Vicino a Dubai e ad Abu Dhabi, ma lontanissimo dal loro sfarzo moderno: è l'Oman, terra di spezie e spiritualità. Ma anche terra di avventura, ricca di zone da esplorare e in cui praticare attività uniche e avvincenti. Ecco perché l'Oman, dove deserto e vallate sono circondati da un meraviglioso mare sullo sperone sudest della penisola arabica, sta diventando una meta sempre più amata.

"La penisola di Musandam, sulla punta nord dell'Oman, è un paradiso a sé stante, dove le rocce disegnano nell'acqua turchese alcuni fra i più sorprendenti fiordi d'Arabia. "

Trekking e arrampicata

L'interno del sultanato è zona di conquista per appassionati di trekking a tutti i livelli. Il massimo è Wadi Ghul, il canyon più profondo del mondo dopo il Grand Canyon, dove ci si muove fra piscine naturali trasparenti, gole intricate, fitti palmeti e rocce vulcaniche da panorama lunare. Un'altra zona è quella di Wadi Bani Auf: qui il tempo sembra essersi fermato, ed è possibile fare un picnic vicino alle pozze d'acqua e praticare l'arrampicata e il canyoning nel Big Snake Canyon godendo di una vista mozzafiato. Infine, la laguna di Khawr Ghawi, dove i fenicotteri e i dromedari vivono indisturbati, ha qualcosa di magico.

Una notte nel deserto

Un'esperienza indimenticabile è un pernottamento tra le dune del deserto di Wahiba Sands: è anche possibile dormire in alcuni accampamenti di tende beduine, godendo dell'ospitalità omanita, del tramonto infuocato, di un cielo stellato impossibile da vedere in città. I dintorni della città antica di Nizwa sono poi il luogo ideale per fare del divertente dune bashing (percorrere le dune in auto), mentre chi vuole provare un mezzo più naturale può optare per un'escursione in dromedario, soprattutto all'alba o con la luna piena.

Un mare d'azione

Le spiagge dell'Oman sono spesso angoli di natura incontaminata, preservati dall'invasione di turisti e costruzioni. A 80 km da Muscat si trova la spiaggia bianca di Tiwi, molto amata dai locali, che digrada verso un mare color blu zaffiro; a pochi chilometri dalla riva nuotano delfini e megattere. Per lo snorkeling le rive di Bandar Al Khayran sono lo spot più eccitante, mentre Ras al Jinz ospita una riserva di tartarughe marine. La penisola di Musandam, sulla punta nord dell'Oman, è un paradiso a sé stante, dove le rocce disegnano nell'acqua turchese alcuni fra i più sorprendenti fiordi d'Arabia. È una zona perfetta per praticare il kayak, oppure per un'esplorazione guidata della costa a bordo dei dhow, le tipiche imbarcazioni locali.

Credits foto: OLYCOM/Mondadori Portfolio