Prenota il tuo viaggio a Santo Domingo, patrimonio dell'Unesco, per scoprire il fascino del vecchio mondo e la moderna eleganza latina.
  • Palazzo Nazionale
  • Monastero di San Francisco
  • L'Alcazar de Colon
  • Il Faro a Colòn
  • Museo de Las Casas Reales
  • Il Tres Ojos National Park
  • Amber World Museum
  • Il Pantheon Nazionale
  • Il Museo Memorial de la Resistencia
  • Calle Las Damas

Viaggio a Santo Domingo

Un viaggio nella Repubblica Dominicana è sempre una buona idea, non solo per la sua offerta di spiagge, sport acquatici e tramonti da cartolina, ma anche per la sua capitale, Santo Domingo. Questo gioiello coloniale, sulle rive del fiume Ozama ti regalerà numerosi esempi della sua storia e cultura. Sarà un viaggio nel tempo ricco di approfondimenti e suggestioni, ma avrai anche la possibilità di lasciarti cullare dalle bellezze naturali e dalle spiagge di Santo Domingo.

Palazzo Nazionale

È il luogo di lavoro del Presidente della Repubblica e la sede del Potere Esecutivo di quel paese. Rappresenta una delle opere più emblematiche del paese. L'edificio si compone di tre livelli: il primo funge da alloggio per le strutture di servizio generale, il secondo ospita l'ingresso e l'atrio principale, nonché la Sala del Consiglio Direttivo e gli uffici del Presidente, del vicepresidente e di vari funzionari. Il terzo livello contiene le sale di ricevimento: Sala degli Ambasciatori, Sala delle Cariatidi, Sala Verde, Sala Bar, Sala da pranzo principale e aree private del Presidente. La realizzazione dell’edificio iniziò nel 1939 sotto la guida dell’architetto italiano Guido D'Alessandro Lombardi.

Monastero di San Francisco

Il Monastero di San Francisco fu una delle opere di Nicolás de Ovando, che iniziò la sua costruzione con l'arrivo dei padri francescani nel 1508: il complesso fu completato nel 1560. Fu il primo monastero del Nuovo Mondo, ma qualche tempo dopo fu distrutto da un uragano. La sua storia è stata molto travagliata: nel 1586 fu saccheggiato dal pirata inglese Francis Drake e nel XVII fu colpito da ben due terremoti.  Le attuali rovine includono anche una cappella. All’interno è presente una vasca, che rappresenta il primo acquedotto della città e riforniva tutte le condutture.

L'Alcazar de Colon

Questo edificio fu costruito per essere la residenza di Diego Colon, il primogenito di Cristoforo Colombo. Funzionò come tale fino alla fine del XVI secolo. A poco a poco cadde in abbandono e, per preservarlo, il governo lo trasformò in Monumento Nazionale. Dopo un'importante ristrutturazione, è diventato la sede del Museo Alcázar de Colón. All'interno troverai ventidue sale conservate con mobili e decorazioni del XIV e XVIII secolo. L’Alcazar de Colon è uno dei simboli da non perdere durante la tua vacanza.

Il Faro a Colòn

Questo spazio è stato costruito come tributo a Cristoforo Colombo ed è stato inaugurato esattamente 500 anni dopo la scoperta dell'America. Contrariamente a quanto si possa immaginare, non è un faro, ma un enorme edificio a forma di croce. Questa forma sarebbe un omaggio al coraggio e alla fede che Colombo dimostrò per realizzare il suo viaggio. All’interno si trova il Museo delle Americhe: sono ospitate diverse mostre e si dice che qui siano custodite parte delle spoglie del celebre navigatore.

Museo de Las Casas Reales

Anticamente era il Palazzo Reale, sede nel XVI secolo del Capitanato generale. Nelle sale si tenevano importanti riunioni o feste, a cui partecipavano le principali figure della società dell'epoca, nonché i funzionari reali e i giudici d'appello. Nel 1973 è stato trasformato in museo per raccogliere e condividere la storia, la vita e le usanze degli abitanti dell’isola durante diversi periodi. Il museo ha 9 sale ed è composto da 2 edifici comunicanti tra loro: il primo era conosciuto come Palazzo dei Governatori e l'altro era la Corte Reale.

