Le Sporadi Settentrionali sono un ristretto “club” di isole situato a nord di Eubea: è formato solo da Alonissos, Skopelos e Skiathos – più una collezione di isolotti – e può fregiarsi di alcune delle spiagge più belle della Grecia. Ciò è particolarmente vero per Skiathos, piccola isola che, a dispetto delle dimensioni ridotte, può vantare decine e decine di incantevoli spiagge sabbiose: con una sola eccezione, Lalaria Beach, famosa per la sua spettacolare scenografia di roccia. Lungo le coste si susseguono penisole, baie e isolotti: è uno sconfinato mondo di relax, incorniciato da verdi colline e lussureggianti foreste di pini. La vegetazione arriva quasi a lambire il mare, creando magiche oasi dal fascino tropicale. Vederle tutte è impossibile e non sai deciderti? Ecco le 20 spiagge più belle di Skiathos, da scoprire, magari, con una rilassante crociera Costa:

Spiaggia di Koukounaries

Fra le perle della costa sudoccidentale di Skiathos, Koukounaries Beach sorge all'interno di una riserva naturale. La sua lingua sabbiosa si sviluppa ad anfiteatro per oltre un chilometro, offrendo una moltitudine di spazi attrezzati, intervallati ad aree libere. Nella spiaggia di Koukounaries convivono elementi apparentemente inconciliabili: una cornice naturale autentica e l'abbondanza di servizi. Questo raro equilibrio la rende una delle spiagge più famose di Skiathos, insieme ai colori dell'acqua che esibisce magici riflessi smeraldini. Koukounaries Beach è un angolo di paradiso che, in cambio della privacy, offre mille tentazioni: dai centri per gli sport acquatici alle taverne dove concedersi ogni sfizio, all'insegna della cucina tipica greca. Ben prima del tramonto, la situazione si fa animata con la musica selezionata dai beach bar: la festa può cominciare.

Spiaggia di Ampelakia

Koukounaries Beach sfuma nella spiaggia di Ampelakia, anche chiamata Xenia Beach. A separarle è un sottile “confine” di rocce: tanto basta per creare uno stacco netto e per rivoluzionare l'atmosfera.  Rispetto alla chiassosa vicina, infatti, la spiaggia di Ampelakia si caratterizza per la sua tranquillità. Anche qui la sabbia è chiara e sottile, il mare limpido e la vegetazione rigogliosa si allunga quasi fino al mare: non ci sono, però, lidi attrezzati e locali a richiamare folle di turisti. Questione di prospettive: per alcuni, questa è la spiaggia ideale.

Banana Beach

Banana Beach è da sempre sinonimo di beach bar e di naturismo. Fin dagli anni Settanta, questa spiaggia ha simboleggiato l'idea di libertà, attirando i nudisti e i cultori degli scorci selvaggi. Negli anni, si è popolata di locali dove sorseggiare l'aperitivo e godersi il panorama al ritmo del dj set. La conformazione della spiaggia ricorda, per l'appunto, quella di una banana: è una magnifica mezzaluna ricoperta di sabbia sottile. Come facilmente intuibile, tra i fan più accaniti di Banana Beach ci sono i giovani e gli amanti della movida, anche se negli ultimi anni quest'ultima è stata  ridimensionata e le atmosfere “chic” hanno sostituito le feste scatenate. In alternativa ci si può dilettare con gli sport acquatici per bruciare calorie. Una cosa non cambia: Little Banana è l'unica spiaggia naturista “ufficiale” di Skiathos.

Spiaggia di Vromolimnos

Anche Vromolimnos Beach figura fra le spiagge più popolari di Skiathos: un successo dovuto, in primis, alla bellezza della baia, rivestita di spiaggia fine e delimitata da rocce che ne richiamano le sfumature dorate. Del paesaggio circostante fa parte un laghetto nascosto fra i canneti, situato a poca distanza dalla spiaggia. Oltre a rapire lo sguardo, Vromolimnos Beach è sinonimo di movida ed è molto amata dai giovani per la sua atmosfera animata. L'aperitivo al tramonto, qui, è un vero e proprio rito: quotidianamente, all'abbronzatura fa seguito il dj set, tra cocktail panoramici e balli spensierati. Prima di tuffarsi nel divertimento, ci si può scatenare con gli sport acquatici, per mettere in mostra le proprie abilità e fare sfoggio di forma fisica.

