Hong Kong rappresenta una città cosmopolita, un crocevia di culture, un mix tra natura e modernità. I viaggiatori più attenti dicono che la sua bellezza risieda proprio nelle sue contraddizioni. Sarete immersi nei mercatini, in strade ricche di folclore ma anche di boutique. Vi godrete scorci da palazzi futuristici e spettacoli di luci con tutti gli edifici illuminati a giorno. Camminerete in parchi immensi e in riserve naturali cariche di storia.

Resta affascinato dalla città con il più grande numero di grattacieli del mondo! Scopri tutte le attrazioni principali di questa metropoli affascinante e dinamica.

  • Victoria Peak
  • Tian Tan Buddha
  • Victoria Harbour
  • Avenue of the Stars
  • Isola di Lantau
  • Nathan Road
  • Ponte Ting Kau
  • Sky 100 Hong Kong Observation Deck
  • Monastero dei Diecimila Buddha
  • Symphony of Light

Victoria Peak

È la vetta più alta della città con i suoi 554 metri. Di certo da quassù la vista che potrete avere vi toglierà il fiato. Sono due i punti privilegiati di osservazione: il Lion Kiosk e la Peak Tower. Per arrivarci è consigliato salire sul tram storico (il Peak Tram) e godervi alcuni degli scorci migliori immersi in una vegetazione rigogliosa. Il viaggio dura 8 minuti e costeggia anche dei sentieri pedonali. Una volta arrivati sulla vetta della montagna ammirerete grattacieli altissimi, luci colorate, insegne a ridosso del mare che divide Hong Kong dalla terraferma. In lontananza scorgerete le verdi colline che fanno da cornice al quartiere Nuovi Territori.

Di notte i grattacieli si illuminano e regalano uno spettacolo stupefacente. Un altro dei modi migliori per ammirare le forme e l’architettura di Hong Kong è quello di salire a bordo dello Star Ferry, in uso dal 1888 con lo scopo di portare i passeggeri dall’isola di Hong Kong fino alla penisola di Kowloon. È possibile salire sul traghetto dal terminal di Tsim Sha Tsui che si trova sulla penisola di Kowloon. Uno dei viaggi più brevi dura circa 7 minuti.

Tian Tan Buddha

Questa imponente effigie di Budda si trova sull’isola di Lantau.  È composta da 202 pezzi di bronzo e simboleggia l’unione tra la natura e l’uomo. Alla base è rappresentato un fior di loto attorniato da statuette di divinità che simboleggiano l’immortalità. La statua, che è stata costruita nel 1993, nasconde in realtà un mausoleo che è altro 34 metri e si può raggiungere dopo aver affrontato 268 gradini.

Una bella impresa sportiva che non scoraggia ogni giorno migliaia di fedeli, pellegrini o semplici curiosi.  Se volete fare meno fatica è possibile prendere la funivia Ngong Ping 360. Una volta arrivati, oltre ad avere a disposizione un panorama unico, potrete visitare una rassegna permanente all’interno della scultura. Questo imponente monumento fa parte del Monastero Po Lin.

Victoria Harbour

C’è un detto che dice: “Non sei stato a Hong Kong se non sei stato a Victoria Harbour”. Il porto è infatti la principale attrazione turistica cittadina. Mentre farete la passeggiata sul lungomare potrete godere di viste spettacolari dello skyline. Appariranno di fronte ai vostri occhi la Bank of China, il Convention Center o l’Ifc Two Tower. Il porto anticamente si chiamava Hong Kong Harbour, ma cambiò il nome durante la dominazione britannica in onore della regina Vittoria. La sua posizione strategica ha svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo di Hong Kong.

E in seguito è risultata utile e preziosa per le grandi navi mercantili, i container e le navi da crociera, diventando uno dei porti più trafficati al mondo. Dopo una giornata frenetica fra shopping e attrattive turistiche è il posto giusto per fermarsi, prendersi il proprio tempo e godersi il panorama. Si tratta ovviamente anche di uno dei punti di ritrovo maggiori e più apprezzati per la gente del posto e i turisti. Su entrambi i lati del porto potrete ammirare lo straordinario spettacolo Symphony of Light di cui parleremo più avanti.

