ESCURSIONE PANORAMICA TRA CAMPI LAVICI, STORIE VICHINGHE E VISITA AL MUSEO DEGLI SQUALI

  • Porto

    Grundafjord

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico, Culturale, Degustazione

  • Prezzo

    Adulti

    EUR110.0

  • Durata ore

    4.5

  • Codice escursione

    00KW

Descrizione

Escursione intrigante alla scoperta di famosi siti immortalati nelle leggende dell'Islanda: una combinazione di Natura selvaggia e Letteratura.



Cosa vediamo
  • Berserkjahraun, campo lavico
  • Helgafell, la Montagna Sacra
  • Stykkishólmur, villaggio di suore e pescatori, la Casa Norvegese
  • Stykkishólmur il "Porto dell'Orso", allevamento e Museo degli Squali


Cosa facciamo
  • Il pullman inizia un percorso lungo il campo lavico di Berserkjahraun, letteralmente "campo di lava dei Berserker", antichi lottatori che non utilizzavano armature. La leggenda narra che due Berserker trovarono una tragica fine in questo campo e scavi effettuati alla fine del XIX secolo hanno riportato alla luce due scheletri misteriosi che confermerebbero questa teoria.
  • Dal campo lavico ci dirigiamo in pullman verso il monte di Helgafell, la Montagna Sacra. In realtà sembra più una collina, viste le dimensioni ridotte, ma si pensa che abbia poteri speciali e soprattutto ospita i resti di Guðrún Ósvífrsdóttir, eroina delle Saghe Islandesi.
  • Percorriamo a piedi il breve sentiero di 73 metri verso la cima, da dove, meteo permettendo, possiamo godere di una vista mozzafiato. Nell'antico libro di Landnáma, si narra che chi giunge a toccare la sommità del monte Helgafell vedrà esauditi tre desideri purché espressi con cuore innocente e seguendo alcune semplici regole.
  • Continuiamo verso Stikkishólmur, un villaggio di pescatori da secoli centro di scambio e commercio grazie alla posizione favorevole. Oggi, il maggior datore di lavoro dopo l'industria della pesca, è il Convento di Suore Cattoliche.
  • Qui visitiamo l'edificio più antico del Paese, la Casa Norvegese (1832) che ora ospita il museo del folklore locale. La Casa ha anche un sorprendente negozio dove si possono trovare manufatti locali, oggetti di vario tipo e opere d'arte. Per concludere, entriamo nel Bjarnarhöfn, il "Porto dell'Orso", una fattoria gestita dalla stessa famiglia da generazioni, dove vengono allevati gli squali. Qui visitiamo il Museo degli Squali e incontriamo un operatore locale che ci spiega come funziona l'allevamento degli squali e i processi per essicare il pesce. Data la propensione all'ospitalità, sicuramente ci verrà offerta la possibilità di provare i prodotti, ma dal momento che sono molto aromatici, potrebbe essere una buona idea avere con sé qualche mentina per il viaggio di ritorno. Durante il tragitto di ritorno verso la nave, percorriamo nuovamente il maestoso campo lavico.

Cosa c'è da sapere
  • I posti a disposizione sono limitati, si raccomanda pertanto di prenotare per tempo.
  • L'itinerario potrebbe subire variazioni.
  • Si raccomanda di indossare un abbigliamento comodo e di portare con sé la macchina fotografica.