Borghi, città, aree naturali, mare, tesori archeologici e culturali. La Puglia è un’esplosione di attrazioni e di colori. Offrirà una vacanza all’insegna del relax, degli sport acquatici, ma anche dell’approfondimento e della cultura. Un viaggio senza confini in tredici tappe. Un percorso che toccherà le spiagge della Puglia, si fermerà nelle città più rappresentative, come Bari e vi metterà da parte tante sorprese.

Tra storia e natura, tra arte, cucina e spiagge mozzafiato: scopri la Puglia e tutte le meraviglie che ti può offrire!

  • Castel del Monte
  • Bari Vecchia
  • I Trulli di Alberobello
  • Salento
  • Grotte di Castellana
  • Isole Tremiti
  • Vieste
  • Ostuni
  • Val d'Itria
  • Polignano a Mare
  • Lecce
  • Otranto
  • Santa Maria di Leuca

Castel del Monte

Il vostro viaggio inizierà da una fortezza simbolica che domina l’altopiano delle Murge, a una decina di chilometri da Andria: Castel del Monte, fatto costruire nel 1200 da Federico II, e famoso per la sua forma ottagonale. Su ognuno degli otto spigoli si innestano altrettanti torri. L’edificio alterna stili diversi, dal taglio romanico dei leoni all’ingresso alla forma gotica delle torri, fino alle raffinatezze islamiche dei mosaici. La posizione del castello sarebbe stata studiata per creare effetti di luce e ombra nei giorni dell’equinozio e del solstizio. Molto interessante è anche il sistema idraulico per la raccolta e distribuzione dell’acqua piovana.

Il castello è sprovvisto di mura di cinta e di fossati, elementi che sono propri della maggior parte degli edifici medievali. Gli studiosi si sono interrogati su quali potessero essere le sue funzioni. Luogo appartato per lo studio o perfino struttura dove rilassarsi seguendo il modello dell’hammam arabo. Le sale sembrerebbero state progettate per essere visitate secondo un percorso obbligato, legato a simboli astronomici. La forma ottagonale richiamerebbe il potere imperiale di Federico II.

Bari Vecchia

Rappresenta il cuore pulsante di Bari, una serie di dedali e viuzze su cui si affacciano chiese e un centinaio di edicole votive, a due passi dal mare. Qui non sarà solo la storia a colpire, ma anche i profumi e la vita quotidiana che si respira. Non è raro sorprendere alcune anziane mentre realizzano le famose orecchiette. Si può entrare da piazza del Ferrarese e intrufolarsi nel famoso mercato del pesce, nei pressi della Sala Murat che oggi ospita rassegne d’arte contemporanea. Tra le chiese principali c’è sicuramente la Cattedrale di San Sabino con la sua cupola che supera i 35 metri di altezza o la famosissima Basilica di San Nicola, chiesa simbolo, aperta sia al culto cattolico che ai riti ortodossi.

L’essenza di Bari Vecchia sta, però, nelle corti, piazze piccole chiuse su tre lati che celano gesti quotidiani. Nella zona potrete scoprire Piazza del Mercantile, il salotto buono della città. Nello slargo attiguo potrete ammirare il raffinato Palazzo del Sedile, edificio quattrocentesco per diversi secoli sede del Comune. A fianco si trova la Colonna della Giustizia usata per decenni come gogna pubblica.

I Trulli di Alberobello

Un meraviglioso esempio di edilizia in pietra a secco a lastre, una tecnica che risale all’epoca preistorica. È questo il segreto dei celebri trulli di Alberobello, borgo pugliese che può vantare più di 1500 strutture, le più antiche delle quali furono edificate intorno al 1400. Alcune costruzioni raggiungono i due piani, la maggior parte ha un tetto grigio con la forma di un cono che termina con una semisfera. L’interno ospita una camera unica, nicchie per il camino, letto e diversi arredi. I trulli sono caratterizzati da una perfetta climatizzazione che li mantiene fresche in estate e accoglienti in inverno.

Secondo la leggenda vennero costruite in pietra calcarea perché potessero essere abbattuti velocemente in caso di ispezione regia. Per la nascita di ogni centro abitato era obbligatorio pagare al re di Spagna un tributo. Queste particolari abitazioni sono state inserite nel Patrimonio Unesco.

Salento

Dalla Costa Adriatica allo Ionio ecco una zona che racchiude in sé un mondo fatto di folclore, tradizioni, borghi pittoreschi, arte e cucina mediterranea. In questa area magica menhir e dolmen indicheranno il percorso, nascosti tra ulivi e muretti a secco nella campagna leccese. Qui la maggior parte delle masserie sono diventate accoglienti strutture ricettive. Per gli appassionati di trekking ci saranno anche sentieri che vi porteranno a scoprire chiese antiche e grotte. Nei borghi scoprirete le botteghe e i sapori del Salento sulla tavola. A Lecce inizierete un viaggio nel Barocco tra palazzi e chiese ricamate, A Brindisi ammirerete due castelli e un lungomare ricco di bellezza.

