accoglie numerose specie selvatiche, così come le acque che circondano il parco e gli spazi verdeggianti limitrofi alla spiaggia, rivestiti di querce, cipressi, pini ed eucalipti.

Montara Beach

Situata a nord di Montara, l'omonima spiaggia si sviluppa lungo la San Mateo County Coast. Il parco Montara State Beach comprende l'omonima zona montuosa, propaggine delle montagne di Santa Cruz, una dorsale che si sviluppa lungo la penisola di San Francisco fino a costeggiare la baia di Monterey. Ai piedi della Montara Mountain si trova la spiaggia, dominata da scenografiche scogliere che sembrano quasi scolpite e al tramonto si accendono di magici riflessi. Non c'è dubbio: giocare a beach volley in questa cornice così particolare è un'esperienza memorabile. In alternativa ci si può dedicare alla pesca – attività molto popolare da queste parti – e al surf, ovviamente scordandosi il bikini e optando per una muta invernale. Montara Beach è il posto giusto anche per concedersi tranquille passeggiate e per esplorare le pozze create dalla bassa marea. Oltre ad ospitare una ricca vita marina, il parco si caratterizza per l'interessante flora autoctona: camminando intorno alla spiaggia si possono avvistare anche papaveri, agapanthus e altre essenze particolari, come il cosiddetto “monkey flower”. Chi vuole godersi un'esperienza di trekking in California può intercettare anche i sentieri che portano alla scoperta della Montara Mountain. In alternativa si può fare una passeggiata rilassante fino al faro di Point Montara, situato a breve distanza dalla spiaggia.

Pebble Beach

Pebble Beach si trova a sud di New Brighton Beach: più esattamente, segna il confine opposto della baia di Monterey, quello meridionale. Sorge anch'essa nella contea di San Mateo ed è raggiungibile da San Francisco in giornata. La sua fortuna turistica è legata soprattutto ai campi da golf: la località, infatti, ne ospita di leggendari, scegli anche per ambientare gli US Opens. A frequentarli sono anche le star: giocare con vista sull'oceano, del resto, non è un'esperienza  scontata. Le famose buche della penisola di Monteray, però, non sono l'unico motivo per godersi una gita a Pebble Beach con partenza da San Francisco: è un'ottima occasione per ammirare gli scenari costieri che si susseguono a sud della città. Oltre a godersi la vista delle onde che si infrangono contro le scogliere rocciose, lungo il percorso può capitare di scorgere foche e leoni marini che prendono il sole e delfini che nuotano all'orizzonte. Una volta giunti a Pebble Beach, si scorge anche il famoso Lone Cypress che per secoli è rimasto appeso alla roccia a dispetto dei venti e delle tempeste. Presso il cosiddetto Ghost Tree, invece, si formano le onde più alte e più ricercate dai surfisti. Chi vuole trascorrere una giornata di mare tranquilla può scegliere come sfondo la Seal Rock Creek Beach, spiaggia candida e selvaggia: oltretutto, situata nei pressi di una comoda area picnic.

Parti per San Francisco con Costa Crociere

Prendere il sole a San Francisco è un'esperienza molto particolare, indubbiamente alternativa rispetto alle classiche spiagge californiane. A ben vedere, però, anche qui non mancano le feste, il surf e i falò, come insegna la famosa Ocean Beach. Più in generale, il panorama è spettacolare e le passeggiate beneficiano di una cornice mozzafiato: se sei curioso di scoprire le spiagge più belle della California del Nord, programma subito la tua partenza con Costa Crociere!

Parti con Costa Crociere