Un viaggio che vuole sfidare l’altezza e regalare emozioni. Quali sono i punti panoramici imperdibili? Nascosti tra la natura, incastonati in mezzo alle rocce o sopra una collina. Grecia, Italia e Spagna, un percorso che si snoda dall’alto al basso per trovare la vista unica, che tutti ci invidieranno.
I giardini di Capri, le colline di Roma e Barcellona: la natura offre punti di vista privilegiati.

Meteora, Grecia

La prospettiva iniziale di questo viaggio è un misto di natura e spiritualità. Gli stessi elementi che ricercavano i monaci ortodossi quando giunsero a Meteora, nel nord della Grecia, nei pressi di Kalambanka. Su delle torri naturali di roccia costruirono i loro monasteri (chiamati meteore), che sono diventati Patrimonio dell’Unesco. Dei 24 centri originari, 6 sono ancora funzionanti e visitabili per avere una vista adrenalinica e “sospesa” tra passato e presente.

Tibidabo, Barcellona

Manteniamo un po’ di fascino e di avventura e ci trasferiamo a Barcellona, dove avremo un’angolazione particolare. Il Tibidabo è un luogo magico: si tratta di una collina di 512 metri che sovrasta la città e che ospita un parco divertimenti e una chiesa ricca di storia e di mosaici. La caratteristica unica è la vista che si gode dall’alto. Da qui potrete avere una vista panoramica su Barcellona e godervi una parte di tratto costiero della Costa Brava.

Cap de Cavaleria, Minorca

È il luogo perfetto per gustarsi un tramonto. Ci troviamo nella parte settentrionale dell’isola di Minorca. Mare, sabbia fine e un panorama unico con scogli che arrivano a un’altezza di 80 metri e regalano uno scenario ideale. La vista è uno spettacolo e avrete una prospettiva unica, ma si può sempre migliorare: immaginatevi di salire su un faro che scruta le acque da un centinaio di metri d’altezza.

Il Gianicolo, Roma

Ora facciamo un salto in Italia. Una delle più belle viste su Roma si ha dal colle Gianicolo. Una terrazza naturale, attraversata da due viali alberati, che vi permetterà di scorgere le Basiliche della città, il Pantheon e l’Altare della Patria. Siamo tra il Vaticano e Trastevere, sul lato destro del Tevere. C’è, poi, una particolare curiosità che darà un po’ di colore alla vostra giornata: a mezzogiorno sul Belvedere si può assistere allo sparo di un colpo di cannone. L'uso quotidiano di segnare il tempo con questo rituale fu introdotto dal Pontefice Pio IX il 1° dicembre 1847 per avere un segnale unico dell'ora ufficiale.

Giardini di Augusto, Capri

Ci spostiamo ora al Sud lungo il sentiero della natura. Un punto panoramico inusuale, ma carico di meraviglia. I Giardini di Augusto a Capri, offrono un giardino botanico in cui primeggiano una serie di terrazze fiorite dalle quali si possono ammirare le bellezze dell’Isola e della costa: dai Faraglioni fino alla baia di Marina Piccola.

Natura, silenzio e semplicità. A volte per vivere le esperienze migliori basta essere in grado di guardare alle cose con una prospettiva diversa: quella che vogliamo avere insieme a voi.