Lontano dalle solite immagini, ma vicine alle grandi città e ai porti turistici, ecco 7 spiagge in tutto il mondo di incredibile bellezza e altrettanta incredibile stranezza.

"I residui di cenere lavica del vicino vulcano si sono depositati qui dando vita a una sorta di inferno dantesco fatto di rocce dal rosso intenso, sabbia nera e piante verde smeraldo."

Pfeiffer Beach – Stati Uniti

La piccola baia di Pfeiffer, nel cuore del Big Sur in California, è anche detta "spiaggia arcobaleno". Merito dei minerali (in particolare il manganese) di cui sono composti sabbia e rocce: i raggi del sole le illuminano di una gamma di colori incredibile, dal viola all'argento, dall'arancio al nero, in uno spettacolo unico. Il tutto è reso ancora più emozionante dal grande scoglio sullo sfondo, che nel centro viene attraversato dall'oceano.

Playa Escondida – Messico

Al largo di Puerto Vallarta si staglia il gruppo delle isole Marieta, paradisi naturali protetti perché ricchi di fauna marina. Come dice il nome stesso, PlayaEscondida è una spiaggia quasi invisibile, nascosta all'interno di un antico cratere vulcanico ricoperto di vegetazione, che si può vedere distintamente solo dall'alto tramite un'apertura. Una meraviglia dentro la meraviglia.

Pink Sand Beach – Bahamas

Una fusione di azzurro e rosa di bellezza abbacinante, nella baia di Harbour Island, una delle isole Bahamas. Cinque chilometri di litorale rosa composto da coralli, conchiglie e minuscoli animaletti marini polverizzati dal tempo, su cui si stende la patina rosa della foraminifera, un organismo monocellulare dotato di un guscio rossastro che si è fossilizzato nell'ambiente.

Kaihalulu Beach – Stati Uniti

Un anfratto nascosto dell'isola di Maui, alle Hawaii, rivela un mondo primordiale a dir poco impressionante. I residui di cenere lavica del vicino vulcano si sono depositati qui dando vita a una sorta di inferno dantesco fatto di rocce dal rosso intenso, sabbia nera e piante verde smeraldo.

Voidokilia – Grecia

Una delle spiagge più belle e strane d'Europa, che si trova nella baia di Navarino, nel Peloponneso sud-occidentale. È quasi un cerchio perfetto, come se fosse stato disegnato con un compasso, che si apre sul mare affacciandosi su acque da sogno, che dal verde sfumano nell'azzurro e poi nel blu.

Jökulsárlón – Islanda

Il lago di origine vulcanica, situato 350 km a est di Reykjavik, è una meraviglia naturale che evoca il senso del fantastico. Nelle sue acque blu navigano iceberg come sculture mobili che offrono tutti i riflessi del blu e del bianco. La spiaggia che lo circonda, popolata di foche, gabbiani e sterne artiche, è un ambiente continuamente cangiante per forme e colori. Qui sono state girate le visionarie scene dei ghiacci di Batman Begins.

Hyams Beach – Australia

Il Guinness dei Primati l'ha incoronata "la spiaggia più bianca del mondo". Si trova a JervisBay, a sud di Sydney, e ha acque trasparenti circondate da foreste e promontori. La spiaggia è una lunga striscia di impressionante e abbagliante candore, con una consistenza morbida che invita a passeggiare; qui si possono anche incontrare delfini e canguri!

Credits foto: Mondadori Portfolio/Age Fotostock

1 of 5