Scopri le meraviglie della città di Saragozza nel bel mezzo della Spagna. Visita la Basilica de Nuestra Señora del Pilar e la piazza principale.
  • Storia della città
  • Basilica de Nuestra Señora del Pilar
  • Aljaferia Palace
  • Catedral del Salvador de Saragozza
  • Plaza del Pilar
  • Puente de Piedra
  • Museo Goya
  • Parque Grande Josè Antonio Labordeta
  • Come raggiungere Saragozza
  • Cosa vedere nei dintorni

Cosa vedere a Saragozza

È una città ricca di scorci e di atmosfera grazie al fiume Ebro, ma anche un luogo in cui i monumenti raccontano 2000 anni di storia. Saragozza è anche la città delle tapas e dei musei. È una destinazione da vivere e in cui passeggiare amabilmente tra mercati, stradine, palazzi e parchi dove rilassarsi. Non ti resta che conoscerla, scoprendone i tesori.

Storia della città

Un connubio di civiltà differenti, un patrimonio artistico ricco e pieno di fascino: benvenuti a Saragozza, capoluogo della regione di Aragona. Dal III secolo a.C. esisteva già un insediamento iberico che arrivò ad occupare fino a 10 ettari. Fu con i romani che iniziò un periodo di splendore: contava una popolazione di 20.000 abitanti e un gran numero di infrastrutture. Nel 472 fu poi conquistata dai Visigoti e in seguito dall’esercito musulmano. Nei secoli successivi il periodo di riconquista cristiana diede vita anche a interessanti contaminazioni artistiche come il mudejar aragonese dove si fonde l’uso del mattone e della ceramica.

Uno dei momenti di maggior fervore si verifica, però, nel Rinascimento quando si realizzarono chiese e palazzi e Saragozza visse un periodo di grande fervore creativo. Altro periodo da ricordare è il 1700, momento in cui il pittore Francisco Goya lasciò un segno nella storia cittadina, realizzando opere per la Certosa Aula Dei e per la Basilica del Pilar.

Basilica de Nuestra Señora del Pilar

Una delle grandi protagoniste della città è la Basilica de Nuestra Señora del Pilar, uno dei gioielli barocchi più importanti dell'intera Spagna. La sua costruzione iniziò nel XIII secolo su un'antica chiesa di origine araba. L’edificio religioso custodisce l’immagine della Vergine del Pilar e ospita alcuni affreschi di Goya. Il nome della chiesa si riferisce alla colonna di giada (popolarmente chiamata "la colonna") che la Vergine Maria avrebbe donato durante un’apparizione all'Apostolo Giacomo.

Le sue torri si innalzano come aghi verso il cielo a pochi metri dalle rive del fiume Ebro, l'edificio si è trasformato, come la città, nel corso dei secoli. Iniziando la sua costruzione con una piccola chiesa romanica nel XIII secolo, la sua ultima torre fu innalzata a metà del XX secolo. Dal belvedere della Torre del Pilar potrai avere un panorama memorabile.

Aljaferia Palace

Ci sono diversi esempi che mostrano l’eredità musulmana in città: un edificio che mostra lo splendore della cultura araba è il Palazzo dell'Aljaferia.  Costruito nell'XI secolo per ordine di Al-Muqtadir, questo palazzo è un segno dello splendore del regno di Taifa. Con il tempo e la Riconquista, l'Aljaferia iniziò a svolgere altri ruoli, trasformandosi in una caserma militare a metà del XVI secolo e subendo gravi danni nelle guerre che si verificarono nei secoli a venire. All'interno del palazzo si possono apprezzare gli archi a ferro di cavallo, la torre Troubadour, la Sala d'Oro, la moschea e il patio di Santa Isabel, un tipico giardino dei palazzi musulmani di Taifa.

Catedral del Salvador de Saragozza

La cattedrale di El Salvador (o La Seo) è l'altro grande gioiello architettonico-religioso di Saragozza. Lo spettacolare edificio mostra una miscela di stili che vanno dal romanico della sua fondazione (XII secolo) al barocco del suo nuovo campanile (inizio XVIII). Un consiglio: dopo la visita, cammina fino alla vicina Plaza Santa Marta, dove ti potrai godere uno degli angoli più suggestivi e fotografati di Saragozza, con la bellissima Torre de la Seo di fronte a te.

