Poliedrica e moderna. L’anima di Amsterdam, capitale dell’Olanda è spiegata da questi due aggettivi. Una città che è un gioiello che contiene storia, arte e tecnica, visto che si snoda su oltre 100 canali, attraversati da 600 ponti che collegano 90 isole. Una città sostenibile, “green”, in cui ci si muove in bici e in cui l’ambiente è una priorità. La sua storia è piena di cultura, contaminazioni e trasformazioni. Scoprite le 20 cose da non perdervi, anche grazie alle escursioni Costa. Dal Museo Van Gogh, alla casa di Anna Frank, dal tour dei canali al mercato dei fiori. E se uscite leggermente fuori dalla città le sorprese non mancheranno.

Il centro e i canali di Amsterdam

L’architettura olandese, gli edifici nobili, i canali pittoreschi e i vicoli: Il centro di Amsterdam ha un fascino unico. Potrete scoprire negozietti, boutique alla moda, musei sorprendenti e caffè variegati dove fare una pausa. Amsterdam ha il suo cuore nel Centro Medievale, il quartiere più antico dove si respirano ancora i fasti del passato. Molto bello e vivace il Nieuwmarkt, un quartiere ricco di locali. 
Ricorrerà spesso nella storia di Amsterdam il riferimento al Secolo d’Oro, il Seicento, un periodo florido in cui la città divenne un centro amministrativo commerciale, tra i più importanti d’Europa. Il periodò porto ricchezze, prospettive, ma anche nuove sfide da affrontare, come l’esplosione demografica. Per cercare di trovare una soluzione venne progettata e costruita la cintura dei canali attorno alla vecchia città. 
Quelli principali sono quattro: il Singel; l’Heren, il Keizer e il Prinzen. Attorno a questo nucleo si creata una struttura di canali secondari e di ponti che collegano tutta la città. Tale struttura urbanistica assolutamente non poteva passare inosservata, tanto che l’Unesco nel 2010 li ha inseriti tra i siti Patrimonio dell’Umanità. E non basta, tra i canali si trovano anche le principali attrazioni e cose da vedere di Amsterdam. Provate in ogni caso a farvi anche un giro sulla motonave e non rimarrete delusi.

Rijksmuseum

Un luogo magnifico in una location magnifica. Rijksmuseum (Museo Nazionale) sorge nella Piazza dei Musei (Museumplein). Farete un viaggio nel tempo e nella storia dell’arte dal Medio Evo fino al XX secolo. La storia dei Paesi Bassi viene presentata e analizzata lungo un percorso, che si snoda in 80 sale. Farete un viaggio internazionale lungo i quattro piani del museo e potrete scoprire la più ricca e vasta collezione di dipinti del “Secolo D’Oro”.
Elegante e maestoso, già a partire dalla facciata. Sarete trascinati nell’atmosfera dell’arte fiamminga prima ancora di varcarne la soglia. Una delle opere più rilevanti, anche a parere della critica, è “La Ronda di Notte” di Rembrandt, uno snodo importante nell’esistenza del pittore, segnata da successi quando era giovane e, al contrario, una maturità piena di incomprensioni e anche di problemi economici. Ritagliatevi del tempo per visitare la biblioteca del museo (Rijksmuseum Research Library): è la più completa sulla storia dell’arte olandese. 

Museo Stedelijk

Design industriale, Pop Art, Picasso, Chagall, sono questi alcuni ei temi e degli artisti che troverete. al museo d’arte moderna e contemporanea (Stedelijk Museum) di Amsterdam. Nella parte più moderna del museo troverete le mostre temporanee, mentre nella parte vecchia dell’edificio è esposta la collezione che parte dal 1870 per arrivare ai giorni nostri. Ci sono opere di grandissimi da Manet a Chagall, passando per Warhol.
C’è anche la particolare struttura dell’edificio, tra gli elementi che hanno contribuito a rendere l’edificio un’icona e un’attrazione tra le più visitate. La sua collezione, poi, sia a livello di qualità che di quantità, è una delle più importanti al mondo, visto che comprende oltre 90.000 oggetti. Il piano terra dell’edificio è, spesso, un approfondimento delle opere della collezione. Ci sono esposizioni o studi che leggono i quadri da prospettive nuove, inedite e legate alla contemporaneità. Il primo piano, invece, è lo spazio dedicato a mostre temporanee che cambiano continuamente. Un’occasione di riempirvi gli occhi e il cuore di nozioni, ma soprattutto di emozioni.

