Canali serpeggianti, calli che sembrano labirinti, gondole sospese nell’acqua e nel tempo, isole raffinate e pittoresche, ponti e palazzi che danno l’impressione di essere usciti dalle favole: Venezia è un’opera d’arte tutta da scoprire.
Venezia fu la prima città dove arrivò il caffè e dove nacquero le guide turistiche.

I suoi primati e la sua accoglienza

Pochi sanno che Venezia fu la prima città nella quale arrivò il caffè. Era il 1570 e il merito è di Prospero Alpini, medico del console Giorgio Emo, che lo scoprì in Egitto e decise di portarlo in Italia. La città è inoltre da sempre crocevia di culture e persone, a cominciare dai pellegrini che, fin dall’antichità, venivano a Venezia per venerare le reliquie dei Santi. Ad accoglierli già dal Medioevo c’erano i Tolomazi, un gruppo di assistenti che li aiutavano a trovare alloggio e li portavano in giro per la città.

Bassano del Grappa e il meglio della tradizione veneta

Con la nostra escursione più lunga avrai a disposizione un’intera giornata per visitare  tre gioielli della campagna veneta: Bassano del Grappa, Asolo e Maser.

Se ami i gusti schietti della tradizione non perderti una degustazione della “graspa”, la grappa locale a Bassano del Grappa e per saperne di più c’è anche un museo dedicato a questo tipico distillato.

Per rimanere nel contesto del gusto ecco Asolo. In questo piccolo borgo, classificato tra i BORGHI PIU BELLI D’ITALIA, potrai gustare un pranzo Gourmet in una trattoria tipica. E se ti incuriosisce la storia del borgo e dei personaggi che qui hanno vissuto o soggiornato ecco tre nomi: Caterina Cornaro, Eleonora Duse e Freya Stark. Tre donne anticonformiste, intellettuali, viaggiatrici che non sono passate inosservate.

E poi Maser per un tuffo nella bellezza rinascimentale di VILLA BARBARO, progettata da Andrea Palladio e affrescata da Paolo Veronese come dimora di campagna della nobiltà veneziana. Oggi è ancora abitata e anche sede di un’azienda agricola dove vengono lavorate le uve provenienti dai vigneti di proprietà situati nelle colline vicine.

Alla ricerca dei lavori unici

Venezia è anche la patria di lavori unici, a cominciare dai gondolieri. Che magia salire su queste imbarcazioni uniche e perdersi tra i canali e le bellezze artistiche della città. Per non parlare poi dei mastri vetrai. Per vedere all’opera questi veri artisti del vetro il nostro consiglio è di visitare Murano. Ha la forma di una piccola Venezia: è formata da 9 piccole isole unite da ponti con in mezzo il Canal Grande. Qui si trovano tanti laboratori e botteghe dove si può osservare dal vivo la soffiatura del vetro.

Il rito dei cichetti e il vino

Che dire poi del rito dell’aperitivo fatto con i cichetti? Stiamo parlando di piccoli spuntini, polpettine e tartine che sono accompagnate da un bicchiere di vino, detto “ombra de vin”. Tra i migliori stuzzichini ci sono le “sarde in saor” (sardine in agrodolce), il “baccalà mantecato” su polenta o su pane. Il vino di Venezia è il raboso (rosso) e il tocai (bianco).

Per continuare a scoprire una Venezia inedita, scegli una nostra crociera con Costa Deliziosa e affidati a una escursione Costa, magari in gondola sulle tracce di due veneziani doc: l’esploratore Marco Polo e il compositore Antonio Vivaldi