Una regione spesso sottovalutata, ma il Friuli-Venezia Giulia è ricca di attrazioni e risorse: città storiche, mare, montagne, ce n'è per tutti i gusti. Una dei gioielli più brillanti è sicuramente Trieste. Cultura, storia, arte, ma anche angoli in cui la natura sarà la protagonista. E poi il Friuli-Venezia Giulia vi regalerà gusti autentici e ricchi di contaminazione anche in cucina. Per cui non resta che scoprire le sue bellezze e viverle insieme a noi.
  • Trieste
  • Castello di Miramare
  • Riserva Naturale della Val Rosandra
  • Gorizia
  • Grotta Gigante
  • Laghi di Fusine
  • Pordenone
  • Piancavallo
  • Lignano Sabbiadoro
  • Aquileia

Trieste

Cosa vedere a Trieste? Sicuramente non è una domanda facile e sono tante le tappe che bisogna prevedere. Trieste è una città che ha una bellezza nascosta, un fascino che non fa clamore. Il suo cuore è la Piazza Unità d’Italia, la piazza aperta sul mare, più grande d’Europa. Il salotto culturale ricco di storia e di caffè imperdibili (Il Caffè degli Specchi). Non è un caso che abbia stregato artisti del calibro di Joyce e Stendhal. Passeggerete tra palazzi unici e fontane. Una delle prime attrazioni è la cattedrale di San Giusto.

La facciata è semplice con un rosone gotico, l’interno è a 5 navate con raffinati affreschi di scuola veneziana.  Se volete poi vedere la città da una prospettiva diversa c’è pur sempre il Faro della Vittoria.  Non perdetevi anche un’escursione per scoprire le grotte. Trieste, poi, saprà prendervi per la gola con la Jota, minestra di fagioli, patate e crauti, gli gnocchi di pane e i suoi piatti di carne e soprattutto di pesce, tra alici e baccalà.

Castello di Miramare

Basta percorrere la strada costiera per arrivare a questo castello e godersi una vista imperdibile di Trieste. Il maniero vi apparirà maestoso, immerso nel verde del suo rigoglioso parco e al termine del promontorio del Grignano che cala a picco sul mare. Fu l’arciduca Ferdinando Massimiliano d’Asburgo che decise di farlo costruire per farne la dimora con la consorte Carlotta del Belgio.  L’edificio, che si trova a circa 6 chilometri dal centro storico, è famoso per il suo stile eclettico e ricco di sfumature. Un mix che unisce elementi gotici, medievali e rinascimentali. La visita al suo interno vi stupirà.

 Le stanze, che ospitano ancora un trono e gli arredi originali, sono diventate un museo. Altri appartamenti sono stati, invece, abitati dal duca Amedeo d’Aosta. Il parco è uno dei ritrovi preferiti dai triestini o dai turisti e si estende per circa 22 ettari. Al suo interno ci sono varietà di piante da tutto il mondo e sorge quello che è chiamato il castelletto, la residenza reale, con la sua facciata bianca, che è stata sostituita dal maniero principale. Se il tempo è d’aiuto sarà un’esperienza rilassante quella di arrivare a Miramare, attraverso il lungomare Barcola che dal centro arriva fino al castello.

Riserva Naturale della Val Rosandra

Nel comune di San Dorligo della Valle, proprio al confine con la Slovenia, possiamo ammirare questa meraviglioso spazio in cui la natura si manifesta in tutto il suo splendore. La Riserva ricopre un’area di circa 746 ettari e una valle percorsa dal torrente Rosandra.  In quest’area che si sviluppa tra le montagne e il mare vedrete numerose specie animali tra rettili, anfibi e uccelli. I due versanti sono molto diversi: quello nord-est, soleggiato, è caratterizzato da un clima mite, mentre a ovest sui grandi ghiaioni predomina un clima freddo.

La Riserva offre numerosi percorsi escursionistici che permetteranno di scoprire resti di antichi castelli, grotte con numerosi iscrizioni, ruscelli e punti panoramici naturali che vi permetteranno di avere una vista fantastica su Trieste. Degna di nota è una cascata alta 36 metri, mentre durante la vostra passeggiata (a piedi o con una bici) potrete vedere i resti di un acquedotto romano e godervi un momento di pace e tranquillità.