Nel Salento il Medioevo si colorerà di Oriente e antiche filastrocche risuonano nella Grecia Salentina e antichi ritmi daranno vita a ritmi contemporanei nella Notte della Taranta.  Vi perderete nel bianco intenso delle costruzioni, farete passeggiate nella macchia mediterranea o vi rilasserete in spiagge caraibiche con acque scintillanti. Magari il vostro viaggio sarà culinario e proverete la tria, la pasta fatta in casa realizzata con i ceci, il vino locale e dolci come il pasticciotto con il suo cuore di crema.

Grotte di Castellana

La Valle d’Itria è un continuo alternarsi di bellezze naturali. Le Grotte di Castellana, che si trovano a Castellana Grotte, a pochi chilometri da Alberobello, ne sono un esempio concreto. Si tratta di un complesso di cavità sotterranee che ha origine carsica e che si estende per oltre tre chilometri con una profondità massima di 122 metri. La visita si snoda lungo un percorso affascinante a circa 70 metri di profondità in cui vi troverete di fronte a caverne dal nome fantastici in cui stalattiti, stalagmiti, fossili e suggestioni sorprendenti solleciteranno la vostra fantasia e quella dei vostri bambini.

Qui visiterete uno dei luoghi più magici della Puglia e accederete tramite una scalinata che vi porterà fino al fondo della Grave, mentre la risalita sarà garantita grazie a dei veloci ascensori.  Questo complesso speleologico, che si trova a una quarantina di chilometri da Bari, è il frutto dell’azione erosiva di un fiume sotterraneo. Potrete ammirare la Caverna dell’Altare, la Grotta Bianca e il Passaggio del Presepe dove è presente una stalagmite dalle forme mariane, chiamata “Madonnina delle Grotte”.

Isole Tremiti

Questo meraviglioso angolo di paradiso si trova al largo del Gargano, nel nord della Puglia. Ogni anno vi sbarcano migliaia di turisti attratti dal mare cristallino e dai fondali da scoprire, ma non solo. Accanto alle coste basse e sabbiose ci saranno anche pareti alte e a strapiombo sul mare. Potrete scegliere se fare un tuffo al mare o rilassarvi in una delle romantiche calette, magari dopo aver passeggiato nella natura selvaggia. La vegetazione è rigogliosa e il clima mite. L’arcipelago è formato da cinque isole, di cui San Domino è la più estesa, e quella che paesaggisticamente colpisce di più.

È ricoperta da una rigogliosa foresta di pini d’Aleppo, mentre intorno all’isola ci sono diverse grotte, tra cui quella del Bue Marino, delle Rondinelle e delle Viole che sono tutte visitabili con la barca. L’isola di San Nicola è, invece considerata un museo a cielo aperto per la ricchezza di monumenti: fortificazioni, muraglie, torri, chiese e perfino una fortezza-abbazia che regala numerosi tesori artistici.

Vieste

Una costa lunghissima, ricca di spiagge rilassanti e bellezze naturali, ma anche una cittadina piena di fascino e storia, di cui il castello, la cattedrale e le torri ne sono pregevoli testimonianze. Benvenuti a Vieste, località che si trova a nord della Puglia, sul promontorio del Gargano. Punto di partenza del vostro viaggio è sicuramente il suo centro storico, dalle case bianche e dai vicoli stretti con scorci a strapiombo sul mare e un cielo che si riflette d’azzurro. Qui potrete dedicarvi all’attività fisica in mezzo alla natura o concedervi l’adrenalina degli sport acquatici.

Sarà anche un viaggio alla scoperta delle tradizioni culinarie e musicali. Vieste poi rappresenta un ottimo punto di partenza per addentrarsi nel Gargano e per scoprire la Foresta Umbra, Rodi Garganico, Peschici o magari i sentieri di pellegrinaggio verso il Santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo.

Ostuni

Ecco un’altra rinomata meta turistica che vi regalerà fascino e atmosfera: Ostuni, abbarbicata su tre colli e denominata la “Città Bianca”, è popolare per i suoi vicoli, le sue stradine e le case imbiancate con la calce. I suoi dedali e la sua atmosfera hanno influenze arabe, i suoi colori sono vivi e rappresentano un tuffo nel passato.

