Benvenuti a Kiel capoluogo della regione di Schleswig-Holstein, la porta tedesca verso il Baltico: da qui partono, infatti, i traghetti diretti verso i Paesi Scandinavi. Si tratta di un importante snodo che deve la sua fortuna all’imperatore Guglielmo I che decise di far costruire un canale per collegare il Mar Baltico con il Mare del Nord. Così la cittadina, che si trovava proprio al suo sbocco, non solo divenne uno dei porti più trafficati della Germania, ma pure la principale base per la marina militare tedesca.

A colpirvi sarà l’atmosfera di questa località incastonata all’interno di un fiordo lungo 17 chilometri, conosciuta anche come “Città della Vela” perché qui è organizzata una delle regate più importanti al mondo.  Qui potrete fare delle romantiche passeggiate, salire in cima al faro o provare le emozioni di una crociera sul fiordo.

Scopri tutti i posti migliori da visitare a Kiel. Vedi la bellezza di questa città nordica con tutto il suo fascino e posti indimenticabili. Potrei avere un’anteprima del viaggio che ti aspetta: scopri il meglio delle città baltiche.

  • Il Memoriale navale di Laboe
  • Il vecchio giardino botanico
  • Il faro di Bülker
  • Palazzo del municipio
  • Canale di Kiel
  • Sommergibile U995 con museo
  • Kiellinie

Il Memoriale navale di Laboe

Iniziamo questo viaggio dal memoriale navale di Laboe, detto anche torre di Laboe. Il progetto vide la firma dell’architetto Gustav Munzer e fu costruito tra il 1927 e il 1936. La forma non fu pensata per rappresentare qualcosa di specifico, ma per ispirare sensazioni positive nelle persone che lo guardavano. Il monumento viene quindi associato spesso alla torre di un sommergibile o allo stelo di una nave vichinga. Era nato per omaggiare i marinai tedeschi morti durante la Prima Guerra Mondiale, poi vennero ricordate anche le vittime della Seconda Guerra Mondiale. Da ultimo venne dedicato a tutti i marinai di ogni nazionalità che caddero all’interno dei due conflitti.

Il monumento è costituito da una torre alta 72 metri. In cima è presente un punto di osservazione che è raggiungibile attraverso due ascensori o salendo 341 gradini. In Italia c’è un monumento che ricorda in parte la torre di Laboe ed è il monumento al Marinaio d’Italia che si trova a Brindisi.

Il vecchio giardino botanico

La sua storia è lunga e affascinante e ci riporta nel 1800 quando nacque come parco privato di due produttori di tabacco. L’area comprendeva un giardino con passerelle curve, alberi e piantagioni differenziate, uno stagno e un belvedere da cui si godeva di una vista unica. Successivamente l’intero terreno fu acquistato dall’Università di Kiel e ripensato dal botanico tedesco Adolf Engler che lo trasformò in giardino botanico. Furono introdotte anche altre piante esotiche, cercando di intaccare l’estetica del paesaggio. Successivamente nei lavori di ampliamento sono stati aggiunti un padiglione, un edificio con pianta ottagonale con una cupola e una casa per il guardiano.

Il giardino è diventato un parco pubblico solo nel 1980. Attualmente sono ospitate più di 280 specie di piante. Tra i più curiosi c’è un esemplare di ginkgo. In questo parco sono presenti anche due laghetti, prati e aiuole. È un luogo molto frequentato dalle persone che desiderano rilassarsi. Le prime tracce di giardini botanici a Kiel risalgono secondo diverse testimonianze al XVII secolo nei pressi prima del castello di Kiel e poi dell’ex convento francescano, ma non ne rimane attualmente traccia.

Il faro di Bülker

Il faro, che si trova nel quartiere di Holtenau, segna ufficialmente l’inizio del canale di Kiel, che, come vedremo più avanti, collega il Mar Baltico con il Mare del Nord. La struttura, che fu costruita in mattoni ed è attiva dal 1895, rappresenta un luogo simbolico e di impatto anche se non è visitabile. Il profilo, maestoso, è visibile in lontananza, già arrivando con la nave da crociera. A colpire è soprattutto l’atmosfera rilassata e quasi assorta che si respira in questo angolo che sembra tuffarsi nelle acque del mare. È sicuramente una delle attrazioni più fotografate e ammirate della cittadina.

