Un Paese magico e affascinante, fatto d’acqua: la Danimarca occupa la penisola dello Jutland, ma racchiude anche un arcipelago di 400 isole. È ricordata per la Sirenetta, ma altri la collegano al posto dove i cittadini sono più felici al mondo. Ci sono ristoranti stellati, spiagge scolpite dal vento, scorci memorabili, castelli, laghi, ma anche buona birra, piste ciclabili a ripetizione e una storia affascinante grazie alle tradizioni vichinghe.

Le possibilità di vedere cose sono molteplici, a partire dalle città. Copenaghen è una città frizzante, che offre attrattive turistiche (tanti i tesori tra i Palazzi Reali e i Musei), ma anche semplicemente la possibilità di camminare e di godersi un caffè, magari facendo shopping lungo lo Stroget. È anche un luogo favoloso dove visse Hans Christian Andersen che scrisse storie senza tempo come “La principessa sul pisello” e “La piccola fiammiferaia”. Il vostro sarà un viaggio all’insegna del teatro e della musica, ma anche e soprattutto delle bellezze naturali da vivere con mente aperta e sensi ben allenati.

Scoprire la Danimarca sarà come sfogliare una tra le guide più complete che avrete a disposizione. Preparatevi a lasciarvi conquistare da Copenhagen, Aahrus, Odense, laghi, isole e molto altro. Seguiteci in questo elenco entusiasmante e preparatevi a viaggiare con noi.

  • Copenhagen
  • Elsinore
  • Aahrus
  • Regione dei laghi
  • Silkeborg
  • Isola di Fionia
  • Randers
  • Legoland
  • Penitenziario di Horsens
  • Louisiana Museum of Modern Art
  • Vikingskibsmuseet
  • Odense
  • Skagen
  • Bornholm
  • Ærø
  • Ribe
  • Wadden Sea National Park
  • Selandia

Copenhagen

Una città, che sembra una giostra per i suoi colori, profumi e per l’idea di movimento che trasmette. Non a caso una delle prime cose da vedere è il Parco giochi di Tivoli, uno dei più antichi del mondo, e visitato ogni anno da oltre 4 milioni di persone. Si tratta di un punto di incontro, un luogo di attrazioni attraversato da giardini raffinati e musica. Ci sarà adrenalina, ma anche la tranquillità per farsi un giretto in barca. Tra i tesori architettonici meritano una visita il Palazzo Reale di Amalienborg, residenza della Regina (sono visitabili due dei quattro edifici) e il castello di Rosenborg, uno degli esempi di maniero rinascimentale più importanti al mondo.

Ci sono poi diversi simboli, a cominciare dall’ammiratissima statua della Sirenetta, per proseguire con la celebre Torre circolare. Di cosa si tratta? La Round Tower è l’osservatorio più antico ancora funzionante in Europa. Le stelle sono state ammirate, a partire dal 1642. Avrete una vista senza pari. La capitale della Danimarca è una città che deve essere scoperta anche dai canali. Il tuo giro può iniziare da Nyhawn, uno degli antichi approdi per chi commerciava in mare.

Sarà un viaggio tra casette colorate, edifici di fascino e tante sorprese. Come quelle che vi potrà riservare il Museo Nazionale di Copenaghen. La storia sarà spiegata anche attraverso giochi di luce e suoni. Alla fine di tutto concedetevi uno spuntino con il Smørrebrød (un panino che contiene burro e condimenti vari da scoprire).

Elsinore

Collocata nel canale che separa la Danimarca dalla Svezia è da sempre una città strategica e centro di scambi. Le sue fortune iniziano nel XV secolo. Migliaia di turisti ogni anno ripercorrono e rivivono le vicende di Amleto, che hanno fatto conoscere il castello di Kronborg, dichiarato Patrimonio dell’Unesco. Rivivrete un’atmosfera magica, fatta di sale luccicanti, arredi storici e anche 40 arazzi. Nei sotterranei verrete a contatto con la statua di Holger Dansk, eroe nazionale. Elsinore, che si trova a una quarantina di chilometri da Copenaghen, ha altre attrattive tra chiese (in particolare la Cattedrale) e musei. Uno dei più curiosi è il Museo Marittimo dove scoprire le vite e i misteri dei navigatori danesi di ogni tempo.

Aahrus

È la seconda città della Danimarca per popolazione e nel 2017 è stata scelta come capitale europea della cultura. I motivi sono chiari e vanno ricercati prima di tutto nel suo patrimonio artistico, che comprende chiese, musei e quartieri, vere e proprie opere d’arte. Un esempio è la “città vecchia” chiamata anche l’antico borgo. Si tratta di una sorta di museo a cielo aperto, inaugurato più di 100 anni fa. Gli edifici possono essere visitati e rappresentano l’antico stile danese.