Spiaggia di Troulos

Il panorama è da cartolina, con l'isolotto verdeggiante di Troulonisi che spunta all'orizzonte: è quest'ultimo a battezzare la spiaggia di Troulos, uno splendido solarium fatto di sabbia sottile e dorata. È una meta d'elezione per le famiglie che, oltre al panorama, apprezzano l'ampia varietà di proposte gastronomiche. Sulla spiaggia, infatti, sono presenti diverse taverne, con menu che accontentano ogni desiderio. Nei dintorni si trovano anche spiagge meno turistiche, ma meno facili da raggiungere: volendo, basta prendere la barca per muoversi alla ricerca di un'oasi più appartata.

Spiaggia di Mandraki, Elias e Agistro

La baia di Mandraki è famosa per le sue acque azzurro carico e per la sua collezione di spiagge che si susseguono l'una all'altra. Mandraki Beach è caratterizzata da una cornice naturale molto suggestiva: il profilo frastagliato della costa movimenta il panorama e, tutto intorno, si intreccia la vegetazione mediterranea che arricchisce il quadro di mille pennellate vivaci. Il gioco dei chiaroscuri è enfatizzato dal colore della sabbia, caldo e dorato. Anche il mare è degno di contemplazione: l'azzurro è pieno di  sfumature, l'acqua calma e ideale anche per chi non ha  dimestichezza con il nuoto. Per raggiungere la spiaggia si attraversa una pineta: una volta arrivati, ad attendere i turisti ci sono gli ombrelloni e un'accogliente taverna.

Meravigliosa Elias Beach: lo scenario è simile, ma l'atmosfera più rilassata. Ci si guadagna in privacy, senza rinunciare a un chiosco con piatti semplici e irresistibili: un binomio sempre valido per chi ama la cucina greca. Con una breve passeggiata si può raggiungere Agistros Beach, dove la sabbia è più grezza e orlata da file di sassolini. La sensazione è selvaggia: la spiaggia di Agistros è intima e spettacolare, con scogli scolpiti e lingue di roccia che si inseguono sullo sfondo. Chi vi giunge nota subito la bellezza del mare: imperdonabile rinunciare a un'uscita con la maschera da snorkeling. Anche qui gli assaggi non mancano, se il nuoto – o il dolce far niente – fa scattare il languorino.

Spiaggia di Aselinos

Tra le opzioni più interessanti, per chi ama le spiagge dall'aspetto selvaggio, spicca Aselinos Beach, sulla costa settentrionale dell'isola. Qui il mare è più mosso che altrove: quando il vento lo increspa, si può giocare con le onde oppure godersi lo spettacolo con un drink fra le mani. Circondata da rilievi verdeggianti, questa sabbia sabbiosa offre una taverna frequentata anche dai turisti che viaggiano in traghetto: all'ora di pranzo, non a caso, può diventare piuttosto affollata: è una tappa classica delle escursioni giornaliere. In alternativa, per cercare la quiete, si può optare per Mikros Aselinos, piccola baia contornata di scogli dove gustarsi una birra fresca e una placida nuotata.

Spiaggia di Lalaria

Lalaria Beach è un po' il simbolo di Skiathos: a renderla speciale è il fatto di essere una spiaggia di ciottoli – unicum a Skiathos – e immersa in uno scenario spettacolare. Lalaria è cinta da bianche scogliere che formano il caratteristico arco naturale situato a una delle estremità: una formazione che – se osservata attentamente – sembra vivere di vita propria e “tuffarsi” letteralmente in mare. Il piccolo arco è ancora più suggestivo se ammirato da vicino, compiendo qualche bracciata nel mare turchese. Chiunque visiti Skiathos, non può rinunciare a Lalaria Beach: tenendo conto che la spiaggia è raggiungibile esclusivamente via mare. Non essendo servita, non offre ombra e ristoro: lo scenario è più che sufficiente per richiamare qui i turisti che fanno a gara per aggiudicarsi le escursioni organizzate. L'ideale, ovviamente, è raggiungerla con la propria imbarcazione privata, per scegliere liberamente l'orario e, magari, godere di questa meraviglia in esclusiva. Da non perdere le grotte marine situate nei dintorni, in particolare quelle di Skopili e Galazia. 