Casa di Rembrandt

Un museo che racchiude la vita del celebre pittore olandese: è racchiuso nella casa in cui visse, per quasi 20 anni fino al 1656.All'interno si può ammirare un vero e proprio tesoro, ci sono ancora locali e arredi dell’epoca, una parte dei suoi dipinti e oltre 200 acqueforti.  In questa casa, comprata per 13 mila fiorini, una cifra importante per l’epoca, potrete scoprire e rivivere il XVII secolo olandese.
Arrivato a un certo punto della vita Rembrandt non riuscì più a sostenerne le spesa, arrivando alla bancarotta e dovette traslocare in una casa più piccola dove visse fino alla sua morte che avvenne nel 1669. Nei primi anni del Novecento la città di Amsterdam si preoccupò di acquistare l’edificio acquistò l'edificio, che stava cadendo a pezzi e poco dopo lo cedette alla Fondazione Rembrandt
Ci sono due parti distinte all’interno del museo: una comprende la casa seicentesca, dove si possono visitare le stanze, che sono state in parte ricostruite e si possono ammirare alcuni spazi nuovi del museo. Nella casa visitatori le acqueforti di Rembrandt, che costituiscono la collezione permanente, accanto alle stanze che ospitano, invece, le mostre temporanee. La vita del pittore olandese è stata ricostruita grazie a dei documenti dell’epoca, in particolare all'inventario che è stato fatto dopo la dichiarazione di bancarotta. Questo ha permesso di effettuare un’attenta ricostruzione non solo degli oggetti presenti, ma anche della quotidianità e della vita in quel periodo.

Museo Van Gogh

Tappa fondamentale del vostro viaggio deve essere il Van Gogh Museum. Qui troverete la più grande collezione esistente dei dipinti di Van Gogh. In realtà è più di un semplice edificio dove potrete ammirare dei quadri: è un viaggio nella quotidianità del pittore, che attraversa i cambiamenti, che lo hanno spinto a modificare negli anni la propria percezione della realtà e il suo modo di avvicinarsi a lei e di rappresentarla.
Il percorso si snoda in diversi punti e percorre due edifici. L’allestimento prende per mano i visitatori, accompagnandoli attraverso i diversai periodi artistici di Van Gogh, dalle tele scure e cupe dell’arte olandese fino ai paesaggi vivaci con le sfumature tipiche dell’Impressionismo.
La collezione è ordinata secondo 5 livelli cronologici, si articola su tre livelli ed è piuttosto variegata. Non ci sono solo dipinti o disegni, ma anche oggetti quotidiani che Van Gogh usava per lavoro: pennelli e tempere.  Vengono mostrati anche arredi, come scrivanie, e lettere scritte al fratello Theo o all’amico e “collega” Gauguin. L’esposizione presenta anche opere di altri pittori amici di Van Gogh: Ci sono quadri, tra gli altri, di Manet, Monet, Gauguin e Rodin. 

Casa di Anna Frank

La storia di Amsterdam si lega con la storia europea e i drammatici eventi della Seconda Guerra Mondiale.  E sono anche gli edifici e luoghi della città, a volte, la testimonianza più diretta di questo orrore. Uno di questi è la casa di Anna Frank, luogo in cui la ragazzina scrisse il suo famoso diario. È un luogo carico di storia e di emozione.
L’atmosfera e il tempo sembrano essersi fermati. Tutto è rimasto come negli anni dell’Olanda occupata, grazie a un progetto di restauri che hanno preservato la quotidianità e i segni di vita clandestina dei membri della famiglia Frank. 
Si vive come se ci si trovasse dentro il diario della piccola Anna. E per un attimo si vedono fotografie, cartoline e le immagini preferite della stessa Anna, così appassionata della famiglia reale britannica. Per fare il salto temporale bisogna attraversare la porta girevole che proietta al nascondiglio della famiglia Frank.

Concertgebouw

Acustica straordinaria, concerti internazionali in uno degli edifici più di design di Amsterdam. Scoprite il Concertgebouw, che ospita una delle sale da concerto invidiate e conosciute al mondo. Ospita anche l'Orchestra reale del Concertgebouw, una delle orchestre più apprezzate internazionalmente. Nella sala principale non mancano, spesso, ospiti o esibizioni di rilievo, come quelle della Filarmonica di New York o quella di Vienna
Dal 1888, anno della sua fondazione, l’edificio ha ospitato i colossi della storia della musica. Tra i compositori hanno eseguito le loro opere Mahler, e Stravinsky. Si sono esibiti su questo palcoscenico anche leggende come Leonard Bernstein e Vladimir Horowitz. Le sale sono state cornici di indimenticabili concerti di musica con star, quali, Aretha Franklin e Sting o gli Who.

