Zara si è ormai lasciata alle spalle il suo passato segnato dalla guerra ed è oggi una città moderna e graziosa che vi affascinerà grazie alla capacità di coniugare natura e ingegno umano. E sarà una buona base di partenza per conoscere tutte le bellezze della Croazia, a partire dai suoi giardini e parchi.

Non conosciuta come altre città croate, ma Zara (o Zadar in croato) possiede bellezze uniche. Dagli antichi romani a moderne opere d’arte, scopri tutti i suoi segreti e tuffati tra le bellezze della Croazia.

  • Chiesa di San Donato
  • Organo Marino
  • Museo del vetro antico
  • Saluto al Sole
  • Foro Romano
  • Cattedrale di Santa Anastasia
  • Museo Archeologico
  • Piazza dei 5 Pozzi
  • Chiesa di Santa Maria
  • Spiagge di Zara

Chiesa di San Donato

È uno dei simboli di Zara, grazie alla sua caratteristica forma circolare. Si tratta di una chiesa in stile pre-romanico, costruita nel Medioevo utilizzando in parte dei materiali provenienti dal Foro Romano. Fu ristrutturata più volte, prima nel Seicento e poi cent’anni dopo. È un edificio a pianta centrale che termina con una cupola alta 27 metri. Sul lato est della chiesa si aprono tre absidi, secondo un motivo che ricorre nell’arte bizantina. Nel 1798 fu sconsacrata e usata come un magazzino militare fino al 1887 quando divenne la sede del Museo Archeologico per diverso tempo. Oggi viene usata come sede di concerti e conferenze.

Organo Marino

È l’attrazione più spettacolare di Zara e rappresenta il principale punto di aggregazione dei giovani. Si tratta di un’opera di grande ingegno che permette al mare stesso di creare sorprendenti melodie. L’Organo marino è formato da sette gradoni che digradano verso il mare, al di sotto dei quali sono collocate 35 canne realizzate in polietilene e differenti per lunghezza, inclinazione e diametro. Ognuna di queste è collegata a diverse corde musicali. I gradoni si espandono per circa 70 metri e sono suddivisi in sette sezioni.

L’opera, che ha ottenuto diversi premi internazionali, porta la firma dell’architetto croato Nikola Basic.  Un compendio di architettura e musica che era stato pensato come parte di un progetto più ampio di riqualificazione della costa della città. L’allestimento è stato aperto al pubblico il 15 aprile 2005. Questo concerto sempre diverso attira ogni giorno centinaia di turisti e curiosi. Il suono del mare si articola su sette accordi e cinque tonalità. I gradini sono il luogo adatto non solo per ascoltare i suoni, ma anche per ammirare il tramonto.

Museo del vetro antico

Una delle sorprese maggiori che avrete a Zara: questo museo vi farà scoprire notizie e curiosità sull’invenzione del vetro e sulla sua lavorazione. Il vostro percorso sarà arricchito anche dalla visione di esemplari di antichi vasi e utensili provenienti dall’Egitto e dalla Mesopotamia. La collezione si articola in migliaia di pezzi tra brocche, calici, gioielli, boccette e amuleti.

Ci sono anche degli oggetti insoliti rinvenuti nelle vicinanze di Zara, tra cui diverse miniature romane utilizzate dalle donne romane per conservare gli olii e profumi. A colpire la vostra attenzione sarà in particolare l’allestimento studiato con enormi box luminosi e un piacevole sottofondo musicale.

Saluto al Sole

È un’altra opera meravigliosa dell’architetto Nikola Basic che riesce a coniugare natura, tecnologia e arte. Il Saluto al Sole è un’opera composta da un cerchio formato da 300 pannelli sotto ai quali ci sono dei moduli solari fotovoltaici attraverso i quali si crea una comunicazione simbolica con la natura sotto forma di luce. Il cerchio ha un diametro di 22 metri ed è intagliato nella pavimentazione. La quantità di energia è sufficiente ad alimentare l’intero sistema di illuminazione che è presente sul lungomare.

Il saluto al Sole si trova a pochi passi dall’Organo Marino. Dall’alba al tramonto si crea un bellissimo gioco di luci che è come simulasse il movimento del sistema solare e lo integra al ritmo e al suono dell’organo. Il grande cerchio rappresenta una meta molto frequentata e un punto di riferimento per i giovani e la gente del posto. Un momento imperdibile è quello del tramonto quando le luci che affiorano sul pavimento creano un effetto bellissimo con lo sfondo del cielo e del mare in procinto di sfumarsi e di cambiare colore.

Foro Romano

Zara, centro culturale ed economico della Dalmazia settentrionale, vi stupirà per il suo patrimonio artistico e architettonico. Il Foro Romano fu costruito tra il I e il III secolo a. C. e può fregiarsi di essere il più grande di tutta la Croazia, grazie ai suoi 90 metri di estensione. È riuscito a conservare la pavimentazione dell’epoca e numerosi altri resti. Secondo diverse testimonianze a ovest si trovava il Campidoglio.

 Il foro ospitava anche il più esteso tempio della città dedicato a Giove.  A causa di un sisma, intorno al VI secolo d. C. molti edifici vennero distrutti. Nel corso dei secoli diversi elementi e numerose pietre vennero utilizzati per la costruzione di altri edifici.