Gorizia

Una storia travagliata che la vide appartenere all’Impero Asburgico fino alla Prima Guerra Mondiale per poi essere divisa tra Italia e Slovenia. La vostra passeggiata può partire dal centro, via Rastello, con le facciate dei palazzi e le piazze che si affacciano su scenari cinquecenteschi. Alla storia della Grande Guerra è dedicato il Museo nel Castello. Sono raccolti filmati, reperti, divise e plastici e le sale sono ordinate in ordine cronologico. Il maniero ospita anche il Museo del Medioevo goriziano, la collezione archeologica, la pinacoteca, il museo della Moda e delle Arti applicate.

La stazione della Transalpina è poi un edificio molto importante in cui si può vedere un mosaico che celebra l’ingresso della Slovenia nella Ue. Gorizia vi darà anche la possibilità di camminare in mezzo al verde, magari nel Giardino Viatori, che ospita di 500 azalee e 300 tipi di rose rare in un’esplosione di profumi e colori che provano a sfidare il clima. All’interno del panorama artistico da non perdere è la chiesa di Sant’Ignazio, una delle più importanti della città, costruita dai Gesuiti alla fine del 1600. La facciata allungata è circondata da due torri con le cupole di bronzo. All’interno si può ammirare l’altare barocco di San Giuseppe con le sue quattro colonne di marmo.

Grotta Gigante

L’origine di questa grotta si perde nella notte dei tempi, ma i visitatori la possono apprezzare solo dal 1908. Questa bellezza naturale fu scoperta per caso nel 1890. Qui si mischiano natura, turismo e ricerca scientifica. La Grotta Gigante è costituita da una grande cavità alta 100 metri. Durante la visita guidata si possono percorrere 850 metri riuscendo a scendere a 100 metri di profondità tra sentieri circondati da formazioni calcaree, stalattiti, colonne. Il Centro di accoglienza dei visitatori offre una sala multimediale per dare la possibilità di esplorare la grotta anche alle persone con disabilità. Situata a Sgonico, nel Carso Triestino, la natura esploderà in tutta la sua bellezza.

La Formazione della Grotta Gigante si può far risalire a 40 milioni di anni fa, ha una forma ellittica, ricca di formazioni cristalline dove si creano numerose stalagmiti. Prima di arrivare alla Grotta ci sono 500 scalini. Raggiungendo la Sala Altare si può arrivare alla Grotta Segreta. La visita dura circa un’ora. Dopo si possono attraversare i sentieri del Carso e fermarsi ad assaporare le bontà del territorio tra salumi, formaggi, miele con un buon calice di vino. La Grotta Gigante è spesso cornice di spettacoli, rappresentazioni teatrali, sport estremi e degustazioni.

Laghi di Fusine

La conca dei laghi di Fusine è uno dei posti più affascinanti dell’intera regione. Immaginatevi dei laghi di origine glaciale, una cornice meravigliosa di silenzio, pace e natura, che è collegata da comodi sentieri all’interno di un rigoglioso bosco di abete rosso alla base di una catena montuosa, quella del Gruppo del monte Mangart. L’ambiente è una tavolozza di colori in continua evoluzione. Qui sarà un tripudio di natura tra animali e piante tipiche: le infinite gamme di colore delle stagioni rendono questa cornice ancora più magica e fiabesca donando al lago e al paesaggio sfumature uniche.

Dai laghi di Fusine, che si trovano all’interno dell’omonimo Parco, nel comune di Tarvisio, si possono effettuare diverse escursioni attraverso i sentieri, con la possibilità di raggiungere un rifugio. C’è anche una curiosità che riguarda questi laghi, che nel 2007 hanno avuto un improvviso momento di notorietà, quando sulle rive venne girato un film “La ragazza del lago”, di Andrea Molaioli.

Pordenone

Una città che ha una storia antichissima, risalente ai Romani. Era già conosciuta nel V secolo d.C. con il nome di Portus Naonis.  Il vostro tour può partire dalla città vecchia capace di regalare angoli pittoreschi, a cominciare dalla sua arteria principale, corso Vittorio Emanuele. È il luogo di ritrovo per eccellenza, circondato da bar, negozi e ristoranti sotto lunghe file di portici. Il più antico monumento della città è il Palazzo del Comune, che è stato costruito nel 1100 e rappresenta un gioiello dell’architettura gotica. All’interno si trova la sede della pinacoteca, con una delle maggiori collezioni della regione.

