È una delle mete europee che è stata riscoperta negli ultimi anni, grazie alla ricchezza delle sue attrattive. L’Albania, pur non essendo molto grande, è in grado di offrire un menù ricco tra siti archeologici, paesaggi naturali affascinanti, località di mare e borghi storici. Riuscirete a essere inglobati nella colorata capitale Tirana e poi a godervi il fascino senza tempo di alcuni villaggi in cui le tradizioni sembrano rimaste immutate.

Potrete andare al mare, godervi cittadine che sono state inserite nel Patrimonio Unesco (Berat o Argirocastro), camminare attraverso parchi e riserve naturali o scoprire tesori architettonici che raccontano una storia che vuole solo essere capita. Ora è meglio mettersi in marcia e andare alla ricerca delle cose che assolutamente non si possono perdere.

Cosa vedere in Albania? Saranda, la capitale Tirana, Durazzo e molto altro. Scopri i migliori luoghi da vedere con una crociera Costa

  • Saranda
  • Tirana
  • Lago di Scutari
  • Berat
  • Durazzo
  • Ksamil
  • Valona
  • Lukove
  • Velipoje
  • Valle di Valbona e Theth
  • Argirocastro
  • Le spiagge dell'Albania

Saranda

Era un villaggio di pescatori, ora è diventata una delle cittadine balneari più conosciute dell’Albania. Saranda è ormai una certezza, non solo per la meraviglia delle sue spiagge ma per la movida che riesce a garantire. Ed è poi un polo culturale di notevole interesse che ospita edifici interessanti come il Monastero dei 40 Santi, che domina tutta la città arroccato sulla collina. Ora la struttura è dotata di un albergo e di un ristorante da cui si può godere di una vista senza pari. La zona alta conserva anche il castello di Lekures, costruito nel XVI secolo. Nel centro della cittadina restano i resti di una sinagoga risalente al VI secolo a.C.

Nella sua storia è stata abbandonata e poi riconvertita in una chiesa cristiana, poi distrutta dagli invasori Slavi. Come è detto l’essenza di Saranda è legata anche al relax e al divertimento. E quindi si potrà godere di spiagge dall’acqua cristallina con fondali bassi e sabbiosi, ideali anche per gli sport acquatici e il windsurf. Tra le più belle ci sono Heaven Beach e i litorali di Pasqyrat Plazhi, che ha due spiagge gemelle. I turisti troveranno ristoranti, locali, alberghi confortevoli e ogni tipo di servizi.

Tirana

Capitale dell’Albania, dal 1920 Tirana è una città ricca di storia, ma anche dinamica e piena di fervore. Il suo percorso risente di influenze romane, bizantine e ottomane. Questa contaminazione è ben presente in molti elementi decorativi e architettonici o luoghi, primo fra tutti la piazza principale della città dedicata a Giorgio Castriota Skanderbeg, eroe albanese protagonista di diverse battaglie contro l’Impero Ottomano. Al centro campeggia la statua equestre che lo commemora. Sono tantissime le attrazioni da vedere in città nel giro di pochi metri: la Moschea Et’hem Bey, la Torre dell’Orologio, il Museo di Storia Nazionale e il Teatro dell’Opera.

Particolarmente interessante è poi il Bunk’Art, un bunker che è stato trasformato in uno spazio espositivo. Rappresenta una via dimezzo tra un museo storico e una galleria d’arte. Recentemente è stata inaugurato anche il Bunk’Art 2. Tirana è anche una città aperta e in espansione. È sede di numerosi festival, basti pensare alla Biennale di Tirana o al Film Festival, appuntamento diventato internazionale. Tra i luoghi che racchiudono e mostrano questo fervore ci sono il Tirana Art Lab e il Tirana Art Center. La città è rinomata anche per una movida frizzante: non mancano enoteche, locali discoteche dove fanno capolino dj internazionali.