Bloemenmarkt e gli altri mercati di Amsterdam

Una nuvola di colori e un arcobaleno di profumi: questo è ciò che troverete al Bloemenmarkt, il mercato dei fiori di Amsterdam. Fiori in ogni angolo e bancarelle (chiatte galleggianti) strette e vicine le une alle altre. Sul canale Singel troverete questo mercato che galleggia sull’acqua. 
I fiori freschi vengono portati quotidianamente dalle zone coltivate circostanti. Si tratta di un’attrazione molto conosciuta tra i turisti. La maggior parte acquista bulbi di tulipano da portare a casa o souvenir tipici olandesi in uno dei tanti negozietti della zona. Amsterdam è una città famosa per i suoi mercati, il più conosciuto è Albert Cuyp.
È il più grande mercato all’aperto d’Europa, visto che può contare su 260 banchi. Si può trovare di tutto, dalla frutta tropicale al pesce, dai libri all’elettronica, fino all’abbigliamento. Un altro mercato piuttosto popolare è Waterlooplein Il miglior mercato delle pulci della città. Qui potrete scovare viinili, fotografie, vestiti vintage, oggetti di seconda mano e tante sorprese curiose.

Heineken Experience

Dal 1991 la fabbrica della celebre birra Heineken è diventata una popolare attrazione turistica. Qui è possibile scoprire il mondo di Heineken con un tour dinamico e interattivo. Si parte dagli ingredienti della birra, si può osservare il processo di fermentazione o visitare la sala degustazione. Tante le informazioni e le curiosità che potrai scoprire, tra cui le partnership con la UEFA Champions League e la Coppa del Mondo di Rugby. E naturalmente al termine della visita ci sarà la degustazione e la possibilità di imparare a spillare una birra in maniera perfetta.

Piazza Dam e il Palazzo Reale

Piazza Dam è il cuore della città, è un crocevia articolato e trafficato, che in ogni periodo dell’anno è pieno di mercatini, colori, artisti di strada. È un simbolo di aggregazione e di attivismo: è sempre stata il maggiore fulcro delle proteste, ma è stata anche il centro della cultura hippie, e ancora oggi è una delle mete ideali per chi fa arte.
Su Piazza Dam si affacciano il Palazzo Reale, La Chiesa Nuova e un obelisco commemorativo per i morti della Seconda guerra mondiale (il Nationaal Monument).
Quando non è usato dalla famiglia reale olandese o non ospita visite e cerimonie di stato, vengono anche organizzate delle visite. L’interno ospita dipinti e una collezione di arredamento in stile impero tra le più rinomate d'Europa. Originariamente doveva essere la sede maestosa del municipio: la sua costruzione iniziò nel 1648, nel periodo di maggiore ricchezza e prosperità. L’edificio era troppo lussuoso per essere solo sede del municipio, e infatti nella sua storia ci fu un cambiamento.
Nel 1808, Luigi Bonaparte, nominato Re dei Paesi Bassi dal fratello, decise di trasformarlo nella sua residenza e divenne Palazzo Reale. Quando pochi anni dovette scappare dalla capitale, a causa del crollo dell’Impero, lasciò all'interno del Palazzo mobili antichi di grande valore.  Nel palazzo restano capolavori artistici, di grande pregio, che possono essere ammirati ancora oggi.

Torre della Zecca

La Torre della Zecca (La Munttoren), la Torre della Zecca, è una torre caratterizzata da uno stile rinascimentale, che fu usata soprattutto per coniare monete, fino a quando non venne distrutta da un incendio. A progettarla fu l’architetto Hendrick de Keyser il Vecchio. Sorge su parte delle mura medievali. 
Fu quasi totalmente ricostruita e trasformata in un edificio in stile neorinascimentale. Fu aggiunta anche una cupola barocca firmata da Hendrick de Keyser. Il carillon, secondo le cronache dell’epoca, sarebbe stato realizzato da François Hémony. All’epoca era molto famoso per aver aperto un laboratorio molto rinomato con il fratello, anche lui fonditore.

