Lasciati conquistare da Marsa Alam: scopri le attività dalla gita nel deserto allo snorkeling in acque limpide. Per un'esperienza unica
  • Storia della città
  • Parco Wadi Gimal
  • Barriera corallina
  • Spiaggia di Abu Dabab
  • Tempio di Horus
  • deserto
  • Dolphin house
  • Sharm el Luli
  • Shalateen
  • Cosa vedere nei dintorni

8 cose da vedere a Marsa Alam

Marsa Alam è un antico villaggio di pescatori bagnato dal mar Rosso, che negli ultimi anni è diventato una delle località balneari più importanti dell’Egitto. Una meta ideale per chi ama rilassarsi in spiaggia, ma anche per chi è appassionato di snorkeling e di immersioni subacquee grazie alla barriera corallina. È un perfetto punto di partenza per visitare i più importanti siti archeologici egiziani e per assaporare il fascino del deserto, scoprendo le tradizioni beduine, magari con l’aiuto delle nostre escursioni.

Storia della città

Il suo nome significa “porto della bandiera” (era consuetudine della popolazione di issare delle bandiere in mare per permettere alle barche di trovare la via del ritorno), ma Marsa Alam rappresenta il tipico villaggio di pescatori che nel tempo è diventato una destinazione turistica sempre più apprezzata, grazie anche all’apertura di un aeroporto internazionale a partire dal 2003. La località si trova nei pressi del Tropico del Cancro dove il Sahara incontra il Mar Rosso e alterna mangrovie, palmeti con un mare ricco di flora e fauna marina grazie alla presenza della barriera corallina. Quest’ultima è molto apprezzata dai sub per la presenza di siti incontaminati dove è possibile incontrare squali martello, tartarughe, delfini e dugonghi.

Parco Wadi Gimal

L’area, il cui nome significa la “Valle dei cammelli”, è stata dichiarata parco nazionale nel 2003 per proteggere non solo un ecosistema ricco di paesaggi, specie animali e vegetali, ma anche siti archeologici di notevole interesse.  Fra queste montagne si trovano le miniere di smeraldi più antiche al mondo. Il Parco è la patria di un importante comunità beduina. All’interno troverai quelle che vengono considerate “Le Maldive egiziane”, atolli circondati da spiagge finissime e acque cristalline. Per arrivare in quest’angolo di paradiso è necessaria una gita in barca dal porto di Hamata (45 minuti).

Barriera corallina

Quella di Marsa Alam è una delle barriere coralline più belle al mondo. Per scoprire i meravigliosi fondali del Mar Rosso ti basterà dedicarsi allo snorkeling o alle immersioni e scoprirai numerosissime specie marine, tra tartarughe, razze, pesci farfalla e perfino pesci picasso o aquile di mare. A volte si può avvistare perfino il simpatico dugongo. Senza dimenticare i coralli e le piante acquatiche. Bisognerebbe avere quasi con sé una telecamera che sia adatta alle immersioni. La barriera si trova a pochi metri dalla spiaggia quindi per incontrare degli ospiti, a volte basta nuotare al pelo dell’acqua: un’esperienza fantastica anche per i bimbi.

Abu Dabab

Eccoci arrivati su una delle spiagge più apprezzate di Marsa Alam, sia per i servizi offerti che per la qualità delle acque. Non stupirti se vedrai venirti incontro esemplari di tartarughe gigante o di dugonghi, conosciuti come “mucche di mare”. Si tratta di animali particolarmente timidi che possono venire avvistati durante la stagione degli amori. Coralli e pesci colorati saranno gli altri protagonisti di questo mare perfetto per una nuotata rilassante o per una lezione di snorkeling. Abu Dabab è circondata da numerosi resort eleganti e che offrono tante attività per divertirsi.

