Hiroshima è tristemente famosa in tutto il mondo per essere stata la vittima dello sgancio della prima bomba atomica della storia. Per ricordare questo evento sono stati realizzati il Museo della Pace e il Parco della Memoria. Uno dei simboli più importanti è l’A Bomb Dome, Patrimonio Unesco e uno dei pochissimi edifici rimasti in piedi dopo la deflagrazione. Questa località è, però, molto altro.

Hiroshima si è alzata e ricostruita e ha grandi bellezze da offrire. Dal toccante Parco Memoriale della Pace a castelli e giardini stupendi, fino all’isola di Miyajima. Scoprite Hiroshima e i posti più belli del Giappone.

  • Il museo della pace di Hiroshima
  • Il santuario di Itsukushima
  • Il monte Misen
  • Il castello di Hiroshima
  • Giardino Shukkeien
  • Museo della Mazda
  • Parco di Hijiyama
  • Isola di Miyajima

Il museo della pace di Hiroshima

Il museo nacque nel 1955 per ricordare il bombardamento nucleare operato dagli americani. La struttura si divide in due parti. La prima racconta le due vite di Hiroshima, prima e dopo lo scoppio dell’ordigno attraverso una mostra permanente. Vengono usati pannelli, modellini e video. L’edificio principale ospita, oltre alla ricostruzione di una struttura con all’interno vittime sfigurate dalla bomba, anche un’esposizione di suppellettili e materiale prelevato dalle macerie che attesta gli effetti dell’esplosione.

Uno spazio della collezione principale è dedicato a Sadako Sasaki, una bimba tra le prime vittime delle radiazioni. Le conseguenze della bomba sono raccontate attraverso foto originali e anche pannelli informativi. L’obiettivo del museo non è solo quello di raccontare un fatto tragico, ma di farsi portavoce di un messaggio trasversale e globale, quello di promuovere la pace e di proporre con forza un divieto contro le armi nucleari.  Uno spazio è dedicato anche alla violenta campagna che fece il Giappone in tutta l’Asia.

Il santuario di Itsukushima

Sull’isola di Miyajima che scopriremo più avanti, si trova questo meraviglioso santuario, che è stato inserito nell’elenco dei tesori dell’Unesco ed è patrimonio nazionale del Giappone. Il tradizionale portale (il torii rosso) di accesso rappresenta una delle attrattive principali di tutta la nazione. Il portale originale rimanda addirittura la XII secolo, ma è stato ristrutturato nel 1875. Ha un’altezza di 16 metri e per la sua realizzazione è stato utilizzato un legno di canfora molto pregiato, fatto arrivare appositamente sull’isola. Tra le curiosità il fatto che il portale sia raggiungibile a piedi solo durante la bassa marea, un po’ come accade al monastero di Mont Saint Michel in Francia.

Un’usanza comune per i visitatori è quella di inserire delle monetine nelle crepe dei pilastri come segno di buon auspicio. Gli abitanti della zona sono soliti inoltre raccogliere i crostacei che si attaccano alla loro base durante la bassa marea. Il tempio si articola in una serie di pittoresche strutture a palafitta. Queste sono circondate da altri edifici costruiti in momenti diversi e con differenti stili architettonici. Nell’elenco ci sono: una pagoda a due piani, una pagoda a cinque piani, un centro di teatro e alcuni santuari.

Il monte Misen

Grazie ai suoi 500 metri il monte Misen è la vetta più imponente dell’isola di Miyajima, nonché un’oasi spirituale per migliaia di pellegrini che vi salgono in cima dopo essersi fermata nei santuari e nei templi che sono sparsi lungo il cammino. A questi si affiancano appassionati di trekking e turisti incantati dalle bellezze naturalistiche della zona. Tra le chicche ci sono la sua foresta vergine e la vista unica che regala sul mare e su Hiroshima. Per gli amanti delle camminate ci sono tre sentieri. Il “Daisho in Course” offre gli scorci migliori ed è meno ripido.

La vegetazione del Monte Misen è stata paragonata a quella di un “museo botanico naturale” per la varietà e ricchezza delle piante e per la particolarità delle formazioni rocciose. Durante la camminata sarà molto facile incontrare dei cervi, mentre le scimmie che un tempo erano molto diffuse, ora sono molto più rare da avvistare. Il viaggio è anche affrontabile grazie a una funivia che vi lascerà a circa un chilometro dalla vetta. Nelle vicinanze sorgono molte strutture sacre che appartengono al complesso del tempio Daisho-in, che si trova, invece alla base della montagna.

Il castello di Hiroshima

Una delle prima tappe del vostro soggiorno potrebbe essere il castello di Hiroshima che si innalza nella parte nord della città all’interno di un’area verde. La struttura è stata completamente distrutta dall’esplosione del 6 agosto 1945. Si presume che il maniero fosse stato costruito nel XVI secolo come dimora del proprietario del feudo. Non è stato realizzato in una posizione strategica, ma su un terreno pianeggiante all’interno della città. Fu ricostruito intorno al 1958 seguendo il progetto originario. Al suo interno è ospitato un museo che ripercorre la storia di Hiroshima prima della Seconda Guerra Mondiale.

