L’Italia bellezza artistica, culturale, patria di grandi tradizioni culinarie, ma anche musa per il cinema e la tv. In questo viaggio che partirà dalla Liguria e toccherà Sardegna e Sicilia riscopriremo serie cult, registi da Oscar e film indimenticabili.
La Sicilia è la patria del commissario Montalbano. La Sardegna ha stregato Clooney, la Liguria DiCaprio.

Liguria

Il nostro viaggio parte dalla Liguria. Perfino Hollywood se n’è innamorata. Qui Martin Scorsese ha girato parte delle riprese di “The Wolf of Wall Street” con Leonardo DiCaprio. Un progetto che ha avuto come cornice Portofino, Chiavari e le Cinque Terre. Portofino e Santa Margherita sono stati i luoghi scelti da Checco Zalone per il suo terzo film “Sole a Catinelle”. Il legame tra il cinema e la Liguria ha radici antiche. Ad Alassio fu girato “I bambini ci guardano” di Vittorio de Sica: correva l’anno 1943.

La Sardegna

La macchina da presa ci porta ora dritti in Sardegna. Da sempre l’isola con il suo alternarsi di paesaggi, di colori e con l’esplosività delle sue bellezze naturali ha creato un connubio indissolubile con il cinema. Tra gli ultimi registi “innamorati” di questi luoghi c’è George Clooney, che ha scelto l’isola (con un set tra Olbia e la Gallura) per la serie Catch-22, un progetto che lo vede sia dietro la macchina da presa che in veste di attore. Ma già Roger Moore nei panni dello 007 sfrecciava in Costa Smeralda in “La spia che mi amava”. Negli Anni 60 Michelangelo Antonioni aveva girato sull’isola “Deserto Rosso”. John Houston sul monte Corrasi aveva deciso di ambientare un episodio de “La Bibbia”. I film che hanno come cornice la Sardegna sono infiniti.

La Sicilia

La storia dell’Isola con il cinema va a gonfie vele. Negli ultimi anni Pif con i suoi film, aperti da “La mafia uccide solo d’estate” ha creato molto interesse. Ad avere un successo internazionale sono state soprattutto le affascinanti avventure del commissario Montalbano, interpretato da Luca Zingaretti, grazie alla penna dello scrittore Andrea Camilleri. La casa di Punta Secca, le splendide Ibla o Scicli, set delle riprese, sono diventate mete ambite dai turisti. Le serie investigative o poliziesche, del resto, hanno sempre avuto successo, basti pensare a un cult come la Piovra negli Anni 80, o Squadra Antimafia, più recentemente: entrambe sono state girate sull’Isola. Nei decenni sono stati innumerevoli i registi che sono rimasti stregati dalla bellezza della Sicilia. Da Rossellini (come non citare Stromboli con Ingrid Bergman) a Visconti, passando per Pasolini Olmi e Germi, solo per citarne alcuni.

Ciak, si gira! Anche noi siamo pronti a farci di nuovo conquistare dalle meraviglie del nostro Paese. E abbiamo bisogno di condividere i nostri itinerari e la nostra passione con voi.