Il National Geographic l’ha definita “il più delizioso segreto d’ Italia”: il fascino della Calabria è capace, infatti, di travalicare i confini. Vi immergerete in una terra piena di colori e profumi, bagnata da due mari e custode di tradizioni ancestrali in bilico tra arte e storia. Se a questo aggiungete anche paesaggi mozzafiato, parchi meravigliosi, palazzi raffinati e una cucina ruspante, il gioco è fatto. Le spiagge della Calabria sono conosciute a livello nazionale e non solo, ma ci sono anche delle città come Reggio Calabria, che meritano senz’altro una capatina.

La punta dell'Italia, la Calabria offre tante meraviglie storiche e naturali. Scoprile insieme a noi e visita questa regione con Costa.

  • Reggio Calabria
  • Parco naturale della Sila
  • Tropea e la Chiesa di Santa Maria dell'Isola
  • Capo Vaticano
  • Stilo e la Cattolica
  • Parco archeologico di Scolacium
  • Gerace
  • Grotte dell'Isola di Dino
  • Parco Nazionale del Pollino
  • Lamezia Terme
  • Castello Ducale a Corigliano Calabro

Reggio Calabria

Reggio Calabria è una città assolutamente da visitare con molte attrazioni interessanti, a cominciare dal Museo Nazionale Archeologico che conserva i famosi Bronzi di Riace ed è uno dei punti di riferimento della Magna Grecia. Si sviluppa su 11mila metri quadrati e offre un percorso temporale che va dal Neolitico al periodo romano. Gli edifici storici non mancano, partendo dal castello Aragonese, simbolo cittadino, edificato si pensa dai bizantini. Anche la cattedrale è una tappa imperdibile delle cose da vedere. Chiese teatri e monumenti saranno solo una parte del menù: la bellezza di Reggio Calabria sta anche nella semplicità del suo lungomare.

Potrete ammirare una delle passeggiate più belle d’Italia. Un percorso di due chilometri che si snoda tra edifici liberty, monumenti e una grande varietà di piante. Si possono ammirare anche i resti archeologici dell’epoca greco-romana di Reggio Calabria. Tutta la zona è stata rinnovata negli Anni 90. A questa bellezza aggiungete anche il relax delle spiagge con un paesaggio variegato che sa stupire e conquistare. I dintorni sanno poi nascondere villaggi pieni di storia: il borgo di Cannitello ne è un esempio.

Parco naturale della Sila

Non si può programmare una vacanza in Calabria senza visitare uno dei suoi più importanti tesori naturali: il parco naturale della Sila si estende per oltre 73 mila ettari tra le provincie di Catanzaro, Cosenza e Crotone. L’importanza di questa area è anche dovuta alla diversità che custodisce, un valore riconosciuto anche dall’Unesco che l’ha inserita tra la sua rete di riserve della biosfera. Il simbolo del territorio è il lupo, salvaguardato e tutelato dal rischio estinzione. Tantissime le attività che potrete fare a contatto con la natura.

Attraverso un percorso guidato, una cartina dettagliata e una bussola avrete la possibilità di giocare, orientandovi in un contesto naturale. Per chi non ha voglia di provare la fatica e l’ebbrezza delle escursioni c’è un pittoresco trenino d’epoca con cui ripercorrere gli scenari naturali della Calabria, arrivando a 1400 metri d’altezza. Per gli appassionati di bird watching non c’è posto migliore: ammirerete poiane, barbagianni, upupe e falchi migratori. Le escursioni potranno essere fatte anche a cavallo, in mountain bike o anche in barca. Per chi vuole provare un’esperienza adrenalinica può provare i percorsi di canyonig tra valli e torrenti per essere accerchiati da splendidi scenari di vegetazione e rocce.

Tropea e la Chiesa di Santa Maria dell'Isola

Questo comune in provincia di Vibo Valentia è più di una rinomata località balneare. Il mare è meraviglioso, ma questo borgo nasconde tante meraviglie. Come non rimanere colpiti, dagli “affacci”, i meravigliosi sorci che il centro storico regala sul mare? Potrete perdervi tra meravigliosi viottoli affacciati su botteghe artigiane, in particolare di ferro, terracotta e tessuto. La cornice sarà quella di palazzi dei nobili che rimandano al 1700-1800. Non mancheranno poi musei e chiese da abbracciare con lo sguardo.

Tra queste una citazione a parte la merita il santuario di Santa Maria dell’Isola, una vera perla. Un po’ per la sua posizione privilegiata, su uno scoglio a strapiombo proprio davanti alle isole Eolie, un po’ per le leggende che riguardano la sua storia. L’edificio appartiene all’abbazia di Montecassino e da più di mille anni svetta sul mare regalando un panorama che abbraccia perfino l’Etna. Tra i luoghi “miracolosi” che vengono citati c’è un masso, a metà delle scale che portano all’ingresso. Si diceva che guarisse dalle malattie gastriche. Sull’altare maggiore si trova poi un gruppo di statue dedicate alla Sacra Famiglia, che ogni anno vengono calate su un peschereccio per la processione del 15 agosto.

