C'è un continente che lascia senza fiato, ricco di contrasti, dove scoprire paesaggi e tradizioni lontani da noi e dove ogni angolo racconta una storia: è l'Asia. Le sue destinazioni custodiscono esperienze uniche, spettacoli da mille e una notte e templi dorati che raccontano devozione. Lasciatevi avvolgere dallo spirito dell'Oriente, magari seguendo l'itinerario di una nave Costa, tra un'escursione in spiaggia e un tour nelle grandi città, ecco 9 esperienze imperdibili per un viaggio indimenticabile.

"E per immergervi appieno nella cultura asiatica non perdetevi una corsa a bordo dei trishaw, coloratissimi carretti a pedali."

IL TEMPIO DEL GRANDE BUDDHA SULL’ISOLA DI KOH SAMUI

L’isola di Koh Samui è una porta d’ingresso privilegiata per scoprire la Thailandia. Cercate con gli occhi già da lontano il tempio Wat Phra Yai. Qui troverete il grande Buddha, simbolo dell’isola: si dice che chi lo prega veda avverarsi i suoi desideri! La statua della divinità, alta ben 12 metri e ricoperta d’oro, vi guarda nella posizione chiamata Mara. Noterete la mano sinistra con il palmo rivolto verso l’alto e la mano destra poggiata sul ginocchio, con il palmo verso il terreno: la posa simboleggia come il Buddha abbia saputo allontanare da sé le tentazioni. Godetevi un momento di silenzio, raggiungerete uno stato di profonda quiete.

BANGKOK VISTA DAL FIUME, E LA SERA UNO SPETTACOLO IMPERDIBILE

Andare alla scoperta della capitale della Thailandia è un’esperienza da togliere il fiato, che merita una sosta di almeno due giorni per viverla anche di notte: suadente e avvolgente tra i suoi profumi, i rumori, le vie trafficate. Navigate il fiume che la attraversa, il Chao Phraya, per cogliere la sua anima: noterete i khlongs, piccoli canali nascosti che portano alle abitazioni-palafitte attorno alle quali si svolge la vita quotidiana degli abitanti. E quando cala la sera, è il tempo degli spettacoli! Da non perdere, il grande show “Siam Niramit”, nell’omonimo teatro nel centro città, che racconta le tradizioni del Paese con danze in maschera, acrobazie, ritmi incalzanti. Un’emozione impagabile.

CAMBOGIA INASPETTATA: MERCATO E SPIAGGE A SIHANOUKVILLE

Al mercato locale di Phsar Lurh a Sihanoukville scoprirete uno scorcio di vita della vera Cambogia; qui si acquistano cibi freschi, elettronica, tessuti e contrattare il prezzo è una tipica usanza del luogo! Ma questo straordinario paese è noto anche per le sue dolci spiagge. La più bella della zona? Sokha Beach, una luna di sabbia bianca lunga 1 km e mezzo, su cui potrete passeggiare, nuotare, fare snorkeling oppure tergiversare oziosi sui lettini privati del Resort omonimo.

SINGAPORE, TRA GIARDINI BOTANICI DA RECORD E CHINATOWN

A Singapore si trova il primo parco d’Asia per bellezza: i Giardini Botanici, patrimonio UNESCO. Scoprite la vegetazione della foresta pluviale e i colori del Giardino Nazionale delle Orchidee: qui i ricercatori creano nuove specie dai particolari mai visti (se ne contano ormai oltre 2mila!). Il giardino ospita inoltre il VIP Garden, dove ogni orchidea ha il nome di un personaggio famoso, da Nelson Mandela alla Principessa Diana. Singapore è anche la città multietnica per antonomasia: visitate il quartiere di Chinatown, con un tour tra i bazar dove acquistare oggetti in porcellana, come i Maneki Neko, i tipici gattini della fortuna.

KUALA LUMPUR, TOUR FOTOGRAFICO DAL TRIANGOLO D’ORO AI PALAZZI INDIANI

Tra le metropoli asiatiche Kuala Lumpur è quella che più ha mantenuto nelle sue architetture l’impronta tradizionale dell’epoca coloniale, accanto all’anima moderna. Perché allora non immortalare con la vostra macchina fotografica tutti questi contrasti? Aggiratevi tra il rigore dei grattacieli del quartiere della finanza, il cosiddetto “Triangolo d’Oro”, dove si alternano grandi palazzi vetrati, centri commerciali, giardini e una suggestiva monorotaia, per poi tuffarvi tra i resti dell’epoca coloniale; come Piazza dell’Indipendenza su cui si affacciano gioielli in stile indiano e la Stazione ferroviaria mastodontica nella sua architettura di stampo britannico.

IL GEOPARCO DI LANGKAWI, UN PARADISO DEL MAR DELLE ANDAMANE

L’isola di Langkawi è un piccolo Eden, oggi Geoparco, da scoprire in battello. Nel silenzio ovattato della giungla, con le mangrovie che scendono in mare, si possono avvistare una moltitudine colorata di pesci particolari e specie vegetali. Vi troverete immersi nel silenzio della natura rotto solo dal verso delle aquile di mare, simbolo dell’isola, intente a procacciarsi il cibo tuffandosi a picco in acqua, o dal canto dei pipistrelli che si nascondono all’interno di scenografiche grotte marine formatesi migliaia di anni fa.

A PHUKET, TOUR IN ELEFANTE E UN “TUFFO DA FILM”

Regali e mastodontici: gli elefanti a Phuket vi portano alla scoperta della foresta tropicale, offrendovi una prospettiva eccezionale. Sul loro grande dorso si passeggia lentamente nel verde, per un trekking davvero singolare. Provate a dar loro da mangiare: è emozionante poter sentire la loro proboscide accarezzare il palmo delle vostre mani! Phuket è anche il sogno paradisiaco delle isole più vicine, come Phi Phi Island, dove scoprire Maya Bay, una spiaggia incantata con acque verde smeraldo; uno scenario talmente suggestivo che ha fatto da set al film “The Beach”, con Leonardo Di Caprio.

MALACCA A BORDO DEL TRISHAW, LA PIAZZA ROSSA, IL PALAZZO DEL SULTANO

La piccola Malacca è un esempio di diverse culture: europea, malese e cinese. La centrale piazza rossa ricorda la dominazione coloniale olandese e inglese con il suo Stadhuys, il palazzo del governo. La stessa tonalità contraddistingue la facciata della Christ Church, da cui poi raggiungere “A Famosa”, nome di quel che resta dell’antica fortezza portoghese che proteggeva la città. Volete sognare storie di sultani e avventure d’Oriente? Passate davanti alla riproduzione in legno del Palazzo del Sultano e iniziate a immaginare… E per immergervi appieno nella cultura asiatica non perdetevi una corsa a bordo dei trishaw, coloratissimi carretti a pedali.

IL TEMPIO PIÙ GRANDE DELLA MALESIA E IL PARCO DELLE FARFALLE A GEORGETOWN

Georgetown è la città che ospita il maestoso tempio buddista di Kek Lok Si, il più grande della Malesia, un’affascinante testimonianza dell’architettura asiatica degli ultimi secoli. Basta osservare la Pagoda dei 10mila Buddha: una grande torre dove si mescolano stili diversi, tempestata di statue del Buddha in alabastro e bronzo, una vera meraviglia per gli occhi; così come i mille colori di farfalle in volo che potrete ammirare nel parco di Batu Ferringhi. Sono oltre 4.000 gli esemplari che ne dipingono il cielo.

Credits foto: Shutterstock

1 of 4