Plaza del Pilar

È uno dei centri nevralgici di Saragozza, data la sua posizione privilegiata ai piedi della Basilica e della cattedrale de la Seo, ed è uno spazio utilizzato per molti eventi durante tutto l'anno (è conosciuto come la piazza del municipio, ma anche come la piazza delle cattedrali. Storicamente si hanno tracce della Plaza, a partire dal 1500.  Nella piazza ci sono diversi elementi interessanti, tra cui il monumento a Goya e la Fonte de la Hispanidad. Qui sorge il Palazzo Comunale, costruito a partire dal 1946. Interessante è anche la Lonja de Zaragoza, edificio in stile rinascimentale, oggi trasformato in sala espositiva.

Puente de Piedra

Uno dei luoghi più speciali di Saragozza (ancor di più al tramonto) è il Puente de Piedra sul fiume Ebro. Da qui puoi vedere la Basilica del Pilar in tutta la sua maestosità e, con un po’ di fortuna, assistere a un tramonto indimenticabile. Questo ponte è sorvegliato a ciascuna estremità da due leoni, simboli della città. L’attuale struttura risale al 1500, anche se secondo diversi documenti già i romani avevano edificato un proprio ponte. Un posto ideale dove scattare bellissime foto e passare un momento romantico.

Museo Goya

Il museo espone tutte le principali incisioni registrate da Goya dal 1778 al 1825. Ciascuna delle serie costituisce una pietra miliare nel processo di ricerca e creazione all'interno di quest'arte, in un desiderio di miglioramento artistico costante e apertura alla modernità. La collezione è stata allestita all'interno della casa di Jerónimo Cósida, un palazzo rinascimentale del 1500, con una splendida facciata e un elegante cortile.

Lungo le sue sale sono custodite più di 800 opere, in un alternarsi di testimonianze dell'avanguardia, tele rinascimentali, quadri barocchi di tema religioso, acquerelli, installazioni contemporanee. Il museo rappresenta anche un importante centro di promozione culturale degli artisti emergenti.

Parque Grande José Antonio Labordeta

Il parco José Antonio Labordeta, o Parque Grande come lo conoscono gli abitanti di Saragozza, è il parco più emblematico della città e uno dei posti migliori da vedere a Saragozza. Un grande polmone verde con passeggiate dove rilassarsi, respirare a pieni polmoni e trascorrere piacevoli momenti immersi nella natura scoprendo tutti i suoi splendidi scorci.  Ospita pinete, grandi viali e angoli emblematici come la Glorieta de la Princesa e piccoli giardini fioriti, con una cornice e che invita alla tranquillità e alla contemplazione delle sue diverse specie ornamentali. Ti consigliamo inoltre di passeggiare lungo le rive dell'Ebro e goderti i suoi chilometri e chilometri di aree verdi, sempre accompagnati dall’atmosfera del fiume che divide la città.

Come raggiungere Saragozza

Saragozza può essere facilmente raggiunta in aereo. L’aeroporto si trova a circa 10 chilometri a sud-ovest della città. Da Madrid e Barcellona è ben servita con i treni ad alta velocità. In auto le distanze sono circa di 3-4 ore. Il suo centro storico è facilmente visitabile a piedi, ma i trasporti pubblici sono funzionali ed economici.

Cosa vedere nei dintorni

Non si è mai troppo distanti da Barcellona per vivere una città segnata dal modernismo e dalla storia di Gaudì. Una destinazione da vivere, magari con le nostre escursioni, per un super viaggio tra il Barrio Gotico, la Sagrada Familia e le specialità catalane. Nelle vicinanze di Saragozza non mancano le sorprese come Tarazona, la città del Mudejar. Oltre alla cattedrale non bisogna perdersi il centro storico, con il suo labirinto di viuzze e le sue pittoresche botteghe.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Questo tour non ti ha fatto venire voglia di Spagna? Le nostre crociere ti trasporteranno in un’atmosfera magica in cui il Mediterraneo diventerà anche un modo di vivere. Capitali, parchi, villaggi, natura, storia o sport? Scegli quello che fa per te.

Parti con Costa Crociere