Creta è una delle isole più affascinanti della Grecia, nonché dell’intero Mediterraneo. Qui cultura e natura si mescolano per dare vita a paesaggi unici, perfetti per passare qualche giorno di totale relax. Sull’isola si possono trovare numerose città, molte delle quali ospitano alcuni dei luoghi più interessanti della Grecia.

Gouves è una piccola frazione della città di Chersonissos e una delle località turistiche più visitate dell’isola. Nonostante le sue dimensioni ridotte, infatti, Gouves ospita numerosi monumenti storici e alcune spiagge spettacolari. Vediamo dunque le principali caratteristiche di questa frazione e cosa fare durante la propria permanenza a Creta:

Geografia della regione

Gouves appartiene all’unità periferica di Candia, una delle 74 frazioni di secondo livello con cui la Grecia è stata amministrativamente suddivisa e una delle quattro presenti sull’Isola di Creta. La regione è caratterizzata da un territorio principalmente montuoso, con la cima del Monte Ida che domina la parte ovest della regione. Al centro e al centro-sud si possono invece trovare alcune pianure e valli, in particolare la piana di Messarà.

Il clima di Gouves e dell’intera regione di Candia è di tipo mediterraneo, caratterizzato dunque da estati calde e inverni non troppo rigidi, fatta eccezione per le zone più montuose. La piccola frazione di Gouves è situata nella parte settentrionale di Candia e si affaccia sul mare.

Storia di Gouves

All’interno del territorio di Gouves si possono trovare numerosi siti di interesse storico, segno che, nel passato, quest’area venne utilizzata molto spesso dagli uomini. In particolare, nelle zone circostanti sono stati ritrovati dei resti archeologici risalenti al Neolitico.

Per quanto riguarda invece la storia recente di Gouves, occorre segnalare che fino al 2011 questa piccola frazione era considerata un vero e proprio comune della Grecia. Dopo la riforma amministrativa conosciuta come Programma Callicrate, Gouves venne però ridimensionata e annessa con la vicina città di Chersonissos, conosciuta anche come Hersonissos. Secondo i dati del censimento del 2001, oggi Gouves ospita circa 7.761 abitanti ed è visitata da numerosi turisti provenienti da tutto il mondo.

Le spiagge: Kokkini Hani e Hersonissos

Il territorio di Gouves possiede lunghe spiagge sabbiose sulle quali potersi rilassare immergendosi in un mare cristallino. I lidi di maggior interesse, però, si trovano nell’area circostante a Gouves, ovvero nella vicina frazione di Kokkini Hani e nella città di Hersonissos. 

Kokkini Hani è un piccolo villaggio sul mare, la cui costa ospita una grande spiaggia adatta sia per rilassarsi in solitudine che per divertirsi con la propria famiglia. Grazie alla grande cura degli abitanti, il litorale risulta poi incontaminato, favorendo la presenza di un mare limpido. 

Ad Hersonissos, invece, si potranno visitare numerose spiagge differenti. Alcune sono più turistiche e adatte a chi è accompagnato dai figli piccoli e magari necessita di avere i servizi a portata di mano. Altre, invece, sono spiagge molto piccole in cui potersi rilassare in tranquillità, godendo di uno dei mari più cristallini di tutta Creta.

Grotta di Skotino

Tra i maggiori siti di interesse vicini a Gouves si può trovare la Grotta di Skotino. Si tratta di una delle più importanti e profonde grotte sacre dell’Isola di Creta: il luogo raggiunge infatti i 130 metri di profondità ed è largo 36 metri. 

La grotta di Skotino venne ispezionata per la prima volta da Sir Arthur Evans e fu poi visitata da numerosi archeologici. In particolare, nel 1962 K. Davaras effettuò una serie di scavi, portando alla luce alcuni reperti antichi appartenenti al periodo compreso tra il Neolitico e l’Impero Romano. La grotta assunse nel passato un’importanza religiosa, come testimonia la presenza di un santuario consacrato alla dea Artemide.

Ano Gouves

Nonostante le sue dimensioni ridotte, Gouves si divide in due aree distinte: Kato Gouves e Ano Gouves. La prima è la parte inferiore della città e si affaccia direttamente sul mare. Ano Gouves, invece, è la zona situata più in alto e possiede un servizio di navetta che porta i turisti direttamente alla spiaggia. In alternativa è possibile muoversi direttamente a piedi, essendo la parte bassa di Gouves distante solamente 15 minuti.