Chiesa Occidentale

In questa chiesa dal grande valore simbolico e spirituale, che viene definita come “il più importante luogo di incontro della comunità olandese riformata” è stato sepolto il pittore Rembrandt, anche se ci sono voci discordanti sul luogo preciso. Per alcuni il corpo dovrebbe trovarsi nel perimetro settentrionale. L’edificio risalta per il suo stile barocco e si trova nel quartiere Jordaan, nella parte occidentali dei canali. Una zona che esprime appieno lo stile garbato della capitale.
La chiesa è citata spesso da Anna Frank, in particolare traeva sollievo dalle sue campane. Per chi vuole avere una vista eccezionale, è consigliato salire sulla cima della torre, anche se non è proprio alla portata di tutti. La chiesa è dotata di una torre altissima (85 metri) ed è la chiesa protestante più grande d’Olanda.
All’esterno della chiesa viene ricordata Anna Frank con una statua commemorativa e, poco distante da questa, c’è l’Homonument, per ricordare gli omosessuali perseguitati durante il nazismo. La struttura, in granito rosa, è formata da tre triangoli.

Chiesa Nuova

La Chiesa Nuova (Nieuwe Kerk), come detto in precedenza, si trova in Piazza Dam. Guglie, pennacchi, vetrate e archi: è un maestoso edificio quattrocentesco che colpisce e crea ammirazione grazie al suo particolare stile gotico.
Ha anche un’importante valenza storica: è il luogo in cui si incoronano ufficialmente i reali d’Olanda, si svolgono le manifestazioni cittadine, e ogni 4 maggio si celebra la Giornata Nazionale dei caduti.  Fu convertita al Protestantesimo, ma era stata costruita come chiesa cattolica, in nome della Vergine e di Santa Caterina.
Nel corso dei secoli è stata distrutta (si contano ben tre incendi) e ricostruita diverse volte e attualmente non è più un edificio spirituale, ma location per concerti o mostre, spesso di carattere antropologico. Oltre ad alcune esposizioni temporanee, l’interno custodisce un organo del 1655 e uno storico pulpito. Sono presenti anche tombe, epitaffi e mausolei.

Quartiere a luci rosse

Intrattenimento per adulti, trasgressioni, ma anche molti locali e ristoranti in cui fermarsi. Il De Wallen, il quartiere a luci rosse, è il più visitato e conosciuto di Amsterdam. Ha la reputazione di essere il luogo più trasgressivo di Amsterdam, ma ha molto altro da offrire. Naturalmente è famoso nel mondo per i suoi sexy shop, night-club e per le sue donne in vetrina, ma è anche un’area piena di bar, negozi, ristoranti. Inoltre la zona raccoglie alcuni tra i coffee shop più noti di Amsterdam.

Dintorni di Amsterdam: Delft

A sud di Amsterdam c’è un piccolo gioiello che vale la pena visitare: Delft. È famosa per un dettaglio particolare, quello delle sue ceramiche di colore bianco e blu.  L’altra curiosità, che influenza tutta la vita cittadina, è che qui è nato il pittore Vermeer. E ovviamente a lui è dedicato il Vermeer Centrum Delft. Nel piccolo museo tradizione e modernità convivono, visto che si possono ripercorrere le tappe della sua vita con l’aiuto della tecnologia. Nell’edificio sono conservate alcune sue opere, soprattutto paesaggi.
Il suo centro storico è ricco di fascino, come quelli di molte cittadine olandesi. Potrete passeggiare tra le tracce di un passato importante e poi fermarvi in uno dei numerosi locali o ristoranti, e magari godervi un angolo inusuale da un terrazzo.

Dintorni di Amsterdam: Haarlem

Si trova a una trentina di chilometri da Amsterdam ed è un posto molto comodo per fare una piacevole gita. Ad Harlem potrete trovare un raffinato centro storico, attrazioni culturali, gemme nascoste e testimonianze risalenti a 800 anni fa.  
Passeggiando si possono ammirare anche edifici medievali, cortili e viste uniche sul fiume Spaarne. E proprio di fronte all'acqua potrete scoprire il mulino a vento Molen de Adriaan. Fulcro della vita quotidiana di Haarlem, la piazza Grote Markt, che ospita festival, eventi culturali e musicali e mercatini.

