Un gruppo di balenottere che sbuffano acqua dal dorso all’orizzonte, un fiordo che si avvicina, un villaggio di pescatori circondato da monti innevati, mentre il sole è alto anche se è notte. Questo è il minimo che puoi aspettarti durante un viaggio in Islanda, ma una crociera ti permette di entrare davvero “dentro” questa terra di pura magia, dove la meraviglia è all'ordine del giorno e dove è la natura (e non l'uomo) a disegnare i monumenti nazionali. Dal sole di mezzanotte ai silenzi surreali fino all'eruzione di un geyser, viaggiare qui è come entrare in una fiction ambientata in spazi sconfinati, in cui dominano i colpi di scena, e che ti fa sentire più vicino ai segreti del cosmo.

"Una coreografia geometrica di bellezza abbacinante: è lo spettacolo che si può ammirare presso questa laguna a sud ovest del paese, dove gli iceberg galleggiano solitari dopo essersi staccati dal ghiacciaio Breiðamerkurjökull. "

Il Circolo d'Oro, un film sulla natura selvaggia

Il cammino più amato dagli islandesi (300 km, da Reykjavik agli altopiani del sud) è la summa di tutta la “wilderness” più straordinaria di questa terra. Il modo migliore per imprimerla nella mente è sorvolarla in elicottero, un tour davvero unico, eccitante come un film, che avrai la possibilità di vivere con uno dei Costa Tours. Le cascate di Gullfoss creano un set dove vanno in scena due salti possenti d'acqua in mezzo a giochi di luce abbaglianti. I geyser sono un altro simbolo della natura estrema dell'Islanda: nelle valli di Haukadalur se ne contano diversi, fra cui Strokkur (che erutta ogni 4-8 minuti) e il celeberrimo Geysir, tanto antico da dare il nome a questo fenomeno naturale; assistere a una sua “esplosione” è un colpo di scena di pura e semplice emozione primordiale. L'altro must del Circolo d'Oro è il parco nazionale di Thingvellir, una pianura dove si incontrano due placche continentali (nordamericana ed eurasiatica): si può osservare il punto di scontro immergendosi nella fenditura di Silfra, nel lago Thingvallavath, dove l'acqua è talmente trasparente da offrire visibilità fino a 100 metri.

Laguna di Jökulsárlón, un balletto sublime

Una coreografia geometrica di bellezza abbacinante: è lo spettacolo che si può ammirare presso questa laguna a sud ovest del paese, dove gli iceberg galleggiano solitari dopo essersi staccati dal ghiacciaio Breiðamerkurjökull. Nella loro lenta corsa verso il mare vagano scontrandosi fra loro in una scena fuori da ogni immaginazione: nelle acque si incrociano blocchi di ghiaccio dai toni cromatici inaspettati come blu, giallo e nero, colorati dai sedimenti delle rocce circostanti.

Akureyri, l'Islanda pura

A pochi chilometri dal Circolo polare artico, in fondo al fiordo più profondo dell'isola (Eyjafjörður), sorge la "capitale del nord", un'accogliente cittadina portuale dove le tradizioni e il folclore sono vissuti con più intensità che nella vera capitale. Il panorama circostante è incantevole, con i monti imbiancati che scendono a lambire il mare, ma Akureyri sa conquistare chi la visita grazie anche alla sua vitalità e agli ottimi ristoranti. Con la sua posizione strategica, inoltre, è il punto di partenza ideale per avventurarsi alla scoperta delle meraviglie dell'entroterra (ad esempio le architetture laviche di Dimmuborgir) e per salpare verso l'Oceano, dove ammirare lo spettacolo offerto da balene, orche e delfini.

Goðafoss, la potenza misteriosa della natura

Nel punto in cui il fiume Skjálfandafljót precipita da un gradino di roccia di 12 metri, si forma una fragorosa cortina d'acqua larga 30 metri che si staglia come un'apparizione divina su un panorama desolato. La cascata Goðafoss, nella parte settentrionale dell'isola, è un luogo di poderosa suggestione, alimentata anche da antiche leggende: da secoli la chiamano "cascata degli dei", e quando te la ritrovi davanti agli occhi capisci immediatamente il senso del suo nome.

Laguna Blu, il “caloroso” monumento nazionale

Immagina di immergerti in una piscina termale scavata nelle rocce nere della lava, avvolto dal vapore che sale nell'aria frizzante, con l'acqua azzurra e calda che ti rilassa e ti depura… In Islanda, dove la realtà supera la fantasia, un posto simile esiste davvero: è Blaa lónið, la Laguna Blu, la più celebre e spettacolare stazione termale dell'isola, situata nella penisola di Reykjanes, a pochi chilometri dalla capitale. Un'icona imperdibile.

Bakkagerði, il regno della fantasia

Un'escursione perfetta per le famiglie è quella sulla costa orientale dell'Islanda, che conduce in una terra di leggende, popolata dalle creature mitiche del folclore. Il remoto villaggio di Bakkagerði, una manciata di case adagiate in riva al mare, sorge ai piedi di un'altura chiamata Alfaborg, dove secondo la leggenda, invisibile agli occhi degli umani si nasconde la città del popolo degli elfi Huldufólk. A breve distanza dal borgo si trova il piccolo porto di Hafnarholmi, un punto ideale per ammirare nel loro ambiente naturale colonie di procellarie, di gabbiani e di colorate pulcinelle di mare, l'animale simbolo del paese.

Credits foto: Shutterstock

1 of 8