Ano Gueves ospita numerosi alloggi che, vista la posizione, sono sicuramente più economici rispetto a quelli presenti a Kato Gouves. Questa parte della città è poi caratterizzata da una splendida piazza in cui potersi rilassare all’ombra degli alberi nelle ore più calde del giorno.

Museo del Folklore di Gouves

Uno dei luoghi di interesse maggiormente visitati dai turisti a Gouves è il Museo del folklore. La struttura è situata sulla strada commerciale principale della città bassa e mette in mostra una vasta collezione di fotografie e oggetti originali, appartenenti alla Gouves del secolo scorso. Inoltre, il museo ha recentemente riaperto al pubblico dopo che la pandemia di Covid-19 lo aveva costretto ad una lunga chiusura.

Visitando il Folklore Museum of Gouves è possibile conoscere maggiori informazioni sulla vita di questa piccola città, scoprendo storie e racconti di un tempo ormai scomparso. Gli artefatti presenti in questo luogo permettono ai visitatori di immergersi nel mondo delle persone più umili, assaporandone appieno usi e costumi.

Heraklion summer art festival

A soli 20 minuti di macchina da Gouves si può raggiungere Candia, capoluogo dell’omonima unità periferica e dell’isola. Conosciuta anche come Heraklion, questa città è la più popolosa dell’intera Creta e ospita alcuni siti di grande interesse storico e culturale. Per esempio, a Candia è possibile visitare monumenti veneziani come la loggia e il porto, costruiti dall’antica Serenissima durante il suo dominio del Mediterraneo.

Heraklion è una città imperdibile per gli amanti dell’arte. Qui, infatti, si svolge l’annuale “summer art festival” che mette in scena 7 giorni di spettacoli, musica, cinema e teatro. Lo scopo è quello di far esprimere tutta la creatività dei gruppi culturali locali, condividendo il talento di ogni cittadino.

Isola di Creta

L’Isola di Creta è ricca di splendidi paesaggi naturali e monumenti storici. Creta è infatti la culla dell’antica civiltà minoica e un’isola in cui si sono avvicendate numerose culture, ognuna delle quali ha lasciato il proprio segno indelebile. Ecco, dunque, cosa vedere sull’Isola di Creta  per vivere un’esperienza unica:

  • Villaggio di Kritsa: in questo piccolo villaggio il tempo sembra essersi fermato. Le antiche tradizioni, infatti, vengono ancora portate avanti con cura dai suoi abitanti. A Kritsa si può passeggiare per le strette vie del villaggio, circondati da case colorate, piante rigogliose e botteghe artigiane di ceramiche e merletti;
  • Palazzo di Cnosso: si tratta di uno dei monumenti storici più antichi e affascinanti di tutto il Mediterraneo. Il Palazzo di Cnosso fu probabilmente la dimora del re Minosse, il sovrano che, secondo il mito, fece costruire il labirinto per rinchiudere il Minotauro, ovvero il suo terribile figliastro;
  • Spiaggia di Elafonissi: Creta non ospita solo antichi reperti storici, ma è un territorio anche ricco di splendidi paesaggi naturali. In particolare, la spiaggia di Elafonissi è tra le più belle del Mediterraneo: qui la caratteristica sabbia rosa si immerge in un mare cristallino, garantendo un’esperienza estetica unica;
  • Gole di Samaria: tra i siti naturali maggiormente visitati dell’Isola di Creta si possono trovare le Gole di Samaria, un luogo magico e suggestivo. La gola rocciosa si estende per circa 12 chilometri attraversando boschi, radure e ruscelli per poi arrivare fino al mare.

Parti in crociera per il Mediterraneo

La bellezza del Mediterraneo non ha mai fine. Se non hai ancora organizzato le tue vacanze scopri le offerte Costa e parti immediatamente per una crociera rilassante e unica. Sulle navi attrezzate di Costa potrai passare qualche giorno di massimo comfort, senza dover pensare alle solite preoccupazioni delle vacanze. Inoltre, avrai l’opportunità di fare tappa in alcune delle migliori località di tutto il Mediterraneo, scoprendo arte, cultura e natura di ciascun luogo.