Non soltanto sole e mare, Palma di Maiorca ha una ricchezza storica e artistica sorprendente. La crociera su Costa Smeralda vi farà anche scoprire una città rurale e magica: qui soggiornò il compositore Frédéric Chopin. Il famoso creatore dei notturni, rimase affascinato dalla sua bellezza.
Palma ha un cuore “verde, ma è anche una città ricca di monumenti. Il suo simbolo è Palazzo dell’Almudaina.

La bicicletta e il turismo letterario

Palma ha anche un cuore “verde”: è tra le mete più “bike friendly”: tanti gli itinerari e i sentieri da scoprire in bici e le escursioni previste per gli amanti delle due ruote. L’isola di Maiorca è famosa per le attrazioni naturalistiche: una di queste è il lago sotterraneo Martel, che si trova all’interno delle grotte del Drago, nella zona di Porto Cristo. C’è una parte dell’isola che ha conservato la sua anima rustica e la sua identità agricola. Il miglior esempio è la provincia di Sierra de Tramuntana, dichiarata patrimonio UNESCO dell'umanità per i suoi pittoreschi paesi, gli antichi terrazzamenti a secco e le fantastiche viste panoramiche. Merita di esser visitata Valldemossa, piccolo gioiellino di poco più di mille abitanti famoso per la sua Certosa dove nell’800 soggiornarono il musicista Chopin e la compagna, la scrittrice George Sand. “Una vita deliziosa”: così Chopin scrisse a un amico riferendosi ai giorni passati a Palma, estasiato per il clima e la bellezza del posto. Da quel periodo la sua compagna ricavò anche un romanzo “Un inverno a Maiorca” che ha contribuito alla fama dei luoghi incentivando il “turismo letterario”.

La storia nasconde dei tesori

Romani, bizantini, arabi, aragonesi e castigliani hanno lasciato traccia del loro passaggio a Palma sia dal punto di vista architettonico che urbanistico. Strade strette, palazzi signorili, chiese, piazze: tutto racconta delle diverse culture passate di qui, in un bel connubio con la modernità di alberghi, ville e locali notturni sorti nell’ultimo secolo. Tra i tesori da scoprire ci sono la cattedrale gotica di Santa Maria o il castello di Beliver, fortezza costruita ai primi del ‘300, e che oggi ospita un museo e diverse attività culturali. In città vive anche una testimonianza del suo passato sotto la dominazione araba: si tratta dei Bagni Arabi, di cui rimangono due stanze intatte, con tanto di cupola.

La residenza estiva del Re

Un altro simbolo è il Palazzo dell’Almudaina, che sorge su una fortezza musulmana e combina diversi stili: arabo, romanico e gotico. Attualmente è una delle residenze a disposizione del Re di Spagna che non manca di far tappa sull’isola, specie durante il periodo estivo. Archi, colonne, torri e un meraviglioso giardino disegnano quest’affascinante struttura che è visitabile tutti i giorni. Ospita inoltre dei preziosi arazzi fiamminghi che raffigurano eventi della storia spagnola.

1 of 4