Visita la Sicilia e scopri cosa vedere nella città di Marsala. Con le sue saline e il centro storico ti riporterà nel suo passato. Vivi la sua storia.
  • Storia della città
  • Il centro
  • La laguna dello Stagnone
  • Mozia e le saline
  • Le cantine di Marsala
  • Il Duomo
  • Chiesa del Purgatorio
  • Cosa vedere a Trapani

Cosa vedere a Marsala

Questo comune siciliano, che si trova in provincia di Trapani, deve la sua fama soprattutto grazie a Garibaldi e allo sbarco dei Mille ed è molto conosciuta anche all’estero per la produzione dell’omonimo vino liquoroso. La sua storia inizia, però, con i Fenici, ma il suo passato è un susseguirsi di civiltà e di contaminazioni. Ed è per questo che è una cittadina ricca di testimonianze, anime e attrazioni.  Dalla storia all’arte senza dimenticare il fascino della natura con acque limpide e incontaminate e saline attive.

Storia della città

La storia di Marsala rimanda fino ai tempi dei Fenici, nelle vie, nei palazzi e nelle chiese. Passata sotto il dominio dei romani si trasformò in una città raffinata che esaltò anche Cicerone, qui questore nel 75 a.C. Divenne anche un'importante polo strategico grazie al porto apprezzato pure dagli arabi per la vicinanza con l'Africa. Quando Carlo V ordinò che venisse interrato per evitare gli agguati dei pirati, la città perse la sua importanza marinara e si trasformò in un centro militare. La storia dell'Ottocento ci riconduce, invece, a Garibaldi e al famoso sbarco dei 1000, avvenuto l'11 maggio 1860.

Il centro

È un quadrilatero ricco di storia e di meraviglia, chiuso da quattro antiche porte e immerso in torri, palazzi e musei. La prima è Porta Garibaldi. Passeggerai tra chiese, il mercato del pesce, incontrerai via Garibaldi, l’antico quartiere spagnolo, centro del Palazzo Comunale, fino ad arrivare a piazza della Repubblica. Vivrai angoli di storia, architettura, ma troverai anche negozi dove fare shopping o locali, trattorie e chioschi dove provare i piatti del territorio.  E non mancherà un po’ di musica, teatro e di folclore così caratteristico di Marsala.

La laguna dello Stagnone

Questa riserva deve il nome allo Stagnone, una laguna, la cui estensione parte da Punta Alga fino a San Teodoro. Si tratta di un luogo ricco di sfumature e di paesaggi differenti tra onde del mare, saline, mulini a vento e colori che si mischiano magicamente regalando albe e tramonti da favola. La riserva si spinge dal litorale nord di Marsala fino a Trapani e ospita numerose specie di pesci, uccelli e una vegetazione tipica degli acquitrini salmastri.

Mozia e le saline

Fa sempre parte dei tesori della laguna anche Mozia, antica città fenicia sull’isola di San Pantaleo, che è disseminata di resti di costruzioni e fortificazioni, tra cui spuntano la Punta Nord e un santuario. L’intera isola vi regalerà una natura affascinante e numerosi punti panoramici. Le saline rappresentano, invece, un’oasi naturale a pochi chilometri dal centro di Marsala. Un fascino indescrivibile tra profili bianchi, vasche, stagni e mulini. Sarai immerso in colori fantastici e in una flora e fauna variegate. Incontrerai diverse specie di uccelli acquatici e scoprirai un luogo ideale per il bird watching.

Le cantine di Marsala

Tra le attrazioni di Marsala è impossibile non citare le cantine storiche della città che ti permetteranno di conoscere il vino Marsala, uno dei più apprezzati al mondo. Tra quelle più popolari ci sono le Cantine Florio, fondate nel 1833 e che occupano una superficie di oltre 40 mila metri quadrati costruita in pietra di tufo. Sono diverse le cantine in cui potrete fare un tour, ammirare le botti di diverse capacità e grandezze e fare delle degustazioni anche con assaggi del territorio.

Il Duomo

Il Duomo, chiamato anche “Chiesa Madre”, è un edificio maestoso, la cui costruzione si fa risalire a diverse epoche, a cominciare dal 1176. La facciata è in parte in stile barocco, in particolare per quel che riguarda le nicchie e le cornici decorative. All'interno, invece, la chiesa ospita molti tesori, tra cui quadri del 1600, oggetti liturgici in argento e oro, paramenti oltre a documenti d'archivio. C'è anche un’altra curiosità: il Duomo di Marsala è dedicato a San Tommaso Becket, e ricorda un naufragio che era avvenuto non molto lontano dalle coste di Marsala. Protagonista fu una nave con un carico di colonne corinzie che sarebbero dovute arrivare in Gran Bretagna per la costruzione di un edificio religioso dedicato proprio al Santo.

Chiesa del Purgatorio

La chiesa del Purgatorio, oggi diventata auditorium di Santa Cecilia, fu costruita nello stesso luogo di un precedente edificio religioso. La struttura originaria, che fu ingrandita dopo una pestilenza nel 1601, è la sede della Congregazione delle anime del Purgatorio, da cui trae il suo nome. Fu totalmente ristrutturata nel 1669 e completata nel 1710. A colpire sono soprattutto la raffinata cupola e la facciata, costituita da colonne decorate con ghirlande di frutta e cornici che fanno risaltare le superfici d’ispirazione barocca.

L'ingresso centrale, ad arco, è quello più sfarzoso. L'interno è a tre navate ed è molto apprezzato perché custodisce degli affreschi settecenteschi. Ci sono anche numerosi stucchi oltre ha un tondo di marmo a rilievo. La sacrestia custodisce un prezioso armadio in legno con decorazioni risalenti al 1700.

Cosa vedere a Trapani

Trapani è una città ricca di storia che compare addirittura nell’Eneide.  La prima parte da visitare è il centro storico in cui rimarrai affascinato dalle vie e dalle piazze e da una cinta muraria che risale al periodo spagnolo. Una delle principali attrazioni è la cattedrale cittadina, costruita nel quattordicesimo secolo. L’esterno si caratterizza per lo stile barocco e per un portico formato da tre archi.  Per gli amanti dei musei c’è il Museo di Arte contemporanea, in cui si possono ammirare oltre 80 tra statue, opere e dipinti. La natura ti ammalierà, invece, con le meravigliose saline. A pochi chilometri da Trapani si trova Erice, uno dei borghi più belli d’Italia.

Parti in crociera per il Mediterraneo

La Sicilia ti aspetta con le sue attrazioni e i suoi tesori per una vacanza all’insegna della storia e della natura. Caratteristiche che ritroverai anche nelle nostre crociere lungo il Mediterraneo. Non ti resta che scegliere il prossimo itinerario.

Parti con Costa Crociere