Passeggiare tra i riflessi del sole che splende tra le vie antiche e strette, ammirare dall’alto il blu del mare che si fonde con quello del cielo. Un’atmosfera unica. E non solo per una questione estetica. Qui siamo nel centro del mondo, ovvero dove la cultura si è sviluppata agli albori della civiltà. Qui, dove al fianco delle straordinarie bellezze della natura ci sono testimonianze notevoli di epoche lontane.

Fira città storica dell'antica Grecia ed epoca Bizantina. Vivi questo luogo incantevole e romantico durante il vostro prossimo viaggio a Santorini.

  • Centro storico
  • Museo Archeologico di Thira
  • Museo della Thira Preistorica
  • Cattedrale Ortodossa
  • Cattedrale Cattolica
  • Porto vecchio
  • Caldera
  • Funivia

Centro storico

Fira (conosciuta anche come Thira) è il posto più conosciuto di Santorini, il suo capoluogo. Si trova esattamente al centro della scogliera a forma di mezzaluna dell’isola e a circa 260 metri sul mare. È quindi un punto di osservazione privilegiato per fermarsi a osservare il panorama sul golfo senza per questo rinunciare a vivere la grande vivacità delle stradine del centro, piene di locali caratteristici. Dal mare ci si arriva in centro con la funivia, oppure seguendo un impegnativo stradello in salita o ancora grazie a una scalinata con 587 scalini. In quest’ultimo caso il vantaggio è di poter godere di scorci mozzafiato, ma la fatica è discreta.

La piazza principale, Theotokopoulou Square, è il cuore della città da dove si diramano vicoli e stradine. Qui tutti si ritrovano, fermandosi per poi ripartire esplorando il centro storico. A due passi c’è infatti, tra le altre attrazioni, la cattedrale cattolica di San Giovanni Battista con il suo campanile colorato con toni pastello che vanno dal giallo all’azzurro.  Oppure c’è la cattedrale metropolitana ortodossa, sulla strada più turistica di Fira. In centro troviamo anche il museo preistorico di Thira per una sosta culturale ammirando i reperti provenienti dagli scavi di Akrotiri. Il museo Gizi, invece, presenta dipinti, fotografie e manufatti che racconta un pezzo di storia durante il periodo veneziano di Santorini.

Museo Archeologico di Thira

Il percorso artistico e culturale che si scopre a Fira può andare di pari passo con la classica vacanza di sole e mare. I dettagli della storia millenaria dell’isola sono infatti ovunque, dai siti archeologici all’aperto alle tante chiese dell’età bizantina. Ma per conoscere in maniera approfondita le vicende più antiche, bisogna andare alla scoperta del Museo Archeologico di Fira.

Si trova nel centro della città in un palazzo costruito negli anni Sessanta, edificato qui in sostituzione di un edificio più antico, ma distrutto dal terremoto del 1956. Il punto di riferimento è la piazzetta vicina alla teleferica e alla chiesa cattolica. Contiene una delle collezioni più antiche dell’isola, con sculture che vanno dal periodo Arcaico fino a quello Romano, dove è possibile vedere le statuette in argilla e in ceramica, per fare un esempio, del periodo Ellenistico, provenienti proprio dall’antica Thira.

Due i pezzi più importanti del museo: il primo è l’Anfora di Thira, con la sua decorazione geometrica risalente al VI secolo a.C. e l’altro è una pietra vulcanica gigantesca (Trachite) pesante 480 chili. Ci sono anche altri oggetti che provengono dal cimitero dell’Antica Thira: Anfore e ceramiche oltre agli antichi kouroi, statuette che risentono dell’influenza egizia. Si tratta di una tappa fondamentale in qualsiasi tour dell’isola.

Museo della Thira Preistorica

Di fronte alla stazione dei pullman, ecco l’altro museo. Unico nel suo genere, ospita reperti che arrivano dagli scavi della Compagnia Archeologica di Atene e Akrotiri, dei vecchi scavi dell’Istituto Archeologico Tedesco a Potamos, infine di altre ricerche a Thira. Ci sono anche i resti del famoso affresco delle Scimmia Blu (risale a circa il 1700 avanti Cristo) con il suo sorprendente senso del movimento e gli oggetti di vita quotidiana di un’epoca lontanissima.