Lago di Scutari

Scutari è una ridente cittadina conosciuta come “la capitale della cultura albanese”, (la sua origine è collegata agli illiri). Oltre a musei, palazzi ed elementi architettonici di grande pregio sa regalare meravigliose bellezze naturali. Particolarmente visitato è il suo lago, considerato lo specchio d’acqua dolce più esteso dell’intera regione balcanica. Questa meraviglia naturale dai colori che cambiano continuamente, si trova al confine con il Montenegro e dovrete prendere una bicicletta per apprezzarlo appieno.

Qui scoprirete oltre 50 specie di pesci, 800 di alghe, 250 di uccelli, tra cui rari esemplari di pellicano riccio e cormorano pigmeo. L’ambiente giusto per cimentarvi con il birdwatching. Se preferite rilassarvi potrete fermarvi in una delle numerose calette sulla riva e fare una nuotata. Il lago ospita tracce di un passato variegato e ospita resti di monasteri, fortezze e chiese. Il vostro tour può toccare anche uno dei tanti ristorantini che valorizzano nei piatti il pescato del giorno. E nei villaggi potrete rendervi conto della vita tradizionale, curiosando nel fascino di piccole cittadine.

Berat

È una delle zone più antiche e affascinanti nella parte centrale dell’Albania. Non a caso la cittadina di Berat è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità per i suoi tesori riconducibili all’influenza ottomana, ma anche per la pacifica convivenza che ha caratterizzato i suoi residenti appartenenti a diverse religioni. Questo mix la rende una località particolarmente pittoresca, e il tour non può che cominciare dalla città vecchia dove le case di piccole finestre e persiane colorate regalano un panorama particolare.

La passeggiata attraverso la cittadella fortificata (Kala), abitata come centinaia di anni fa dalle persone del posto, vi sorprenderà così come l’interessante Museo Onufri, pensato per omaggiare il maestro albanese, in un viaggio tra un centinaio di icone e oggetti liturgici, che vi porterà a scoprire il sedicesimo secolo. Vi sarà impossibile non visitare i quartieri Gorica e Mangalemi, abbarbicati sulle colline nelle vicinanze del fiume Osum. La vostra passeggiata vi farà conoscere giardini rigogliosi, vicoli tortuosi, casette ottomane, edifici religiosi.

Sono tre le principali moschee di Berat: la Moschea del Sultano, la Moschea degli scapoli e la Moschea di Piombo. Nel quartiere di Gorica sono da visitare la chiesa di San Tommaso e il Monastero di San Spiridione. Nel centro di Berat poi potrete scorgere la chiesa ortodossa di San Demetrio. Tra le altre attrazioni c’è anche il castello, una fortezza di epoca ottomana che si staglia a 200 metri di altezza. Chi ha bisogno di natura non disperi, troverete scorci meravigliosi e percorsi per fare trekking e per perdervi in mezzo al verde.

Durazzo

Quella che è definita come la “taverna dell’Adriatico” è una particolare città portuale dell’Albania. Qui convivono presente e passato, tra grattacieli e resti di edifici antichi. La zona settentrionale è quella storica in cui troverete dei tesori: un anfiteatro romano, una piccola chiesa bizantina arricchita di mosaici, sotterranei pieni di sorprese, resti di Terme Romane e di un Foro Bizantino. Questo tour culturale non è ancora finito perché manca una capatina al castello di Durazzo, voluto dall’imperatore bizantino Anastasio I e sottoposto a dei lavori di ristrutturazione dai Veneziani.

Ci sono anche edifici religiosi da non trascurare, tra cui la Grande Moschea, enorme costruzione recente che risalta per i suoi toni arancioni e giallo. Ricca di altrettanto fascino è la Moschea di Fatih, che risale al 1500. Accanto spicca il suo minareto, visibile da lontano. Un’ulteriore curiosità è legata a un edificio particolare, la Villa Reale, voluta da re Zog I. Si tratta di una dimora in stile liberty. Come vedremo meglio nella sezione specifica delle spiagge, Durazzo è anche una rinomata località turistica dove potersi rilassare tra sabbia soffice e mare calmo.

