Lo scrittore tedesco Johann Wolfgang Von Goethe la definì “Il più grande capolavoro dell’arte e della natura”. Il poeta e reporter di viaggi francese Guy de Maupassant la descrisse come “un quadro che seduce occhi, spirito e immaginazione”. Il soggetto di tanta ammirazione è Taormina, tesoro siciliano che voi potrete scoprire in escursione da Messina. Sedetevi comodi e iniziate con noi questo viaggio nella meraviglia.
Taormina è da scoprire: vie pittoresche, un teatro che è stato cornice di mille battaglie e una natura che ha ispirato gli artisti di ogni epoca.

Dai gladiatori ai concerti internazionali

Un’incantevole posizione sul mare, una natura fiorente e rigogliosa, un passato capace di sedurre e di raccontare miti greci, influenze arabe, contaminazioni spagnole e normanne: benvenuti a Taormina, splendida cittadina abbarbicata su uno sperone a strapiombo sul Mare Mediterraneo. Durante la passeggiata nel centro storico rimarrete colpiti subito dal suo teatro Greco, costruito intorno al III secolo a.C. su un promontorio scenografico come cornice unica per le rappresentazioni teatrali, tra gli altri, di Eschilo e Sofocle. Al tempo dei romani venne trasformato in un’arena per i combattimenti tra gladiatori e agli spettacoli con gli animali.

Dagli Anni 50 è diventato, invece, lo scenario ideale per spettacoli e concerti: tra gli artisti che si sono esibiti Elton John, i Duran Duran, Sting, i Pooh e Renato Zero. Perfino il regista Woody Allen, rimasto affascinato dal teatro, decise di girarci alcune scene del suo film “La dea dell’amore”. Il tuffo nella storia potrebbe proseguire con il palazzo Corvaja, meraviglioso edificio gentilizio che sorge nella piazza che era stata il foro romano e prima, l’agorà greca.

Immersi nella natura e nella dolcezza

A Taormina il vostro sarà un soggiorno pieno di colori e di relax, grazie alla bellezza naturale di Isola Bella, un isolotto ricco di vegetazione, riserva naturale dal 1998. Tra terrazzamenti, scalette, camminamenti panoramici, macchia mediterranea e le acque cristalline della baia, troverete il vostro angolo di quiete. La tappa successiva sarà Corso Umberto I, la via principale della città, una vivace passeggiata pedonale ricca di caffè, ristoranti, botteghe e negozi.

E tra le numerose stradine, palazzi, resti storici avrete anche il tempo per fermarvi e conoscere la cucina locale. Il pesce sarà il protagonista: si parte dal baccalà di tradizione normanna per proseguire con le alici, il tonno o il pesce spada a involtino o anche come ripieno di una torta rustica farcita che richiama le empanadas iberiche. È però con i dolci che vivrete un vero e proprio momento di estasi. Cannoli, cassate, dolcetti di marzapane o di mandorle, sorbetti, granite artigianali da provare câ panna e câ brioscia: sarà un tripudio di dolcezza.

Taormina vi incanterà per i suoi tesori architettonici e una cucina che saprà andare direttamente al cuore. Non vi resta che vivere insieme a noi la vostra prossima avventura.