Per famiglie, per surfisti, per romantici, per esploratori: ecco 8 spiagge per tutti i gusti, uniche nel loro genere, da scoprire nel 2017 per godere quanto di meglio ha da offrire il Mar Mediterraneo.

"Un luogo incantato e romantico come pochi altri nel Mediterraneo: la leggenda (in una delle sue numerose versioni) narra che gli amanti che vi nuotano attraverso resteranno uniti per sempre. "

Cala Macarella – Minorca (Spagna)

Per chi: famiglie con bambini Quando andare: luglio

È l'angolo più caraibico di un'isola che già abbonda di spiagge da cartolina. Situata lungo la costa a sud-ovest dell'isola, Cala Macarella è una piccola insenatura di sabbia bianca come borotalco, circondata da un sipario di pini verdi, con un'acqua così trasparente da sembrare una lastra di vetro. Uno spettacolo che conquista tutti, grandi e piccoli. I bambini, inoltre, si divertiranno poi a scavalcare il piccolo promontorio che porta alla vicina Cala Macarelleta, un altro scorcio altrettanto paradisiaco.

Ramla Bay – Gozo (Malta)

Per chi: amanti del mare e della cultura Quando andare: settembre

Tutti concordano nell’incoronare ir-Ramla il-Hamra – la "spiaggia di sabbia rossa" secondo il suo nome locale – come la più bella dell'isola di Gozo. È una lunga distesa di sabbia color rame, in fondo a una valle verde e incontaminata che sfocia nel mare. Alle suggestioni della natura si uniscono quelle del mito e della letteratura: inerpicandosi sull'altura a occidente si raggiunge la Grotta di Calipso, dove, secondo l'Odissea, la ninfa innamorata trattenne Ulisse per sette anni.

Banje – Dubrovnik (Croazia)

Per chi: sportivi Quando andare: luglio

Una piccola e graziosa spiaggia di ciottoli, molto amata dai locali perché si trova a ridosso della città vecchia e si può raggiungere a piedi in pochi minuti. Offre un'acqua cristallina e una vista da cartolina, con le antiche mura di Dubrovnik da una parte e di fronte la verdeggiante isola di Lokrum, che si può comodamente raggiungere e costeggiare in pedalò. Perfetta per un bagno rinfrescante, Banje soddisfa anche chi è a caccia di divertimento con ogni genere di attività acquatica: dal kayak al flyboard, dal parasailing allo sci nautico.

Canal d'Amour – Corfù (Grecia)

Per chi: esploratori romantici Quando andare: agosto

Un luogo incantato e romantico come pochi altri nel Mediterraneo: la leggenda (in una delle sue numerose versioni) narra che gli amanti che vi nuotano attraverso resteranno uniti per sempre. Che funzioni davvero o meno come elisir d'amore, il Canal è un'impressionante opera d'arte scolpita dall'erosione del mare e dei venti, un dedalo di rocce e insenature tutto da esplorare. In fondo si trova una piccola spiaggia, dove è possibile ammirare lo spettacolare scenario e partire con pinne e maschera alla scoperta delle grotte sottomarine.

Cala Regina – Cagliari (Italia)

Per chi: Sub e amanti della pesca subacquea Quando andare: settembre

A breve distanza dal capoluogo sardo si incontra una delle spiagge più interessanti della costa meridionale dell'isola. Sotto lo sguardo vigile di un'antica torre d'avvistamento spagnola abbarbicata sulla scogliera, si distende una mezzaluna di sabbia e ciottoli chiari, aperta su acque turchesi e chiusa alle spalle da un cordolo di dune e dalla macchia mediterranea. Il mare è subito profondo, già a pochi metri dal bagnasciuga, ed è limpidissimo e pescoso.

Cala d'Hort – Ibiza (Spagna)

Per chi: amanti dello snorkeling Quando andare: giugno

Poco battuta, nascosta da una grande duna, Cala d'Hort riserva uno dei panorami più belli e misteriosi di Ibiza, con in lontananza il profilo delle tre isolette di Es Vedrà. Si trova all'interno di un parco faunistico nella zona di Es Cubells, a 11 km dalla cittadina di Sant Josep de sa Talaia, chiusa alle spalle da un promontorio dove visitare la Torre del Pirata e un’antica cava. Le sue acque turchesi sono particolarmente invitanti anche per chi ama lo snorkeling.

Plages du Prado – Marsiglia (Francia)

Per chi: sportivi Quando andare: agosto

La città francese forse non è molto nota per le sue spiagge, ma in realtà il divertimento in riva al mare non manca. La meta più vivace è Plages du Prado, nella zona a sud di Marsiglia, un lungo litorale artificiale che ha tanto da offrire ai suoi frequentatori. L'appellativo raccoglie in realtà sei spiagge diverse, ognuna con le sue attrattive: i più sportivi fanno rotta verso Roucas Blanc per il beach volley e Bonneveine per lo sci d'acqua, mentre Escale Boreley è l'oasi degli appassionati di windsurf, che fendono le onde sospinti dal Maestrale che qui soffia spesso e volentieri.

Sferracavallo – Palermo (Italia)

Per chi: cacciatori di tintarella autunnale Quando andare: ottobre

Per cambiare atmosfera rispetto alla frequentatissima spiaggia di Mondello, sull'altro versante della punta di Capo Gallo si apre il tranquillo golfo di Sferracavallo con le sue acque color smeraldo. Per rilassarsi si può scegliere fra la piccola spiaggia del borgo o gli scogli che costeggiano la baia del Corallo e Punta Barcarello, un reef corallino che si protende nel mare. Sferracavallo abbonda di ristorantini dove rifocillarsi con le straordinarie specialità locali a base di pesce, tra un bagno di sole e l'altro, fino alla fine dell'autunno.

Credits foto: MONDADORI PORTFOLIO/OLYCOM

1 of 8