La struttura originaria era in legno ed era ben protetta da tre fossati concentrici. Attualmente la torre principale è rivestita principalmente di cemento armato. Il torrione si sviluppa su cinque piani e i suoi giardini sono circondati da un fossato. Nelle vicinanze del castello c’è un santuario shintoista. Il maniero è facilmente raggiungibile e si trova a 15 minuti dal Parco della Pace.

Giardino Shukkeien

È uno dei luoghi più adatti dove dedicarsi qualche ora di relax, circondati dai grattacieli di Hiroshima. Nato come giardino privato di un feudatario, venne regalato alla città e aperto al pubblico nel 1940. Si stima che ogni anno lo visitino almeno 200 mila persone conquistate dal fascino della natura rigogliosa. Il momento migliore per accedervi è sicuramente la primavera quando la fioritura dei ciliegi regala un tocco raffinato e pieno di magia all’ambiente. Il giardino è in realtà una riproduzione in miniatura del lago cinese Xihu, famoso per la sua bellezza.

Il paesaggio che vi troverete di fronte è molto variegato e ricco: sarete in grado di attraversare una serie di sentierini tutti collegati tra di loro. Vi perderete tra montagnette, valli e sale da tè e sarete attorniati da una varietà di fiori e piante unica.  Il fiore all’occhiello della zona è il lago Takuei, dalle cui acque emergono diversi isolotti che sono raggiungibili grazie a dei ponti. Su una delle sponde del lago apparirà una meravigliosa sala da tè. Dalle sue finestre potrete godere di un panorama fantastico sul giardino e sul lago.

Museo della Mazda

La Mazda Motor Corporation fu fondata proprio a Hiroshima nel 1920. Oltre al quartier generale possiede un ampio appezzamento di terreno dove sono presenti laboratori, fabbriche e centri di smistamento. Il museo aziendale e parte della fabbrica sono aperti al pubblico. Il tour, che dura circa 90 minuti, può essere effettuato solo attraverso una guida e previa prenotazione. Avrete una panoramica sulla storia di questa azienda molto importante nel settore automobilistico. Nel 1991 divenne la prima e unica compagnia giapponese ad aggiudicarsi il Gran Premio di Le Mans.

 

Potrete farvi un’idea non solo sulla sua storia e sui modelli più antichi, ma anche capire quali sono i suoi sviluppi futuri. Osserverete una vera e propria catena di montaggio del veicolo e finirete la visita in uno shop aziendale dove potrete comprare dei modellini dell’azienda. Durante il percorso ci sono anche dei simulatori con cui è possibile fare giocare i bambini.

Parco di Hijiyama

In pieno centro città vi potrete godere questo parco che accoglie corridori, turisti e semplici passeggiatori in mezzo alle sue meraviglie e lungo i suoi viali. In primavera questo parco sarà uno spettacolo grazie ai ciliegi e alle tonalità che vi regaleranno. Rappresenta un simbolo di vitalità, dinamismo e freschezza. Situato sull’omonima collina offre la possibilità di raggiungere diverse attrattive, a cominciare dal museo di Arte Contemporanea dove si incontrano Oriente e Occidente e dove vengono omaggiati diversi artisti come Andy Warhol o lo scultore britannico Henry Moore.

Dopo un momento di relax, un picnic fino all’area giochi per bambini non vi resta che fare una capatina alla biblioteca dei manga. Un’esperienza davvero appagante. All’interno del parco ci sono diversi punti di osservazione da cui avere uno scorcio privilegiato sulla città. Una lunghissima scala mobile unisce la parte alta della collina con un centro commerciale che si trova alla base.

Isola di Miyajima

Per arrivare in quest’oasi naturale vi basterà prendere un traghetto da Hiroshima. Si tratta di un luogo ricco di meraviglia ma in cui si respira un’atmosfera mistica. Le sue montagne ricche di vegetazione e la sua pace hanno attratto da sempre monaci e religiosi. Del santuario e del monte Misen abbiamo già parlato, l’isola offrirà anche dei parchi in cui rilassarsi, scorci in cui la natura vi sorprenderà per i suoi colori e in cui il silenzio sarà portatore di emozioni. Sull’isola ci sono diversi ristoranti e strutture in cui dormire. Tre le curiosità da assaggiare ci sono i biscotti che vengono sfornati da diversi negozi sul momento e le ostriche.

Parti per il Giappone con Costa Crociere

Hiroshima è una città pervasa da una storia tragica che ha saputo reagire e ricostruirsi. Scoprirete una località in cui il passato è diventato anche uno strumento per guardare al futuro. Accanto a musei e a simboli legati alla Seconda Guerra Mondiale vivrete un’esperienza immersa nelle bellezze della natura, in un tempo sospeso come quello tipico del Giappone e dell’Estremo Oriente.

Parti con Costa Crociere