SARTÈNE

  • Porto

    Propriano

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Culturale

  • Prezzo

    Adulti

    EUR65.0

  • Durata ore

    3.0

  • Codice escursione

    003C

Descrizione

Un'escursione a Sartène all'insegna della storia e del mistero, ma anche della religiosità, per ripercorrere le vicende che hanno segnato il destino di questa cittadina nel corso dei secoli e scoprirne le tradizioni e la cultura popolare.



Cosa vediamo
  • Sartène: città vecchia e Chiesa di Sainte-Marie
  • Ponte di Spin'a Cavallu


Cosa facciamo
  • Ci dirigiamo in pullman verso Sartène, autentica cittadina corsa, situata sulla cima di una collina al confine della regione di Alta Rocca e caratterizzata da un passato lungo, turbolento e spesso misterioso.
  • La città vecchia di Sartène è una cittadella fortificata risalente al Medioevo con stradine strette e acciottolate e case austere di granito grigio, straordinariamente incastonate tra le montagne. Come ci spiega la nostra guida, la storia di Sartène è segnata da lotte sanguinose e da numerosi invasori, a partire dai pirati nel Medioevo per poi passare al dominio dei feroci Sgiò (signori feudali) e arrivare al XIX secolo, quando una sanguinosa vendetta privata ha lasciato il suo marchio indelebile su questa città corsa.
  • Insieme alla guida visitiamo anche la chiesa barocca di Sainte Marie al cui interno troviamo il pesante crocifisso in legno e la catena usati durante la famosa processione del Venerdì Santo nota come "U Catenacciu”, una delle manifestazioni religiose più antiche dell'isola.
  • Dopo un breve tragitto in pullman nell'entroterra, a 7 km da Sartène, raggiungiamo il famoso ponte di Spin'a Cavallu, un elegante arco in rara pietra pisana risale al XIII secolo, che si inserisce in maniera straordinaria sullo sfondo delle vaste vigne e dei numerosi alberi d'ulivo. Il ponte, ad arcata unica, sorge sul fiume Rizzanese e si eleva a un'altezza di 8 metri sull'acqua.