Un borgo abbarbicato su una collina, un centro storico pieno di tesori da scoprire. Una destinazione baciata da un clima mediterraneo dove fioriscono botteghe di artigiani e viuzze da attraversare per scoprire scorci e tradizioni. Corigliano Calabro, splendida gemma in provincia di Cosenza, vi regalerà un soggiorno all’insegna della storia e del folclore.

Chiese da visitare, conventi, castelli maestosi, parchi estesi e anche spiagge che affascinano i turisti da tutta Europa. A questo aggiungete una cucina saporita che sa essere semplice, ma creativa alo stesso tempo e avrete il menù completo di quello che vi aspetta. Il borgo è riuscito a mantenere una sua identità, ma anche a implementare i servizi a favore dei visitatori.  Se voleste passare un pomeriggio un po’ diverso potreste fare un salto all’Acquapark e divertirvi tra scivoli e piscine.

Corigliano Calabro, visita questa piccola città tipica della Calabria con la sua costa splendida e i suoi palazzi maestosi e storici, partendo dal porto di Corigliano Rossano. I due comuni a partire dal 2018 si sono fusi nel comune di Corigliano Rossano.

  • Castello Ducale
  • Santa Maria del Patire
  • Chiesa di Sant'Antonio
  • Lungomare Schiavonea
  • Parco Comunale

Castello Ducale

L’inizio di questo tour è scoppiettante e punta a conoscere il simbolo di questa cittadina: il castello ducale. È uno dei manieri più belli e ammirati del Sud Italia, e risale addirittura al 1100, anche se si trova in un ottimo stato di conservazione. La fortezza è formata da quatto alte mura su due piani circondati da quattro bastioni rotondi. A stupire sono però gli interni così ricchi da sembrare quelli di una collezione privata.

Qui potrete ammirare statue e affreschi, vetrate raffinate che creano di giochi di luce molto particolari. Un altro importante maniero della città calabra è quello di San Mauro, edificato intorno al XVI secolo. Fu un grande centro di smistamento di prodotti agricoli e durante la sua storia ospitò anche Carlo V. Successivamente divenne la dimora della famiglia Saluzzo e di quella Compagna, prima di iniziare una fase di decadenza.

Santa Maria del Patire

Un complesso religioso ricco di storia e suggestioni è quello dell’Abbazia di Santa Maria del Patire, che risale addirittura al 1095. In epoca normanna divenne uno dei più importanti e rinomati monasteri dell’Italia meridionale. L’abbazia custodiva una biblioteca e una sala dove gli amanuensi lavoravano per trascrivere i testi antichi. Del complesso fa parte anche una chiesa con una pianta latino-normanna con tre absidi che sono rivolti a Oriente. Il pavimento è a mosaico, e risale al 1100 (si è conservato solo in parte). Nella chiesa è custodito un crocifisso di legno del 1600, oltre all’immagine della Madonna del Patire che risale al 1700.

Chiesa di Sant'Antonio

Il percorso nella storia prosegue visitando la Chiesa di Sant’Antonio, fiore all’occhiello della cittadina calabrese. Fu costruita nel 1400 vicino a un convento francescano. L’edificio fu interessato da diverse ristrutturazioni, a partire dal 1740 quando la struttura venne staccata dal convento. L’elemento principale è una cupola rivestita da maioliche gialle e azzurre. La chiesa, che è stata pensata con una pianta a croce latina, conserva al suo interno diversi dipinti di pregio.

Un’altra chiesa molto interessante è quella di San Francesco da Paola. L’edifico, che risale al 1500, è a una sola navata in stile romanico e al piano superiore presenta due grosse finestre che danno luce agli interni. Tra i tesori custoditi ci sono una tela di Felice da Maratea e un quadro che raffigura la Santissima Trinità di Pietro Negroni. Se aveste ancora tempo una visita la merita la chiesa di San Pietro.

Lungomare Schiavonea

Passeggiare, respirare a pieni polmoni e ammirare la natura e i panorami. Corigliano Calabro è una cittadina molto popolare per le sue spiagge, in particolare nella sua frazione Schiavonea. Qui potrete districarvi tra negozi, bar, ristoranti e piccole botteghe dove trovare dei souvenir. La spiaggia di Schiavonea è una delle più grandi della Calabria con un litorale che si estende per diversi chilometri. Preparatevi semplicemente a rilassarvi tra sabbia morbidissima e chiara o ciottoli grigi.

Il mare, caratterizzato da diverse sfumature di blu, metterà tutti d’accordo. Si tratta di una spiaggia molto apprezzate dai residenti e ai turisti che danno la possibilità di nuotare, di fare snorkeling o di dedicarsi agli sport acquatici. Troverete servizi, ombrelloni, lettini, sdraio e punti di ristoro dove fare una pausa con una vista meravigliosa. Ovviamente uno dei momenti più attesi è quello del tramonto, magari da gustare sorseggiando un cocktail.

Parco Comunale

La nostra prossima destinazione è un’oasi di pace e di verde che viene sfruttato dalle famiglie non solo durante i weekend. È un parco non particolarmente esteso, ma capace di offrire ogni tipo di sevizio e di attrazione. Ci sono un parcheggio e diverse aree dove rilassarsi o camminare e anche uno spazio giochi per i bambini. Completano la cornice bucolica anche un laghetto con alcune papere e un suggestivo ponte.

Col tempo è diventato un luogo di ritrovo per fare due chiacchiere o il punto dove darsi appuntamento per programmare un po’ di attività fisica: una camminata salutare circondati dagli alberi o una corsetta. All’interno del parco sono state organizzate diverse iniziative per sensibilizzare la cittadinanza a comportamenti responsabili in tema di educazione ambientale e di corretto riciclo dei rifiuti, attraverso l’istituzione di un info-point temporaneo.

Parti per Corigliano Calabro con Costa Crociere

 

Avete avuto un’anteprima delle bellezze che vi potrà offrire Corigliano Calabro, comune che passa dalle atmosfere della Sila alla calma del Mar Ionio. La vostra sarà una vacanza variegata con la possibilità di fare anche delle capatine in musei davvero interessanti, come quello dell’Arte Presepiale o il Museo Minimo che offre una panoramica su oggetti domestici e di lavoro della civiltà contadina.

A Corigliano rivive anche il passato arabo ricco di suggestioni. E non è l’unica curiosità visto che è la cittadina natale dell’ex giocatore e ora allenatore Gennaro Gattuso. Una meta in cui riscoprire il folclore e l’energia di sagre e di feste patronali. Non resta che lasciare uno spazio nelle vostre vacanze per questa destinazione da scoprire insieme a noi.