Chi la ama dice che ha il fascino di Barcellona, le spiagge di Maiorca, la nightlife di Ibiza. Si può intuire la bellezza di Valencia già al risveglio, nel relax della propria cabina, pronti a tuffarsi in una città piena di energia a tutti i livelli: storico, culturale, enogastronomico. Il suo passato si integra perfettamente con lo slancio verso il futuro; ecco come godere al massimo della vostra sosta in questa meta tipicamente mediterranea.

"All’estremo opposto del fiume, sorge una metropoli del futuro che sembra emergere dal sottosuolo, in perfetta armonia con la natura circostante: la Ciutat, un’impressionante opera di creatività e ingegneria."

I sapori del passato: il Barrio del Carmen e i mercati

Una volta a terra, potrete scoprire l'anima di Valencia camminando nel popolare Barrio del Carmen, un quartiere storico rimasto il cuore palpitante della città: dedicatevi qui allo shopping, con qualche sosta per andare de copas, ovvero rilassarsi gustando un bicchiere di vino. A Plaza del Negrito si trova la Cava del Negret, dove sorseggiare l’Agua de Valencia, una bevanda preparata con succo d’arancia fresco, vino spumante Cava Brut Nature e un tocco segreto che la rende deliziosa. Poco più a sud del Carmen si trova l’imponente Lonja de la Seda (l'antica Borsa della seta, dove si contrattavano i prezzi dei tessuti), patrimonio Unesco e sede dell‘Accademia Culturale di Valencia. Di fronte svetta il Mercado Central, una struttura in stile modernista con un migliaio di banchi di prodotti freschi: pesce, carne, ma anche frutta e verdura di stagione. È il modo più genuino per conoscere la ricca gastronomia di Valencia, luogo di origine e capitale mondiale della paella, ma anche di molte altre specialità: dall'all i pebre (uno spezzatino fatto con anguille fresche, aglio, peperoncino, olio, sale e patate) all’arroz negro (riso al nero di seppia), fino all'arnadì, il dolce più popolare, preparato con zucca, patate e mandorle.

Uno sguardo al futuro: il Bioparc e la Città delle Arti e delle Scienze

Tappa ideale per le famiglie con bambini, sul lato ovest del vecchio corso del fiume Turia - che si estende dal limite occidentale della città fino quasi alle banchine del porto marittimo - si incontra il Bioparc, dedicato agli habitat dell'Africa. Ha grandi spazi, barriere limitate, ambienti ricostruiti con cura e animali monitorati con attenzione. All’estremo opposto del fiume, sorge invece una metropoli del futuro che sembra emergere dal sottosuolo, in perfetta armonia con la natura circostante: la Ciutat, un’impressionante opera di ingegneria. Visitabile con una delle escursioni Costa, è composta da cinque diverse strutture, erette su un progetto di Santiago Calatrava e Félix Candela. Se la forma dell'Hemisferic (un cinema IMAX) ricorda l'occhio umano, quella del Museo della Scienza (dove è possibile scoprire in modo interattivo invenzioni scientifiche e tecnologiche) è ispirata allo scheletro di un dinosauro, mentre il Parco Oceanografico, il più grande d'Europa, ha le linee degli igloo esquimesi: un incanto per gli occhi dei più piccoli. L'Umbracle, invece, è un passaggio pedonale sormontato da archi regolari e con un giardino dalla grande varietà botanica, mentre il Palau de les Arts Reina Sofia, con auditorium per i concerti, ha una struttura davvero singolare, con una spettacolare illuminazione notturna.

Valencia capitale mondiale dell’alimentazione

Nel 2017 c'è un motivo in più per visitare Valencia in crociera: la città è capitale mondiale dell’alimentazione per la FAO (Food and Agriculture Organization) e ospita l’incontro di 100 città che hanno aderito al Patto sulla Politica Alimentare per combattere la fame e gli sprechi alimentari. I visitatori di Valencia, per tutto l’anno, possono partecipare a tour enogastronomici organizzati, come quello nelle risaie della piana della Huerta, fuori città, o nel parco naturale La Albufera, un’oasi naturalistica a 8 km da Valencia e raggiungibile in bus: un’idea perfetta per una gita con i bambini. Indimenticabile sarà anche un pranzo al ristorante da 1 stella Michelin La Sucursal, che ha riaperto in primavera presso la Marina Juan Carlos I, proprio nel porto di Valencia, all’interno dell’edificio Veles e vents, altro esempio di suggestiva architettura, dove coniugare ottimo cibo con mostre d’arte.

Credits foto: AGE/MONDADORI PORTFOLIO

1 of 8