Nell’elenco ci sono 10 botteghe, una scuola, l’ufficio postale, cucine, 20 stanze e molti laboratori di artigianato. Aggiungeteci anche dei figuranti con i vestiti tipici dell’epoca e capirete il fascino che emana questo posto. Una visita la merita anche l’affascinante quartiere latino, la cui costruzione è iniziata nel XV secolo. Tra i punti di forza di Aahrus anche i boschi, che regalano un’atmosfera tranquilla e rilassata. Se volete godervi la natura troverete anche un parco giochi con giostre per ogni età.

Regione dei laghi

È la regione che si trova nella parte centrale dello Jutland ed è la più vasta dell’intero Paese. Troverete paesaggi molto vari. Nella costa orientale sarete conquistati da spiagge e baie tranquille, mentre nelle coste occidentali il Mare del Nord dà vita a meravigliose dune, modellate da un forte vento. Questi due estremi sono uniti da un’importante area pianeggiante solcata da laghi e colline. Preparatevi a vivere antichi mercati, città vivaci, villaggi di pescatori, boschi sconfinati e perfino paesaggi glaciali, tra cui le colline della Mols Bjerge. Oltre ad Aarhus si trovano diversi borghi in quest’area, a cominciare da Herning, Silkeborg, Horsens e Randers, oltre a numerose attrazioni culturali. Ogni anno sono ospitati anche molti festival culturali e musicali.

Silkeborg

È una cittadina che può fregiarsi di essere circondata da uno degli scenari più belli al mondo: benvenuti a Silkeborg, perla che si trova a 40 chilometri da Aahrus. Potrete ammirare un paesaggio collinare, impreziosito da numerosi laghi che creano un effetto rassicurante e magico. Silkeborg stessa, fondata nel XIX secolo su un precedente insediamento, è tagliata in due dall’omonimo lago. Il vostro viaggio non vi porterà solo a contatto con numerose bellezze naturali, ma vi farà scoprire anche numerose curiosità. Su un isolotto a poco più di un chilometro dal centro cittadino sorgeva un castello, di cui sono stati trovati dei resti grazie ad alcuni scavi. Secondo gli studiosi il maniero sarebbe affondato nella ghiaia.

Isola di Fionia

Se volete paesaggi incantati, castelli da sogno e magari cene speciali siete arrivati sull’isola giusta: Fionia è la seconda isola più grande della Danimarca. Ci sono anche 55 isolotti che regalano fascino grazie a case di paglia, castelli rinascimentali (se ne contano almeno 123) e cittadine costiere pittoresche. La regione occupa la zona centrale della Danimarca. È la meta ideale per una vacanza all’insegna della natura, tra giardini profumati e occasioni di fare camminate ed escursioni, magari anche in kayak. Le acque delle baie sono calme e non molto profonde con spiagge che regalano relax e bellezza. La regione è definita come “il giardino della Danimarca” perché è ricca di profumi, frutteti e vivai.

Randers

A una trentina di chilometri da Aahrus si trova Randers, sesta città della Danimarca e una meta sicuramente affascinante. Stiamo parlando di una località in cui una storia importante si unisce a uno spiccato modernismo. La sua origine risale all’anno mille e il suo carattere medievale si può ben cogliere nel centro cittadino, attraverso le vie acciottolate e strette, ma soprattutto nei pittoreschi negozi che si trovano all’interno di case. L’arte è fruibile da tutti e si respira nella commistione degli stili, da quello classico delle statue al modernismo delle installazioni. Un bel compendio è il Museo Ostjylland, famoso per la mostra interattiva sui popoli del Medioevo e soprattutto per le acqueforti di Rembrandt.

Tra le curiosità c’è anche Graceland, un tributo al cantante Elvis Presley. Si tratta di una copia molto fedele della casa del cantante dove è contenuta una collezione di oggetti (6mila tra vestiti e chitarre) appartenuti al grande artista americano, originario di Memphis nel Tennesee. Qui a Randers saranno molto contenti gli amanti della natura visto che avranno numerose opportunità di fare passeggiate, gite in bicicletta o escursioni in kayak. Molto amato lo zoo tropicale Regnskov. Ci sono ancora due cose da ammirare nei dintorni: la tomba di Amleto e il castello di Clausholm.

