Per molti i Caraibi rappresentano “le isole del tesoro”. Non solo perché evocano il mito dei pirati, i primi a rimanere rapiti dalle sabbie bianche e dalle acque cristalline di queste isole (oltre che dal loro rum). Ma anche perché turisti e viaggiatori di oggi, una volta arrivati in queste terre, vengono piacevolmente travolti da colori e panorami da sogno.

Ma come raggiungere le isole caraibiche che si trovano esattamente al centro del continente americano, dando vita a un arcipelago che unisce Repubblica Dominicana, Antille, Bahamas, Isole Keys, e parte di Florida e Messico? Con questo articolo scopriremo insieme come organizzare un viaggio ai Caraibi.

Come vivere i Caraibi in un solo viaggio?

L’arcipelago dei Caraibi è situato nel centro America ed è composto da isole più grandi (Repubblica Dominicana, Cuba, Jamaica), da altre più piccole (Antille, Bahamas e Keys), per finire con due tratti di terra ferma (composte da parte del Messico e dalla penisola della Florida).

Queste terre ancora incontaminate da millenni conquistano tutti con i loro colori e i loro sapori, frutto di varie influenze: dalle civiltà Maya ai coloni spagnoli, dai pirati ai turisti di oggi. Ma come scoprire con un unico viaggio tutto dei Caraibi? Isole, paesi, spiagge… tutto in un’unica vacanza?

La risposta è semplice: scegliendo un viaggio itinerante che permetta di spostarsi spesso da un'isola all'altra. Come fare quindi per muoversi tra i Mari dei Caraibi? Le vie da percorrere sono differenti.

Volo

Il primo passo dall'Italia è obbligatorio: prendere l'aereo. Sono molte le linee che collegano l'Europa ai Caraibi, sia con voli diretti, sia facendo scalo. La durata del volo varia in base alla località di arrivo e va dalle 8 alle 12 ore. Il prezzo cambia in base alla compagnia e al periodo dell'anno. Prenotando con largo anticipo, però, si possono trovare sconti (escludendo i periodi di Natale e Capodanno che sono più cari). A ciò va aggiunto il costo dell'alloggio e degli eventuali spostamenti. Il costo della vita invece (per pranzi e cene “locali”), non è eccessivamente proibitivo.

Una volta arrivato alla prima isola dei Caraibi che vuoi visitare, puoi scegliere di continuare a viaggiare in aereo. Le isole più grandi possiedono tutte degli aeroporti, mentre quelle più piccole potrai visitarle prendendo un aliscafo. Il tempo di percorrenza tra le varie tappe può oscillare da una a quattro ore di volo, in base a dove vuoi arrivare: partendo per esempio dalla Repubblica Dominicana, che ha una posizione centrale, impiegherai circa due ore per raggiungere ogni altra località. I tempi di spostamento, quindi, sono ridotti.

Attenzione però: non esiste una compagnia aerea che collega tutti i Caraibi. Per politiche interne dovrai scegliere una compagnia aerea per volta, spesso optando anche per voli locali di compagnie sconosciute o addirittura voli privati per raggiungere gli aeroporti più piccoli. Il primo lato negativo è quindi che potresti far fatica nel programmare ogni singolo spostamento dall'Italia.

Il secondo lato negativo è certamente quello del prezzo: non esistono linee low cost. Infine, c'è il problema delle valige: ogni viaggio equivale a un check-in con controlli. Quindi, attenzione soprattutto a trasportare bevande o altri souvenir acquistati nelle varie isole paradisiache: spesso l’esportazione potrebbe essere considerata illegale.

Strutture alberghiere

Alcune zone dei Caraibi sono famose proprio per la presenza di strutture ricettive di vario tipo che possono risultare anche vantaggiose dal punto di vista economico perché basano l'offerta su un gran numero di turisti: in centinaia arrivano ogni settimana e si danno il cambio costantemente, permettendo di mantenere i prezzi di camere e volo relativamente stabili.

Al loro interno si può trovare tutto (o quasi): camere comode, ristoranti, piscine, animazione… quello che manca è la reale possibilità di visitare più luoghi. Quando si prenota in una di queste strutture si è vincolati nell’esplorare solo i posti nelle immediate vicinanze per ragioni di tempo e di spazio.

L’alternativa è prenotare in più strutture, ma una soluzione del genere può diventare dispendiosa e difficile da organizzare e gestire: per ogni spostamento bisogna trovare disponibilità di camere, far combaciare i tempi, preoccuparsi del trasporto e delle spese extra tra una tappa e l’altra… tutte queste cose possono trasformare una bella vacanza in un vero e proprio strazio.

Barca a vela

Un metodo assai romantico per visitare ogni isola dei Caraibi (o quasi) durante una vacanza è quello di noleggiare una barca a vela con skipper. Grazie alla barca a vela si può raggiungere ogni spiaggia, anche le calette non dotate di porto per grandi imbarcazioni. Questo è sicuramente il metodo meno “inquinante”.