A poca distanza nella suggestiva Piazza San Marco c’è il Duomo, il simbolo della città. Una costruzione che risale al 1400 ed è in stile gotico. Continuando la vostra passeggiata non ci si può non imbattere in una fabbrica di ceramiche dove respirare l’aria e la forza della tradizione. Il centro di Pordenone vi stupirà con le sue case affrescate e ricche di decorazioni, dipinti e stucchi. Uno dei maggiori esempi è sicuramente Casa Simoni, elegante e maestosa residenza caratterizzata da un affresco posizionato tra due finestre gotiche. A spiccare è anche il Palazzo De Rubeis: la facciata è completamente ricoperta da motivi geometrici.

Piancavallo

A nord di Pordenone si trova un soleggiato e ampio altopiano, ideale per gli appassionati dello sport e delle attività all’aperto. Vi potrete godere una giornata indimenticabile tra percorsi di trekking, campi sportivi, lo stadio del ghiaccio e gli impianti sciistici da fondo e per la discesa, un alternarsi di piste per circa 17 chilometri. Senza dimenticare lo snowboard e il bob su rotaia. La zona d’estate è perfetta per le camminate. Lo sguardo riesce a entrare nell’azzurro dell’Adriatico, mentre la cornice è quella di un paesaggio tipicamente dolomitico.

Per chi ha bisogno di un po’ di adrenalina, a 1091 metri, dalla Castaldia, ci si può lanciare con il deltaplano. Nelle vicinanze di Piancavallo ci sono poi tutta una serie di luoghi da visitare: i laghi che potranno essere attraversati in kayak o canoa o praticando windsurf e vela. Ci si può spingere anche fino alle grotte, opere spettacolari causate dall’erosione dell’acqua. Il comune di Piancavallo, frazione del comune di Aviano in provincia di Pordenone ha ospitato la Coppa del Mondo di Sci Alpino e il Giro d’Italia.

Lignano Sabbiadoro

È una delle località balneari più rinomate del Nord Adriatico. La spiaggia si estende per 8 chilometri e offre numerosi servizi, oltre alla possibilità di trovare tutto il necessario per gli sport acquatici o per godersi la tintarella (ombrelloni, sdraio e lettini).  Il mare è stato insignito della bandiera Blu per la qualità delle sue acque. Una parte dell’arenile è libera, una parte è provvista di bagni che dispongono anche di gazebo. Il comune è suddiviso in tre località (Lignano Sabbiadoro, Lignano Pineta e Lignano Riviera).

Il primo offre un vivace centro storico, ricco di piazze e scorci in cu sarà anche possibile fare shopping. Il secondo viene ricordato per le sue lussuose boutique che si estendono lungo la passeggiata centrale. L’ultimo centro è immerso nel verde ed è adatto per chi ama la tranquillità. Passerete una vacanza frizzante ricca di movimento e di locali dove passare una bella serata o provare le prelibatezze della cucina tipica.

Aquileia

La città, che si trova in provincia di Udine, è stata definita “La seconda Roma” per il ruolo che ha avuto nell’antichità e per la ricchezza del suo patrimonio archeologico. Divenne, infatti, una delle città più importanti e grandi dell’Impero. E qui si stabilì l’imperatore Massimiano. Una delle attrazioni principali è la Basilica di Santa Maria Assunta che si trova in pieno centro. La struttura originaria risale addirittura al 313 d. C. anche se nel corso dei secoli ha subito numerose modifiche. Nelle fondamenta conserva le Aule Teodoriane, che sono considerate i primi spazi di culto per i cristiani.

 Tra le altre attrazioni c’è sicuramente il Museo Paleocristiano. La struttura sorge sui resti di una basilica paleocristiana. Il primo piano ospita quelli che erano i resti di una basilica a sud di Aquileia. Ammirerete mosaici e iscrizioni sul pavimento. Da non perdere anche il Foro Romano. Si immagina che il centro della vita cittadina fu costruito tra il II e III secolo d. C. Oggi sono visibili una parte del portico e del colonnato.

Parti per il Friuli-Venezia Giulia con Costa Crociere

Le bellezze dell’Italia sono infinite e ne avete avuto un assaggio con il Friuli-Venezia Giulia. Una regione da scoprire con curiosità e sguardo libero, ma anche un trampolino per continuare ad andare in avanscoperta lungo la bellezza del Belpaese. Qualsiasi itinerario voi scegliate, noi siamo pronti ad accompagnarvi e a regalarvi una vacanza unica.

Parti con Costa Crociere