Cattedrale di Santa Anastasia

È stata costruita tra il 1100 e il 1200 sopra i resti di un’antica chiesa. La facciata è caratterizzata da ricche decorazioni e nasconde un maestoso interno che si sviluppa su tre navate e si fa notare per la presenza di affreschi risalenti al Duecento. Sull’altare dell’abside, nella parte sinistra, si trova un sarcofago in cemento dove sono custodite le spoglie di Santa Anastasia. La cattedrale fu pesantemente danneggiate durante la Seconda Guerra Mondiale e dovette essere ricostruita.

Salendo sulla cima del campanile si può godere di una vista unica sulla cittadina. La cattedrale di Santa Anastasia, che è considerata una delle più belle di tutta la Dalmazia, rappresenta il principale luogo di culto cattolico di Zara. Il 9 maggio 2003 fu visitata da Giovanni Paolo II durante uno dei suoi ultimi viaggi apostolici.

Museo Archeologico

Ci spostiamo nel centro della città per visitare questo Museo che sorge all’interno di un palazzo moderno e si sviluppa su tre piani. La collezione contiene reperti che vanno dal periodo paleolitico ed è arricchita con oggetti di epoca romana e opere artistiche che arrivano fino al 1100. Prima di essere una colonia romana Zara era sotto il domino dei Liburni. Durante gli scavi sono state recuperate diverse testimonianze su questa popolazione.

Tra le chicche del museo che potrete ammirare in esposizione ci sono una stele funeraria romana, una statua di Augusto alta 2,5 metri e un leggio in pietra con scene tratte dal Vangelo, oltre al modellino di un foro romano. Il piano terra custodisce una serie di lapidi locali ed è dedicata al Medioevo.

Piazza dei 5 Pozzi

Nella pittoresca piazza dei Cinque Pozzi (lunga appena 800 metri) potrete ancora ammirare i pozzi che furono costruiti durante l’assedio turco per garantire l’approvvigionamento idrico alla città.  La loro realizzazione sostituì gli antichi fossati. Il luogo è molto rinomato perché, nella prima metà del 1700, venne aperto il primo giardino pubblico, che è ancora uno dei luoghi più raffinati e iconici dell’intera Dalmazia. Nelle vicinanze si può ammirare la torre del Capitano, una struttura a forma di pentagono che rappresenta l’unico resto delle antiche fortificazioni medievali.  La piazza è molto frequentata soprattutto d’estate ed è la cornice ideale per spettacoli e concerti all’aperto.

Chiesa di Santa Maria

Ecco un altro degli edifici più interessanti di Zara. La chiesa di Santa Maria ha una storia lunghissima che inizia intorno al X secolo. Acquistò però prestigio e importanza solo un secolo dopo quando una nobildonna creata decise di realizzare un convento. Il campanile, in stile romanico, venne fatto erigere nel 1105. Durante il Rinascimento venne modificata la facciata in stile veneziano. Nel 1700 venne, invece, rifatto totalmente l’interno e si decise di aggiungere una cupola.

L’edificio religioso fu danneggiato pesantemente durante la Seconda guerra Mondiale, così come tutto il quartiere circostante. Il suo restauro completo avvenne soltanto nel 1980.  Dal punto di vista architettonico si tratta di una chiesa a tre navate con dei matronei nella parte alta per le monache. L’interno è impreziosito dagli stucchi barocchi.

Spiagge di Zara

Ciottoli, sabbia, terrazze scogli: la riviera di Zara offre un ventaglio di possibilità per allietare il proprio soggiorno al mare. Potrete spaziare tra spiagge circondate da pinete ad altre piene di animazione, ritmo e divertimento. Non mancano nemmeno gli arenili a misura di famiglia o quelli dove sarà possibile cimentarsi negli sport acquatici. Tutte saranno allietate da numerosi servizi, da strutture ricettive e soprattutto da ristoranti dove gustare piatti tradizionali, ma anche proposte internazionali o locali gourmet.

Tra le spiagge più popolari c’è Kolvare, caratterizzata da un arenile di ciottolini. A colpire è soprattutto una pineta che circonda l’area e che ospita anche un parco giochi per bambini. A ovest della città c’è Borik una spiaggia a pagamento molto frequentata dalle famiglie perché una parte è caratterizzata dalla sabbia soffice. Anche qui si può entrare in un bel parco e trovare refrigerio nelle ore più afose della giornata. Anche Vitrenjak è una spiaggia ideale per le famiglie con un chioschetto dove fare una pausa o concedersi una bibita. Un’altra spiaggia da non perdersi è quella di Zaton, caratterizzata da fondali bassi e mare cristallino.

Parti per la Croazia con Costa Crociere

Zara è una cittadina che sa unire storia, arte a una natura viva che sa conquistarvi. E così vi ritroverete ad ammirare scorci in cui il mare sarà protagonista, ma anche musei o monumenti che vi faranno fare un viaggio indietro nel tempo tra suggestioni, reperti e tradizioni. A colpirvi anche una cucina gustosa e ricca.  Non si potrà, poi, andare via senza regalarsi una bottiglia di Maraschino, il liquore tipico della città. Zara vi regalerà il meglio della Croazia e vi permetterà di vivere un’esperienza indimenticabile. Non perdete altro tempo e seguiteci.

Parti con Costa Crociere