Tropea fa poi parte di quella che viene definita “La costa bella”: un percorso da sogno di 55 chilometri che si sviluppa tra spiagge, cale scogli e grotte. Partendo dal centro una delle prime spiagge è quella della Rotonda, un paradiso calmo e limpido, protetto dagli scogli su entrambi i lati. Poco più avanti c’è la spiaggia di Marina dell’Isola: un mix irresistibile fatto di sabbia bianca e morbida, mare incontaminato e una meravigliosa chiesa che spunta dall’alto.

Capo Vaticano

A 9 chilometri da Tropea vi troverete su questo promontorio circondato da 7 chilometri di spiagge che offrono tonalità meravigliose e momenti di relax. Le spiagge, per la bellezza delle acque, per la particolarità della vegetazione e degli arenili sono considerate tra le 100 più belle del mondo. Si alterneranno cale sabbiose a speroni di roccia, ideali per gli appassionati di snorkeling e immersioni. Tra le spiagge più belle da visitare c’è la Baia di Riace, in cui si possono noleggiare barche e pedalò per scoprire le grotte o la spiaggia di Grotticelle: qui un fondale cristallino digrada dolcemente. A Capo Vaticano non mancheranno campeggi, spiagge libere e ogni tipo di servizio.

Stilo e la Cattolica

Stilo, in provincia di Reggio Calabria, è uno dei borghi più belli d’Italia. Ci troviamo a 400 metri d’altezza con una vista meravigliosa sul mare Ionio. Si ritiene che sia stato fondato nel VII secolo dai profughi di un’antica città marittima della Grecia. Attorno furono costruite enormi mura e 5 grandi porte (attualmente ne rimane traccia di due). Oltre ai luoghi simbolo del territorio ci saranno tante attività da svolgere: dal trekking all’escursione, passando dalle degustazioni e lo shopping.

Una delle attrazioni più visitate, oltre al castello, è sicuramente la Cattolica, un piccolo edificio religioso alle pendici del Monte Consolino. Con il termine “cattolica”, di origine greca, si indica un complesso monastico. La sua costruzione risale al X secolo per volere dei monaci orientali ed è in stile bizantino. La parte esterna è molto ricca sia a livello geometrico e cromatico, come avveniva per le chiese orientali. È formata da un cubo sormontato da quattro cupole più piccole. L’interno, che è a croce greca, è formato da quattro colonne e uno spazio quadrato.

Parco archeologico di Scolacium

La storia sarà la protagonista del vostro viaggio a Borgia, piccolo comune in provincia di Catanzaro che ospita il Parco Archeologico di Scolacium. Qui vengono protetti i resti dell’antica città greca di Skilletion che divenne Minerva Scolacium, una volta divenuta colonia romana. Dell’abitato preromano rimane pochissimo. L’impianto della colonia romana resta definito e regala i resti dell’acquedotto, di strade lastricate, degli impianti termali, di un teatro e di un anfiteatro. Il teatro, che poteva contenere fino a 5000 spettatori, sorge sul pendio naturale della collina. Fu costruito nel I secolo d.C.  e oggetto di successivi rifacimenti.

Proprio da qui proviene la maggior parte del materiale che è stato ritrovato durante gli scavi. Spiccano gruppi scultorei e frammenti architettonici. A poca distanza ci sono i resti dell’anfiteatro, che risalirebbe al I secolo d.C, in concomitanza con l’ampliamento dell’abitato. Nell’area si trova anche la Basilica di Santa Maria di Rocella, una costruzione che fa tornare indietro fino all’XI secolo e mischia le regole dell’arte romana con suggestioni arabe e bizantine.

Gerace

Il nostro itinerario si snoda tra un altro dei borghi più belli d’Italia. Ci troviamo nel parco nazionale dell’Aspromonte, nella provincia di Reggio Calabria. Il nome, che ha origine greche, significa “sparviero” e si narra che proprio un rapace scelse il luogo esatto dove sarebbe sorto il villaggio, riparato e difficile da attaccare. Troverete tanto tesori storici e architettonici da scoprire. Il fiore all’occhiello è il castello. Il maniero si trova sulla parte più alta della città. La struttura normanna è ancora visibile, nonostante i numerosi terremoti che hanno colpito l’area.