Allo stesso tempo è un modo di viaggiare molto particolare che potrebbe anche risultare molto lento: le vele sono spinte dal vento e le miglia percorse quindi dipendono dalla forza della natura. Per raggiungere l'isola successiva si potrebbero impiegare molte ore… anche giornate intere se si vogliono raggiungere le isole più lontane.

Per chi ha un periodo di tempo limitato, quindi, non è consigliato optare per questo mezzo: si rischia di vedere pochissime isole.

La regola fondamentale per godersi un viaggio in barca a vela, poi, è andare molto d'accordo con i compagni d’avventura a bordo. Può trasportare un massimo di 6-8 persone che, però, dovranno condividere per interi giorni superfici e cuccette dallo spazio assai limitato.

Anche in questo caso (se non si è già dei navigatori esperti) il viaggio in barca a vela è costoso. Se si sceglie uno skipper affidabile si arriva a pagare dai mille ai due mila euro a testa (comprese le spese per la barca), a cui aggiungere ovviamente il costo dell'aereo per arrivare al punto di partenza.

Crociera

Un ulteriore modo per viaggiare i Caraibi è quello di scegliere una crociera, consigliato per tutti coloro che vogliono un viaggio dinamico che gli permetta di vedere più cose ottimizzando i tempi. Si viaggia di notte, mentre si dorme o ci si diverte nelle varie discoteche a bordo. Di giorno si visitano spiagge e città. Con un viaggio solo, quindi, si riescono ad esplorare più isole, seguendo l'itinerario che si preferisce.

Una crociera è anche comoda e confortevole: camere ampie e spaziose, servizio in camera e pulizia, wifi, piscine, palestre, Spa, ristoranti con menù di varie tipologie, animazione per grandi e bambini, spettacoli serali, bar e discoteche rendono la crociera una vera città galleggiante!

Nel complesso poi, effettuare un viaggio in crociera ai Caraibi potrebbe essere anche più conveniente delle opzioni precedenti: la nave approda nei più importanti porti turistici e i turisti  arrivano con gli stessi voli charter dall'Italia. In più, sono disponibili più pacchetti di viaggio molto vantaggiosi che ora andremo a vedere insieme.

 

Offerte migliori per partire

Partire in crociera verso i Caraibi è una soluzione molto conveniente per vedere molte isole che con un viaggio solo non vedresti e risparmiare allo stesso tempo attreverso la possibilità di scegliere la soluzione più giusta alle tue esigenze.

Crociera più volo

Per fare una crociera ai Caraibi è necessario recarsi in queste splendide isole nel centro America in volo. Noi, per andare incontro alle esigenze di economicità e praticità, offriamo un pacchetto abbinando il volo charter dall'Italia alla crociera. In questo modo arriverai direttamente al porto di imbarco grazie al transfer gratuito dedicato. Inoltre, potrai effettuare il check-in direttamente online ed evitare code all'aeroporto, ricevere una corsia prioritaria all'imbarco e più spazio all'interno dell'aereo, e accedere alle vip lounge di vari aeroporti.

Last minute

È il pacchetto più adatto a chi, per esempio per ragioni di lavoro, non riesce a programmare le vacanze con largo anticipo: puoi scegliere di partire subito o tra qualche giorno verso mete da sogno con le crociere Last Minute di Costa, a prezzi vantaggiosi. 

I pacchetti last minute vengono commercializzati all'ultimo minuto, ovvero qualche settimana prima della partenza e sono adatti per viaggi brevi o per chi non deve concordare le ferie.

Offerte per famiglie con bambini

Nel mondo delle crociere sono tanti i vantaggi economici riservati a chi viaggia con i figli. Noi offriamo ben tre promozioni.  La prima per i genitori che dormono in cabina con i figli al di sotto dei 18 anni: i minori non pagheranno la quota crociera, ma solo tasse portuali, quote di servizio, eventuali assicurazioni, voli e transfer. 

Oppure c’è la formula 1 adulto, 1 figlio; la terza offerta è invece per le famiglie con ragazzi adolescenti: due adulti con due o tre minori di 18 anni possono viaggiare in due comode cabine, pagando la seconda cabina scontata fino al 50%.

Pacchetto All Inclusive

Per quanto riguarda i prezzi, per partire serenamente noi consigliamo il pacchetto All Inclusive. Inclusi nel prezzo ci sono menù particolari, le bevande, gli spettacoli a pagamento, le quote di servizio e l'assicurazione medica. Inoltre, scegliendo questa formula, hai anche la garanzia dell'adeguamento del prezzo in caso di riduzione della tariffa nel tempo. 

Quanto partire per i caraibi?

Solitamente la temperatura ai Caraibi oscilla tutto l’anno tra i 25 e i 30°C tuttavia in questo articolo trovate un approfondimento sulla temperatura mensile in tutto l’arco dell’anno, in modo da programmare per bene la vostra vacanza ai Caraibi.

Parti con Costa Crociere