Legoland

Non c’è un altro parco dei divertimenti che possa competere con Legoland, il regno dei mattoncini colorati. Fu creato nel 1968, non troppo distante dal secondo aeroporto della nazione (Billund). Ci troviamo a circa 260 chilometri da Copenaghen. Una costruzione che ha richiesto milioni di mattoncini e che offre 50 attrazioni. Il Parco, che si estende su 45 ettari, è diviso in 9 aree a tema. Il divertimento per i bambini è infinito: potranno prendere la loro prima patente di guida, salire su un sottomarino o provare le montagne russe. Ci saranno anche avventure nel selvaggio West o sorprese spettacolari nel cinema 4D. Si potranno visitare inoltre i paesaggi e i monumenti della Danimarca e di molte parti del mondo, riprodotti in scala con i mattoncini Lego.

Penitenziario di Horsens

Ci dirigiamo a Horsens, a una cinquantina di chilometri da Aahrus. Si tratta di una moderna città che riesce a coniugare il suo passato medievale con uno spirito innovativo che si manifesta nell’ex penitenziario, trasformato in un museo e in parte anche in un albergo. Il penitenziario era stato costruito per i detenuti che fossero stati condannati a lunghe pene. Tra i personaggi illustri incarcerati ci fu anche Peter Adler Abert, ministro della Giustizia danese. La struttura è stata chiusa nel 2006.

Il tour che potrete provare, attraverso un’esperienza multisensoriale, viene sviluppato dal punto di vista di Jens Nielsen, ultimo detenuto a essere giustiziato nel 1892. La vostra esperienza sarà unica, tra secondini che continuano a fare avanti e indietro, prigionieri che si agitano, porte che si chiudono e passi che arrivano dalle scale. Si avvertirà perfino l’odore di fumo che caratterizzava il reparto di detenzione. Sarà possibile visitare anche una delle collezioni più grandi di oggetti riguardanti la vita carceraria.

Louisiana Museum of Modern Art

Si definisce “un museo da vivere” e si tratta di una delle più importanti strutture internazionali dedicate all’arte moderna e contemporanea. La collezione permanente ospita oltre 3500 opere, tra le più importanti quelle di Picasso, Giacometti e Oldenburg. Il Louisiana Museum, che si trova a Humlebæk, a 35 chilometri da Copenaghen, non è stato pensato solo come sede espositiva, ma anche come luogo di incontro e di confronto sull’arte. È stato introdotto l’orario serale e sono stati creati spazi confortevoli nel giardino circondati da opere d’arte con un occhio sul mare. Il museo ha pensato inoltre a uno spazio dedicato completamente ai bambini.

Vikingskibsmuseet

Il Viking Museum si trova a una ventina di chilometri da Copenaghen, nella tranquilla cittadina di Roskilde. Farete un salto nella storia attraverso i relitti delle navi vichinghe, che sono state opportunamente restaurate. Negli ampi saloni ammirerete navi usate sia per il commercio di legno che di pelli o per navigare in America o perfino in Groenlandia. Tra gli esemplari più interessanti anche una nave di guerra o resti di imbarcazioni affondate durante sanguinose battaglie. Nelle teche potrete inoltre osservare elmi, piccoli totem e armi artigianali. Alla fine del museo c’è un’apposita area per bambini, che possono giocare con costumi da vichinghi e arrampicarsi su ricostruzioni di queste navi.

Odense

Ci troviamo a 160 chilometri dalla capitale Copenaghen e siamo a Odense, la terza città del Paese. È famosa per essere il luogo di nascita dello scrittore Hans Christian Andersen, a cui è dedicata una statua. A sorprendere è la sua ricchezza che parte dalla storia, affondando le radici nell’era pre vichinga. C’è anche però molta cultura che si manifesta nei musei e nelle gallerie d’arte e anche in un fervore creativo e propositivo che la rende sede di diversi Festival. Uno dei più famosi è il Summer Festival, un evento che unisce diversi generi musicali tra jazz e rock, nel mese di agosto.

Odense è una cittadina universitaria e quindi è piena di vita, di ritmo e di locali. Potrete trovare diversi ristoranti in cui sperimentare anche la cucina locale, vivaci pub in cui provare la birra e anche un casinò. Senza dimenticare le discoteche e diversi posti dove viene fatta musica dal vivo. Per gli amanti dello shopping e della vita quotidiana, Odense ospita due volte a settimana il più grande mercato della Fionia e il centro commerciale più esteso del Paese (Rosengaardcenteret).

Skagen

Una perla naturale, un prezioso angolo tra mare e terra pieno di luce: questa è Skagen, cittadina che dal 1800 ha affascinato artisti e pittori che qui si sono trasferiti. Il centro è molto caratteristico grazie alle viuzze strette ai negozietti ai ristoranti che illuminano il porto. Il paesaggio è stato plasmato e trasformato dallo spostamento delle dune di sabbia. Un esempio è Rabjerg Mile, una duna che si sposta di 15 metri all’anno. Altra particolarità della zona risiede nella flora con diversi tipi di orchidee, mentre sono gli uccelli i veri protagonisti, con oltre 250 specie che possono essere ammirate facendo birdwatching.

