La cucina di Porquerolles, influenzata da quella della Costa Azzurra e di Marsiglia, è un bouquet di sapori marini e mediterranei. Il mare cristallino, le giornate assolate, i pini marittimi ispirano le specialità culinarie dell'isola, una delle tre Îles d'Or del Golfo di Hyères, un gioiello incastonato nel blu dove le auto non possono circolare e “relax” è la parola d'ordine. Sull'isola infatti ci si può spostare solo a piedi o in sella alla bici: il silenzio che regna tra la profumata macchia mediterranea e le spiagge chiare ha fatto di Porquerolles una meta prediletta da poeti e intellettuali, da Georges Simenon a Paul Valéry. Nei menù dei ristoranti si troveranno numerosi piatti a base di pesce appena pescato, ad esempio la tipica bouillabaisse, ma anche piatti di terra come la baguette con la tapenade, la ratatouille e molto altro.

"Oltre al pesce, gli ingredienti della cucina delle Porquerolles sono anche olive, aglio, verdure fresche, capperi e olio."

Pesce – per chi ama i gusti particolari

Sull'isola di Porquerolles, il pesce trionfa a tavola. Oltre al pescato del giorno che può essere servito alla griglia o in frittura, il piatto più celebre è la bouillabaisse. Si tratta di una zuppa stufata di pesce (scorfani, pesce San Pietro, pesce cappone, pesce ragno e gallinelle) dalle origini molto antiche. Gli storici le fanno risalire al 600 a. C., quando i pescatori greci che si erano insediati nella zona preparavano delle zuppe col pesce invenduto. Una volta cotta, la polpa dei pesci viene fatta sobbollire insieme a una salsa (la rouille) a base di olio di oliva, zafferano e peperoncino. Molto popolare sull'isola è anche l'insolita accoppiata cozze e patatine fritte: abbinamento forse non particolarmente sofisticato, ma molto amato dagli isolani. Le cozze, cucinate in guazzetto o con aglio e vino bianco, vengono servite in una scodella di terracotta a fianco di un piatto di frites croccanti da intingere nel sughetto dei molluschi. Il tutto annaffiato da una buona bottiglia di rosé Côtes de Provence.

Altre specialità – per chi predilige le verdure

Oltre al pesce, gli ingredienti della cucina delle Porquerolles sono anche olive, aglio, verdure fresche, capperi e olio. Tra i piatti da non perdere ci sono per esempio la tapènade, una salsa a base di olive, capperi e acciughe da spalmare su bruschette di baguette o la salsa aioli, una sorta di maionese all'aglio. Da provare anche la ratatouille, un contorno di zucchine, melanzane, peperoni, pomodori e cipolle fatte rinvenire in padella con dell'olio di oliva ideale da gustare anche insieme al pescato del giorno.

porquerolles

Vini e liquori – per scoprire sapori nuovi

Sull'isola di Porquerolles sono presenti ben 200 ettari di vigneti: il vino che vi si produce è un Côtes de Provence, bianco e rosé. Soprattutto il rosé dell'isola, leggero e profumato, è molto apprezzato a livello internazionale. Dopo una giornata in spiaggia è interessante approfondire la cultura vinicola dell'isola con una visita alle due storiche cantine locali, Domaine de l'Île (rue des Langoustiers, 28) e La Courtade (route du Sémaphore), che utilizzano ancora esclusivamente i vitigni autoctoni Mourvèdre e Rolle per preparare i loro vini.

Credits foto: Mondadori Portfolio/Age Fotostock