Il Tres Ojos National Park

Il Parco Nazionale Tres Ojos (Tre Occhi) della Repubblica Dominicana è una riserva naturale che ospita un sistema di grotte calcaree all'aperto con una serie di tre laghi cristallini conosciuti come gli "occhi". Situato a Santo Domingo, a soli dieci minuti di auto dalla famosa zona coloniale, il parco offre una pausa dal trambusto della città. Queste splendide grotte in acqua aperta offrono anche approfondimenti sulle origini precoloniali e ancestrali della Repubblica Dominicana. Al di fuori di questo percorso c’è un altro lago da ammirare.

Amber World Museum

All'Amber World Museum ammirerai il colore e la lucentezza dei meravigliosi pezzi d'ambra esposti in questo incredibile museo situato nel centro di Santo Domingo. Potrai scoprire una collezione unica e ricca di sfumature, ma anche acquistare degli esemplari come ricordo della tua vacanza. Nella mostra troverai molti gioielli e ornamenti realizzati con questo prezioso materiale, ma anche rassegne temporanee. Una parte della rassegna è dedicata a spiegare come avviene il processo di lavorazione mediante il quale la resina diventa un meraviglioso gioiello.

Il Pantheon Nazionale

Situato nella zona coloniale di Santo Domingo, il Pantheon Nazionale è stato in primo luogo una chiesa dei Gesuiti. L'edificio è stato ristrutturato nel 1956 dall’architetto spagnolo Javier Borroso. Ora la struttura custodisce le persone di grande prestigio e importanza della Repubblica Dominicana: ospita diverse tombe illustri, che sono protette dalle guardie nazionali. Tra i personaggi famosi che sono sepolti al Pantheon ci sono: Gregorio Luperón, che fu il capo della restaurazione della Repubblica Dominicana dopo l'annessione spagnola e Eugenio María de Hostos, che era un educatore che ebbe una grande influenza.

Il Museo Memorial de la Resistencia

Il Museo organizza, conserva e cerca di diffondere il patrimonio materiale e immateriale della dittatura di Rafael L. Trujillo, iniziata nel 1918 e andata avanti per oltre 30 anni.  Sono in esposizione pannelli informativi, diorami e plastici del centro di tortura. Lo spazio commemora le vittime della lotta per la democrazia, ma è soprattutto un'istituzione educativa dedicata a sensibilizzare le nuove generazioni sul valore della vita. La mostra permanente comincia con un preambolo esplicativo su cosa sono le dittature e cerca di smantellare tutta una serie di miti che la macchina propagandistica del regime di Rafael Trujillo ha creato e radicato nella credenza collettiva dominicana.

Calle Las Damas

Rappresenta la prima strada del Nuovo Mondo e si trova nella Zona Coloniale di Santo Domingo. Fu costruita nel 1502 per ordine del governatore Nicolás de Ovando. Durante il periodo coloniale, si estendeva dalla fortezza di Ozama all'Alcazar de Colon. Nei suoi dintorni furono eretti importanti edifici, tra cui le prime residenze spagnole a Santo Domingo. Originariamente era conosciuta come Calle de la Fortaleza, ma la situazione cambiò dopo l'arrivo di María de Toledo, nipote del re Fernando di Spagna e moglie del primogenito di Cristoforo Colombo.

Lei e la sua corte di dame presero l'abitudine di percorrere questa strada e tutti gli abitanti di Santo Domingo iniziarono a chiamare questo sentiero come “Calle Las Damas”. Questa strada conserva ancora oggi l'eleganza dei tempi coloniali. Molti importanti monumenti sono stati trasformati in musei, hotel e luoghi di divertimento.

Parti in crociera per i Caraibi

Colori, natura, gusto: la crociera verso i Caraibi e pronta a regalarti il meglio. Non solo attraverserai secoli di culture e tradizioni, ma grazie alle nostre escursioni riuscirai a conoscere l’essenza di molti luoghi indimenticabili e fuori dalle rotte commerciali.

Parti con Costa Crociere