Dintorni di Amsterdam: L'Aia

Ha una spiaggia sulla costa del Mare del Nord, ma le particolarità dell’Aia sono altre. A livello internazionale è conosciuta come la “capitale giudiziaria del mondo”, dato che qui hanno sede diversi tribunali, tra questi, il più famoso è la Corte internazionale di giustizia. L’Aia è la sede anche di oltre 150 organizzazioni internazionali, così come di molte istituzioni dell’UE. Senza dimenticare che qui ci sono anche molte aziende multinazionali e ambasciate.
La città vanta diversi monumenti, raffinati hotel, musei, ma potrai anche dedicarti allo shopping.  La sua prerogativa è quello di essere, però, un quartier generale politico. Qui sorgono la sede del governo olandese e il palazzo dove si trova la sede di lavoro del Re. 
Zeeheldenkwartier è considerato uno dei quartieri migliori per l’equilibrio che i diversi stili sono riusciti a trovare e a creare. In questa area della città dall’atmosfera unica si alternano palazzi, uffici e pittoresche dimore con i loro eleganti cortili.

Dintorni di Amsterdam: il giardino di Keukenhof

Uno spettacolo di colori e profumi che non ha pari. Non si potrebbe definire in nessun altro modo, quello che è considerato il parco di fiori più grande del mondo. Il Keukenhof è un’area verde che contiene milioni di bulbi, piantati ogni anno.  Giardini, sierre, siepi offrono una fantastica collezione dei fiori più disparati.  Tra i principali: orchidee, rose, garofani, iris, gigli e molti altri. 

Dintorni di Amsterdam: Zaanse Schans

Poco lontano da Amsterdam, c'è un posto che sembra essersi fermato: Zaanse Schans, luogo molto noto e apprezzato per i suoi mulini. Una passeggiata qui vi porterà indietro nel tempo di un bel po' di secoli.  Potrete perdervi tra, casette rustiche, mulini a vento, una fabbrica di peltro e una fattoria per la produzione di formaggi.
Lo stile rustico e sobrio è visibile ovunque. Nel passato, l'area di Zaanse Schans era arrivata ad ospitare oltre 600 mulini a vento, utilizzati per macinare spezie e produrre olio. Alcuni di questi sono ancora esistenti e visitabili. Ed è possibile vedere il loro antico funzionamento. A Zaanse Schans potrete visitare diversi musei. Al Museumwinkel potrete entrare in un'antica drogheria piena di sorprese. Al Bakkerijmuseum ci sarà un tour per scoprire come veniva prodotto il pane artigianale.

Dintorni di Amsterdam: Alkmaar

Alkmaar è una piccola città, a una quarantina di chilometri da Amsterdam, famosa per la sua storia e per le sue tradizioni legate al formaggio. Il mercato del formaggio di Alkmaar è uno pochi tradizionali che ancora ancora restano: ci si vuole spostare dai grandi marchi ai piccoli prodotti locali che devono essere valorizzati.
La storia inizia nel 1365, quando il formaggio era venduto in piazza e dava il via a tutta una serie di attività anche legate al folclore, che sono rimaste fino ai nostri giorni. Il “carico” arrivava la mattina presto e gli ispettori e i commercianti dovevano controllare che le forme venissero impilate adeguatamente.
Portatori di formaggio, collocatori, pesatori. I ruoli sono rimasti anche oggi, e così lo spettacolo legato alla tradizione. Circa 2.200 forme sono allineate in attesa dei compratori. Il mercato del formaggio di Alkmaar è una tradizione imperdibile, un piccolo spettacolo affascinante che racconta di un mondo che ancora esiste, fatto di fatica, tradizioni e anche di qualità.

Pari verso Amsterdam con Costa

Amsterdam è una città speciale: nata nel 17° secolo e famosa in tutto il mondo. Qui è possibile ammirare gli edifici storici visitare i meravigliosi musei o godere dei quartieri in un ambiente che sa spaziare ed essere allo stesso tempo tollerante, mite e creative. Tante le occasioni per colorare le proprie vacanze, esplorando i canali magari su un battello, passeggiando nei parchi o tra i viottoli o facendo shopping nell'antico centro storico. Amsterdam è unica perché sa sorprendere anche se pensi già di sapere quello che ti aspetta. E merita di essere scoperta, o riscoperta. E anche nei dintorni ci sono cittadine che sanno coniugare storia, bellezza a tante curiosità interessanti.

Parti con Costa Crociere