Spiaggia di Megali Ammos

Il pregio più vistoso di Megali Amonos è la sua vicinanza a Skiathos Town: dal centro basta una breve passeggiata per organizzare la giornata al mare. Sono tanti, non a caso, a voler cogliere questa opportunità: a cominciare dalle famiglie che apprezzano il fondale poco profondo e trasparente. La spiaggia, inoltre, è ben riparata dai venti grazie alle ripide colline circostanti: il mare è calmo e ideale per una nuotata rilassata. In compenso, non manca la brezza che offre un po' di sollievo nelle giornate più calde. Fra i tanti servizi disponibili, ci sono varie taverne e la possibilità di noleggiare l'attrezzatura per gli sport acquatici. Gli ombrelloni, però, sono risicati: meglio muoversi per tempo. Andare in spiaggia a piedi, del resto, è un privilegio irrinunciabile per chi ama le vacanze comode. Chi cerca uno spazio meno affollato può provare a spostarsi nel tratto finale della spiaggia, dove la densità dei bagnanti è ridotta.

Spiaggia di Xanemo

Catturando i raggi del sole, si ammira il via vai degli aeroplani in cielo: la spiaggia di Xanemo –  Xanemos Beach – sorge infatti a breve distanza dall'aeroporto di Skiathos. La baia, di piccole dimensioni, è rivestita di sabbia mista a ciottoli. Contribuiscono al suo fascino i meravigliosi colori dell'acqua: nei giorni di vento, il mare può diventare un po' mosso ed è uno spettacolo ammirare le onde che si infrangono sugli scogli. Lo si può fare anche dalla taverna posizionata al centro della spiaggia: la visuale, dai tavolini, è molto accattivante ed è meglio riservarsi un posto in prima fila.

Spiaggia dell'isola di Tsougria

Tsougrias è un isolotto disabitato di fronte a Skiathos, ricco di bellezze naturali. Per esplorarlo è possibile approfittare delle barche che fanno la spola dal porto vecchio: la traversata è molto veloce, ma il ricordo di questa minuscola isola selvaggia è indelebile. Tsougrias accoglie un habitat naturale protetto e sfoggia un fitto manto verde formato da eucalipti, pini e arbusti. È la più grande fra le isolette che si stagliano di fronte a Skiathos, sfondo di escursioni in barca dal fascino incredibilmente panoramico. Il pregio naturalistico non è l'unico motivo per ammirarla dal mare o, ancora meglio, per metterci piede: la sua spiaggia è stupenda. Si tratta di un autentico gioiello luccicante sotto il sole: la sabbia scivola dolcemente in un mare cristallino, creando un'ambientazione esotica. Si resta rapiti dai giochi di luce che rimbalzano tra l'acqua e il bagnasciuga, impreziosito da pagliuzze dorate. Molto piacevoli gli assaggi proposti dalla taverna dell'isola: per molti, l'esperienza gastronomica giustifica da sola la traversata. Merita una visita anche la chiesetta di Agios Floros, pittoresca e con una vista splendida.

Spiaggia di Agia Eleni

Posta all'estremità occidentale dell'isola, la spiaggia di Agia Eleni è famosa per i suoi tramonti: il  culmine di un'esperienza di relax sconfinata. Per molti ma non per tutti: la spiaggia non è troppo ampia e offre poche file di ombrelloni, ombreggiati dalla vegetazione circostante: la sensazione è magica. L'abbronzatura è resa più piacevole dalla musica in sottofondo, vivace ma non troppo invadente. Sorseggiare qui un calice di prosecco, contemplando il cielo infuocato, è tra i momenti migliori della vacanza. Agia Eleni Beach accontenta un po' tutti: non solo i giovani ma anche le famiglie che, nel pomeriggio, tendono a defluire per lasciar spazio al popolo dell'aperitivo. Anche i surfisti sembrano molto apprezzare questa spiaggia, caratterizzata da un fascino un po' alternativo.

