Ghiacciai, sorgenti termali, geyser, vulcani attivi, picchi innevati e deserti. Cascate e silenzio che vibra.  L’Islanda non è solo natura selvaggia, ma è anche un grande romanzo che racchiude storie leggendarie e ricche di folclore. E con la crociera di Costa Fortuna che tocca l’isola, vi basterà aguzzare i vostri sensi e indossare un po’ di fantasia per vivere un’esperienza magica.

È ancora un’usanza molto comune quella di costruire le casette per gli elfi.

Lo spirito nascosto

Al di là della cittadina di Egilsstaðir, centro economico dell’Islanda orientale, potrete visitare l'incantevole Lagarfljót, terzo lago islandese per dimensioni, dove secondo la leggenda dimorerebbe un mostro, con le sembianze di un serpente gigante. Chiamata “Lagarfljotsormurinn” dagli abitanti del luogo, questa sorta di creatura spaventosa vivrebbe nelle profondità di questo specchio d’acqua. Qualche anno fa un contadino è riuscito a immortalare la “creatura sconosciuta” in un video. Una commissione governativa islandese ha stabilito che il filmato è autentico e che l’animale nel filmato sarebbe il mitico mostro marino, il cui primo avvistamento risale addirittura al 1345. Il serpente sarebbe lo spirito di un contadino giustiziato per avere rubato un cavallo.

Il quadro sparito

Avrete modo di conoscere altre storie affascinanti. I Fiordi Orientali, che costituiscono un paesaggio magnifico a picco sull’oceano, sono pieni di mistero. Quando visiterete il fiordo Borgarfjörður Eystri, troverete un villaggio di pescatori, e sarete affascinati dalle loro tradizioni. Secondo la credenza popolare la regina degli elfi vivrebbe proprio in questo luogo. E non è l’unico aneddoto del posto: si racconta, infatti, che un pittore locale avesse dipinto un Gesù crocefisso in cima a una collina di elfi. Il vescovo si era rifiutato di consacrare il quadro, ma la mattina dopo il quadro era comparso magicamente nella chiesa del villaggio.

Il paese degli elfi e la foresta magica

Il placido paesino di Bakkagerði, abitato da circa 100 persone, è considerato la casa della colonia più nutrita di Huldufólk, il cosiddetto popolo nascosto del folclore islandese. Accanto al pittoresco villaggio si erge un’alta collina rocciosa denominata Alfaborg (ovvero, "la città degli elfi"). In Islanda un abitante su due crede alla presenza degli elfi e costruisce piccole casette di legno colorate per rendere la loro vita più comoda. Un altro posto pieno di magia è la foresta di Hallormsstaður, la più grande del Paese: qui gli alberi sono alti fino a 22 metri. 

1 of 4