Barcellona diventa una città spassosa, magari addentrandosi nello zoo o visitandola in bicicletta, Roma è piena di meraviglie e piccoli dettagli. A Lisbona si studierà l’Oceano, a Genova i pesci: ecco alcune semplici suggestioni per una vacanza che farà felici i bambini e le famiglie.
Musei, zoo, giardini e angoli da scoprire: Italia, Spagna, Portogallo non sono mai stati così divertenti.

In Spagna si osserva

Partiamo da una città che offre tutto: Barcellona. Come farla amare anche ai bambini? Scoprendo la Rambla con i suoi colori, profumi e gli spettacoli dal vivo che si snodano per un chilometro tra mangiafuoco, statue “umane”, musicisti, pittori. E non dimenticate anche le bancarelle variopinte e colorate. Se i piccoli hanno bisogno di mangiare, andate poi a La Boqueria, mercato coperto che si snoda per 6000 metri quadrati. Se volete un programma alternativo per soddisfare i gusti di tutti, si potrebbe visitare la città con la bici elettrica fino al Parc de La Ciutadella. E al suo interno fare una capatina nel magico zoo con 500 specie di animali.

In Portogallo si impara

Lisbona è una città che sa conquistare genitori e figli, basta partire dal Parque das Nações, un luogo per stare all’area aperta, fare una pausa o godersi gli spettacoli dal vivo. Qui è anche ospitato l’Oceanário, il museo oceanografico che vi farà fare un viaggio negli abissi pieno di sorprese. Scoprirete tra piante e animali circa 15 mila esemplari, insieme ai principali ecosistemi presenti. Da non perdere nella zona il Pavilhão Do Conhecimento – Ciência Viva, un centro interattivo che propone rassegne e attività per bambini e adulti che possono diventare paleontologi o chimici per un giorno.

In Italia si gioca

Ora siamo a Genova: tappa obbligata è l’Acquario, uno dei più grandi d’Europa. Il vostro viaggio per i mari del mondo vi farà incontrare pesci variopinti, spugne, coralli, squali glaciali, foche, delfini e pure simpaticissimi pinguini. Un bel modo di imparare, osservando e giocando. Al porto Antico c’è poi da scoprire il Galeone dei Pirati: un’attrazione unica per i bambini.

L’ultima tappa è Roma, patria dell’arte, della cultura, ma anche del verde. Si può iniziare visitando i giardini di Villa Borghese. Nel parco i più piccoli potranno correre e giocare. Un’altra opzione divertente è quella di andare ad Explora, il museo dei bambini. È stato pensato come una città in miniatura, e nell’area tutto può essere vissuto, toccato e sperimentato. Ma le attrattive a Roma sono infinite per i bimbi, a cominciare dal Museo delle Cere. Contiene più di 250 figure di personaggi, tra cui trovare i propri beniamini: da Biancaneve a Barack Obama, fino a Francesco Totti. Tra le sorprese anche diversi esemplari di dinosauro. Il vostro viaggio può proseguire alla Fontana di Trevi, simbolo della capitale, con la possibilità di fare una capatina in via del Corso, il cuore dello shopping dove si fare acquisti per tutta la famiglia.

Avete assaporato un “Mediterraneo” da “vivere” in famiglia, una vacanza in cui decidere i ritmi e lasciarsi conquistare dalle curiosità. È quello che vi proponiamo con le nostre esperienze di crociera: preparatevi a ripartire con la voglia di scoprire.