Palazzo del municipio

Oltre ai musei, ai parchi e ai giardini e i monumenti storici, anche questo palazzo è capace di attirare l’attenzione dei turisti. L’edificio è stato costruito tra il 1907 e il 1911 ed è sormontato da una torre che raggiunge i 106 metri di altezza. È la cornice in cui è immerso a regalare un momento di pace e di relax, con l’acqua che scorre nelle vicinanze e uno spazio verde che alterna erba e alberi. Dalla galleria dell’edificio si può avere una vista meravigliosa di Kiel che arriva fino a sfiorare il monumento navale di Loboe.

Canale di Kiel

La sua inaugurazione avvenne in pompa magna nel 1895, dopo 8 anni di lavoro: il canale artificiale di Kiel collega il Mar Baltico con il Mare del Nord per un totale di 98 chilometri. Evitando la circumnavigazione della penisola dello Jutland permette un grande risparmio di chilometri. Si tratta della via d’acqua più utilizzata al mondo. Voluto da Guglielmo II, il progetto fu caldeggiato in special modo dalla marina tedesca per collegare meglio le basi militari che si trovavano nel Baltico: queste potevano essere raggiunte solo facendo un giro attorno alla Danimarca.

È dotato di due chiuse per ogni estremità, ha una profondità di 11, 3 metri e una larghezza di 104 metri. Ogni anno ci transitano oltre 40 mila mercantili ed è già allo studio un piano di investimenti e di riqualificazione che dovrebbe concludersi entro il 2028. Certi tratti del canale dovranno essere raddrizzati e ampliati e verrà costruita un’altra vasca di chiusa. La spesa prevista per i lavori è di circa 1,5 miliardi.

Sommergibile U995 con museo

Alla base del Memoriale Navale di Loboe c’è questo esemplare di sommergibile U995 che rimanda alla Seconda Guerra Mondiale. Venne utilizzato dalla marina militare tedesca per compiere almeno 9 missioni. Dopo il conflitto fu la marina norvegese ad impossessarsene. Fu riconsegnato alla Germania nel 1972.  La visita al suo interno dura 20 minuti e si possono apprezzare gli spazi angusti in cui si doveva muovere il personale militare, oltre a tutta una serie di valvole e di indicatori. Un pezzo di storia che emozionerà non solo gli appassionati e che ogni anno è capace di richiamare oltre 350 mila visitatori.

Kiellinie

Si tratta della passeggiata per eccellenza di Kiel, si snoda lungo la rada ed è circondata da un bosco di pini. È uno dei posti più suggestivi della cittadina ed è molto apprezzato dai residenti e dai turisti per il colpo d’occhio che regala sulla parte orientale del fiordo. Da qui, infatti, si possono osservare anche tutti i traghetti in partenza. È una meta particolarmente ambita anche dagli sportivi che approfittano del percorso per fare una corsa o magari un giretto in bicicletta. Alla vostra visuale si alterneranno barche, circoli di canottaggio, ma anche aree ricreative. Il bosco limitrofo è poi una delle zone più frequentate come punto di ritrovo o meta per fare una merenda o una scampagnata.

Parti per Kiel con Costa Crociere

Ampi spazi verdi, casette colorate, fiordi battuti dal vento, mare impetuoso, spiagge che si estendono per chilometri e chilometri. A Kiel potrete trovare tutto questo e vivere un’atmosfera fiabesca ricca di leggende e folclore. Uno spazio importante, al di là della natura e della storia legata anche alla Seconda Guerra Mondiale, lo avranno anche i sapori tradizionali. Dovrete assolutamente provare il Kieler Sprotte, a base di pesce affumicato.

A pochi chilometri da Kiel si trova poi uno dei più grandi musei all’aperto della Germania. Sarà un viaggio nella campagna più rurale, con più di 60 tra stalle, fattorie, laboratori artigianali e mulini per scoprire le tradizioni agricole di un tempo. Scoprite queste città indissolubilmente legata al mare e respirate le atmosfere tipiche del Nord Europa.

Parti con Costa Crociere