Ksamil

Benvenuti nella riviera albanese, nel sud del Paese, a una ventina di chilometri da Saranda. Qui troverete mare, tranquillità e anche tanto divertimento. Ksamil, da villaggio di pescatori si è trasformato in un centro turistico molto apprezzato e non solo dai giovani, ma anche dalle famiglie. Troverete una fila di calette e baie diverse tra di loro tra sabbia dorata e ciottoli bianchi con il tratto comune di un mare limpido e ricco di sfumature. I servizi sono puntuali e numerosi e avrete a disposizione tutto l’occorrente per sdraio, lettini, ombrelloni, ma anche per poter praticare gli sport acquatici. Nei dintorni avrete solo l’imbarazzo della scelta tra chioschi, bar, ristoranti e strutture alberghiere dove trovare la sistemazione migliore.

Valona

Rimaniamo nel sud del Paese e scopriamo Valona, ridente località balneare, molto vicina alla costa italiana. La cittadina, secondo porto per importanza dell’Albania (dopo Durazzo), non è solo mare, ma ha una storia antichissima che nasce intorno al VI secolo a.C., quando si chiamava Aulona. La piazza della Bandiera (quella principale) ospita nel centro il Monumento dell’Indipendenza in memoria del popolo albanese che ha lottato per liberarsi dall’Impero Ottomano. Si tratta di un’enorme statua in bronzo, alta 17 metri. Nel cuore della cittadina c’è anche la Moschea Muradie, realizzata a metà del 1400.

Se volete continuare un viaggio attraverso la storia e la cultura, dovrete percorrere la “Via monumentale”, costeggiata da case caratteristiche in pietra bianca e da linee grigie di calce di un periodo compreso tra il 1400 e il 1700. Si tratta di costruzioni di 2 o 3 piani, dal tetto spiovente, finestre rettangolari e persiane colorate. A Valona sono presenti anche diversi musei: il Museo Etnografico, il Museo di Storia e il Museo dell’Indipendenza.

Lukove

È un’altra perla balneare nel sud dell’Albania, a una ventina di chilometri da Saranda, e a pochi chilometri da Himare. Le spiagge sullo Ionio sono il suo fiore all’occhiello e regalano sabbia soffice e mare incontaminato. Non mancano ovviamente i servizi, né la possibilità di noleggiare tutto quello che serve per godersi una bella giornata al mare. Nelle vicinanze ci sono diversi ristoranti o locali dove gustare piatti di pesce fresco o portate tradizionali. Nella cittadina si possono ammirare anche i resti di un castello.

Velipoje

Continua il nostro viaggio alla ricerca di sprazzi di mare incontaminato. Ora siamo a Velipoje, frazione del comune di Scutari. Lungo i 14 chilometri di litorale si alternano stabilimenti balneari per tutti i gusti. Le spiagge oltre ad essere piene di bellezza e con un mare invidiabile, hanno una particolarità: la più alta percentuale di sodio della costa. Tra le altre bellezze naturali ci sono una riserva naturale e la laguna.

Valle di Valbona e Theth

Il Parco Nazionale di Valbona si trova a circa 200 chilometri da Scutari. Tra le esperienze che potete fare, quella di solcare il lago artificiale di Koman, a bordo di un’imbarcazione. La valle di Valbona è un autentico gioiello, lungo 27 km e solcato da fiumi. Un’area di naturale bellezza, circondata da una montagna aspra e rifugio di animali selvatici (linci, orsi, lupi, cinghiali). Si tratta di un luogo perfetto per chi voglia fare trekking o lunghe camminate.