Spiaggia di Kastro

Le rovine di Kastro sono la memoria vivente della storia di Skiathos e della sua vecchia capitale. L'insediamento medievale fu costruito su un'altura, lungo la costa settentrionale dell'isola, allo scopo di proteggere gli abitanti dagli attacchi dei pirati. Alla posizione strategica – con la barriera naturale formata dalle alte scogliere – si sommava il sistema di mura difensive attrezzato con feritoie e cannoni. Questo non bastò a scongiurare gli attacchi degli invasori, finché nel XIX secolo gli abitanti decisero di riprendere possesso delle zone costiere. Ciò che rimane, oggi, è un insieme di macerie: nei secoli, però, la visuale non è cambiata. Da qui la vista del mare è sconfinata: fortunatamente, oggi evoca sensazioni piacevoli e non più la paura del nemico. Ai piedi del sito storico sorge Kastro Beach, meravigliosa spiaggia ricoperta di sassi scuri, molto tranquilla e dotata di pochi servizi. L'atmosfera non lascia affatto a desiderare: è una meta entusiasmante per chi vuole sposare cultura e tintarella. Kastro Beach è collegata alle rovine da una scalinata in pietra. Per raggiungerla – e godersi il panorama dall'alto di Kastro –  gli amanti del trekking possono percorrere il sentiero che parte da Skiathos: un'escursione lunga diverse ore, ma ben segnalata e molto suggestiva.

Spiaggia di Aligaria

La spiaggia di Aligaria – Ligaries Beach – è una una destinazione sconosciuta ai più. Raggiungerla non è agevole: solo i turisti più determinati possono farla propria, ma la ricompensa è molto allettante. Si tratta di una magnifica spiaggia sabbiosa, nella maggior parte dei casi poco affollata perché il sentiero sterrato che la collega non è in buone condizioni. Quanto alle comodità presenti in spiaggia, oltre ai lettini c'è una taverna per viziarsi con specialità di pesce e non solo. A pochi chilometri da Ligaries Beach si trova il monastero dell'Annunciazione: situato in posizione sopraelevata in cima a un'alta roccia, è il simbolo spirituale dell'isola. Oltre a richiamare i fedeli – e gli studiosi con la sua preziosa collezione di manoscritti – il monastero più importante di Skiathos presta lo sfondo a splendide passeggiate.

Spiaggia di Ghournes

Come abbiamo visto, Agistros Beach è fra le spiagge più selvagge di Skiathos. Ghournes Beach è un po' la sua gemella: limitrofa ad Agistros, si affaccia anch'essa sulla baia di Elia, a est della penisola di Mandraki. Pur essendo attrezzata, non è semplicissima da raggiungere: anche in questo caso, per guadagnarsi il lettino bisogna affrontare una lunga passeggiata in mezzo ai pini. Una volta arrivati, la vista del mare turchese fa dimenticare ogni fatica: la tentazione è di non muoversi più, ma la via del ritorno è altrettanto lunga.

Spiaggia di Agia Paraskevi

Agia Paraskevi è anche chiamata spiaggia di Platanias, piccolo villaggio situato nelle vicinanze. Il litorale, dai riflessi dorati, si sviluppa per oltre un chilometro: la sabbia affonda dolcemente nel mare brillante. Alle sua spalle, i pini offrono un po' d'ombra, l'ideale per chi preferisce un riparo naturale agli ombrelloni. Anche se non è una spiaggia caotica, può diventare abbastanza affollata: è particolarmente amata dalle famiglie, grazie alla varietà di servizi che offre. Fra questi ci sono i chioschi dove godersi uno spuntino in riva al mare.

