La monumentale città di Granada, famosa per il suo fascino ispano-mediorientale nasconde posti imperdibili. Scopri quali sono.
  • L'Alhambra
  • Il Generalife
  • Palazzo Dar-al-Horra o Monastero di Santa Isabella
  • Il Quartiere Albayzin
  • La Cattedrale di Granada
  • La Cappella Reale di Granada
  • Il Bagno Arabo
  • Parco delle Scienze
  • Cosa vedere a Malaga

Le 8 cose da vedere a Granada

Questa meravigliosa città, situata ai piedi della Sierra Nevada, in Spagna, combina in un unico spazio il meglio del carattere e dell'architettura andalusi, un importante patrimonio arabo e monumenti di grande interesse, risultato di diverse culture alternatesi nel corso della storia. A Granada sarai circondato da arte, bellezza, ma anche da quartieri che ti faranno entrare nell’essenza dei luoghi. E con le nostre escursioni avrai la possibilità di scoprire il meglio delle città della Spagna.

L'Alhambra

Patrimonio dell'umanità dell'Unesco dal 1984 e con la Sierra Nevada sullo sfondo, l'Alhambra costituisce la città musulmana fortificata meglio conservata al mondo. Una fortezza con palazzi e giardini rigogliosi che conserva in ogni angolo il lusso e il gusto dei monarchi nasridi. È una delle opere più imponenti del patrimonio storico e artistico spagnolo, ammirata per la sua straordinaria bellezza e ricchezza. Il nome significa “fortezza rossa” ed è ispirato al colore dei mattoni cotti al sole con cui furono costruite le mura esterne del fortino. Sarai colpito dalla contraddizione del complesso: all’esterno la semplicità e rigidità della struttura militare. All’interno la grazia e ricercatezza degli arredi e delle decorazioni.

Il Generalife

Il Generalife è un altro dei luoghi essenziali da vedere a Granada. Questo bellissimo palazzo viene solitamente visitato insieme alla sorella maggiore, l'Alhambra. Entrambi sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità. Fu costruito nel XIII secolo, diventando il luogo in cui i re nasridi trascorrevano i periodi di riposo, ritirandosi dalla vita ufficiale. Al suo interno si possono visitare diversi edifici, cortili e giardini che costituiscono una delle attrazioni più importanti da vedere a Granada. Il nome del complesso, d’altronde, fa riferimento “ai giardini dell’architetto”, inteso come Dio. I giardini sono un vero capolavoro di colori, profumi ed eleganza.

Palazzo Dar-al-Horra o Monastero di Santa Isabella

Questa costruzione si trova nel quartiere di Albayzin, ed è l'unica che ha mantenuto il suo aspetto originario. Il nome significa “Casa della donna onesta” e sembra faccia riferimento alla madre del re Boabdil, che fu l’ultimo monarca arabo in Spagna. Dopo la conquista della città da parte dei re cattolici, la regina Isabella fondò qui il convento reale di Santa Isabella. L'edificio appartenne all'ordine religioso fino al 1900, quando il governo spagnolo decise di acquistarlo. Il palazzo è attualmente catalogato come patrimonio di interesse culturale.

Il Quartiere Albayzin

È il quartiere più antico di Granada, arroccato su una collina di fronte all'Alhambra e perso nel suo mondo, sempre lontano dalla medina. La sua costruzione risale addirittura al 1100. Qui troverai punti panoramici famosi, come San Nicolás, con viste spettacolari sull'Alhambra e San Cristóbal, e con un bellissimo tramonto che colorerà la serata. Goditi la sua meravigliosa architettura ispano-musulmana che ha meritato l'inclusione nella lista dell'Unesco come patrimonio dell'umanità. Potrai scoprire i suoi numerosi pozzi, le case arabe e moresche, i conventi e le chiese e molti luoghi interessanti. Nel suo massimo splendore ha toccato i 60 mila abitanti, ospitando 26 moschee.

La Cattedrale di Granada

Il complesso monumentale della Cattedrale di Granada simboleggia la gloria e il potere dei Re Cattolici, che la conquistarono nel 1492 e unificarono così la Spagna sotto lo stesso stendardo. Si tratta di un gioiello del Rinascimento spagnolo che è ricco di opere dei migliori artisti dell'epoca.  Costruita nel 1505 per ordine di Isabella la Cattolica, la Cattedrale di Granada o “Cattedrale dell'Incarnazione” conserva al suo interno la famosa “Immacolata” di Alonso Cano e una magnifica pala d'altare. Le navate laterali sono chiuse da numerose cappelle di stili ed epoche differenti. Uno dei suoi architetti fu Diego de Siloé.

La Cappella Reale di Granada

Annessa alla cattedrale c’è la Cappella Reale, un altro dei tesori da vedere a Granada. In esso ci sono le tombe dei Re Cattolici. I lavori iniziarono nel 1505 e terminarono nel 1517. Nella sacrestia, che è stata trasformata in un museo, è esposto il ricco patrimonio dei re cattolici (tessuti, gioielli, libri, scettri, spade e tavole fiamminghe). Si può ammirare anche una nutrita collezione di quadri con tematiche religiose che risalgono al 1400: tra i capolavori anche un Cristo del Perugino e l’Orazione nell’orto di Botticelli.  È possibile visitare la cappella tutti i giorni dell'anno, tranne durante le ore di culto e quando ci sono celebrazioni religiose.

Il Bagno Arabo

Se c'è qualcosa di caratteristico della cultura araba, sono i suoi bagni. E a Granada non potevano mancare i bagni arabi per evocare l'era nasride. I bagni arabi Hamman Al Andalus si trovano nel centro storico della città, vicino a Plaza Nueva, e ricreano l'atmosfera dell'epoca andalusa. La sua decorazione, i suoi profumi e le sue acque creano uno spazio unico che ti invita a rilassarti. Vi si accede da una piccola casa costruita dopo la “Reconquista”. Ci sono tre ampi spazi (sala fredda, centrale e calda) e un cortile con vasca.

Parco delle Scienze

Non è conosciuto come gli altri parchi scientifici europei, ma quello di Granada affascina grandi e piccini per la sua capacità di insegnare attraverso il divertimento. Il viaggio nel corpo umano, per esempio, permetterà di scoprire tutti i segreti del Dna. Ci sono inoltre una sala in cui si gioca con luci e suoni e una stanza dedicata ai più piccoli. Il Planetario può accogliere più di 80 persone e offre una volta celeste di 10 metri di diametro su cui sono proiettate 7.000 stelle.

Cosa vedere a Malaga

Con le nostre escursioni potrai anche ammirare la città di Malaga, a cominciare dai suoi monumenti più importanti come l’Alcazaba, fortezza del periodo musulmano che svetta nella città. Dalle antiche mura godrai di un panorama indimenticabile. Un’altra meraviglia è il castello di Gibralfaro, costruito nel 1800 sui resti di un faro. Il tour dei simboli prosegue nella cattedrale, la cui storia inizia nel 1500. Che ne dici poi di scoprire la casa natale di Picasso e il museo a lui dedicato che conserva più di 200 sue opere? Lo straordinario artista imparò insieme al padre le differenti tecniche pittoriche. A Malaga avrai la possibilità di fare anche delle soste nelle taverne per gustare le specialità locali. Sei ancora curioso? Scopri cosa vedere a Malaga.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Granada e Malaga ti hanno mostrato il fascino più autentico della Spagna. Sei pronto a moltiplicare tutte queste sensazioni e a vivere un’esperienza unica a bordo delle nostre crociere? Il Mediterraneo ti aspetta con tante sorprese.

Parti con Costa Crociere