Il 6 gennaio 2022 è la data di partenza di un viaggio fino ai confini del mondo. Un itinerario lungo 51 giorni tra Europa e Sud America, una girandola di emozioni attraverso natura, paesaggi, musica e folclore. Un’esperienza che vi farà apprezzare la magia della navigazione, la vita a bordo e il valore del tempo.

Oggi faremo scalo in Uruguay, una delle tappe principali: così inizierete ad abituarvi alla bellezza e a conoscere alcune curiosità e usanze tipiche del posto.

A Montevideo potrete passeggiare sul lungomare, bevendo il mate, il tipico infuso che è diventato un simbolo.

La Rambla e il mate

Non solo Barcellona, pure Montevideo, la capitale dell’Uruguay, ha la sua Rambla. Un viale che attraversa la costa e si snoda per oltre 20 chilometri. È un luogo sempre colorato, pieno di gente che passeggia e fa sport, ed è anche l’accesso privilegiato per numerose spiagge o cornice ideale per una pausa. Per essere subito di casa dovrete avere a portata di mano il mate, infuso dell’omonima erba che si beve quotidianamente e si sposa sia con i cibi dolci che con quelli salati.

Il tango e la movida

La disputa è aperta. Per gli argentini il tango è nato a Buenos Aires, per gli uruguaiani la patria del ballo è Montevideo e rivendicano il primato con delle prove. Il primo tango divenuto celebre oltre i confini del Rio de la Plata, il famosissimo La Cumparsita, sarebbe stato, infatti, scritto e musicato da un compositore uruguaiano e suonato per la prima volta proprio a Montevideo nel 1916. Al di là delle rivendicazioni, la cosa importante è che il tango, e in generale il ballo, sono centrali nelle notti di Montevideo. E animeranno il vostro soggiorno.

La Montecarlo uruguaiana

In Uruguay vi attende un altro scalo davvero speciale: Punta del Este è una delle località balneari più chic e frequentate dai turisti e dai vip. Troverete spiagge da sogno per rilassarsi o cavalcare le onde, viali ideali per lo shopping. Il quartiere più modaiolo non a caso si chiama Beverly Hills. Un mix di ville da sogno, giardini super curati, locali, ma anche gallerie d’arte e spazi culturali.  Nella zona potrete visitare il Museo Ralli che ospita, all’interno di 6000 metri quadrati, una delle collezioni più importanti di opere latino americane.

Il villaggio che è un capolavoro

A pochi chilometri da Punta del Este c’è un’opera che racchiude ispirazione, magia, creatività: stiamo parlando del villaggio Casapueblo. È la creazione visionaria di Carlos Páez Vilaró, il grande artista uruguaiano che dedicò la sua vita per creare questa “scultura vivente”, fatta di casette bianche, come piccoli nidi candidi: un capolavoro scavato nella pietra e abbarbicata sulla scogliera. Da assaporare in silenzio.

Il vostro viaggio sarà costellato da grandi scoperte e meraviglie quotidiane. È il momento di pensare in grande e di concedersi una crociera alla scoperta del Sud America su Costa Luminosa.