Potrete inoltre approfittare di oltre 60 chilometri di spiagge bianche. Tra le attrazioni da non perdersi il faro Rubjerg Knude, costruito sopra le scogliere del Mare del Nord, nel 1900. Tra i musei spicca quello di Skagen, che ospita una collezione di quasi duemila opere di pittori danesi, in particolare legate al paesaggio. Nei dintorni c’è anche il più grande acquario marino presente nel Nord Europa.

Bornholm

Un’affascinante destinazione sul mar Baltico, a circa 160 chilometri da Copenaghen (5 ore di traghetto da Koge). Storia, bellezze naturali e gastronomia andranno a braccetto. Non perdetevi le 4 chiese rotonde, costruite in epoca medievale e i bellissimi percorsi che è possibile fare in bicicletta. A nord sarete conquistati dalle scogliere di granito, a sud dalle sabbie fini. Nel vostro percorso troverete anche un lago e il castello di Hammershus.

Ærø

Siamo nel sud della Fionia, un insieme di 55 isolotti, la maggior parte dei quali isolati, ma oasi degli animali. Le isole più grandi sono Ærø e Lyoe, dal paesaggio incantato per chi vuole riposare in mezzo alla natura. Si tratta di mete ideali per gite al mare, escursioni e per praticare gli sport acquatici come kayak, immersioni, vela, windsurf, kitesurf e caccia subacquea. Gli isolotti godono di un clima mite e di un mare perennemente azzurro. L’isola di Ærø è il luogo scelto da centinaia di uccelli. L’omonimo comune è uno dei più piccoli della Danimarca, ed è formato da diversi villaggi e da tre città portuali. La natura è protagonista, ci sono colline, belle spiagge e tutto il necessario praticare gli sport all’aperto e in mare.

Ribe

È popolare per essere la cittadina più antica della Danimarca visto che si fa risalire la sua fondazione al 704 d.C. Possiede uno dei centri storici medievali meglio conservati d’Europa e passeggiarci sarà come viaggiare nel tempo. Ammirate le meravigliose case a graticcio, Patrimonio dell’Unesco. Esplorando, poi, il paesaggio danese, potrete assaporare le atmosfere vichinghe, l’epoca cristiana e apprezzare la bellezza della natura, passeggiando fra castelli e manieri. Da non perdere la cattedrale di Ribe, costruita tra il 1150 e il 1250. Tra le sue particolarità quella di essere l’unica chiesa a 5 navate del Paese. È visitabile anche una delle tre torri.

Wadden Sea National Park

Lo Jutland meridionale è famoso per ospitare il Wadden Sea National Park, che si estende lungo la costa occidentale. Si tratta di un’area che ha un valore ecologico molto rilevante, visto che è tappa imperdibile per milioni di uccelli migratori. Uno degli spettacoli da non perdere si ha quando l’acqua si ritira con la bassa marea, permettendo a miglia di creature di riversarsi sul fondale. Un altro degli “eventi” da non lasciarsi sfuggire è il cosiddetto “sole nero”: all’ora del tramonto migliaia di uccelli si radunano in cielo e disegnano traiettorie e disegni incredibili. Il parco comprende zone ricche di biodiversità, oltre a diversi isolotti, che sono residui delle dune costiere.

Selandia

La Selandia è l’isola più grande della Danimarca e comprende anche la capitale Copenaghen. Si tratta di una regione ricca di fascino e di bellezze naturali. Potrete visitare meravigliosi castelli o rilassarvi nelle spiagge del Nord. Se non siete ancora convinti fate anche una capatina al borgo medievale di Koge o una visita alla fortezza circolare di Trelleborg. La Selandia del sud comprende, invece, tre isole molto diverse tra loro: Mon, Falster e Lolland, perle dal paesaggio variegato. Si spazia dalle ampie scogliere di gesso, alle colline sconfinate, fino alle bellissime spiagge, alcune a misura di bambino.

Parti per la Danimarca con Costa Crociere

Preparatevi a scoprire una nazione unica, che sa unire storia, una natura affascinante e immaginifica e un patrimonio culturale e artistico considerevole. La Danimarca sarà anche una meta che vi stuzzicherà dal punto di visto gastronomico e delle curiosità. Basti sapere che sembra che la sua bandiera sia una delle più antiche al mondo, le sue prime tracce risalgono al 1200. Basta parole, è tempo di sognare e di lanciarsi in questa nuova avventura tra saghe vichinghe, atmosfere da assaporare ed edifici da fotografare.

Parti con Costa Crociere