Tempio di Horus

Questa attrazione rappresenta una bella occasione per fare una gita in giornata nelle vicinanze di Marsa Alam, e più precisamente a Edfu, dove si trova un tempio in buono stato di conservazione dedicato al dio Horus, nell’iconografia tradizionale solitamente rappresentato con il corpo da uomo e la testa da falco. Secondo gli storici sarebbe stato costruito nel 237 a.C. Il sito archeologico, protetto da mura e piloni è ricco di iscrizioni, disegni e geroglifici: sono rappresentate scene di caccia, carovane di mercanti e mandrie di animali. A rendere il tutto ancora più suggestivo ci pensa il paesaggio desertico che circonda l’area.

Deserto

L’entroterra desertico si estende per chilometri e chilometri lungo il paesaggio egiziano. Nella parte più vicina al Mar Rosso, il deserto è formato da colline di roccia metamorfica ed è costituito da canyon, formatisi dal passaggio di un torrente (in secca per la maggior parte dell’anno), che comunemente vengono chiamati wadi. Sono tante le opportunità di escursioni organizzate che vanno dalla possibilità di visitare le comunità beduine, magari sorseggiando il tè o godendosi un tramonto, fino al tour in jeep sulle dune. I più avventurosi potranno anche scoprire il deserto su un cammello o andare alla scoperta del canyon. Non mancano momenti per scoprire cibi e tradizioni del posto, a cominciare dalla danza del ventre.

Dolphin house

Marsa Alam rappresenta il luogo ideale non solo per i pesci tropicali e le tartarughe, ma anche per i delfini.  A 15 chilometri a sud della città, sorge un reef dalla curiosa forma a ferro di cavallo: una caldera vulcanica, circondata da sabbia e ricoperta di coralli, che è diventata la casa dei delfini. Si tratta di un luogo caratterizzato da una vivace vita marina. Durante la tua attività di snorkeling potrai incontrare diversi esemplari di tonni, barracuda e squali pinna bianca. Per arrivarci è necessario affidarsi a un’escursione organizzata.

Sharm el Luli

A poca distanza dal Parco Nazionale di Wadi Gimal potrai vivere la bellezza incontaminata della baia di Sharm el Luli, famosa per i fondali sabbiosi e per la pace che regala. Sarai immerso in uno scenario da favola perfetto per chi ama godersi il sole, stare a mollo e perdere la concezione del tempo. È possibile raggiungerla anche grazie a delle escursioni organizzate. Nelle vicinanze noleggia il materiale necessario per lo snorkeling visto che si possono osservare diversi pesci tropicali, tra cui le murene e i pesci scorpione.  Nella spiaggia non ci sono bar o punti di ristoro.

Shalateen

In questa cittadina che si trova al confine con il Sudan farai un'esperienza insolita in mezzo al nulla.

Shalateen è popolare perché ospita un vero e proprio mercato dei cammelli. Qui, infatti, i pastori sudanesi, riconoscibilissimi per le fruste che tengono legate alla vita, trasportano i propri cammelli per venderli ai commercianti che arrivano dall’Egitto. Si tratterà di un’esperienza insolita da vivere tra contrattazioni, concitazione e una natura particolare.

Cosa vedere nei dintorni

Con le nostre escursioni potrai scoprire i tanti volti dell’Egitto, sbarcando nel porto di Alessandria. Durante la nostra crociera potrai attraversare il Canale di Suez. Port Said è una città da scoprire per la sua verve e per il suo essere sempre in movimento. Il Cairo resta una tappa imperdibile per i suoi bazar, le piramidi, il fascino del Nilo. Una visita al Museo Egizio è assolutamente da fare. Luxor, che sorge dove un tempo c’era Tebe, è un’altra tappa importante nella Valle del Nilo: ospita l’omonimo tempio, il Grande Tempio di Amon e il Museo della Mummificazione.

Parti in crociera per il Mediterraneo

L’Egitto sarà una cornice scintillante, fatta di una natura appagante e rigogliosa, di tradizioni da scoprire nei villaggi o negli accampamenti nel deserto. E non saranno le uniche cose che scoprirai all’interno delle nostre crociere. Ti aspetta una vacanza rilassante e piena di opportunità, scopri le nostre destinazioni.

Parti con Costa Crociere