Dopo averla ammirata al mattino mentre la raggiungevate dal mare, l’avete scoperta durante il giorno baciata dal sole. E in autunno in crociera potete anche godervela dal tramonto in poi: si dice che Lisbona inizi a vivere proprio al calar della sera. Quando le temperature sono ancora miti, potete regalarvi una splendida serata tra musica, bar, ristorantini del centro e le luci della sera.

"Andate nel quartiere del Bairro Alto e ordinate un vinho verde in un locale con vista sui tetti di Lisbona: sarà perfetto per brindare a un tramonto infuocato "

Un dolce aperitivo nelle piazze del Rossio

Dopo aver passeggiato tutto il giorno, è il momento di sedersi a parlare con gli amici di tutto quello che avete visto: avete notato arrivando nella zona del Rossio, il centro della città, delle code di persone fuori da botteghe minuscole? Mettetevi in fila, magari in Largo de Sao Domingos, a due passi dalle fontane di Praça Dom Pedro IV. Qui si trova “A Ginjinha”, il locale che prende il nome dal dolce liquore alle amarene preferito degli abitanti di Lisbona, che vi verrà servito in un bicchierino di cioccolato fondente. Preferite le bollicine? Nel Bairro Alto, il quartiere famoso per la sua movida, ordinate un vinho verde, cioè un vino giovane e leggero imbottigliato da meno di un anno, in uno dei locali con vista sui tetti di Lisbona (il Park in Calcada de Combro, nascosto sul tetto di un parcheggio e animato dai dj set, è uno dei più amati dai giovani!). Sarà perfetto per brindare a un tramonto infuocato.

Fado e prelibatezze

Impossibile lasciare Lisbona senza essere entrati in una delle Case del fado, la struggente musica popolare portoghese che emoziona ogni ascoltatore. Per la cena quindi spostatevi verso i vicoli intricati del cuore dell’Alfama, il più antico quartiere della città, e scegliete la vostra “Casa del fado”: ce ne sono a ogni angolo, con menu per tutte le tasche. Assaggiate il bachalau, le sardinas e il polpo, ve li serviranno in tante ricette che vi faranno assaporare la famosa cucina di mare locale. Poi ordinate il vino della casa e godetevi i musicisti che intonano le melodie ispirate alla saudade, la malinconica nostalgia di chi emigra o vive una separazione dolorosa. Un consiglio? Il Pateo de Alfama in Rua São João da Praça, nel centro dell'Alfama, è molto rinomato.

Se invece volete una serata 100% gourmand, la vostra meta è una “marisqueria”, locale dove gustare i frutti di mare in ambienti rallegrati dalle coloratissime ceramiche azulejos alle pareti: da Ramiro, in Avenida Almirante Reis, una delle arterie principali in città, il pescado di aragoste e gamberi freschi di giornata è servito con ottime birre artigianali.

Dai tetti ai docks ad aspettare l’alba

La notte a Lisbona non si ferma fino alle 6 di mattina: dopo cena i lisboetas frequentano la futuristica zona del Parque das Nações per un cocktail sui “rooftob bar”, locali sui tetti dei palazzi più alti, e uno sguardo verso lo spettacolo del Ponte Vasco de Gama – il più esteso d’Europa! - illuminato sul mare. Guardatelo e fotografatelo dal 16esimo piano dello Sky Bar Tivoli Oriente in Avenida Dom João II, condividendo con gli amici le sue famose caraffe di margarita o di sangria. E se siete veri nottambuli c’è ancora tempo per un ultimo salto ai Docas, ovvero i docks, i vecchi magazzini lungo l’estuario del fiume Tago oggi trasformati in locali di tendenza. Qui, lungo i Docas de Santo Amaro, troverete bar moderni e discoteche una dietro l’altra. Solo quando il sole fa capolino all’orizzonte è tempo di dire boa noite a tutti!

1 of 4

Credits Photo: Shutterstock