Avenue of the Stars

Originariamente modellata sulla Walk of Fame di Hollywood, la storica passeggiata che avvolge il confine meridionale di Tsim Sha Tsui vi farà trovare le più grandi star dell'intrattenimento di Hong Kong e le celebrità immortalate attraverso le impronte di mani e le statue. Riaperto nel 2019 a seguito di un'ampia riprogettazione guidata dall'architetto paesaggista James Corner, l'Avenue of Stars è una celebrazione dell'offerta artistica e dell'estetica elementare della città. Al centro di questo concetto c'è il maestro di arti marziali Bruce Lee, l'uomo che ha elevato i film di arti marziali prodotti dalla Hollywood dell'Est al successo mondiale.

La sua statua, alta 2 metri e in bronzo, occupa una posizione privilegiata sulla parte orientale del lungomare, e sotto i suoi piedi scorre l'acqua, ricordando la famosa citazione dell'attore e filosofo: "Sii senza forma, informe, come l'acqua”.  La riprogettazione di Corner ha stabilito un'intima relazione visiva con Victoria Harbour attraverso la sua presenza fisica. Ci sono altre due statue lungo la passerella, quella di Anita Mui, cantante e attrice conosciuta per la sua raffinatezza e quella dell'amato personaggio dei cartoni animati McDull, un giovane maiale che era l'improbabile eroe dei fumetti di Brian Tse e Alice Mak.

Isola di Lantau

Verdi vallate, spiagge estese di sabbia bianca, angoli in cui godervi la natura: benvenuti all’Isola di Lantau, la più grande di Hong Kong. Qui troverete anche un impressionante patrimonio storico culturale che si riassume nel maestoso Monastero di Po Lin, un raffinato complesso, particolarmente famoso perché ospita la grande statua del Tian Tan Buddha di cui abbiamo già parlato prima. L’isola è ideale inoltre per fare due passi in mezzo alla natura, lungo i sentieri escursionistici, per ammirare le aree costiere e anche i villaggi pittoreschi, come Tai O, soprannominato la Venezia d’Oriente per le centinaia di palafitte sull’acqua che regalano atmosfere sospese nel tempo.

L’isola è molto famosa anche per i suoi parchi tanto che è soprannominata “Il polmone di Hong Kong”: il merito è anche della sua rigogliosa foresta e della scarsità delle costruzioni. Il Lantau South Country Park è il più grande della zona e a sua volta ospita altri due spazi verdi. L’isola offre anche la quarta riserva di acqua dolce di tutta Hong Kong. Il completamento dell’aeroporto ha portato all’espansione della zona. I tipici villaggi si sono trasformati in moderne città ricche di palazzi e grattacieli con un grande aumento della popolazione.

Nathan Road

È la strada principale di Kowloon, l’area urbana peninsulare di Hong Kong, e si estende per circa 3 chilometri. È una via molto colorata, circondata da negozi, ristoranti, molto rinomata per gli amanti dello shopping. Si tratta anche di una delle vie più antiche della città visto che la sua costruzione risale al 1800. Al suo interno c’è il Chungking Mansions, un complesso di 17 piani che ospita numerosi hotel low cost. Il centro commerciale ha una superficie di oltre 4600 metri quadrati con oltre 300 esercizi commerciali di svariate dimensioni. Un altro centro commerciale si chiama “The One” ed è un edificio di 29 piani.

Nelle vicinanze c’è anche un grande parco, oltre a spazi e verdi fontane potrete visitare due importanti musei: l’Health Education Exhibition and Resources Centre si concentra su tematiche legate all’alimentazione e all’igiene ambientale: il tutto raccontato attraverso l’uso di video, foto e monitor. L’Hong Kong Heritage Discovery Centre è dedicato, invece, a svelare il patrimonio architettonico della città. Il quartiere ospita anche la più grande moschea di Hong Kong, fondata nel 1896 e rinomata per i suoi quattro minareti e per la capienza che può arrivare fino a 3500 fedeli. Oltre a 3 sale di preghiera (la più grande delle quali può ospitare 1000 ‘persone), ci sono anche un ambulatorio medico e una biblioteca.

