Visita la cittadina di Aquileia in Friuli. Scopri le principali attrazioni, dai musei al parco archeologico. Scopri anche cosa vedere nei dintorni.
  • Storia della città
  • Basilica di Santa Maria Assunta
  • Foro Romano
  • Museo Paleocristiano
  • Il sepolcreto
  • La sud halle
  • Museo archeologico nazionale
  • Cosa vedere nei dintorni

Cosa vedere ad Aquileia

Non si può di certo perdere una cittadina, che è stata definita la “Seconda Roma” per la ricchezza dei suoi tesori architettonici e per l’importanza che ha avuto nell’antichità. Questo viaggio in provincia di Udine ti regalerà un itinerario ricco di sorprese e un antipasto delle bellezze dell’Italia che potrai scoprire con le nostre escursioni.

Storia della città

Aquileia venne fondata nel 181 a.C. per la difesa dei confini e per cercare l’espansione verso il Danubio. In poco tempo divenne una delle città più importanti dell’Impero Romano. Nel 300 l’imperatore Massimiliano vi fece costruire dei palazzi e degli edifici che non avevano niente da invidiare a quelli di Roma: da qui la definizione di “seconda capitale”. Il successivo passaggio storico per Aquileia avvenne per merito di San Marco l’Evangelista che la trasformò nel centro di diffusione del Cristianesimo in tutto l’Occidente.

Basilica di Santa Maria Assunta

Ecco quella che è definita “la culla del Cristianesimo”. Questo imponente edificio, che si trova nel centro di Aquileia, ha una storia lunghissima che inizia nel 313 grazie al vescovo Teodoro. Durante l’era patriarcale ha subito varie modifiche, ma ancora conserva nelle fondamenta quelle che vengono chiamate le aule Teodoriane, considerate le prime aree di culto per i cristiani. La Basilica è celebre per i suoi affreschi e mosaici che ricoprono il pavimento e decorano la cripta. I mosaici comprendono anche scene religiose, tra queste, la storia biblica del profeta Giona. Di fianco alla Basilica svetta il campanile, alto 70 metri. Annesso all’edificio c’è anche il Battistero, che risale al IV secolo.

Foro Romano

Il Foro rappresentava il centro amministrativo e politico della cittadina imperiale, il cuore di Aquileia con la piazza, il tribunale, le botteghe, i porticati ricoperti di statue e di marmo. Si stima che la piazza fosse lunga oltre 115 metri e che il Foro si trovasse tra le due strade più importanti di tutto il sistema romano: il cardo massimo e il decumano massimo. Oggi restano visibili una parte del colonnato, dei portici, della piazza del tribunale romano. Ai lati si trovavano le botteghe, a nord c'era il municipio e poco più in là il mercato.

Museo Paleocristiano

È un edificio unico nel suo genere, visto che il museo è ospitato dentro un convento benedettino, poi trasformato in azienda agricola, oggi diventata struttura privata. L'edificio sorge sopra i resti di una basilica paleocristiana virgola che risale al 345. Oggi è possibile visitarla e apprezzarne i preziosi mosaici con le iscrizioni in greco e latino. Una balconata, che percorre tutto il primo piano, permette di ammirare la struttura dall'alto. Il Museo paleocristiano di Aquileia ospita una delle collezioni di iscrizioni funerarie più vaste del nord Italia: se ne contano oltre 130, i defunti vengono ricordati con immagini di piante e di animali.

Il sepolcreto

Si tratta di una necropoli, che fu utilizzata dal primo al quarto secolo a.C.: è provvista di 5 recinti che rimandavano ad altrettante famiglie. Sono stati ritrovati sarcofagi, statue e urne che raccoglievano ceneri con iscrizioni in latino. Come era consuetudine il sepolcreto era collocato all'esterno delle mura cittadine. Lungo il vialetto che separa i recinti si può ammirare un gruppo di statue raffiguranti una donna seduta insieme a una bimba alata: la bimba simboleggia Psiche, l’amore che è più forte della morte.

La sud halle

Con questo nome si identifica l’Aula Meridionale del Battistero, che è all’interno del complesso della Basilica. Il nome si deve agli austriaci che riscoprirono la zona nell’Ottocento. Oggi si apre un percorso affascinante per riscoprire i mosaici che risalgono fino al V secolo. Ti aspetta un viaggio nella bellezza lungo 300 metri quadrati, per scoprire i simboli della cristianità, figu. Sulla parete ovest spicca un pavone azzurro che rappresenta l’immortalità. Una speciale passerella permette di ammirare il tutto anche dall’alto.

Museo archeologico nazionale

Il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia è uno strumento indispensabile per imparare a conoscere il volto della terza città più importante dell’Impero Romano. Rappresenta uno dei maggiori musei al mondo sull’età imperiale: la collezione si sviluppa su tre piani e comprende gemme, sculture, mosaici, monete. Un’occasione per ricostruire fedelmente la quotidianità della popolazione. Al piano terra ci sono le sculture, tra cui spicca il “sulcus primigenius” che raffigura il fondatore di Aquileia. Al secondo piano si possono ammirare una serie di mosaici, alcuni dei quali risalgono al I secolo d.C.

Cosa vedere nei dintorni

Le nostre escursioni ti faranno scoprire diverse chicche del Friuli, partendo da San Daniele del Friuli, famoso per il prosciutto locale, ma anche per un centro storico affascinante. Una citazione la merita la chiesa di Santa Maria della Fratta, costruita nel XIV secolo nei pressi di un torrione. Dopo una degustazione di prosciutto non resta che fare una gita a Udine, con la sua Torre dell’Orologio e il suo salotto buono, piazza Matteotti, dove potrai fare un aperitivo. Il duomo, costruito in stile romanico-gotico, è una bella scoperta. Ti serve un’altra gemma? C’è Cividale del Friuli, fondata da Giulio Cesare e famosa per il “Ponte del diavolo”.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Le bellezze dell’Italia sono sempre qualcosa di sorprendente: cittadine che sono veri e propri siti archeologici, parchi e riserve naturali, spiagge incantevoli, tesori artistici, opere architettoniche, chiese e monumenti. Il modo migliore per vivere tutto questo è quello di scegliere una nostra crociera e lasciarsi andare lungo l’incanto del Mediterraneo.

Parti con Costa Crociere