Concedetevi una passeggiata nella “Terra”, la città vecchia dove potrete apprezzare in tutto il suo splendore il borgo medievale. Potrete decidere di perdervi nelle sue botteghe artigiane o nei ristoranti tipici. Al centro di Ostuni troneggia la cattedrale in stile gotico-romano su cui spicca un grande rosone.

Val d'Itria

Trulli bianchi, distese di uliveti e vigneti, terra arsa dal sole. Uno scrigno di bellezze nel cuore della Puglia che si estende tra le province di Brindisi, Taranto e Bari, che dal 1986 fa parte delle bellezze tutelate dall’Unesco. Dal mare selvaggio alla storia, dai paesaggi mediterranei fino alle tradizioni enogastronomiche vivrete momenti davvero magici. Alberobello, Locorotondo, Martina Franca, Noci, Ostuni, Cisternino saranno diversi i borghi in cui perdersi.

Vicoli, case bianche, piazzette storiche, cattedrali, mura, ma anche scorci a strapiombo sul mare. Sarà possibile scegliere tra calette, spiagge sabbiose, baie riparate e insenature per dedicarsi attimi di assoluto relax, passeggiate o anche per provare a cimentarsi in qualche sport acquatico.

Polignano a Mare

Una città balneare piena di fascino e cose da fare, ma anche un punto di snodo importante per andare alla scoperta della Val d’Itria, a 60 chilometri da Bari, a una decina dalle grotte di Castellana. A colpire per la sua grazia sarà innanzitutto il suo centro storico, caratterizzato da case bianchi dai balconi fioriti. Tra le attrazioni c’è sicuramente l’abbazia di San Vito. Sulla costa si contano poi almeno 70 grotte marine, per cui una gita in barca potrebbe darvi tante soddisfazioni. Da scoprire sicuramente saranno le tradizioni culinarie, a cominciare dalle frise con pomodorini per finire con il caffè speciale, servito con panna, limone e amaretto.

Lecce

Benvenuti nella città barocca per eccellenza. Le decorazioni rivestono gli edifici, la pietra locale si esprime in colori intensi, un calcare tenero che ben si presta a essere modellato con lo scalpellino. E ciò si esprime in chiese, monumenti, balconi e case private.  Lecce è anche una città d’arte con un passato romano medievale e rinascimentale.  Si parte dal centro storico dove si rimarrà ammaliati subito dalle piazze, dagli angoli e dagli edifici religiosi (Il Duomo, la chiesa di Santa Maria della Provvidenza, la Basilica di Santa Croce o Santa Maria di Costantinopoli).  

Tra le altre attrazioni ci sono l’anfiteatro romano e il castello che è stato voluto da Carlo V. Oggi il maniero è diventato una suggestiva sede dove ospitare mostre e rassegne temporanee. Lecce è anche rinomata per la sua posizione a metà strada tra Ionio e Adriatico. E questo vi darà la possibilità di fare il bagno ogni giorno in un posto diverso.

Otranto

Otranto rappresenta un altro gioiello della Puglia, il punto più a est dello stivale e uno dei tesori del Salento. Sa unire un territorio ricco di spiagge e relax a un borgo in cui il passato è ancora vivo attraverso le sue bellezze. Il centro storico sarà la prima tappa per acclimatarsi tra stradine lastricate, negozi di artigianato e attività storiche. Tra le attrazioni da vedere ci sono sicuramente il castello Aragonese e la cattedrale. Per chi volesse, invece, vivere un momento di relax in un’atmosfera che ricorda quella dei paradisi caraibici, il posto giusto è la Baia dei Turchi, nota per la sabbia bianca e le acque cristalline.

Santa Maria di Leuca

Questa frazione in provincia di Lecce rappresenta la punta più meridionale del Salento e vi stupirà per i suoi colori e per la sua storia. Visitarla significherà ripercorrere un passato fatto di grotte, insediamenti rupestri, chiese e castelli, ulivi secolari e un mare scintillante di sfumature come pochi. Qui troviamo tracce di insediamenti greci, fenici, cretesi che trovavano utile lo scalo per i traffici marittimi. Da qui nascerebbe una leggenda secondo cui il nome del luogo deriverebbe da una sirena “Leucasia” che era in grado di ammaliare i naviganti grazie a dolci melodie.

Parti per la Puglia con Costa Crociere

Come avete visto la Puglia vi aspetta con il suo bagaglio di emozioni e di tradizioni. Una natura che vi conquisterà, una cucina che saprà affascinarvi e una storia che sarà in grado di farsi trovare attraverso edifici, palazzi e vie pittoresche. Non perdete l’occasione di visitare il Sud italia e di trovare il vostro angolo incantato.

Parti con Costa Crociere