Ponte Ting Kau

È uno dei ponti più moderni al mondo e collega Hong Kong ai Nuovi Territori per una lunghezza complessiva di 1177 metri con ben sei corsie destinate alla circolazione dei veicoli. Si tratta di una struttura molto suggestiva da ammirare in special modo al tramonto quando regala un gioco di luci imperdibile. Il punto migliore per osservarlo è il Lantau Link Visitors Centre che si trova nella parte nord-occidentale dell’isola Tsing Yi.  Qui è anche presente uno spazio informativo che illustra la storia del ponte e le sue principali caratteristiche. È stato terminato il 5 maggio 1998 e aperto il giorno seguente. Rappresenta il principale collegamento tra l’aeroporto di Hong Kong che si trova sull’isola di Lantau e la restante parte di Hong Kong.

Sky 100 Hong Kong Observation Deck

È l’osservatorio migliore della città, situato al 100° piano dell’edificio più alto di Hong Kong, ovvero l’International Commerce Centre (393 metri e 118 piani). Da qui potrete godervi una vista favolosa sullo skyline e sulla zona del porto.  Il punto di osservazione ha una piattaforma coperta ed è stato progettato da uno studio internazionale di architetti che ha sede a New York.  È presente anche una caffetteria che offre snack e bevande, oltre a un ristorante che si trova al 101° piano. Una piacevole esperienza sarà anche salire in ascensore ad alta velocità: in un solo minuto sarete al 100° piano. In questo stesso edificio troverete un altro simbolo di Hong Kong, il Ritz Carlton Hotel.

Monastero dei Diecimila Buddha

Si tratta di uno dei complessi sacri più importanti della zona: fondato negli Anni 50 offre 3 santuari, diverse sale, una pagoda a 9 piani e numerose strutture. L’attrazione principale è naturalmente la collezione di oltre 13 mila statue del Buddha che regalano esperienze sempre diverse. Per arrivarci dovrete fare una bella camminata e percorrere una salita con oltre 400 scalini.  Ai lati, però potrete ammirare già diverse sculture. Il monastero si trova immerso tra le montagne di Sha Tin, all’interno di una vegetazione rigogliosa. Si tratta di un posto dove potrete godervi scorci memorabili e dedicarvi alcune ore a contatto con la natura.

Symphony of Light

È stato definito “Uno show da Guiness”, e si svolge nell’Avenue of the Stars di cui abbiamo già parlato. Un concerto luminoso che accende a giorno l’intera città di Hong Kong. A questa coreografia all’aperto prendono parte 45 edifici suddivisi tra Hong Kong e Kowloon. L’inizio dello spettacolo è fissato alle 20 ed è suddiviso in diverse fasi dal significato diverso. Si parte con il risveglio, che simboleggia la crescita della città. Energia vuole rappresentare la sua vitalità. Il terzo punto è il Patrimonio, ossia la tradizione e la cultura della città. Collaborazione vuole identificare il legame tra i due punti della baia.

Per apprezzare al meglio Sympony of light vi conviene recarvi a Tsim Sha Tsui, tra il Cultural Centre e l’Avenue of Stars. Se oltre ad ammirare lo spettacolo volete conoscerne la colonna sonora e saperne la storia potete recarvi in diversi punti speciali oppure sintonizzarvi sulle radio locali. In strada esistono delle sessioni in inglese tre volte a settimana, il lunedì, il martedì e il venerdì.

Parti per Hong Kong con Costa Crociere

Un luogo di luci e modernità che è uguale solo a se stesso. Honk Kong ha poi una storia unica, che inizia 700 anni fa quando si trasformò nel rifugio dell’ultimo imperatore della dinastia Song. La colonizzazione britannica gli permise di diventare uno dei porti più importanti al mondo. Qui troverete spazio anche per la cultura in numerosi musei. Scegliete una meta diversa e tuffatevi in una vacanza avvolgente con un pizzico di mistero.

Parti con Costa Crociere