Spiaggia di Krifi Ammos

Una fantastica caletta immersa nel verde, affacciata su una piscina turchese dalle tonalità ammalianti: così si presenta Krifi Ammos, spiaggia dal fascino solitario riservata ai più volenterosi. Per arrivarci, infatti, bisogna disporre di una quad o essere pronti ad affrontare una passeggiata sotto il sole, percorrendo uno sterrato e un sentiero abbastanza ripido: la strada non è a prova di infradito. Questa piccola scomodità è compensata dallo scenario da cartolina, e dai servizi disponibili: non solo lettini e ombrelloni, ma anche un chiosco dove assaporare piatti veraci in stile greco. L'insenatura è ben riparata dai venti, i suoi fondali sono trasparenti e ricchi di pesciolini: nel complesso, si tratta di un piccolo paradiso. Pur essendo lontana dal parcheggio, questa spiaggia ha vari estimatori: non si tratta di un'oasi deserta, ma è comunque fra le spiagge più tranquille di Skiathos. 

Spiaggia di Kolios

Sinonimo di comodità, la spiaggia di Kolios si trova sulla punta meridionale dell'isola, nella baia di Agia Paraskevi. Fra i suoi pregi – oltre alla posizione strategica – c'è il fatto di essere ben riparata dai venti e dai moti ondosi: lo si può dedurre dalla moltitudine di barche che sostano nell'insenatura. Pur essendo piuttosto piccola, non ha la tendenza diventare caotica: è un'ottima opzione per godersi tranquillamente il mare senza stressarsi troppo per gli spostamenti. Ci si abbronza su una sottile lingua di sabbia mista a sassolini: la vegetazione arriva a toccare gli ombrelloni, schermando alla perfezione gli edifici circostanti. Non serve allontanarsi per gustare una moussaka o un piatto di calamari fritti: basta accomodarsi nella taverna sulla spiaggia.

Spiaggia di Kanapitsa

A un paio di chilometri di distanza sorge Kanapitsa Beach, piccola spiaggia dall'atmosfera quieta. Non manca nulla per sentirsi a proprio agio: la sabbia dorata, un mare  limpido e un ristorante accogliente. Le tentazioni gastronomiche sono, indubbiamente, fra gli elementi di maggiore richiamo: il menu sa accontentare ogni sfizio, proponendo fra le altre cose risotto ai frutti di mare, sauté di cozze e l'immancabile insalata greca. Chi lo desidera, inoltre, può affittare un gommone o una canoa per esplorare i dintorni. All'orizzonte galleggiano piccole barche che donano un tocco pittoresco all'insieme: dal pontile parte il comodo servizio taxi boat che porta a Skiathos. Normalmente, Kanapitsa Beach è poco affollata, specie nel pomeriggio perché il sole tramonta presto, inghiottito dalla vegetazione circostante. 

Nikotsara Beach

 

Chiudiamo con un autentico gioiellino: Nikotsara Beach, piccola spiaggia di sassi situata sulla costa settentrionale di Skiathos. Ci si arriva tramite uno sterrato, più facile da percorrere con la jeep o con il quad. Lo spettacolo è molto particolare: Nikotsara è una minuscola insenatura posizionata in punta a una stretta lingua di mare. Tutto intorno ci sono solo rocce, rilievi verdeggianti e l'azzurro. I lettini prendisole sono una chimera: ancor più preziosa, però, è la sensazione di aver conquistato un luogo remoto, dove la natura parla un linguaggio segreto. Il massimo è arrivarci in kayak.

Parti per Skiathos con Costa Crociere

Le spiagge di Skiathos non deludono mai: indipendentemente dalla scelta, il mare cristallino e la spiaggia dorata non sono un optional, ma una piacevole certezza. Con rarissime eccezioni: le spiagge di roccia e di sassi sono una minoranza, ma il loro fascino non si discute. L'atmosfera regala piacevoli variazioni: il mood è più vivace lungo la costa meridionale, dove si trovano le spiagge più affollate e meglio attrezzate; più tranquilla sul litorale settentrionale. Una cosa è certa: le opzioni non mancano, specie per chi viaggia con Costa Crociere grazie alle escursioni organizzate nei luoghi più belli dell'isola.

Parti con Costa Crociere