Questi pezzi raccontano in qualche nodo la lunghissima storia della città a partire dalla preistoria. A pochi metri dall’ingresso, figure in marmo e vasi ricordano il ruolo attivo di Fira nella prima civiltà cicladica e in tutta la zona del Mar Egeo. Il museo rappresenta un’estensione del campo archeologico di Akrotiri, la città preistorica che a un certo punto si trasformò evolvendo da semplice villaggio dei pescatori a straordinaria città costiera.

Cattedrale Ortodossa

Ci si deve addentrare nei vicoli del centro (tradizionalmente cattolici) e salire fino in cima per arrivare a visitare la cattedrale di San Giovanni Battista. Anche questa chiesa rimase distrutta dopo un terremoto, quello del 1958. In seguito è stata ricostruita in stile barocco con un bellissimo campanile. Ha un colore beige e bianco che la caratterizza rispetto alle chiese bizantine e ortodosse e che contrasta mirabilmente con il blu del cielo. Si trova in posizione panoramica e quando è attraversata dai raggi del sole, sullo sfondo del mare azzurro, il contrasto di colori è notevole. All’interno ha affreschi interessanti da scoprire e un enorme lampadario che pende dal soffitto. Il tutto crea un contesto all’insegna della semplicità, trasmettendo un senso di pace diffusa.

Porto vecchio

Un ingegnere tedesco ne curò la realizzazione nel 1840. Da allora il porto vecchio è rimasto immutato. Non è semplice da visitare se non via mare. Da terra il modo più agevole per raggiungerlo è utilizzare la funivia. Altrimenti si può seguire la tradizione e salire a dorso di un mulo e scendere a valle. Mentre è decisamente più difficile percorrere il cammino a piedi, ma in molti affrontano questa sfida. In ogni caso è proprio nel percorso che conduce al vecchio porto, la bellezza di questo luogo. Un itinerario antico, non facile, ma meraviglioso. Da qui partono comunque i traghetti per le escursioni nella caldera e anche per l’isola di Thirasia, destinazione sorprendente e da non perdere.

Caldera

Qual è l’elemento distintivo di Santorini, ciò che può renderlo davvero un posto magico? La caldera. Con questo termine si indica la sua tipica conformazione, che deriva da una depressione del terreno originata oltre 10 mila anni fa dopo che si verificò il crollo della volta della camera magmatica di un vulcano, a sua volta causato da una delle eruzioni tra le violente che si sono verificate nella storia della vulcanologia.

Ma se è stata una catastrofe a formarla, oggi la caldera di Santorini è una meraviglia naturale che altrove, nel mondo, è difficile trovare. Proprio per effetto delle eruzioni si è formato un ampio cratere a 20 chilometri dalla costa interna, al centro di una laguna. L’acqua del mare penetrò dall’unico passaggio creando l’attuale conformazione. Uno dei tour più popolari è quello che vi porterà in barca sulle isolette della caldera. C’è sempre la sosta all’antico cratere. Così come è un’esperienza fantastica la camminata sul crinale, da Fira a Oia, non troppo impegnativa anche se richiede un certo sangue freddo.

Funivia

Se scopri le 15 migliori cose da fare a Santorini, ti accorgerai che tra queste c’è anche la risalita in funivia verso Fira. Sì, perché non si tratta di un semplice servizio di risalita. È qualcosa di più, un’esperienza unica che permette di salire fino a un’altezza di 220 metri in uno scenario davvero senza eguali. Il percorso, anche se dura solo pochi minuti, regala davvero momenti di emozione intensa (per chi non soffre di vertigini) a picco sul mare con una visuale d’eccezione su tutta la baia.

Qualcosa che lascia a bocca aperta. La funivia è stata installata a Fira nel 1980, si tratta di alcune cabine di colore grigio che trasportano un massimo di 6 persone e un peso massimo approssimativo di circa 450 chili. È il mezzo più veloce e comodo per raggiungere la città dal porto e viceversa. Ideale collegamento per chi approda in nave e si appresta a visitare Fira.

Parti per Santorini con Costa Crociere

Un viaggio non troppo lontano, eppure davvero in grado di stupire. Da un po’ di anni ormai Santorini è meta del turismo di tutto il mondo. Merito della sua immagine iconica che – con le casette bianche e blu perfettamente integrate in uno scenario dominato dall’azzurro e dalla luce – suggerisce immediatamente l’idea di una vacanza da sogno. Fira è il cuore di questa bellissima isola. Una città antichissima che rivela oltre ai risvolti storici e culturali, una straordinaria grazia architettonica e ambientale. In un solo concetto: bellissima. Vieni a scoprirla assieme a Costa Crociere.

Parti con Costa Crociere