Le note di colore di alcune delle spiagge più belle del Mediterraneo sono davvero spettacolari. Oro e perla, black&white, rosa e arancio caldo: da Santorini a Corfù, da Creta a Minorca, passando per la Sardegna, ecco le spiagge che aggiungeranno una nota di colore in più alla vostra vacanza.

"Se Creta è la Grecia polinesiana, la spiaggia di Elanfossi è il suo cuore di bellezza esotica, con la sua sabbia adamantina e finissima dalle sfumature rosa."

Oro , nella rare sabbie di Corfù

Si chiama Glyfada ed è una delle poche spiagge di sabbia di Corfù. È un tappeto dorato nella parte occidentale dell’isola, ampio e lungo, su cui potrete passare una giornata di puro relax distesi – fisicamente e mentalmente – su un lettino, con il vostro ombrellone, e magari l’ombrellino di un drink. La sua sabbia fine e morbida sfuma dall’oro giallo all’oro rosso, e fa risaltare il bianco delle rocce che bordano i suoi lati e il verde della vegetazione. Qui c’è ciò che serve per godersi il sole fino a quando, al tramonto, si tufferà nel mare proprio davanti ai vostri occhi.

Nera, nella musica del mare di Santorini

Santorini, isola dai paesaggi forti, dai contrasti in equilibrio. Tra le sue spiagge di diversi colori, c’è anche Perissa, la “Spiaggia Nera”, così chiamata proprio per il suo colore scuro. Un lido d’origine vulcanica, traccia dell’eruzione minoica avvenuta nel secondo millennio a.C., è per la maggior parte costituito da un pietrisco levigato delle dimensioni di granelli di pepe. Qui il nero che brilla si incontra con le acque chiare del Mar Egeo, dando luogo a un contrasto cromatico davvero suggestivo e chioschetti con musica soft completano questo quadro di relax, in una delle isole più belle del Mediterraneo.

Arancio caldo, nel cuore delle Cicladi

Rimaniamo nell’arcipelago greco di cui l’isola di Santorini è la principale. Tra le tante isolette che popolano la caldera, a Sud-Ovest, si trova la disabitata Palea Kameni, capace di regalare un altro incredibile colore: l’arancio, in tutte le sue tonalità, dovuto alle sorgenti termali calde e sulfuree che scaturiscono da fumarole subacquee. Lo zolfo colora la sabbia con sfumature che coprono tutta l’intensa gamma cromatica dell’arancione e vanno persino oltre: arancio acceso, mattone, arancio bruno, ma anche nuance del giallo e del verde. Uno spettacolo cromatico di cui si gode al meglio quando si arriva sull’isola in barca. Nuotando nelle calde acque terapeutiche, dal largo potrete avvicinarvi alla sorgente, che si trova piuttosto vicino a riva e dove le temperature raggiungono i 33°/35°.

Perla, di colore e di serenità, a Minorca

Una collana di perle lunga 2 km e mezzo: è la spiaggia di Son Bou. L’arenile più lungo dell’isola di Minorca è lambito da acque trasparenti e ha una sabbia finissima bianco-grigio dove passeggiare in relax godendo del colore speciale della baia, che ricorda l’interno della conchiglia di un’ostrica. E paiono proprio grosse perle, selvatiche e cangianti, le dune alle sue spalle. Costellata da chiringuitos, i famosi chioschetti-bar dove si mangia e beve in pareo e piedi nudi, è il luogo perfetto per chi ama la mondanità. Son Bou però, ha anche una laguna: una riserva dove abitano oche e anatre selvatiche, da osservare nel loro habitat (tappa imperdibile per i bambini).

Sfumatore di rosa, un paradiso tropicale a Creta

Se Creta è la Grecia polinesiana, la spiaggia di Elafonissi è il suo cuore di bellezza esotica, con la sua sabbia adamantina e finissima dalle sfumature rosa. Si tratta di una piccolissima isola che si raggiunge guadando una laguna turchese, colore che contrasta in maniera suggestiva con la nuance della spiaggia. La magnifica tinta rosata della sabbia è dovuta alla presenza di microscopici organismi mescolati a resti di corallo, conchiglie e carbonato di calcio. A volte il mare è talmente basso che non ci si bagnano nemmeno le caviglie! Sembra di essere sul set di una pubblicità dei Caraibi o di altri paradisi tropicali lontani, invece Elafonissi, una delle rarissime “pink beach” della Terra, vi aspetta nel Mare Nostrum.

Bianco, nella Sardegna profumata

La vostra crociera fa tappa a Olbia? Siete fortunati per mille motivi, tra cui il fatto che da lì potrete raggiungere La Cinta, la spiaggia più famosa di San Teodoro, una delle località più affascinanti dell’isola. In direzione sud, è una distesa di sabbia bianca e finissima che guarda ammirata La Tavolara – imponente isola-rocca che troneggia in mezzo al mare – e il suo bianco è reso ancora più accecante dal contrasto cromatico con la fitta macchia sarda della retrostante laguna; la natura qui è rimasta incontaminata: aironi, cormorani e fenicotteri… Ma anche gigli marini, elicrisi, ginepri, rosmarino e lentisco, la cui essenza entra indelebile nelle narici e associa per sempre il profumo di Sardegna al candore di questo lido.

Scoprire il Mediterraneo in crociera significa anche riempire gli occhi con i colori delle spiagge più belle d’Europa e vivere tante vacanze in un unico viaggio… Siete pronti a partire?