Dalle mura del castello si potrà godere di un panorama incredibile. Altra attrattiva è la cattedrale, una delle costruzioni normanne di maggiore interesse nazionale. Qui gli stili normanno, romanico e bizantino si fondono. Tante le chiese, i monasteri e i conventi da visitare nel borgo chiamato abitualmente con l’appellativo di “Città sacra”. Degne di nota anche la chiesa di San Giovannello e la chiesa di San Francesco.

Grotte dell'Isola di Dino

Davanti alla Riviera dei Cedri, terra che regala profumi e colori, sorge la selvaggia Isola di Dino, una montagna di roccia che esce dal mare e nasconde grotte e caverne suggestive. Il nome deriva da “tempesta” e non è difficile capire il perché. Quando il mare è impetuoso gli scogli sono sferzati con violenza dalle onde. L’Isola rappresenta il luogo ideale per godersi la natura e per scattare delle foto indimenticabili.

Secondo la leggenda sarebbe stato anche costruito un tempio in onore di Venere per celebrare la bellezza dell’isola. Questo magnifico scenario sarebbe stato teatro di numerose battaglie tra pirati, come dimostrerebbe la torre per gli avvistamenti, di epoca normanna. Per arrivare sull’isola basterà prendere una barca da Praia a Mare. E poi vi potrete dedicare a delle meravigliose passeggiate guidate alla scoperta dei tesori dell’isola. La torre, che si trova nell’estrema punta a ovest, regala il punto più alto e un belvedere mozzafiato.

Parco Nazionale del Pollino

Un’area ricchissima di natura che si estende per quasi 200 mila metri quadrati a cavallo tra due regioni (Basilicata e Calabria). Un paesaggio che varia da torrenti a fiumi, che comprende bastioni calcarei, rocce dolomitiche, faglie e dirupi. Le vette arrivano a 2200 metri, ma il paesaggio alterna anche pascoli, grotte carsiche, massi erratici e ciechi glaciali. La macchia mediterranea si compone di alloro, rosmarino, corbezzolo, lentisco e mirto.

Tra le curiosità dell’area la presenza di erbe officinali. Sarà un’occasione unica per scegliere dei percorsi in mezza alla natura e per attraversare sentieri che vi faranno scoprire diversi tipi di fauna e flora. In quest’area così estesa non mancherà la possibilità di visitare santuari, chiese, castelli e grotte. Tra gli edifici religiosi è particolarmente interessante il Santuario della Madonna del Pollino a San Severino Lucano, in provincia di Potenza o quello di Santa Maria della Armi a Cerchiara di Calabria.

Lamezia Terme

Un’altra città sorprendente è sicuramente Lamezia Terme: una località in provincia di Catanzaro ricca di storia e di cultura, di scorci da ammirare e molto popolare per le sue terme. La Cattedrale è il monumento simbolo ed è dedicata ai Santi Pietro e Paolo. L’imponente costruzione in stile neoclassico è stata edificata nel 1640. Da non perdere è anche il museo archeologico che rivela la storia di questo territorio attraverso reperti e oggetti.

Si parte dai cacciatori del Paleolitico per arrivare agli attrezzi agricoli usati in queste zone. Potrete inoltre camminare nel Rione più antico, quello di San Teodoro, con le sue vecchie case e chiese. Per rilassarsi e mettersi in forma non ci sarà niente di meglio che le Terme di Caronte, già famose in epoca romana. Fuori dallo stabilimento troverete una pozza all’aperto (gurna), in cui usufruire dei suoi fanghi e delle sue acquee sulfuree.

Castello Ducale a Corigliano Calabro

È uno dei più bei manieri del Sud Italia, oggi diventato un museo. Il castello di Corigliano Calabro, che si trova in provincia di Cosenza e che fu edificato intorno al 1100. La fortezza è costituita da quattro mura, due piani e quattro bastioni che hanno forma rotonda agli angoli. A colpire, oltre all’imponenza della facciata, è la bellezza degli interni. Un viaggio tra affreschi, sculture e vetrate pregiate. Visiterete il Salone degli Specchi e le cucine ottocentesche e ammirerete la Cappella di Sant’Agostino che ha al suo interno il quadro “la Madonna delle Rose” di Domenico Morelli, uno degli artisti napoletani più rinomati nel XIX secolo.

Parti per la Calabria con Costa Crociere

Non è facile trovare una località che sappia assecondare tutti i gusti e ogni tipo di vacanza. Che abbiate bisogno di relax o di sole o che, invece, vogliate un viaggio ricco di storia e di cultura, troverete quello che fa per voi. La costa tirrenica e quella ionica sapranno svelarvi tesori marinari e villaggi in cui perdersi e recuperare una dimensione più umana. E allora cosa aspettate a venire in crociera con noi e a lasciarvi conquistare dalla bellezza delle nostre escursioni? Noi vi stiamo già aspettando.

Parti con Costa Crociere