Visita la città di Urbino delle Marche: scopri i suoi palazzi, le sue vie e la cattedrale. Lasciati meravigliare delle città italiane medievali.
  • Duomo di Urbino
  • Galleria Nazionale delle Marche
  • Oratori di San Giovanni e San Giuseppe
  • Palazzo Ducale
  • Chiesa di San Bernardino
  • Casa di Raffaello
  • Teatro Raffaello
  • Rampe Elicoidali
  • Cosa vedere nei dintorni

Cosa vedere a Urbino

Ti aspetta un’antica cittadella medievale nel cuore delle Marche, sede di una delle antiche università d’Italia, ama anche crocevia di storie e di culture centenarie. Qui nacque il grande pittore Raffaello, qui respirerai l’atmosfera del Rinascimento e perdendoti tra le vie di Urbino e i suoi palazzi sarai conquistato da un centro storico entrato a far parte del Patrimonio Unesco. Iniziamo insieme questo tour tra le cose da vedere.

Duomo di Urbino

Si tratta della chiesa più importante della città, ma anche di quella con una delle storie più travagliate. La prima costruzione, datata 1021, venne sostituita al tempo del duca di Montefeltro con una chiesa ideata da Francesco di Giorgi Martini. A seguito del sisma del 12 gennaio 1789, Giuseppe Valadier ebbe l’incarico di costruire il duomo attuale in stile neoclassico. All’interno sono ospitate due tele di Federico Barocci. La parte più interessante del duomo sono le grotte, che nel corso della loro storia, hanno ospitato una confraternita. Al loro interno ci sono diverse cappelle e il Corridoio del Perdono.

Galleria Nazionale delle Marche

È ospitata in circa 80 sale di Palazzo Ducale, maestoso e raffinato complesso di cui parleremo più avanti. La sua collezione copre un arco temporale che va dal 1300 al 1600, comprendendo non solo dipinti, ma anche arazzi, sculture e disegni. Al primo piano si trovano le opere principali. Nell’appartamento di Federico di Montefeltro si possono ammirare due capolavori di Piero della Francesca: La Madonna di Senigallia e la Flagellazione di Cristo. Nello studiolo e in diverse sale di rappresentanza ci sono La comunione degli apostoli e La Città Ideale di Giusto di Gand. Non potevano mancare opere di Raffaello: Ritratto di Gentildonna, che si trova accanto all’Ultima Cena di Tiziano.

Oratori di San Giovanni e San Giuseppe

La facciata esterna dell’Oratorio di San Giovanni è stata restaurata nel 1900 secondo un progetto in stile neogotico. A colpirti saranno gli interni con il meraviglioso ciclo di affreschi dei fratelli Jacopo e Lorenzo Salimbeni da San Severino, interpreti del tardo gotico marchigiano. Nella stessa stradina potrai anche ammirare l’Oratorio di San Giuseppe. Il fiore all’occhiello è il presepe in stucco, con sculture a grandezza naturale, realizzato nel 1560. La chiesa dell’Oratorio ha una navata sola, a forma rettangolare. I dipinti di Carlo Roncelli decorano le pareti, la volta e l’abside.

Palazzo Ducale

Definirlo palazzo è un po’ riduttivo, si tratta di una piccola città fortificata voluta da Federico di Montefeltro, e costruito a partire dal 1444. Il palazzo doveva superare in sfarzo le altre residenze principesche e trasformare Urbino in una “città ideale”. Fu anche un luogo in cui ospitare innumerevoli artisti. Accanto alle sue stanze il duca, nella parte centrale dell’edificio, aveva fatto realizzare il suo splendido studiolo intarsiato, emblema della sua cultura. Per la sua costruzione si impegnarono diversi architetti per più di 30 anni.  Tra i tanti, Maso di Bartolomeo, Luciano Laurana e Francesco di Giorgio Martini. Oggi il Palazzo ospita la Galleria Nazionale delle Marche.

Chiesa di San Bernardino

In aperta campagna, a due chilometri dal centro storico, appare l’austera sagoma della Chiesa di San Bernardino, fatta costruire dal duca Federico di Montefeltro per accogliere le sue spoglie. Secondo gli storici al progetto lavorarono Francesco di Giorgio Martini e il Bramante: l’intervento di quest’ultimo si nota dalla semplicità degli interni. Per diversi secoli la chiesa ha ospitato “La Pala votiva di Federico” di Piero della Francesca, dipinta tra il 1472 e il 1474.

Casa di Raffaello

Raffaello Sanzio nacque in questa casa il 28 marzo 1483. La dimora si trova nel quartiere degli artigiani e qui sono custodite alcune opere del periodo giovanile del grande pittore. Al piano terra si può visitare la bottega del padre, che oggi è uno spazio usato per rassegne temporanee. Al primo piano troverai copie dei dipinti di Raffaello e diversi omaggi al grande artista da parte di altri pittori. La Madonna con Bambino è un affresco che si trova nella camera da letto. Al primo piano ci sono anche un lavabo, un pozzo e un piccolo cortile dove si macinavano i colori.

Teatro Raffaello

Nel 1800, al bastione voluto dal duca Federico di Montefeltro, fu sovrapposto il Teatro Raffaello. I lavori iniziarono nel 1845 e si conclusero 8 anni dopo. Fu scelto il progetto di Vincenzo Ghinelli.  L’inaugurazione avvenne con la prima rappresentazione a teatro del Rigoletto. L’atrio è decorato con due busti marmorei, uno di Raffaello Sanzio (a cui il teatro è dedicato) e uno di Donato Bramante. Il teatro ha una capienza di circa 500 spettatori ed è utilizzato ogni anno per convegni, spettacoli privati e per ospitare il calendario della stagione teatrale.

Rampe Elicoidali

Urbino è una città verticale, ripida, con strade strette. Nel XV secolo era il luogo perfetto per organizzare un agguato contro il potente di turno. Così Federico di Montefeltro fece costruire ai piedi del Palazzo Ducale un bastione con delle rampe elicoidali. Il duca poteva arrivare alle stalle ducali direttamente dal palazzo. Al bastione furono aggiunte delle bocche di fuoco per poter controllare anche l’area mercatale.

Cosa vedere nei dintorni

Urbino non è l’unico borgo medievale che vale la pena di visitare. Un altro tesoro ricco di suggestioni e storia è Assisi, intimamente legato alle vicende personali di San Francesco e Santa Chiara. Passeggerai tra chiese, piazze e monumenti e potrai fare un salto nel tempo tra i capolavori di Cimabue e Simone Martini. Una tappa nella bellezza sarà sicuramente a Perugia, una città sormontata da un’acropoli bellissima e da palazzi medievali raffinati. La Cattedrale, Palazzo dei Priori e la Galleria nazionale dell’Umbria sono tre attrazioni da non perdere. Ogni regione italiana ha i suoi borghi speciali, scopri con noi le città medievali d’Italia.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Città d’arte, capolavori, scorci unici e tanta storia. L’Italia sa sempre come conquistarti. E se aggiungessimo anche un tocco di natura e di atmosfera da goderti sulle nostre crociere lungo il Mediterraneo? Così potrai scoprire altre località variegate e tante specialità tipiche.

Parti con Costa Crociere