Anche a Theth la natura sarà protagonista. Il villaggio montano si trova a circa 70 chilometri da Scutari. Vi accoglierà un grande Parco Nazionale. Qui oltre a una vegetazione rigogliosa, potrete ammirare le cascate di Grunas e la sorgente dell’Occhio Blu, caratterizzata da acque cristalline. I sentieri vi porteranno a contatto con uno scenario spettacolare, in cui anche la fauna avrà la sua parte. A farvi compagnia anche le pittoresche casette con il tetto di legno.

Argirocastro

Questa cittadina che si trova nel sud dell’Albania non potrà non attirare la vostra attenzione. Rimarrete conquistati dal suo fascino e dai tesori architettonici risalenti all’epoca Ottomana, che l’hanno fatta includere tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco. Già è il nome che significa in greco “Fortezza argentata” è un mondo. L’origine potrebbe derivare da alcune leggende greche legate alla principessa Argjiroi o semplicemente dalle sfumature delle mura del suo castello. Argirocastro si presenta divisa in due: una parte più bassa, moderna e residenziale, e una più alta dove si trova la città vecchia.

Qui tra vicoli pittoreschi e scorci incantevoli potrete ammirare Casa Skenduli, dimora storica risalente al 1700 e conservata perfettamente. Al suo interno l’arredamento in stile ottomano è integro. Da qui potrete accedere alla moschea cittadina, il cui minareto primeggia sulla natura circostante. Uno dei fiori all’occhiello è però il maniero di Argirocastro. Risalente al 1100, fu restaurato nel 1700 ed è in condizioni perfette. Al suo interno ospita il Museo Nazionale delle Armi.

Andate, però anche alla scoperta delle sue bellezze naturali. Da non perdere è l’Occhio Blu, una sorgente carsica nei dintorni con un scenario suggestivo di rocce e vegetazione rigogliosa.  Tra le altre chicche il sito archeologico di Antigonea, antica città edificata da Pirro in onore della moglie. La cittadina è stata inoltre il luogo di nascita del dittatore Enver Hoxha, che fu al potere per oltre 40 anni.

Le spiagge dell'Albania

L’Albania è anche rinomata per le sue spiagge. Attrezzate o libere, a misura di bambini o di giovani, troverete il vostro angolo caratterizzato da un mare cristallino. Lungo la costa settentrionale la meta principale è Durazzo che vi offrirà spiagge divertenti, con il mare basso e il litorale sabbioso. Qui potrete rilassarvi o praticare gli sport acquatici o anche quelli con la palla come beach volley o calcetto. Nei dintorni le località balneari più interessanti sono Mali i Robit e Golem che offriranno arenili che si perdono per chilometri con strutture che mettono a disposizione ogni tipo di servizio. Più tranquilla la Spiaggia del Generale, che sorge su una baia a forma di ferro di cavallo.

Valona è il centro turistico per eccellenza dell’Albania e regala spiagge movimentate e piene di vita. Da segnare nel vostro elenco dei desideri ci sono la spiaggia di Palase, tappeto di sabbia candida che è sfiorata da un mare turchese e da una vegetazione rigogliosa. Sabbia dorata e tanta bellezza a misura di turisti anche per la spiaggia di Dhermi, famosa per le occasioni di divertimento. Leggermente più lontane sono le spiagge di Gjipe, Hale e Himare, circondate da grotte perfette per gli appassionati di immersioni. Una terza località in cui trovare spiagge rilassanti e ricche di natura è Saranda, perla dello Ionio di cui abbiamo già parlato sopra.

Parti per l’Albania con Costa Crociere

La sorpresa è stata il centro di questo viaggio, che ci ha fatto scoprire un’Albania diversa: accogliente multiculturale e soprattutto variegata. Che abbiate bisogno di natura e pace, cultura, mare o un po’ di folclore, troverete il vostro spazio e località che sapranno interessarvi. Non resta che segnare una nuova meta per i vostri sogni ed essere pronti a partire insieme a noi. Vi aspettiamo.

Parti con Costa Crociere